Il Blog

“Che ci faccio qui?”

In Politica on gennaio 8, 2010 at 8:40 am

Apro l’anno con la notizia che piu’ mi ha rasserenato negli ultimi giorni.

Da un’indagine del Vaticano risulta che:
“Il 90% dei fedeli che si recano a messa una volta usciti non ricordano nulla dell’omelia del sacerdote officiante”.
Quando lo dico io passo per il diavolo.
Sarebbe come andare a vedere una partita di pallone e, una volta usciti, non ricordarsi il colore delle casacche e il risultato finale, a quel punto direi che e’ piu’ lungimirante starsene a casa.
La C.E.I. si dichiara “Fortemente preoccupata”.

Rosarno.
Comune commissariato per infiltrazioni mafiose.
A Rosarno “vivono” migliaia di persone provenienti dall’Africa che, per 20 euro/giorno, si ammazzano raccogliendo pomodori in Calabria, arance in Sicilia e olive in Puglia.
Persone che “vivono” fra i topi, senza riscaldamento, acqua corrente e servizi igienici.
Provate a pensare se non aveste anche solo a uno dei precitati servizi per un giorno.

Dei vigliacchi hanno sparato a questi disperati.

La reazione e’ stata violenta, una comunita’ che si e’ rivoltata contro tutto cio’ che la circonda.

Ora sentiremo dai cervelloni della padania qualche sconquassato ragionamento che finira’ per inserirsi nelle menti deboli del loro elettorato e che vorra’ dimostrare che sparare addosso ai negrisporchicattivi e’ lecito e giusto.

Siamo un popolo di razzisti, dei piu’ meschini, che godono nel sapere di un diverso aggredito e poi si tengono la badante moldava, l’operaio kosovaro, il contadino rumeno e il conto corrente in Svizzera.
Brava gente.

Fra le prime dichiarazioni di stamane ve n’e’ una che e’ il concentrato della cattiveria e dell’ignoranza:

“In Francia non ci sono mafiosi, eppure gli immigrati bruciano tutto anche li’ ” La Padania, 8/1/10

Meglio la mafia del clandestino.

Il 19 dicembre, il padanoceltico on. Calderoli Roberto, che se nella vita avesse scelto la professione per la quale ha (forse) studiato, la veterinaria, non vi sarebbe piu’ un animale sano in tutta la provincia bergamasca, rilascia la seguente:

” Gli immigrati tornino nel deserto a parlare con i cammelli o nella giungla a ballare con le scimmie”

Ebete.Quello era S.Francesco, da Assisi.

  1. Caro Zac, ho iniziato l’anno nuovo con un singolo proposito per evitare la via del tanto odiato qualunquismo: visto che non si trova chi faccia un vero attentato coi fiocchi a Berlusconi vorrei almeno trovare chi possa eliminare quelle merdacce dei “diversamente concordi” che stanno all’opposizione. Oggi leggo un’intervista di Barbara Spinelli – donna che io personalmente stimo infinitamente e considero una luce nel buio di questa Italia allo sfascio – giustamente la Spinelli ci dice ( a noi che ancora siamo di sinistra e non sinistri) che dobbiamo smettere di dare automaticamente l’appellativo di opposizione a chi non si oppone a nulla. Diciamo che sono la minoranza o che sono quelli non al potere ma non eleviamoli a ruolo di Opposizione, Governo Ombra e quant’altro quando sono così trasparenti ed inutili che l’ombra non ce l’hanno neppure! I mali di Leghisti, Fascisti, Forzisti li conosciamo – inutile ripeterli come un mantra lagnoso. Io non mi vergogno di loro, anzi mi dissocio, dissento ma ne rispetto le idee che almeno loro portano avanti con convinzione. Mi vergogno invece della classe dirigente di sinistra, della parte per me ideologicamente sana del paese che è inetta ed inadeguata ad un ruolo, l’opposizione appunto, che in questo momento ed in questo paese è FONDAMENTALE! Qui viviamo dinanzi ad almeno il 40% della popolazione italiana che si trova zittita e silente a causa della totale inettitudine espressa dalla sua rappresentanza. Ti propongo quindi con l’avvicinarsi della scadenza delle Regionali di occuparti non del trave nell’occhio della maggioranza ma dei fatti nostri – quelli li dobbiamo subire comunque ma se non si critica e non si sollecita l’alternativa questa non nascerà dal nulla.
    Con grande affetto Marina

  2. Sono d’accordo.
    Ogni tanto ne parlo ma, sinceramente, vorrei parlarne di più.
    Il motivo e’ semplice:sono ancora tremendamente attaccato agli ideali e non alle persone.
    Indipercui troppo spesso mi incazzo con Le idee di un Gentilini e soprassiedo sulle mancate idee di un Bersani.
    Cercherò di corregermi.

    Poi, ma questa e’ una mia personalissima emozione, quando leggo o sento di qualche aggressione fisica o verbale di stampo xenofobo, mi sovviene un istinto omicida alla Hannibal Lechter….A morsi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: