Il Blog

L’INDOVINO

In Politica on settembre 27, 2010 at 9:05 am

Fra queste pagine intrise di odio, eresie e illiberalismo, scrivo spesso di fatti passati.
Oggi mi esercito nell’arte millenaria della predizione del futuro.

E cosi’ fra due albe assisteremo all’ennesima pagliacciata.
Il giullare nano prendera’ parola.
Elenchera’ i miracoli silenziosi dei suoi viagrini.

Offendera’ la magistratura, la sinistra (quel che ne rimane), Montezemolo (che “non puo’ parlare perche’ non eletto” on. Castelli, al quale chiedo se quando parla il Pontefice dichiara le stesse scemenze), Di Pietro, la Corte costituzionale.

Non sara’ particolarmente offensivo nei confronti dei Fillini (neologismo made by LaRussa).

Tendera’ una mano ai vecchi democristiani sventolando assegni.

Raccontera’ di quanto lavora, per noi, per tutti, perche’ se l’Italia e’ fuori dalla crisi lo si deve a lui.
Sono pronto a scommettere che quest’ultima frase la ripetera’ piu’ volte, in quanto la regola di questo incantabiss e’ sempre stata:
Se si racconta la stessa balla centinaia di volte alla fine chi la ascolta credera’ che sia la verita’.
Per lo stesso schema Egli crede di essere basso 1 metro e 80.

Tentera di strappare applausi in aula e lacrime di gioia su retequattro, lamentando l’accanimento giudiziario nei suoi confronti e, forse, aggiungera’ di essere il massimo contribuente del Paese, senza specificare quale.
Di certo lo e’ alle Bahamas e alle isole Cayman.

Infarcira’ il tutto con la storia delle riforme, che ormai suona come una delle storie che mia nonna raccontava per farmi appisolare, ascoltavo sempre l’inizio, della fine non v’era traccia perche’ stramazzavo in un sonno delizioso.

A oggi non e’ dato sapere se si porra’ un voto di fiducia, vedremo.
Vedremo se sto fantomatico numero, il 316, verra’ raggiunto.

Poi, dopo l’editto, tocchera’ alle repliche dei parlamentari.
Anche qui assisteremo al solito copione, trito e ritrito:

Lega: “Noi non tradiremo il voto popolare, la gente e’ con noi”
PdL : “Noi non voteremo contro, e forse PandaBondi annuncera’ il progetto di beatificazione”
UDC : “Noi aspettiamo l’estratto conto dalla banca, forse ci asteniamo”
IDV : “Noi vogliamo le chiavi di San Vittore”
FLI : “Dateci due ministeri e votiamo qualsiasi legge”

PD : “Noi chiediamo le dimissioni del governo, per questo, quello, quell’altro e cosi’ via”

Alla fine, qualsiasi sara’ l’esito, il vatusso mancato ne uscira’ trionfatore, perche’ e’ un maligno ma non e’ scemo, ha previsto tutto, ha oliato chi di dovere, ha fatto sfuriare Fini rovinandogli le ferie e, cosa non da poco, sa’ di avere la maggioranza dei voti, viceversa non si presenterebbe in aula.

Quanto pagherei per sbagliarmi.

Vs.
ZacIndovino.

Annunci
  1. Appena ho letto dei Fillini mi sono turbato, non capivo cosa c’entrassero con il coprimario di Fantozzi, poi ho capito. Nessuno tocchi Filini!

  2. Quando un TG apre con la querelle inerente la presunta casa di Montecarlo (se è di Fini o meno),con a ruota i commenti delle varie fazioni di sinistracentrodestrastoconchimipaga vuol dire,palesemente,che NESSUNO sa più che cazzo fare.
    Si parla di tutto,poco che dei reali e palpabili problemi del paese e del come provare a risolverli,se poi risulta che 1 giovane su 4 è senza lavoro c’è chi ribatte che in Grecia o in Portogallo le cose vanno peggio…quando Grecia e Portogallo ci supereranno il Capezzone di turno dirà che siamo messi meglio del Sudan o della Mauritania.
    Berlusconi dice che ha il consenso e che quindi governa e governerà…è come un impresario edile che deve costruire una casa,si vanta per mesi di essere il miglior impresario sulla piazza ma Dio Bono un maledetto mattone ancora non si vede,solo un gran cartello con su scritto che l’appalto è suo…sei il migliore? D-I-M-O-S-T-R-A-L-O !!! Con i fatti!
    La sua forza sta nella debolezza della sinistra,il suo cappio al collo in una Lega che lo molla in 3 minuti se non ottiene ciò che vuole.
    Protestare è facile (vero Di Pietro?),proporre azioni concrete per riavviare il paese è quasi un’utopia.
    Come diceva Bartali? ” Gli è tutto sbagliato,gli è tutto da rifare”. Ci vuole senso dello stato,e senza voler fare i verginelli ,spendersi un pochino anche per il bene comune (vale per tutti),non solo per i propri interessi.
    Non pretendiamo politici integerrimi,ma neanche delle puttanacce da pochi soldi.(mi scuso con le puttane,fanno molti meno danni).
    Lavorino di più per il paese,vadano meno ai talk-show,hanno stancato…al posto loro ridateci Stanlio e Ollio o Franchi e Ingrassia,che i comici li facevano per mestiere,non involontariamente…

  3. Ahahah
    resta da vedere chi fa’ il Calboni

  4. Caro Massimo, come non essere in linea con il tuo pensiero?
    Cosa ci si poteva aspettare da gentaglia che pensa al ” Bagaglino”
    come massima espressione della comicità nazionalpopolare?

    Io aggiungerei pure Bramieri, Noschese e Govi.

    Ci si vede domani alla finale di Supercoppa?

    Ciao,
    Zac

  5. Certo che ci si vede !

  6. Mi aspetto il solito elogio di se stesso, come dici tu, elencherà fino alla noia, tutte le cose buone che ha fatto per questo paese, e si compiacerà ancor più di se stesso.

    Ma non chiederà agli italiani se stanno meglio, dopo 15 anni del suo governo e con tutte le belle cose che ha fatto.
    Non spiegherà come mai i salari anzichè crescere come negli altri paese europei, diminuiscono il loro potere d’acquisto.
    Non dirà niente sul lavoro, sui precari e sulla scuola.
    Non spiegherà il numero dei morti sul lavoro.
    Non spiegherà i morti suicidi nelle nostre carceri.
    Non riuscirà a giustificarsi della mancata presenza ai funerali di Vassallo, un suo cittadinio sindaco morto ammazzato, solo perchè era un PD comunista.

    Credo che non toccherà il discorso “Fini”, altrimenti comincerebbe a parlare a braccio e gli salterebbe la mosca al naso.
    Il compito tocca ai suoi maggiordomi.

    Sicuramente come dici tu, parlerà dei magistrati e lo farà con maggior calma di quanto non faccia, quando è all’estero o quando parla a briglia sciolta.
    E con ogni probabilità dirà che se l’Italia è in crisi la colpa è del governo passato. Mai sua.

    Sei un indovino, Zac? Certo, sotto questo aspetto Berlusconi è un libro aperto.

    E su queste chiacchiere si voterà, ma non la fiducia, ha troppa paura di essere sfiduciato.
    Otterrà i 316 voti che ha già comprato e uscirà credendosi un gigante. Il giorno dopo ci sarà chi sbrodolerà in questa stupenda felicità di potere.
    Ciao Zac.

    P.S. Domani non ascolterò niente di quello che dirà, per fortuna il lavoro me lo impedisce. Benedetto il lavoro quando c’è e quando salva da questi diluvi di parole inutili.

  7. Io lo ascoltero’, ascolto sempre il nemico, ho letto tutte le encicliche degli ultimi due pontefici, ho letto quasi tutto Spinosa,
    mi sono addirittura flagellato le palle leggendomi la biografia ufficiale di G.W.Bush.

    Cosa’ mai sara’ un discorsetto di 20 minuti di fronte a un aula concussa per almeno 316 seggi (vedrai che saranno di piu’)?

    Tuttalpiu’ poi mi prendo un Tavor.

    Ciao
    Spera

  8. entrerà in parlamento al suono di trombe e tamburi preceduto da una dozzina di fanciulle che lanciano petali di rosa.lui su una portantina che dispensa banconote da 500.chiuderà il discorso con “la messa è finita,andate in pace”.e tutti fuori al bar o al parco x una canna.

  9. Meglio dire “per una riga..”

  10. Zac ti ha commosso il discorsetto del cainano?
    Oppure hai dovuto prendere il Tavor.
    Ciao.

  11. Va tutto bene.
    Cara Gibran.
    Così bene che non ci scrivo neppure.
    Da oggi so’ anche che percorrerò la tratta Berlino Palermo con l’alta velocità.
    Buono a sapersi.
    Non ho preso il Tavor.
    Come e peggio dell’illusionista del Circo Medrano.

    Guarda gli occhi di Bocchino, quello che ieri sera offendeva il nano e oggi gli da’ la fiducia, sono gli occhi di uno in trans.

    Ciao

  12. Ma il massimo è stato sua eminenza casini quando ha detto,le voglio bene lei lo sa.
    Sai zac abbiamo insegnato ai nostri figli il dovere,il rispetto, la dignità,ma non la prostazione,la ruffianeria,sai il primo fa un lavoro che è stato il suo sogno fin dal liceo.Forse in un secondo momento ti dirò che lavoro fa,é un artista.Anche il secondo fa l’artista, ma per il momento deve lavorare dipendente,non sopporta le ingiustizie,non farà mai carriera proprio per questo motivo.
    tale e quale i genitori.
    Ciao Zac.

  13. Caro Zac indovino, ci hai azzeccatto.
    (non che fosse proprio, proprio difficilissimo eh… ;))

  14. In effetti, era come pronosticare gli USA che vincevano i mondiali di Basket.
    Mai come azzeccai Natzinger 1 a 18.
    20 euro scommessi, 360 intascati.
    Intendo quando e’ stato eletto.

    Ciao Silvana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: