Il Blog

Enrichetto (e la spia)

In Politica on agosto 18, 2010 at 12:14 PM

Enrichetto.
Un Uomo di cincquantacinque anni,
una persona semplice.
Per chi ancora non lo sapesse, questa e’ la sua storia recente:

Enrichetto gira per il paese in bicicletta con in testa il suo amato cappello, fornito di lunga coda penzolante, uno spasso per i pargoli.

Un giorno Enrichetto viene fermato dalle forze dell’ordine, che gli contestano la “Guida in stato d’ebbrezza”, in bicicletta eh, non un SUV , incredibile, si becca due mesi di arresti domiciliari.

Dice: “Basta che non mi tolgano il cane”

Pochi giorni dopo, memore di averlo visto in vetrina dal macellaio, Enrichetto esce di casa e torna con un salame aquistato.

La vicina, che si e’ autonominata il suo controllore, vede dallo spioncino che Enrichetto esce di casa, che tenera, e chiama le guardie.

Peggio della Stasi.

Lo arrestano.

Stamane Enrichetto e’ uscito dal carcere, i soliti bifolchi pseudo giornalisti lo accerchiano, gli chiedono:

“E’ felice adesso?”

“No, era meglio dentro li’,
Li’ mi rispettavano”.

In Italia, nell’agosto 2010, vicino a Asti, si mette in carcere un uomo semplice, un reietto dei salotti buoni, un ubriaco in bicicletta.

Siamo delle belve.
Si e’ perso il senso della misura.
E la delatrice allo spioncino, ma va a prendertelo in culo, bifolca!

Da bambino nel mio paese girava un uomo simile, sempre con il sorriso, sempre con un cappellino in testa,
un uomo bambino, lo guardavo camminare e, non ho mai capito perché,
mi veniva da piangere, dava l’impressione della malinconia con la maschera della felicita’.

A settembre verra’ processato per
“Evasione”.

L’unica altra frase che gli ho sentito pronunciare e’ stata:
“Spero che i miei animali stiano bene”

Quando succedono ste schifezze ho sempre voglia di sparare.
E io non so’ sparare.

Auguri,
Enrichetto.

 

  1. Te lo dimostrano le carceri piene di persone senzatetto che per la disperazione bevono,extracomutari con la sola colpa di voler migliorare la propria vita,poi qualche tossico con la compagnia di qualche giovane che si è fatto solo una canna.Ecco chi c’è in carcere.A dimenticavo ci sono alcuni mafiosi,che si vantano di aver preso,erano quelli che il grand’uomo mancato non servivano più.Nella mia città quando ero giovane c’era l’omino d’oro perchè era appunto vestito tutto giallo,aspettava il figlio che doveva tornare dalla guerra,lui era impazzito al pensiero del figlio morto.Era sempre in una piazza dalla mattina alla sera,mi metteva tanta tristezza,quando dei ragazzi lo schernivano,o le guardie gli intimavano di andarsene.Poi un giorno non l’hò più visto.
    Ciao Zac.

  2. Purtroppo.
    Ogni tanto mi chiedo a cosa serva la commissione per la giustizia,
    il legiferare e persino il CSM se poi esistono realtà del genere.

    Un bacio.
    Zac

  3. Quando una persona arriva a dire che sta meglio in carcere e che lì, in quel carcere, è rispettato, vuol dire che qualcosa non va.
    Di solito in carcere ci stanno i delinquenti, eppure hanno più rispetto loro delle persone “semplici” che la vicina spiona.
    Il primo pensiero di uno così era per le sue bestie, è logico, degli esseri umani, tipo la spiona della Stasi, non sa che farsene.
    Un abbraccio di tenerezza ad Enrichetto ed un calcio nel sedere alla spiona.
    Ciao Zac
    P.S. Mi è piaciuto molto che tu abbia ricordato una persona “semplice” ma tremendamente umana.

  4. Sai, sono rimasto basito da questa storia,
    ci son tante cose che non vanno, ma questa ha un lato veramente disdicevole:
    chi lo ha arrestato,
    il giudice che ha confermato l’arresto,
    i secondini che l’hanno messo in gattabuia,
    persino la Troia dello spioncino.
    Possibile che nessuno di questi abbia gridato
    “Ma che cazzo stiamo facendo?”.

    Mi fa’ imbufalire questo aspetto.

    P.S.
    Anch’io amo particolarmente ricevere complimenti,
    Thank’s a lot,
    Spera

  5. Anch’io volevo scrivere un post su questa storia assolutamente surreale (ma mi hai preceduto).
    Siamo un paese che mette pluricondannati in parlamento e nei consigli di amministrazione ma da una multa e sbatte agli arresti domiciliari chi guida una bicicletta quando è alticcio.
    E’ proprio vero quello che sostengo da sempre se vuoi vivere felice, ricco ed onorato devi rubare in grande e truffare in grandissimo altrimenti sei un povero sfigato.
    Ciao

  6. Cara Silvana, ma scrivilo lo stesso, una voce in più e’ sempre meglio che una voce in meno.

    Zac

  7. una sola parola: bastardi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: