Il Blog

Archive for luglio 2009|Monthly archive page

CREPE

In Politica on luglio 29, 2009 at 9:47 am

Sono giorni che il vatusso mancato non smentisce piu’.
La lega un giorno e’ pacifista,l’altro xenofoba,l’altro ancora nordista.
Non e’ un caso.
I valvassori del carroccio l’hanno capito,prima di tutti:
quando questo paese non verra’ piu’ retto dal pappone la lega fruira’ dei voti,non sono pochi,di persone del nord che sino a puttanopoli credevano di vedere nel nano la perfezione.
Fra un ultra settantenne che va a troie senza precauzioni (in Italia si spendono 200mln l’anno per la prevenzione..) e un Bossi pacifista la scelta e’ fin troppo scontata.

Lo sapevano prima.Prima del “predellino”.Prima della nascita del Pdl.

La lega e’ rurale,non s’e’ mai visto un pastore “fondere” il proprio gregge con un pastore piu’ ricco.

Per contro An,dopo aver falcidiato Fini,perde consensi al sud,dove,cari signori,se il Miccicche’ e compagnia bella vorranno,si creera’ un partito del sud che a scapito di An vincera’ in TUTTI i collegi siciliani.

A proposito di Sud,nel dpef appena approvato non v’e’ un euro per il Sud.Ieri ho visto Castelli eccitato alla notizia.
Ma non possono dirlo.
Indipercui la posizione di codesti illusionisti e’ la segunte:

“Prenderemo i soldi dal fondo FAS” On.Sacconi,ministro del welfare.

Il fondo Fas e’ una sorta di cassa del mezzogiorno solo che ha il nome piu’ trend.

Cio’ che volutamente ed astutamente il ministro non ha detto e’ che il fondo FAS non ha fondi.Non v’e’ un euro nel fondo FAS.
Che cazzo prelevi se non c’e’ nulla da prelevare?
Ovviamente si son guardati bene dall’inserire un comma che preveda fondi per il fondo.Toccato il fondo.

P.S.
Amiche,Amici,lettori di qualunque razza e opinione,Zacforever va in ferie,approfitto di queste righe per augurarvi un giusto e sano riposo/divertimento,forse scrivero’ ma e’ assai improbabile.
Vorrei in particolare ringraziare con il cuore tutti coloro che non conoscendomi dedicano del tempo nella lettura delle mie “Eresie”,mentre coloro che mi conoscono,be’ quelli gia lo sanno che sono un eretico.

Ma sopra ogni altra cosa voglio ringraziare la persona che ha reso possibile tutto questo,che un bel giorno,a mia insaputa,m’ha telefonato dicendomi che c’era questo blog a mia disposizione.Io non sapevo neppure cosa volesse dire.

Grazie infinite,caro UMBERTO,ti voglio bene.

Ci si rilegge a settembre.

Baci

Annunci

Macro Balle

In Politica on luglio 24, 2009 at 1:10 pm

Lo vado dicendo da anni,il teleimbonitore opera cosi’:oggi vi concedo una menzogna tanto poi fra qualche giorno la ritratto.
E cosi’ le donne che non aveva bisogno di pagare all’improvviso si scopre che le paga.
E cosi’ la crisi che non c’e’ diventa in un sol giorno “crisi passata”.
E cosi’ il Lodo Alfano che doveva essere l’essenza della costituzionalita’,di botto riceve dal CSM una bocciatura solenne,bollato come “Incostituzionale”.
E cosi’ “Non porremo la fiducia sul decreto anticrisi”,et voila’,richiesta l’ennesima fiducia.

Su quest’ultimo argomento v’e’ da commentare l’assurdo.
In breve:vengono presentati circa 1200 emendamenti che passano il vaglio delle varie commissioni,dunque ci si aspetta la discussione in aula,ma vocinatremonti se ne sbatte e pone la fiducia su di un unico maxiemendamento.
Anche Fini si risente”ma come?se lo sapevo prima me ne andavo in ferie”.

Lor signori,al solito,mandano in tv orde di parlamentari per imboccare il popolo dei reality.
L’on. Cazzola (Pdl) se ne esce con la seguente:
“Cari colleghi della sinistra,il maxiemendamento e’ l’unica strada percorribile in quanto avete presentato piu’ di mille emendamenti,non ci sono i tempi tecnici per discuterli”.
Un bugiardo.Ma che faccia tosta!

Per la precisione:su 1200 emendamenti,300 sono stati presentati dal centro sinistra e,udite,900(!) dal centrodestra.

Raccontano menzogne che hanno le gambe cosi’ corte da poterle zittire e confutare con una rapida ricerca su google.

Come contorno,in una sola settimana,scopriamo che i presidi della provincia di Vicenza non devono essere meridionali (I presidi nel vicentino sono cosi’ ripartiti:83% indigeni,17% da fuori),fra le linee guida della finta riforma Gelmini v’e’ l’esplicita norma che riguarda “La totale mobilita’ di incarico per i docenti”,che i bambini trevigiani ma di genitori napoletani a scuola puzzano, e che a Firenze, sui tram,gli zingari pisciano,gli indiani olezzano,i cinesi sputano e gli africani rubano il posto.

Consultata la solita cartina geografica noto con stupore che Firenze e’ sita cento e piu’ km a sud del Po’,considerata l’idea che i padani hanno del merdione direi che e’ tutto normale.

Scordavo: il conducente,nel mentre,fuma Havana,passa con il rosso,”Stira” una vecchietta la settimana e quando c’e’ un ingorgo si fa’ fare un “lavoretto” dalla controllore di turno.
Fiorentino DOC.

BASTARDI.

In Politica on luglio 20, 2009 at 4:01 pm

Tralascio per un giorno le questioni nazionali,senza pero’ ricordare che dopo 17 anni,forse,qualcuno scoprira’ i veri mandanti degli assassini Falcone/Borsellino.
Celeri.

Oggi sono veramente inorridito per quanto raccontato da un secondino carcerario iraniano.
Le donne condannate a morte,in Iran,se sono ancora illibate,per la legge coranica non possono salire sul patibolo,cosi’ i loro carcerieri si premuniscono e la notte prima dell’esecuzione fingono un matrimonio,poi le stuprano.

Racconta il “Pentito” che molte di loro sembrano soffrire di piu’ per lo stupro che non per l’impiccagione/lapidazione del giorno dopo.
E siccome le condannate si dimenano troppo,fanno bere loro un potente anestetico che le rimbambisce.

Che galanteria.

Anni fa’ mi e’ capitato di vedere il museo delle torture ad Amsterdam,ricordo come fosse oggi di essere rimasto sopraffatto da tanta crudelta’;gustificavo in parte il “modus operandi” di tali ignobili pratiche perche’ prodotte in secoli bui e poco illuminati.

Qui siamo nel 2009,in un paese,l’Iran,che utilizza gli stessi benefit dei cosiddetti paesi evoluti.
A Teheran puoi trovare i jeans della Diesel,puoi comprarti una Ferrari,un plasma ultrapiatto,un perizoma di Dolce e Gabbana,si trova persino la pasta Barilla.

E’ in questa realta’,fatta di finte armi di distruzione di massa e di miliardi di veri barili di greggio,che si perpetua lo stupro pre-esecuzione.

Non riesco a trovare le motivazioni della sentenza capitale,forse non voglio trovarle,personalmente non riesco a trovare un valido motivo per porre fine alla vita di nessuno,figuriamoci per una donna illibata.

Questa,non altre,sarebbe l’unica prova valida per rovesciare l’impero degli ayatollah,altro che centrali nucleari.

Per la prima e spero ultima volta in vita auguro a questi esseri immondi di patire cose indicibili,di piangere per anni,di avere un porcospino infilato appena sotto il cocige;poi,con molta pazienza,e come soleva dire Marcellous Wallace in Pulp Fiction:
“Non credere che io abbia finito con te,adesso chiamo uno strafatto di crack,una cura medievale per il tuo culo”.

Scusatemi lo sfogo,ma questa e’ davvero troppo.

Per la Madunina..

In Politica on luglio 14, 2009 at 1:06 pm

Si chiama “Polo Cinematografia Lombardia”. E’ il nuovo contributo leghista al cinema italiano. Alla presenza di sua sudditanza Bondi,vocina Tremonti e l’inossidabile casto Formigoni,e’ stato presentato ai meneghini questo fulgido centro di produzione cinematografica che,a sentir loro,dovrebbe soppiantare Cinecitta’.

L’ex guardasigilli on. Castelli Roberto sostiene di non poterne piu’ di sentir parlare il “Romanesco” in tv. Il ministro Bossi,fra una bava e l’altra,ci ricorda che le produzioni romane “ci hanno sempre insultato” mentre,aggiungo io,l’educazione e l’amplomb di Salvini(tanto per citare l’ultimo) vengono studiate e Cambridge.

“Dobbiamo far conoscere la storia prima alla nostra gente,poi al mondo”,sempre Bossi; e io che credevo che la storia della propria terra si studiasse a scuola.E credo che al resto del mondo non importi poi molto della storia Lombardoveneta.Ma potrei sbagliarmi.

 La programmazione: Barbarossa detto Federico,appena si accorgeranno che v’e’ pure Luca,di Barbarossa,in arte cantante e romano,lo sottotitoleranno per evitare equivoci; Alberto da Giussano,quello con la spada in alto,del quale non ci e’ dato sapere quanti romani abbia infilzato; Marco D’Aviano,monaco che difese Vienna dai Turchi,ovviamente io tifavo per i Turchi. Scusassero,lor feudatari,ma una mezza parola sui Dogi? O sul Manzoni? O su Goldoni? O sulle vite spezzate degli alpini sul Piave che ci difesero proprio da Vienna? Questo e’ il loro concetto di cultura:battaglie,guerrieri e martiri per la padania.

 “Ogni caduto fascista non e’ un morto,bensi’ un martire” Mussolini Benito,1922.

 Per non farsi mancare nulla il Formigoni,forse credendo di far ridere,allarmato perche’ molto abbronzato,risponde a un fanatico Castelli che con occhio trucido lo squadra “Alla Lombardia manca il mare,sono andato in perlustrazione”.

 Ma andate tutti ad annegarvi all’idroscalo al posto di “perlustrare”,paffuti nazionalisti di una nazione che non esiste,ignoranti nell’animo come pure nella mente,ma che cazzo vi aspettavate,che Sordi parlasse il varesotto e Toto’ il goriziano?

Per ultimo:”ie rode” non poter annoverare fra i maestri della pellicola un Brambilla o un Crespi,poveri loro,e’ una vita che vedono sugli schermi passare nomi “Allergici”,Scorsese,Al Pacino,De Niro,Coppola,tutti di chiare origini bergamasche…

Che volete,puro Medioevo,visto,rivisto e,nel mio caso,studiato pure a scuola

NUMERI e numeri

In Politica on luglio 10, 2009 at 1:26 pm

Non ci credo.
Non credo che il g8,quello dell’Aquila,quelli precedenti,quello che si terra’ a Pittsburgh,riusciranno mai a risolvere i problemi della fame nel mondo.
Certo,la buona volonta’ forse e’ reale,cio’ che si distanzia dalla realta’ sono i numeri per come ci vengono presentati:
si sono stanziati 20 miliardi di dollari a tal proposito.
Una cifrona.

Le persone che non hanno accesso all’acqua potabile sono stimate sui 2 miliardi,di cui uno residente nella sola Africa.
Non sono necessari gli algoritmi di vocinatremonti per capire che,per i prossimi 3 anni,verranno corrisposti agli assetati e affamati del pianeta 3,33 USD pro capite all’anno.
Banchetti luculliani e abbuffate di ferreriana memoria sono annunciati in Sierra Leone e in Guinea Bissau.

Abbattimento delle emissioni di co2;qui sono leggermente piu’ credibili,ma sino a che l’impero cinese fara’ orecchie da mercante non v’e’ speranza.
A proposito di questi abbattimenti che oggi tutti plaudono,qualcuno dovrebbe ricordarsi delle frasi pronunciate dal nostro ministro Prestigiacomo pochi mesi or sono:
“Esprimo l’opposizione mia e del mio governo alla proposta di direttiva per la riduzione delle emissioni di co2 in Europa”06/06/2008
seguita ovviamente dalla solita battuta del vatusso mancato:”Ci mancherebbe,con la crisi in atto…”07/06/2008

Oggi finira’ questo mediatico caravanserraglio.
Da lunedi’ nessuno ne parlera’ piu’.
Noi,nel nostro piccolo stivale,attenderemo la caduta del re,che come padron N’toni trascinera’ nell’oblio la quasi totalita’ dei politici italiani;al confronto tangentopoli vi sembrera’ un nonnulla.

Nel mentre,portiamo ancora pazienza fra troiame,polverine magiche,rigurgiti xenofobi e veline mancate che occupano i ministeri.

Mi spingo oltre:cominciate a contare i giorni,il re e’ nudo,la curva di Grace Kelly dietro l’angolo,chissa se i freni funzioneranno.

Buon weekend.

Gira il mondo gira..

In Politica on luglio 8, 2009 at 1:38 pm

Provate a prendere un mappamondo,fatelo girare,vedrete scorrere la Siberia,il triangolo Africano vi riempira’ lo sguardo,le Indie e il Siam vi sembreranno le madri di tutte le isole ed atolli del Pacifico,e giu’,in fondo,una macchia bianca stanziale vi ricordera’ che un tempo i ghiacci imperavano.

Poi cercate uno stato a forma di stivale,stando attenti a non confondervi con la Nuova Zelanda,che e’ al rovescio.
Una volta individuato lo stivale dritto,armatevi di lente di ingrandimento,noterete un fiume che lo attraversa in senso longitudinale.

A Nord del fiume sorge la padania,che come la Palestina(mi perdoneranno gli amici Palestinesi per l’ignobile paragone) e il Kurdistan(idem)  non viene citata nelle mappe internazionali.

Fra le metropoli di questa para-nazione v’e’ Bergamo,patria di fulgide menti,fra le quali bisogna annoverare il sen.Calderoli.
Quest’uomo,che vive contornato da nr.2 lupi e nr.1 orsi,mentre la tigre l’ha dovuta vendere dopo che si era sbranata il cane,e’ l’emblema di questo para-stato.
Ricordo essere stato quello delle T-shirt anti Islam,del maiale portato nei campi dove doveva sorgere una moschea,del “Una bomba atomica sull’Iran”.
L’altro ieri ha aggiunto un tassello alla sua invidiabile serie di performance:
“Sanatoria sulle badanti? sono solo badanti del sesso e della droga” adducendo che una buona parte delle domande di regolarizzazione e’ stilata da prostitute e spacciatrici.Bravino.Il suo compare borghezio avrebbe saputo fare meglio.

Ora.
Io di badanti ne vedo a bizzeffe,soprattutto la Domenica quando,tenere creature,si trovano fra di loro nei parchi pubblici per chiaccherare un po’ nella loro lingua e non dover pulire la merda del “badato” che le ha in casa a 800euro/mese in nero.
Poi capita anche di vedere l’esercito di bambine che brulicano sui marciapiedi di tutta la padania dopo l’imbrunire.
O sono impazzito o sono diventato Omero,ma vi giuro,non riesco a scovare una badante che potrebbe esercitare il mestiere piu’ antico.E viceversa.

Troverei auspicabile se si riuscisse a convincere una ventenne sul ciglio a dismettere gli abiti da schiava del sesso per indossare quelli di “badante”.Sempre di clienti si parla,solo che cambierebbero le prestazioni,dalle quali il popolo padano si tiene ovviamente alla larga.

Quasi dimenticavo;l’on Calderoli e’ l’attuale ministro per la semplificazione,di cosa non e’ dato sapere,al posto di disperdere le sue energie in ragionamenti cosi’ complessi,potrebbe semplificare e dire:

Rom,negri,terroni,badanti,prostitute(solo quelle da strada,delle altre sappiamo gia’ dove hanno mercato),senzatetto,disoccupati e comunisti,Tutti espulsi dalla padania,piu’ semplice di cosi’……

In quel minuscolo punto del mappamondo che e’ il microcosmo del sen.Calderoli rimarrebbero i veri padani,dislocati fra le valli del Brembo e del Serio,con la compagnia dei lupi,dell’orso e del Viagra,perche’ non basta avercelo “duro” per trombarsi l’orso,deve essere anche molto resistente.

“I rifugiati cacciati di paese in paese rappresentano l’avanguardia del loro popolo” Hannah Arendt,1943.Biennale di Venezia 2009 Giardini.

Bolle di sapone

In Politica on luglio 2, 2009 at 2:33 pm

Con l’ausilio di 3,dicasi 3,fiduce in un sol colpo,il Senato ha approvato il Ddl “Sicurezza”,che ricordo essere stato l’unico cavallo di battaglia durante la pietosa campagna elettorale dello scorso anno.

Chi non ne conosce il contenuto sara’ al settimo cielo,sento gia in lontananza i primi commenti della gente ignara:
“Finalmente i delinquenti se ne staranno a casa loro” “Era ora!! I rumeni non stupreranno piu'” “Bravo Bossi,la padania ai padani”e via discorrendo.
Immagino quindi che da oggi,passeggiare la sera vicino alla stazione di Milano o di Torino sara’ uso e costume di tutti coloro che ,fino a ieri,si barricavano in casa in attesa del bruto da guardare dalla finestra mentre sgozza la vecchietta.

I contenuti:
Tralasciamo le ronde.Patetiche.
V’e’ dell’altro:”Reato di clandestinita’”,che non prevede il carcere,bensi’ una ammenda pecuniaria da 5000 ai 10000 euro e l’automatica espulsione.
Secondo voi il clandestino arriva a Lampedusa con gli assegni circolari,la VISA, oppure con i travel cheque?

“Registro dei clochard”,una volta chiamati barboni o senzatetto,fonte di estremo pericolo per la popolazione che un tetto ce l’ha,se ne occupera’ il Viminale.

“Albo per i buttafuori”,questa mancava,creare un albo per gli energumeni che fanno entrare in discoteca chi ha le Prada e picchiano chi non ce le ha e chiede di entrare.Collettori principali dello spaccio all’interno dei locali stessi.
Nessuno,ripeto NESSUNO, mi puo’ smentire.

Potrei continuare con i bimbi invisibili o con gli affittuari di appartamenti,ma sarebbe troppo lungo e noioso.

Dedico poche righe al seguente comma:
“Carcere fino a tre anni se si oltraggia un pubblico ufficiale”.Nulla da eccepire.Poi proseguo nella lettura e scopro che:
Non si andra’ in carcere se si “Risarcisce l’agente offeso o l’ente a cui questo appartiene” in questo caso il reato e’ estinto.
Vado  avanti e leggo “Nessuna condanna se e’ il Pubblico Ufficiale ad aver commesso il reato”.
Attenti,se mandate a quel paese un poliziotto e avete la grana non c’e’ di che preoccuparsi,se non avete la grana preparatevi gli effetti personali per le patrie galere,se invece e’ il poliziotto ad offendervi,tutto bene.

Manco una mezza riga sul traffico di pasticche e cocaina.
Dati i tempi manco mezza parola sulla prostituzione,si stima che lungo la statale 11,da Torino a Trieste,ogni sera vengano mandate sul marciapiede quarantamila ragazzine.
Tranquilli,questa non e’ emergenza sicurezza,solo folklore.

Chi ha votato questo Ddl,per la precisione 157 senatori della repubblica,deve veramente avere l’animo cosi’ intriso di bastardaggine e sfrontatezza tali da essere considerato,da me e da molti altri,una sottospecie umana,per l’esattezza quella degli “Incivili invertebrati”.
Urge un albo.