Il Blog

BASTARDI.

In Politica on luglio 20, 2009 at 4:01 pm

Tralascio per un giorno le questioni nazionali,senza pero’ ricordare che dopo 17 anni,forse,qualcuno scoprira’ i veri mandanti degli assassini Falcone/Borsellino.
Celeri.

Oggi sono veramente inorridito per quanto raccontato da un secondino carcerario iraniano.
Le donne condannate a morte,in Iran,se sono ancora illibate,per la legge coranica non possono salire sul patibolo,cosi’ i loro carcerieri si premuniscono e la notte prima dell’esecuzione fingono un matrimonio,poi le stuprano.

Racconta il “Pentito” che molte di loro sembrano soffrire di piu’ per lo stupro che non per l’impiccagione/lapidazione del giorno dopo.
E siccome le condannate si dimenano troppo,fanno bere loro un potente anestetico che le rimbambisce.

Che galanteria.

Anni fa’ mi e’ capitato di vedere il museo delle torture ad Amsterdam,ricordo come fosse oggi di essere rimasto sopraffatto da tanta crudelta’;gustificavo in parte il “modus operandi” di tali ignobili pratiche perche’ prodotte in secoli bui e poco illuminati.

Qui siamo nel 2009,in un paese,l’Iran,che utilizza gli stessi benefit dei cosiddetti paesi evoluti.
A Teheran puoi trovare i jeans della Diesel,puoi comprarti una Ferrari,un plasma ultrapiatto,un perizoma di Dolce e Gabbana,si trova persino la pasta Barilla.

E’ in questa realta’,fatta di finte armi di distruzione di massa e di miliardi di veri barili di greggio,che si perpetua lo stupro pre-esecuzione.

Non riesco a trovare le motivazioni della sentenza capitale,forse non voglio trovarle,personalmente non riesco a trovare un valido motivo per porre fine alla vita di nessuno,figuriamoci per una donna illibata.

Questa,non altre,sarebbe l’unica prova valida per rovesciare l’impero degli ayatollah,altro che centrali nucleari.

Per la prima e spero ultima volta in vita auguro a questi esseri immondi di patire cose indicibili,di piangere per anni,di avere un porcospino infilato appena sotto il cocige;poi,con molta pazienza,e come soleva dire Marcellous Wallace in Pulp Fiction:
“Non credere che io abbia finito con te,adesso chiamo uno strafatto di crack,una cura medievale per il tuo culo”.

Scusatemi lo sfogo,ma questa e’ davvero troppo.

Annunci
  1. Ciao Zac,
    mi associo alle tue considerazioni.
    Oggi però mi devo sfogare anch’io!!!
    Nella mia professione, purtroppo, mi ritrovo ad aver a che fare con l’Amministrazione Finanziaria (che sforzo scrivere maiuscolo!!). Per chi non lo sapesse (ma il vostro commercialista ve ne darà notizia…) il giorno 16 luglio, ovvero il giorno in cui molti dovevano pagare le odiate imposte, ebbene, proprio nello stesso giorno l’Agenzia Entrate se ne è uscita con una trovata geniale che obbliga tutti i soggetti IRAP a rifare i conti della dichiarazione (tra l’altro sostendneo una tesi contrario alla legge). Ciò vuol dire che, non essendoci stato materialmente il tempo per modificare gli importi da versare, bisognerà integrare oggi quanto versato il 16 luglio, pagando anche sanzioni ed interessi!!! Tenete ben presente che l’interpretazione dell’Agenzia è uscita il 16 luglio, ma la norma è in vigore dal 1° gennaio 2008!!!!! Caspita che tempismo!!!
    E poi si parla di rientro dei capitali, detassazione, incentivi alle imprese….ma andate a lavorare!!
    Il problema, come al solito, è che tutto tace!!
    Come sono incazzato!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: