Il Blog

Solo noi, solo noi.

In Politica on settembre 16, 2010 at 2:53 pm

V’e’ un dato inconfutabile e, parallelamente,
incredibile.

Il PdL e’ in calo, se così non fosse ci saremmo già recati al seggio.
Calo mai visto.

In un paese appena normale, forti di questo dato, l’opposizione ne trarrebbe dei cospicui vantaggi.

Il PD e’ in calo, lo dicono i sondaggisti e i massimi dirigenti del partito.
Forte calo.

Siamo incapaci.
Taluni di noi oltre all’incapacita’ aggiungono anche una notevole dose di disonesta’ o interesse personale, che dir si voglia.

Hanno liquidato il co-fondatore.
A fronte di ciò una mozioncina di sfiducia non sarebbe parsa come un diritto di lesa maestà.
No.

Noi chi abbiamo liquidato?
Ah si’,
la Binetti.

Il segretario dichiara che dobbiamo tornare all’Ulivo. 
Scusa?
Che e’, siamo andati ai tornei di calciobalilla nell’ultimo lustro?
Ovviamente, orde di ex-futuri-mancati segretari non sono in linea con l’idea e in soli due giorni  si parla di correnti e correntine.

Ve lo ricordate il Min. Sirchia?
Fu il ministro anti-fumo nel governo di sua bassamaesta’ II.
Poi si becco’ tre anni per corruzione e non stava tanto simpatico al vatusso mancato.
Sparito.
Non lo si vede più.

Da noi c’è D’Alema (uno per tutti).
Finirà che in futuro dedicheremo una via a Bettino e un parchetto a Massimo.

Se uno dice che bisogna tornare indietro di anni, ma in questi anni e’ stato al vertice del partito a qualsiasi livello, locale, regionale, nazionale,
prende su’ armi e bagagli e se ne va’.
Senza astio.
E non sto parlando di quarantenni,
intendo cariatidi con il più giovane che batte i sessanta.
Tutti con una professione.
Tutti con disponibilità economica.

Non se ne va’ nessuno.
Neppure quando i governanti sono in calo.
Che tristezza.
Non mi prende manco il nervoso.

Gli unici che tentano una flebile lotta non si chiamano onorevoli; 
sono i D’Avanzo, i Giannini, i Gomez, i Padellaro, le Ravera, le Fusani.

PCI PDS DS PD.
Attendo l’imperdibile XYZ.

Per ultimo:
Se uno con la corteccia di Nichi Vendola fosse alla corte del nano, l’avrebbe già preso in casa come figlio adottivo.
Noi lo teniamo il più distante possibile dal Loft (cambiargli nome no eh? Loft, sai, dentro ci dipingo, suono la tromba, adoro fanciulle..).
Al punto da essergli andati contro nelle regionali in Puglia.
Un partito in calo che si schiera contro uno da 40%, nella sua regione!!!! 
Solo dei pazzi, solo degli squinternati, solo dei masochisti, solo dei megalomani.

Oppure,
dei semplici affaristi.

Mia mamma mi diceva sempre:
“Vergognati”.

Fatevi due risate:

  

Annunci
  1. Zac mio padre diceva,non c’è più sordo di quello che non vuol sentire.Poi anche diceva il più pulito ha la rogna,al momento non capivo ma con l’età ho capito.Non vogliono lasciare le poltrone.
    Il nano sappiamo il perchè,l’opposizzione non si riconosce su Vendola e questo grazie a D’Alema,poi abbiamo Zingaretti,ma Veltroni (che già ha fatto dei danni non va bene).Non accettano il ciclo generazionale e questo sarà la nostra rovina.
    Se dovessimo andare al voto sia il vatusso mancato come dici tu,e il biascicone tornerebbero a vincere.
    Ci arriverò a rivedere la nostra Italia ad essere unita come anni fa anche con i problemi come ogni paese governato da persone intelligenti?
    Ciao Zac.
    PS Mia madre invece diceva”chi a venti non ha a trenta non aspetti”Intendeva dire la ragione”

  2. Non sono mai stato un buon indovino, quindi non so’ se e quando vedremo un governo appena decente in questo paese.
    Pero’ ho sta malsana idea di ritenermi dalla parte giusta, aggiunta a un inguaribile ottimismo che mi fa credere e sperare che prima o poi queste amebe scompariranno.

    Ciao

  3. >[Sirchia] Poi si becco’ tre anni per corruzione e non stava tanto simpatico al vatusso mancato.

    Ovviamente non gli stava antipatico per la corruzione, ma essersi fatto processare… l’avrà interpretata come una mania di protagonismo.

    D’Alema può fare qualcosa di davvero costruttivo per la sinistra oggi: andare contro Vendola. Così poi Vendola vince.

  4. Ho aggiunto il video dell’imperdibile Trota dopo tre mesi di “lavoro” in regione.
    poi ho vomitato.

  5. Certo che tutto questo è aberrante… sconcertante… ottuso… senza futuro alcuno. Che il Trota non portasse alcuna possibile competenza in Regione era già cosa sospetta ma che lui non si vergogni di dichiarare che dopo tre mesi inizia a capire come funzioni una regione è incredibile – almeno fingi!!! E’ lì stipendiato lautamente dalle nostre tasse e serenamente ammette di non capirci una mazza! Del resto, io sono certamente una sovversiva bolscevica del partito dell’odio ma questi che si amano tanto e non hanno nulla da dare (che è il vero senso dell’Amore) ma solo tanto da chiedere e prendere mi hanno veramente rotto… e con questo aggiungo alla lunga lista i falliti del PD perchè a questo punto ritengo che anch’essi rubino lo stipendio. L’Italia però ha un problema strutturale trasversale all’intera società – è ora di fare i conti tra le generazioni che dovrebbero essere passate e quelle che sono in teoria il futuro del paese. I conti sono duri da fare e per primi bisogna farli con sè stessi. Noi abbiamo un mucchio di vecchiacci attaccati alla poltrona ma abbiamo anche una generazione che segue di mollaccioni che pensano di fare solo carriere da yesmen. Il passaggio generazionale in famiglia, nelle imprese, nelle segreterie dei partiti non è mai stato e non può essere un fatto di scatto di carriera e se sei stato diligente ed ubbidiente prima o poi ci arrivi. I leader purtroppo in natura come anche nella società civile si selezionano anche perchè sono alle volte scomodi, urticanti ed hanno il coraggio delle loro azioni e pensieri. Vedo poco di questo ovunque… abbiamo imparato, in maggioranza noi italiani, la strada dell’inciucio e a questa crediamo più che alle nostre convinzioni più intime. E’ inutile lamentarsi, i vecchi se ti vedono deciso si scansano, certo che se ti presenti da servo quello fai per il resto della vita! Come ha ben detto Massimo Fini in “Sudditi” già tanti anni fa questo è quello che siamo e cambierà solo se vorremmo farlo cambiare ma non sarà un balletto di imbellettati televisivi: il cambiamento è duro, rigoroso, difficile e richiede un senso di sacrificio che gli italiani ad oggi non dimostrano.

  6. “Nepotismo” non e’ traducibile in nessun altra lingua al di fuori di quella italiana.

    I servi,i portaborse, i bellimbusti da “panino” politico compresso nei tg, tutta gente che non lasciera’ segno nella storia, salvo aver combinato danni qua e la’.
    Ci sono sempre stati, e’ vero, ma oggi son peggiori di 30anni fa’.
    E noi siamo dei catastrofisti, dei maligni, dei coglioni, dei visionari, dei mangiabambini.
    Non erano poi cosi’ diverse le invettive che venivano rivolte a Giordano Bruno.
    E cosi’ sara’, un rogo a Campo de’ Fiori, ora sta a vedere se ci finiro’ dentro io o un Bossi Renzo a caso.

  7. Forse sono un pò ritardata mi spieghi di cosa parlava il trota?
    Ciao Zac.

  8. Allora siamo Ritardati entrambi, io ho provato ad ascoltarlo anche con il volume a zero.
    Stesso risultato.
    Non si capisce.
    Ciao Gibran

  9. Guarda io tornerei a chiamarlo PCI e buonanotte.
    Stamattina, mentre ero a far colazione al bar, ho aperto il giornale della città (che non compro mai perchè se devo spendere per leggere vorrei che almeno chi scrive lo sapesse fare in italiano decente) e ti leggo la notizia che Bossi jr, la meglio nota Trota, potrebbe candidarsi come sindaco di Bologna.
    Sindaco della mia città il trota? mi sono andanti di traverso il cappuccino, la pasta e anche la bile.
    Mi pare che passare da Renzo Imbeni a Renzo Trota Bossi, sia una punizione troppo grande anche per una città come la nostra che ha avuto il fegato di proporre Del Bono.
    Oddio! Aiuto!

  10. Lo sguardo di Renzo Bossi era simile a quello della mucca quando vede passare il treno…in realtà il Trota stava leggendo il gobbo,esattamente come nelle televendite. A fine intervista si è rivolto al giornalista chiedendo “Ho vinto quacchecosa??”
    Undicimila euro di stipendio mensile hai vinto…ROMA LADRONA!

  11. Vendola, abbiate fede. Vendola, vai, distruggi il male e vaaaaaaai…

  12. Alabarda spaziale!!!!!

  13. Illustre Massimo, lo sguardo della mucca che vede passare il treno e’ un paragone inarrivabile,
    i miei complimenti.
    Zac

  14. Mi era sfuggita la notizia.
    Ciò non toglie che se Bossi Renzo l’Ebete, dovesse mai candidarsi a sindaco felsineo, io e te saremmo nominati rispettivamente:
    Presidente di Apple,
    Presidente di Microsoft.

    Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: