Il Blog

Archive for settembre 2009|Monthly archive page

GOLPEREALITY

In Politica on settembre 24, 2009 at 8:02 am

“La vera Leadership non sara’ misurata dalla abilita’ nel mettere la museruola al dissenso,o nell’intimidire e molestare gli oppositori politici.”

L’ha detto,ieri,un signore abbronzato che si fa chiamare Barack Obama.

“Occorre una riflessione sul servizio pubblico,che deve essesre plurale; non ho mai visto all’estero reti di servizio pubblico che facciano programmi apoditticamente(!?) contro.”

L’ha detto, ieri,un signore piuttosto emaciato,baffuto, che si fa chiamare Mauro Masi,novizio direttore generale della RAI.

Pluralisticamente tutti i Tg di ieri hanno dato risalto alle nobili parole del Masi.Un segugio.
Questo cagnolino da riporto,che tanto declama la “bonta’ governativa” dei media all’estero,deve aver visto la TV Bielorussa o quella Libica dell’ormai fratello Gheddafi.

La BBC attaccava quotidianamente Tony Blair al pari della Margareth Tatcher, come oggi attacca Gordon Brown.

Il “Dave Letterman show”,il talk show in prima serata piu’ seguito negli USA,dedicava addirittura una rubrica fissa sulle gaffes di
sua eccellenza George W. Bush,quello astemio..

Fateci caso,in tutti i veri Golpe (non come quello che paventa il duo di cabarettisti Bondi-Brunetta) si fanno subito due cose:
si assalta il palazzo presidenziale e all’unisono ci si appropria degli studi televisivi.
Poi si sposta Ballaro’ per le casette consegnate dal nanobabbonatale,poi si “concedono” le troupe per girare gli esterni ad AnnoZero solo quattro giorni prima della messa in onda,poi ci si “dimentica” di rinnovare il contratto a Travaglio Marco,poi si toglie l’assistenza legale alla Gabanelli e a tutto lo staff di Report ,poi si tenta di defenestrare l’intero organigramma di RAI3,ultimo tassello mancante per detenere l’intera informazione,poi si chiama il vigliacco Feltri per ricoprire di merda gli ex amici e il Vaticano e,la cigliegina,si ripete all’infinito la storiella “Non date pubblicita’ a chi non la pensa come me”.

Il Golpe qui c’e’ gia stato,noi viviamo tutti i giorni in uno stato di diritto che non ne conosce il significato.
Il palazzo se lo sono presi,i media pure,i leccaculi spopolano con le loro particine recitate a memoria (Notate quando la lezioncina la deve esporre Capezzone,a me passa l’appetito);

Ehi!..dico a voi… Renatino,Sandruccio…e’ meglio che cambiate sketch,il vostro presunto Golpe c’e’ gia,non fa piu’ nemmeno ridere.

Credo,sinceramente,che quando questa mega illusione finira’,e perDio se finira’,dovranno farmi piu’ di una trasfusione,dato che le analisi post-sbornia citeranno:

“Presenti tracce di sangue nell’alcool”.

Renato,Renato,Renato..

In Politica on settembre 22, 2009 at 8:32 am

In un regime,se un uomo vicino al dittatore si esprimesse con le parole del ministro Brunetta,il destinatario dell’invettiva sarebbe di certo condannato a morte.
Per fortuna questo e’ un cosi’ basso regime da non avere la forza per riesumare la pena di morte,fatte salve quelle al largo di Lampedusa.
Il Brunetta,quello dei “Fannulloni”,quello de “Gli artisti sono dei parassiti”,quello dei “Tornelli nei tribunali” e per ultimo quello de “La sinistra puo’ andare a morire ammazzata”.

Quest’uomo,il cui padre putativo fu l’indimenticato De Michelis Gianni,meglio noto come “Riccioli unti”,che a cavallo degli anni ottanta imperversava nelle discoteche di mezza Italia,collettore delle tangenti per il PSI nel Nord Est,pluripregiudicato.

Quest’uomo,molto piu’ basso del capo e per questo fra i suoi favoriti,vive sotto scorta dal 1983,pare che le Brigate Rosse gli fossero troppo affezionate.

Quest’uomo,coadiuvato dal panda Bondi,vede ovunque una trama sotterranea che egli chiama Golpe.
Notate che quando s’inalbera tende ad avere la salivazione accentuata e a stare sollevato in punta dei piedi.
Qualcuno l’ha pure definito playboy….
C’e’ forse qualche lettrice di queste misere righe scritte da un farabuttocoglionefannullone che abbia mai avuto voglia di copulare
con il Brunetta?

La verita’,come altri segnali oramai quotidiani mi fanno supporre,e’ che al ministro e ad altri suoi colleghi,finiti gli slogan,comincino a mancare i contenuti,cosi’ si riparano dietro agli insulti,dopo aver teneramente falsificato i dati sull’assenteismo pubblico.

Hitler quando fini’ gli slogan comincio’ con gli Ebrei,quando anche gli Ebrei cominciarono a scarseggiare si sparo’ un colpo alla tempia.

La profonda modestia di questo micronano si puo’ riassumere nella seguente auto celebrazione:
“Dovevo vincere il premio Nobel per l’economia ma ha prevalso il mio amore per la politica” Matrix,2008.
O forse ha prevalso la paura delle patrie galere?.

Fosse per lui dovrebbero scomparire all’istante: i comunisti,i sindacalisti,gli attori di teatro(le attriccette quelle no,una marchetta si trova sempre),gli scrittori,i registi di sinistra(rimarrebbe,solo soletto,Pasquale Squitieri),la quasi totalita’ degli insegnanti e dei giornalisti,e tutti gli esseri umani che superino il metro e settanta.

Questo e’ il delirante sogno di un minstro basso,brutto,maleducato,borioso e non eterno.
Passera’,anche il Brunetta passera’,non lascera’ ricordo alcuno,e se il destino sara’ piu’ benevolo con me mi riprometto di andare a depositare a piedi della sua lapide degli originali zoccoli svedesi,rigorosamente made in Stoccolma,li fabbricano gia’ con il plantare rialzato,in memoria di un Nobel mancato…

Gesu’ e’ morto di freddo

In Politica on settembre 16, 2009 at 12:31 pm

Il Lambro in piena.
Non mi sovvengono altre definizioni.
Ho letto lo show del vatusso mancato tenutosi nel salotto buono di RaiSet.
Menzogne su menzogne:le case prefabbricate consegnate dall’imperatore alla plebe plaudente NON sono quelle che il governo va reclamizzando da mesi,sono quelle costruite dalla Croce Rossa e dalla Provincia Autonoma di Trento.Ovviamente omesso.

“Completezza e pluralismo” sono i due aggettivi per definire i doveri dei media,essendo egli il propietario/mentore di cinque canali e mezzo su sei trovo la dichiarazione alquanto contrastante.Candidamente omesso.

“L’Italia e’ in ripresa”,mi vien da ridere,l’OCSE oggi segnala che “Per l’Italia il peggio deve ancora arrivare”.
Stranamente omesso.

Per non farsi mancare nulla il nano,anche ieri sera,ci ha offeso.
Bene,bene.
“Farabutti” e’ il sostantivo che gli e’ stato suggerito dai suoi viagrini.
“Farabutto”:individuo di poco conto,imbroglione,spregievole,fannullone,cialtrone,mascalzone,truffatore,letteralmente “Ladro di frodo”.
Storicamente i farabutti erano chiamati i marinai napoletani che vivevano alla giornata,senza ne’ tetto,ne’ legge,ne’ dio.

Comprendendo e ammirando la vita di quei marinai,se rileggete i sinonimi puo’ essere che vi venga in mente qualcuno,uno a caso.

Tempo addietro ci eravamo presi pure dei “Coglioni”.
“Coglione”: persona poco avveduta che non prevede le conseguenze dei propri atti per insufficiente intelligenza.

Al che tutto mi e’ piu’ chiaro,si riferiva al suo elettorato,gli hanno passato il ciclostile sbagliato.

D’altronde,l’attuale ministro dell’istruzione,on.Gelmini Mariastella,da’ prove quotidiane del perche’ ha dovuto comprarsi la laurea in quel di Reggio Calabria.
L’altro ieri,a Nisida,ha definito piu’ di una volta “I carceri”.
Cara la mia Ilona Staller mancata,si dice “Le carceri”,ignorante.

E,dulcis in fundo,il Tg1 l’ha pure trasmessa,dev’essere per la completezza e il pluralismo…

DELIRIO (2503 vs 7239)

In Politica on settembre 11, 2009 at 9:33 am

Intendo di onnipotenza.
L’avrete visto e sentito.
Innanzi a uno Zapatero al limite dell’imbarazzo istituzionale,poco dopo aver ricordato ai giovani del suo partito farsa di non leggere giornali,il vatusso mancato ci ha comunicato quanto segue:

“I miei ministri sono i migliori di tutta l’Europa”

“Io sono il sogno di quasi tutti gli Italiani”

“Il mondo mi deve ringraziare perche’ ho debellato la guerra a Gaza e,dopo la mia famosa foto fra Obama e Medvedev,ho debellato pure la rincorsa agli armamenti nucleari di Russia e Stati Uniti”

“Ho superato il record di longevita’ come premier,ho battuto De Gasperi l’altro ieri,ho raggiunto i 2500 giorni a capo dell’esecutivo”.

Se non vivessi qui,a rileggerli,potrebbero sembrare quattro titoli di commedie di Moliere.
Se fossi stato nei panni di Zapatero neppure 8 Tavor m’avrebbero evitato una risata con lacrimazione.
Se non l’avessi visto e sentito con i miei occhi,be’ stavolta non c’avrei creduto.
Se mia nonna avesse avuto le ruote,allora io sarei stato una carriola.

Ma stamane un caro amico mi ha illuminato,e fatta una rapida ricerca scopro che:

Basso Regno del nano: 2503 giorni a oggi,non ininterrotti.

Infausto periodo littoriano del nano di Predappio: 7239 giorni, ININTERROTTI.

Nello stesso istante il Presidente della Camera on.Fini Gianfranco (stesso partito) ci regalava questa chicca:

“Dato per scontato che i nostri ministri sono i migliori del mondo e il nostro premier il migliore dell’universo,ritengo che non conti molto se poi non si fanno le leggi e i provvedimenti che servono alla popolazione,non all’esecutivo”

Si noti che la frase e’ stata pronunziata di fronte a una platea entusiasta;
la stessa platea che il giorno prima si spellava le mani per le parole del nanopremier.

Aufviedersehn,meine lieben cameraden.

Ultimi Rantoli

In Politica on settembre 4, 2009 at 12:56 pm

Dopo aver narcotizzato la nazione a colpi di reality e televendite,dopo essersi comprato donne,avvocati,paraculi e diverse ville,
dopo aver mentito un numero di volte abnormi,dopo aver scorto da lontano la possibilita’ di salire al Quirinale e forse essersi immaginato pure al soglio pontificio,sua bassezza ci dice che la stampa,in questo paese,travisa la realta’.

Lo squalo e’ morente,azzannera’ ancora due o tre volte,ma saranno le ultime.
Non nuota piu’ nell’oceano di omerta’ che gli ha parato il culo sino all’altro ieri.
L’abbiamo pescato,gli manca l’acqua.
Dovra’ simulare un coito in un aula di tribunale,per dimostrare che la sua virilita’ non e’ scemata come ebbe a dire l’Unita’,e come le persone di buon senso comprendono gia da anni.

Io mi ricordo.
Mi ricordo di quando disse che a destra non ci sono gay,
Mi ricordo di quando disse che io sono un coglione,
Mi ricordo,questo lo ricordano in pochi,di quando tenne una convention a Montecarlo dichiarando “Il nostro referente politico e’ dovuto scappare ad Hammamet,non mi resta che scendere in campo”.
Mi ricordo quando si compro’ Mammi’.
Mi ricordo quando si compro’ la Standa e gli mise pure le bombe.
Mi ricordo quando si vanto’ di fare le cinque del mattino con tre donne per parte.
Mi ricordo quando era alto un metro e novanta e la chioma a ricci (forse quest’ultima me la sono solo sognata)

I sopravvissuti dovranno letteralmente rifondare questo paese e,statene certi,con lui non se ne andranno L’Unita , Repubblica e
neppure la cara Maria Novella Oppo,che per quanto mi riguarda considero un’icona dell’universo femminile.

Buon weekend

SUPERCIUK

In Politica on settembre 1, 2009 at 3:39 pm

Il caso Boffo e’ una bufala.
La missiva “arrivata” al “Giornale” e’ ANONIMA!!
Non c’e’ un quotidiano che ti pubblica nemmeno una “lettera al direttore” se non e’ firmata.
Da una lettera anonima un caso nazionale.

Per confondere ancor di piu’ l’ignara e colpevole popolazione oggi la notizia di punta e’ se le Frecce tricolori debbano o meno usare i fumogeni verdi o biancorossoverdi.

Poi il nanopremier,da quel di Danzica (deve aver deciso di battere il record in volo di Woijtila),apostrofa cosi’:
“I portavoce delle commissioni europee devono stare zitti”,minacciando di non votare,di bloccare tutto,le solite boutade.
Era ora,i portavoce zitti,accipicchia!.
Forse che sia la volta di un Bonaiuti zittito? L’incarico di questo parassita e’ “portavoce della presidenza del consiglio”,mentre quando era all’opposizione era “portavoce del capo dell’opposizione”.

Ma oggi v’e’ Superciuk,attualmente capo del dicastero dell’agricoltura.
Superciuk,l’evoluzione dell’indimenticato nemico di Alan Ford e Bob Rock nel gruppo TNT,oggi usa giacca e cravatta.
Per intendersi,quello che vorrebbe chiamare gli asparagi “sparasi”(io lo scrivo corretto,non come quei deficienti della “Padania”che
credendo di sapere la lingua veneta hanno edito un’intero quotidiano ponendo la X al posto della S finale,ignoranti,studiatevi Goldoni e poi venite a dirmi quanti vocaboli in lingua veneta si scrivono con la X al posto della S).

Superciuk dice dell’altro,e ci mancherebbe,data la sua passione a tracannare:
“Due bicchieri di vino si possono anche bere e poi guidare,sa parliamo di un bianco leggero o di un rosso non troppo strutturato”

Ho amici che si sono schiantati per questi motivi,nelle scuole MEDIE del nordest un ragazzo su quattro dichiara di ubriacarsi almeno una volta alla settimana.
I pronti soccorsi durante il weekend pullulano di minorenni barcollanti.

Ma Superciuk tira dritto,in barba a tutta l’Europa,dove bere e guidare e’ considerata pura follia.

D’altronde,egli ha pure i verbali dalla sua;al caro Superciuk,il 18 luglio 2007,venne ritirata la patente perche’ sfrecciava sull’A27
a 193km/h,di notte.
I quotidiani locali,all’epoca,si chiedettero come mai all’allora vicegovernatore del Veneto non fosse stato fatto il test alcolimetrico.

Sempre in quel 2007,e sempre nel nordest,nasceva un’organizzazione di onesti e sani principi: i”Centri di guida sicura”.
Il presidente?
Luca Zaia,il Superciuk evoluto.