Il Blog

Mal Viventi

In Politica on Maggio 11, 2009 at 9:54 am

“Non siamo un paese multietnico”  Berlusconi Silvio 090509.
Con questa frase l’attuale premier prova a dimostrare che e’ giusto,umano e compassionevole rimandare dai propri schiavisti centinaia di disperati al giorno.
Se avete notato gli occhiali di Maroni trasudano sangue,come qualche madonna.
E’ del tutto evidente che il punto non sono i disperati sulle zattere,bensi’ l’elettorato aennino che non si riconosce nel Pdl e medita di passare alla Lega.
Puro marketing pre elettorale,come lo fu quello sulla sicurezza.

Al solito si incazza l’Osservatore Romano,tanto poi un contentino non glielo si nega.
Al solito si incazza l’ONU,tanto non conta niente.
Al solito ci incazziamo noi,tanto poi c’e’ il Maalox.

E come contorno v’e’ la “battuta” sui vagoni del metro’ Ambrosiano riservati ai milanesi.
Ma cosa siamo diventati?
Un popolo di migratori,di inventori,di  poeti e di artisti,di imprenditori che hanno costruito imperi in tutto il mondo,di gente per bene,si e’ trasformato nel piu’ truce borgo medievale di inquisita memoria.
L’on. pluripregiudicato Dell’Utri dice che Mussolini ha perso la guerra perche’ “E’ stato troppo buono” e nessuno di questa disumana maggioranza si indigna,semplicemente relegano la notizia dopo lo sport.

Non siamo multietnici? E a Prato? E a Arzignano? E a raccogliere pomodori? E a fare le badanti? E a costruire,sempre in nero,le loro ville? E i camerieri? Forse a me sfugge ma tendo a non scorgere dei piccoli Bossi che praticano questi mestieri.
E se non siamo un paese multirazziale mi piacerebbe sapere qual’e’ la razza che ci contraddistingue,chiedere a uno di Vipiteno e a uno di Mazara del Vallo di scambiarsi l’album del matrimonio e confrontarlo,poi mi facciano sapere.
La verita’,ahime’,e’ che siamo un paese che da anni non legge piu’,dove anche le persone d’animo buono tendono a vedere con sospetto anche la piu’ ovvia delle diversita’,dove basta una notizia falsa ripetuta 50 volte in due giorni per farla diventare realta’,dove un uomo basso,calvo,maleducato e superbo e’ l’icona di milioni di casalinghe che se lo sposerebbero.
Non siamo piu’ umani,ma lo eravamo,credetemi,non siamo sempre stati cosi’.

Persino durante il fascismo si arruolavano gli Ascari o si mandava carne da macello per aiutare gli Spagnoli del Caudillo;
oggi sarebbe impossibile anche solo pensare di avere una ronda padana infarcita di nigeriani.

Non so quando questa ondata di intolleranza finira’,certo accadra’,il progresso dell’Homo Sapiens lo insegna,il resto del mondo ce lo insegna.

Nel mentre,ogniqualvolta incontrero’ una persona che non proviene dal nostro borgo medievale,le stringero’ la mano
 chiedendo se vorra’ bere con me. 

“Tutti i cittadini hanno dignita’ sociale e sono eguali davanti alla legge,senza distinzione di sesso,di razza,di lingua,di religione,di opinione,di condizioni personali e sociali”.Art.3 dell’attuale costituzione.

  1. siamo talmente in basso che non c’è da incazzarsi ma da piangere!
    bisogna spiegare tutto questo ai nostri ragazzi e dobbiamo spingerli ad avere amicizie multietniche;vedrete che la ragione vincerà.glielo pianteremo nel culo a questi demolitori di democrazie.
    un colorato abbraccio
    cavallino

  2. Nel mese di marzo ha preso avvio la campagna nazionale di comunicazione sociale “Non aver paura, apriti agli altri, apri ai diritti” a cui hanno aderito 26 organizzazioni nazionali.
    La campagna è promossa da uno schieramento inedito per ampiezza e
    pluralità. L’Alto Commissariato Onu per i rifugiati, numerose
    associazioni laiche e religiose, insieme a Ong internazionali e alle principali organizzazioni sindacali, hanno infatti per la prima volta deciso di unire le forze per promuovere su tutto il territorio nazionale un’iniziativa culturale che ha l’obiettivo di favorire la conoscenza reciproca e il dialogo, abbattendo i pregiudizi e gli stereotipi che determinano paure ingiustificate e sono alla base di episodi di intolleranza e razzismo.
    Invito ad esprimere la propria adesione personale sul sito
    http://nonaverpaura.org/ e a diffondere il messaggio a gruppi e persone con cui si è in rete nello stesso sito si trovano anche tutti i materiali della campagna, compreso lo spot televisivo e radiofonico in onda in queste settimane.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: