Il Blog

Bisogna parlare

In Politica on agosto 13, 2010 at 6:40 am

L’altro giorno stavo leggendo un articolo e relativi commenti sul blog dell’Espresso.
L’argomento vertiva sull’attuale bagarre politica e qualcosina su Kossiga.
A un certo punto mi imbatto in un commento e risposta che, personalmente, mai avevo valutato.

“Mi sono sempre chiesto come mai votavo Berlusconi che non mi piace.
Poi ho capito, siete voi di sinistra che me lo fate votare”

E altri sproloqui vari.

La risposta:

“Con queste parole si rivela il terzo segreto di Fatima, quello che l’umanitá intera stava aspettando e cioé :
“Verranno i giorni in cui i coglioni voteranno Berlusconi”.
Chi l’avrebbe detto, nel paese dell’arte, della cultura, del diritto, dopo secoli di evoluzione filosofica, questo sarebbe stato l’apice di tutto l’insieme, il surrogato dell’intelligenza italica, il voto a vanvera a Berlusconi! Geniale!”

Ora,
Fattosalvo che la risposta non sara’ certo stata compresa dal viagrino, che come nick name usa “Jamaica”,
Voti il nano e ti chiami Jamaica, e va beh, il mondo e’ atipico,
il problema e’ rilevante.

Parlo in generale, un po’ di persone faranno lo stesso ragionamento (vogliate passarmi il termine) di questo Jamaica, mica avrò beccato l’unico del Bel(?)paese ?

Non che io ami a dismisura i compromessi, ma sembra più facile avere il voto da uno come Jamaica che non dall’elettorato fedele al vatusso mancato.
Bastano 5 o 6 punti e si vince comodi.

Jamaica non ha votato Walter semplicemente perché non sapeva chi fosse.
L’altro e’ propinato in tutte le salse.
Walter aveva un programma che io c’ho messo tre giorni a impararlo, e non sono di primo pelo.
L’altro ha sbraitato “Abolisco l’ICI” (una delle mille e una fandonie) durante i titoli di coda e il mansueto Jamaica,
assopito e frastornato dal cylum,
c’è cascato.

Perché Jamaica non voleva intendere che noi gli abbiamo ammazzato il gatto,
No.
Voleva dirci che 
NON GLI ABBIAMO MAI SPIEGATO UN CAZZO.

E per spiegare bisogna scendere di casa, parlare, ascoltare, proporre, discutere sia da un palco come fra le stradine,
non basta andare all’Aquila con l’elmetto,
fare come ha sempre fatto la gente di sinistra e da un po’ non lo fa’ più.
Se uno mi dice “Ma i viagrini non lo fanno” lo strozzo.
La destra non ha mai avuto bisogno di andare fra le genti, neanche prima del nano.
Appisolati (“Sono buono, forse mi volevi più cattivo” Freak Antony)
Un po’ tutti eh, persone per cui ho diversa stima, dal segretario in giu’.

Esempio pratico;
“Il Veneto come la Catalogna” e’ lo slogan e il progetto del governatore LucaAlcoolZaia.
Così.
Senza tante spiegazioni.
Ha stravinto, ha annichilito la sinistra nella mia regione.
Allora prendi il tuo fagottino e cominci a girare, a spiegare ai conoscenti cos’è la Catalogna, i più sono convinti si tratti di insalata, che i Catalani morirono a migliaia per combattere Francisco Franco, che Barcellona e’ la città più multietnica e tollerante d’Europa, che il loro Parlamento legifera e poi la legge viene vagliata da Madrid, che un mese fa’, per caso, mi sono trovato in Plaza de Univeritat e ho sfilato con i partecipanti al Trans-Pride, e la gente a bordo strada applaudiva, provate a immaginarlo a Treviso.
E ancora, Iniesta (catalano) ha segnato la rete che ha fatto vincere i mondiali alla Spagna intera, qui si tifava Paraguay,
i Catalani sono pluralisti per storia e tradizione, i Veneti sono sospettosi delle diversità da sempre.
Devo essere preciso: quando scrivo “Veneti” non intendo “Veneziani”, Venezia e’ tutto un altro dire.

Così poi, costa poco, qualche amico Veneto prende Ryanair e ci va’, in Catalogna, se ne rende conto, rientra.

E sputa in un occhio a LucaAlcoolZaia.

P.S.
“Comunione ai bambini prima dei sette anni, giusto anticipare i tempi”
Congregazione per il culto divino, 
Città del Vaticano 12/08/10.

Mai sazi.

Annunci
  1. Povero Jamaica. E’ l’emblema del popolo che vota berlusconi. Mente e cultura di un bambino di dodici anni, che frequenta la seconda media e che non sta neppure nel primo banco.

    Se Zaia venisse nella mia regione a parlare di Catalogna non prenderebbe neanche un voto, se venisse a parlare di solidarietà, lavoro, piccole industrie, scuola, università, famiglia, sanità migliore, cooperazione, civiltà, ne avrebbe assai di più.

    Sono parole ripetute all’infinito dal PD e sono parole con sostanza dietro, ma la gente, come Jamaica, non le ascolta, sono noiose, non le sente, gli fa effetto quello che urla, non quello che si dice.

    Ciò sta ad indicare che la politica non è più politica, ma piazzismo, vince chi la vende meglio, non importa che cosa, ma chi la vende meglio. Soprattutto ci ha tolto la capacità di ragionare.
    Alla Wanna Marchi per intenderci.

    La piazza è stata presa d’assalto dagli “urlatori” la Lega e i Grillini. Sono sicura che uno come Jamaica questi li capisce benissimo.

    E tutto questo non porta a governi saggi, ma a governi dallo sguardo corto, dal passo breve, che oggi va bene e domani si vedrà.

    Ciao zacforever.

  2. Sono d’accordo che sia necessario spiegare le proprie idee ed il proprio programma anche trovando formule “giuste”, ma non mi piace ridurre il tutto a semplici slogan e ripeterli a propaganda come fa il Berlusca considerando l’elettorato come un ragazzino un po’ deficiente di 13 anni circa.
    Sono pure d’accordo che bisogna ritornare ad andare casa per casa, strada per strada, fabbrica per fabbrica (ricorda qualcosa vero?) a spiegare, raccontare e confrontarsi ma prima bisognerebbe avere qualcosa da spiegare, da raccontare; e questo, credo, sia il vero problema del PD attuale.

  3. Forse non riuscirò a spiegarmi bene,ma oggi la politica si fa con i soldi,più elargisci e più ottieni,il mancato vatusso mancato come lo chiami tu è un grande venditore di fumo,e la gente si è sempre fatta incantare.Pensa Zac che quando uscirono le sue televisioni e ancora non era in politica mi ripugnava avevo un avversione per come si poneva,per come parlava che fosse stato un presentimento.Ciao Zac

  4. Identica sensazione.
    In più era presidente del Milan, e io sono Juventino….
    Lo apostrofo in varie modi:
    Vatusso mancato e’ perché se fosse nato alto,
    non sarebbe stato così.

  5. Da raccontare c’è la storia.
    Che ornai non racconta più nessuno.
    Da spiegare c’è il perché ci siam ridotti così, e il perché e’ più che spiegabile,
    partendo dalle cose semplici, e forse la più semplice e’ paragonare il “benessere” di oggi con quello di vent’anni fa’.
    Basterebbe.

    Ciao

  6. Senza parole, Speradisole,
    mi hai lasciato senza parole.

  7. Zac ti voglio bene,non si può non voler bene ad un Juventino.

  8. “Da raccontare c’è la storia.
    Che ornai non racconta più nessuno”
    La storia non interessa più a nessuno e poi che storia raccontano? qualcosa che hanno rinnegato?

    “Da spiegare c’è il perché ci siam ridotti così, e il perché e’ più che spiegabile,
    partendo dalle cose semplici, e forse la più semplice e’ paragonare il “benessere” di oggi con quello di vent’anni fa’”.
    Ma la gente non vuole che le venga spiegato il passato, vuole sapere cosa hai in mente di fare per tornare a vivere dignitosamente, ed è qui che il PD fa acqua.

    Ciao caro Zac

  9. Appunto.
    Stiamo dicendo la stessa cosa.
    E’ sufficente, per iniziare, tornare a vent’anni fa’.
    Poi, sul concreto:
    a)la ricerca
    b)le nuova tecnologie
    c)l’azionariato popolare
    d)la morale se ti occupi di pubblico
    e)la sanità
    f)la scuola
    g)l’obbligo di imparare almeno un’altra lingua.
    h)un piano di sviluppo industriale legato alle nuove fonti primarie.
    f)l’oramai famoso diritto alle donne di avere la giusta rappresentanza nelle alte sfere

    e altro ancora.
    Non chiedermi le soluzioni, immagino che Bersani abbia le risposte per l’economia,
    Livia Turco per la scuola o la sanità e via discorrendo.
    E ci sono, questi piani, non ultima la contro-finanziaria presentata due mesi fa’ e che solo il mio giornale “l’unità” ha avuto la decenza di pubblicare.Li’ si trovano molte risposte.

    Il problema resta la comunicazione, carissima Silvana, le idee ci sono, anche come attuarle.
    Ne sono sinceramente convinto.

    Un abbraccio fraterno.
    Zac

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: