Il Blog

Archive for ottobre 2010|Monthly archive page

“Offro aiuto, previa fellatio” S.B.

In Politica on ottobre 29, 2010 at 3:38 pm

Non e’ che ci ricasca.
Fa’ sempre così, solo che qualche volta le cose vengono alla luce.
Sulla diciassettene manco spreco una frase, ce ne sono a migliaia, casomai sarebbe da chiedersi come si possa avere nel paese un esercito di ragazze squillo minorenni e nessuno fa’ un cazzo.

Ma lui, un po’ che non ne parlavo,
che fa’ chiamare la questura, che ospita in casa l’ennesima minorenne sprovvista di documenti, che ci fa’ sapere per Grazia ricevuta che lui vive così, che se può da’ una mano.

Poi senti i viagrini al seguito sbraitare al complotto, alla farsa, alla violazione della privacy.
Non capisco cosa ci sia di privato in una conversazione fra una questura e Palazzo Chigi per una minorenne in stato di fermo per furto, anche se fosse la figlia del nano, e’ una questione pubblica.
Lo capisce anche Gasparri, ne sono certo.

Mi sto scordando l’ironia, intendo la mia, siamo al punto che basta ricopiare una frase governativa e il più e’ fatto.

Delle volte c’è da chiedersi se e’ la realtà o se si sta leggendo un libro.

E si smentisce in continuazione, 
“Tutte gli  ospiti in casa mia sono persone irreprensibili”
“L’ho aiutata perché mi ha raccontato una storia tragica”
“Ho chiamato in questura per un affidamento”.
Sono consecutive, dette a braccio, viene naturale chiedersi se una persona irreprensibile possa essere fermata per furto.

Provate voi, andate a Arcore, suonate il campanello, dite che avete bisogno d’aiuto, rubate due candelabri, autodenunciatevi così risparmiate tempo, poi attendete fiduciosi una telefonata da Palazzo Chigi.
Un consiglio:
fatelo solo se dotati di culo brasiliano, tette all’insù, occhi mielosi e alta propensione alla vendita del proprio corpo.
Viceversa rischiate le manganellate.

Famiglia Cristiana lo definisce “Malato”,
io fui più preciso tempo addietro, diagnosticando la “Demenza Senile”.

Sinceramente, non vorrei essere nei panni di chi l’ha votato, mi sentirei in imbarazzo.
E se qualcuno vi viene a dire che sono affari suoi, che gli piace vivere così ma che poi e’ un gran politico, che meglio di lui nessuno, non credete che ve lo dica convinto, l’attuale difensore del nano, proveniente da qualsiasi ceto sociale che vi darà di queste spiegazioni sara’ consapevole, nel suo animo, di raccontarvi delle balle.

Li capisco.

E mi stanno ancora più sul cazzo.

  

Annunci

L’Anello mancante

In Politica on ottobre 26, 2010 at 1:31 pm

“Essere gay è moralmente sbagliato, come lo è l’adulterio, il non pagare le tasse o il non donare soldi ai poveri”

Buttiglione Rocco,
L’anello mancante fra i primati e l’homo sapiens.

Così si esprime un “Filosofo” cattolico, nel 2010, ai microfoni di RadioRai.

L’esercizio della filosofia ha sempre richiesto la libertà di pensiero.
E’ una scienza che tende a scoprire i limiti della mente umana servendosi della ragione.
Essere “Filosofi” cattolici suona come un controsenso, nel 2010, con Kant morto da tempo.
Lo era molto meno in era medievale, dove Fede e Ragione si accoppiarono,
e biechi personaggi come Tommaso D’Aquino ebbero un successo totale.
E dove bruciarono, con scuse postume di mezzo millennio, persone come Giordano Bruno. 

Buttiglione ha semplicemente sbagliato la propria comparsa su questo globo, doveva anteporla intorno al 1300.

E fin qui la serietà sull’argomento.

Ora analizziamo l’uscita dell’anello mancante:

“Essere gay e’ moralmente sbagliato”
Si e’ molto risentito Nichi Vendola, e vorrei vedere.

“Come lo e’ l’adulterio”
E qui si sente parte in causa quello alto,
con la chioma folta, incipriato.

“Il non pagare le tasse”
E qui mi permetto di ricordare le 58 società off-shore, di proprietà del solito, quello educato, quello del “ghe pensi mi”.

“Il non donare i soldi ai poveri”
In effetti, dopo il sisma aquilano, c’aveva anche tentato (“ospiterò nelle mie ville i terremotati”), poi tralascio’ il buon proposito per ospitare la Noemi e orde di bambine assatanate.

Se non erro,
fa’ tre a uno per noi.

Ringrazio Buttiglione per il boomerang gratuito. 

Ognuno al suo posto.

In Politica on ottobre 25, 2010 at 2:07 pm

Non ce l’ho con il Dr.Marchionne.
Fa’ il suo lavoro.
Le mansioni sono note:
“Trovare, nell’intero globo, manovalanza silenziosa e a basso costo”.
Il titolo e’ “Amministratore Delegato”.
Trecento anni fa’ avrebbero scritto
“Negriero”.

Ce l’ho con due persone:
Bonanni e Angeletti, per i più ignari, i segretari nazionali della Cisl e della Uil.
Questi signori, pagati dagli operai che da troppi anni si iscrivono ai loro pseudosindacati, hanno firmato una cambiale in bianco con il Dr. Marchionne.

E ieri, il neonegriero, gli ha risposto:
“Voi non mi fate beccare manco un euro”.

Tie’.

Cornuti e mazziati.

Poi qualche genio se ne uscirà con la proposta di un Marchionne antagonista al vatusso mancato, come già e’ successo per Profumo o Montezemolo.
E si’ che l’esempio di Calearo dovrebbe essere stato sufficente.

Si capovolgono le cose.
I grandi capi d’azienda lasciamoli  fare quello che hanno sempre fatto, non mischiamo i valori della sinistra con i valori di Rockfeller.

Servono, per carità, sto parlando di persone con un bagaglio culturale invidiabile, gente che fa’ volare in borsa ( leggi Stock Option) le proprie aziende, gente con il pelo, gente che non si ferma di fronte a nulla.

Ma dire che sono dei progressisti NO.
Scendere a patti con loro NO.
Farli passare per dei futuri capipopolo NO.

E allora, Bonanni, Angeletti, perché vendersi così?
Voi si’ che mi state sulle palle.
Voi lucrate sulle tessere che vendete.
Voi avete perso quel poco di rispetto che  per brevi tratti vi ho riservato.
Voi siete peggio di Cicchitto.

Anni fa’ v’era un gruppo musicale,
si chiamavano Assalti Frontali, cantavano un pezzo, il ritornello faceva:

“CGIL CISL e UIL, vi pagano i padroni”.

Erano gli anni di Lama, Carniti e Benvenuto.
Anni duri.
Anni bui.
Pero’ la gente si incazzava, 
non avrebbero MAI permesso a un Bonanni a caso di dire, pochi mesi orsono, quasi in preda alle lacrime:
“Il mio stipendio e’ di poche migliaia di euro al mese”.

Fossero anche di meno, caro Bonanni, sono RUBATI.

Per assurdo, e’ più morale lo stipendio di Marchionne.

P.S.
Per scrivere l’ultima frase mi sono tappato il naso.   

E se fosse vero?

In Politica on ottobre 22, 2010 at 6:51 am

Quei fogli di carta di “proprietà” della famiglia Angelucci, quelli
che hanno una suite a Rebibbia e un mansardato a Regina Coeli, ieri titolavano:

“Saviano al posto di Bersani”.

Premettendo la non credibilità di una partecipazione politica di
Saviano,
provo a far finta che Belpietro c’abbia preso.

Saviano Roberto, Primo Ministro
Vendola Niki, vice Primo Ministro e Ministro del Lavoro.
Chiamparino Sergio, Ministro per il Federalismo (quello vero).
Bersani Pierluigi: Ministro dell’Economia.
Finocchiaro Angela: Ministro dell’Istruzione.
Strada Gino: Ministro della Sanita’.
Cecchi Paone Alessandro: Ministro per i beni culturali.

Poi gli scoop,

Bob Marley e Peter Tosh: Ministri dell’agricoltura.
Barabba Marlin: Ministro per il cinema.
Tiger Woods: Ministro dello sport (lo vogliamo anche noi il
“Puttaniere governativo”)
Abramo Lincoln: Ministro della Giustizia.
Ozzy Osbourne: Ministro per i rapporti con il Parlamento, con delega
per i rapporti con la Santa Sede.
Capitan America (Marvel): Ministro dei Trasporti.

Tornando a “Libero”,
su Wikipedia ne e’ riportata la storia,
ne rubo un estratto, perché merita:

“Nel 2003 Libero ha chiesto ai proprietari del bollettino «Opinioni
nuove» di prendere in affitto la testata. Il quotidiano è diventato
ufficialmente il supplemento dell’organo ufficiale del Movimento
monarchico italiano. In questo modo ha potuto beneficiare di 5.371.000
euro come finanziamento pubblico agli organi di partito.

Nel 2004 Libero ha comprato la testata «Opinioni nuove» e si è poi
trasformato in cooperativa per ottenere i contributi per l’editoria
elargiti alle testate edite da cooperative di giornalisti. Dal 2007 il
quotidiano è edito dalla Editoriale Libero s.r.l., che fa capo alla
Fondazione San Raffaele, struttura ospedaliera di Ceglie Messapica, in
provincia di Brindisi.”

Pero’ e’ Wikipedia, accidenti, non e’ di proprietà del
calvoamesialterni,
non e’ credibile.

Per ultimo:
Il nano ha querelato Report.
La Gabanelli ha dato una risposta che vi consiglio di riferire a tutte le persone convinte della “Bonta’” del Lodo Alfano.
“Il Presidente del Consiglio puo’ trascinarmi in Tribunale per diffamazione, mentre Report non puo’ trascinare il Presidente del Consiglio in Tribunale per calunnia”.

Anni fa’ comprai una t-shirt con la scritta:

“LA LEGGE E’ UGUALE PER QUASI TUTTI”

Masi, Abbado, Bono, Benigni e il nano.

In Politica on ottobre 19, 2010 at 10:34 am

E’ notizia fresca, il fido Masi, quello abbronzato, toglie la
copertura legale a Report e fa’ sapere di non aver approvato i
contratti per gli ospiti del nuovo programma di Fazio e Roby Saviano.

Masi e’ una merda, si sa’, ma togliere il contratto a Benigni (che va’
in trasmissione gratis) a Bono (che credo non abbia così bisogno
dell’obolo) e al Maestro Abbado (Idem) ha dell’inverosimile.
O forse sentirsi dire da Bono che i miliardi per il terzo e quarto
mondo, promessi dal nano, non sono MAI arrivati, non pare bello.

Come pure sentirsi dire dal Maestro Abbado che siamo diventati un
popolo di beoti interessati solo a bambine morte ammazzate e ad altri
bambini volontariamente segregati in una pseudocasa, non pare bello.

Peccato che sia la realtà.

Non che mi tocchi molto, io manco so’ le frequenze della Rai, se
voglio vedere Saviano e amici mi sintonizzo su Current.

E dato che la cosa non mi sfiora,
questo e’ un attacco globale e disinteressato alla merda Masi.
Già Segretario Generale della Presidenza del Consiglio, per due
legislature, ovviamente capeggiate dal nano.
Già estimatore della cultura fino a farla sparire dai palinsesti Rai.
Già Cavaliere di Gran Croce della Repubblica.
Già interlocutore telefonico prono,
per piazzare qualche troietta cara al Premier.

Insomma, il solito segugio messo li’, ad eseguire ordini.

Minzolini, Mimun, Rossella, Fede, Vespa, Liguori e Paragone
coprono il 90% dell’informazione.
Il restante 10% e’ composto da Report e Annozero, che surclassano in
ascolti qualsivoglia altra pagliacciata.

Ovunque, all’estero, a fronte di tale share, nessun direttore si sognerebbe di censurarli o boicottarli.

In questo contesto, una del calibro di Daniela Garnero ex Santanche’, spopola in ogni dove, e a sentire taluni biechi individui le si dovrebbe chiedere scusa perche’ nelle quinte di Annozero qualcuno le ha tirato la chioma.

Masi e’ uno stalliere, dirige un’azienda che dovrebbe essere al servizio del cittadino, all’interno vi sono
pochi cavalli di razza e una mandria di vacche a perdita d’occhio.

Ha un compito:
ripulire la Rai dalle teste pensanti non allineate e promuovere in prime time le concubine di sua bassezza.

Fra un po’, nel piu’ assordante silenzio, attaccheranno definitivamente anche Corradino Mineo,
colpevole di aver portato gli ascolti di rainews24 alla pari con quelli di SkyTg24.

Per le sopracitate, il Dr. Masi meriterebbe vent’anni di galera,
personalmente mi accontenterei della sparizione corporale.

Anagnina-Cile 0-2

In Politica on ottobre 13, 2010 at 10:42 am

Anagnina.
Avete visto.
Un buzzurro sferra un uppercut a una ragazza, che stramazza al suolo e chissà se potrà mai tornare a essere una persona normale.
Su YouTube mi sono visto la notizia, nei metodi deviati che il Tg1 e Canale5 hanno utilizzato.
Sempre su YouTube mi sono visto una ventina di volte il video dell’aggressione.

“La ragazza sputa in faccia al ragazzo” Tg1

“E’ la ragazza la prima a cominciare la collutazione”
Tg5

“Mio figlio chiede scusa, e’ stato aggredito”
La madre del mentecatto al Tg5

“Nessuno si ferma a soccorrere la ragazza”
Tg1

Nulla di tutto ciò e’ vero.
E’ la solita capriola per sovvertire i fatti.
Ma i fatti, stavolta, potete vederli.

E allora:
Il primo che sputa e’ il ragazzo.
Il ragazzo e’ già stato denunciato più volte per “aggressione”.
NON e’ vero che nessuno si ferma.
Se si guarda il filmato per i primi 30 secondi non si ferma nessuno, e’ vero, ma se si prosegue (cosa che ne’ il Tg1, ne’ il Tg5, mostrano) si vede che dopo 40 secondi la gente si ferma e si tentano i primi soccorsi.
Un uomo riesce addirittura a fermare il bifolco.

Perché gli italiani non sono quelli del tubo catodico.

Bisogna proprio essere dei figli di troia per montare e commentare un servizio per puri scopi politici.
Vi garantisco che se la ragazza non fosse stata Rumena i due servizi avrebbero avuto ben altro spessore.

Magari va’ a finire che la ragazza si risveglia dal coma con le manette ai polsi.

Mi torna in mente la vicenda dei due Rumeni carcerati per mesi, innocenti, accusati dello stupro della coppia di giovani.

All’epoca nessuno chiese scusa ai due malcapitati, anzi, tirarono fuori la storia che uno dei due fosse un pregiudicato, come Dell’Utri Marcello senatore della Repubblica.

Oggi si sono migliorati, hanno inventato la “Colpevole in coma”.

Adesso mi calmo riportando le due frasi dei primi minatori riemersi dal buco in Cile:

“Vi chiedo di non trattarci come delle Star, ma come degli operai”

“Io continuerò a lavorare la’ sotto, perché lo so’ fare bene”

Il Cile.
E che hanno avuto Pinochet.
Noi ci limitiamo a mandare a casa Santoro.

 

Sim Sala Bim

In Politica on ottobre 11, 2010 at 4:49 pm

Brambilla.
Meloni.
Gelmini.
Santanche’.
Da questo poker uscirà la nuova responsabile nazionale del PdL.
Bondi, LaRussa e Verdini non sono più graditi a sua emittenza.
L’escalation si e’ sviluppata nel corso dei lustri:
I comunisti, i magistrati, i giornalisti, i finiani e ieri pure i pidiellini.
Lui no.
Lui ha l’animo puro e privo di ogni peccato.
Lui, semplicemente, e’ la perfezione.

Sentivo Travaglio su Current fare la conta sulla corte costituzionale, quella infarcita di sinistrorsi, nominati da sinistrorsi.
Il calvoamesialterni comincio’ diverso tempo fa’.
Prima erano sette, poi otto, poi dieci,
Da sabato sono undici.
Undici su quindici.
Il sovrano sostiene l’esistenza di undici membri della corte di dichiarata sponda avversa.
Per prendere per il culo gli italiani la tesi e’: due nominati dal centro sinistra, cinque dalla magistratura, quattro dai presidenti Scalfaro, Ciampi e Napolitano.
Totale: 11.
I quattro rimanenti sono gli unici vicini a sua maestà.
La solita, mastodontica, buffonata.

Quelli nominati da Scalfaro sono defunti.
Quelli nominati dalla magistratura sono due a destra e due a sinistra.
L’unico nominato da Napolitano e’ un professore dell’Università di Firenze, da sempre schierato con la destra dell’ex DC.

Non si accontenta, aggiunge che i giudici  della corte provengono, in parte, dal sistema giudiziario, quindi nemici.
Altra balla clamorosa.
Nella storia della repubblica nessun giudice o magistrato e’ mai stato nominato alla corte costituzionale, perché non avrebbe senso, si eleggono filosofi, professori di diritto, costituzionalisti, ma giudici e magistrati no.

Ancora: a memoria d’uomo non si ricorda un membro della corte con la tessera di un partito in tasca.

Ma gli italiani sono concentrati su altro.
La bambina ammazzata e stuprata, gli alpini in Afghanistan, le bombe sugli aerei e Tiziano Ferro gay.

Tornando all’inizio mi sovviene una domanda:
Com’è che la Santanche’ non utilizza il suo cognome?
Si chiama Garnero.
Il suo ex marito, il mediocre (guardatela) chirurgo plastico Paolo Santanche’ l’ha lasciata nel 95, ma lei continua a utilizzarne il cognome.

Non c’entra molto ma e’ significativo,
neanche i cognomi sono veri.

Forse un giorno ci diranno che il vero cognome dell’imperatore e’

PIZZABALLA.

Con tutto il rispetto per l’indimenticato Pierluigi, storico portiere dell’Atalanta e passato alla storia come una delle più rare figurine Panini.

Controcorrente

In Politica on ottobre 6, 2010 at 7:53 am

Hanno dato il Nobel all’inventore della fecondazione in vitro.
Diverse voci provenienti dall’oltre Tevere si sono risentite, definendo l’assegnazione del premio quantomeno “Inopportuna”.

Sono sulla stessa lunghezza d’onda, ed e’ un’assoluta rarita’, non ricordo quando e’ stata l’ultima volta che mi sono trovato in accordo con la Santa Sede.

Non mi sono informato sulle argomentazioni “Vaticaniste”.

Ho le mie:
Il Prof. Edwards non ha scoperto l’antidoto all’Ebola, men che meno la cura per il tumore al pancreas.
Ha “semplicemente” trovato il modo per ricreare in provetta l’ambiente per una fecondazione, tanto di cappello, ma da qui a vincere il Nobel ce ne passa.
Non ha migliorato la vita dell’umanita’, che nel campo medico e’ una condizione necessaria per ambire a quel premio.

Mi disturba molto che quasi tutti gli organi di stampa e informazione a me vicini abbiano attaccato il Vaticano.

Quando una cosa e’ chiara non ci si dovrebbe porre sempre contro, come per una sorte di patologia che non riconosce mai un’argomentazione giusta se proviene dall’avversario.

Vi sono delle donne che non possono avere figli, dramma importante, ma del tutto naturale.
So’ che forse urtero’ la coscienza di molte lettrici, vogliate perdonarmi.

E’ semplice: per ogni bambino concepito in provetta ve ne sono almeno 100 che nascono nelle cloache del mondo e che sopravvivono lo spazio di una feria agostana.

L’adozione mi sembra la soluzione adeguata, credo anche molto piu’ gratificante, ti eleva a persona degna di un posto in un ipotetico paradiso (no, non mi sto religiosizzando, non preoccupatevi)

Conosco coppie che hanno consultato luminari, scienziati, persino medium, nella speranza di poter avere un figlio, ripeto che capisco il dramma interiore, ma se la si vede come una tragedia allora si e’ completamente fuori dal selciato.

Un aneddoto:
anni fa’una coppia che conoscevo non riusciva ad avere dei figli, dopo un po’ decisero di adottarne tre, dai paesi dell’est, due gemelli appena nati e un altro fratellino di poco piu’ di un anno.
Nessuno se lo sa’ spiegare, fatto sta’ che dopo pochi mesi dall’arrivo dei tre pargoli, la moglie rimase incinta e, pensate, partori’ due gemelli.

Il livello e’ estremamente inferiore, ma se mi concedete il paragone sarebbe come dare il Nobel a chi scopre la pomata per far ricrescere i capelli al compianto Yul Brinner, non migliori la vita di nessuno e a quel punto un premio ti e’ concesso, pero’ te lo danno sul palco dell’Academy, a Los Angeles,

“Oscar per il trucco”.

Spero di non aver fatto incazzare nessuno, non ho scritto questo pezzo con il consueto e giusto astio che riservo all’attuale esecutivo, e molte volte anche alla chiesa.
No.
L’ho scritto con il cuore in mano, potrei spingermi a dire che avrei scritto le stesse cose se fossi nato donna e sterile,
e se ho indignato chicchessia, stavolta chiedo perdono in anticipo.

Baci.

E questo e’ quanto

In Politica on ottobre 4, 2010 at 1:09 pm

Si sente dire sempre più spesso che l’alternativa al vatusso mancato, e alla banda di viagrini al seguito, non c’è.

Sgombriamo il campo dagli equivoci.
L’alternativa c’è, c’è sempre stata e ci sara’.
A meno che qualcuno sia convinto della profezia Maia, al che, dopo il nano, l’apocalisse.
Restando a cavallo della serietà, di alternative ce ne sono almeno nove di conosciute, altrettante le scopriremo alla fine di questo regime mediatico:

Bersani, Vendola, Montezemolo, Fini, Letta Enrico, Marino Ignazio, Renzi, Tabacci, persino Tremonti.

Questo sistema che dice cose per poi fare tutt’altro non potrà durare nei secoli.

L’informazione e’ nelle mani di un nugolo di boiardi.
Una volta risolta questa anomalia, vedrete, si tornerà alla normalità, con i giornalisti che porranno le domande e non solo il microfono.
Sulla via per Damasco si troveranno le carcasse dei vari decreti sulle ronde, sulle impronte ai bambini Rom, l’attuale legge elettorale, la riforma Gelmini e spazzatura varia.

Lo sostengo con la massima certezza.

E’ sempre stato così, non solo in politica, un sistema implode e un altro sistema subentra.

Per esempio:
Se si fosse chiesto, nel 1934, a un Italiano o a un Tedesco, quale potesse essere stata l’alternativa a Hitler o Mussolini, NESSUNO avrebbe risposto De Gasperi o Adenauer, eppure dopo un decennio successe.

C’è gente che sventola la bandiera dell’ICI, ignorando che questa tassa fu abolita, per i meno fortunati, dall’esecutivo Prodi.
Vi sono altri che raccolgono firme contro l’ultimo video di Lady Gaga e, nello stesso istante, non fanno una piega di fronte all’ Orco Dio o ai Porci Romani.
E ancora, associazioni che si battono per il diritto alla vita, non importa di che qualità, pero’ poi sono i primi a farsi eutanizzare in Olanda.
Gruppi sparsi qua e la’ che raccolgono firme per far partecipare il gruppo musicale locale al reality che forma i nuovi Frank Sinatra.
Orde di cittadini indignati che sostengono il nano definendolo “il Salvatore della Liberta’”.

Di fronte a questa fauna, così variegata e così moralmente sana, viene naturale sostenere l’idea che le cose cambieranno.

Non domani, neppure fra un anno, ma cambieranno, mi gioco quel che resta della mia reputazione di eretico.

La prova del nove:
Com’è che non si sono mai approntati dei gazebo per la secessione della padania?
A sentire il paralitico Varesotto dovremmo trovarci 20 milioni di cittadini entusiasti.
Così non e’, e i primi a saperlo sono i leghisti delle alte sfere.

Sono bufale, sempre e solo bufale, dal “Miracolo Italiano” del 1994 al “Ponte sullo stretto” del 2008.

Perché io credo che la maggioranza dei cittadini di questo paese  abbia nulla a che spartire con la banda B&B, compresi molti che li hanno votati.

Provate a chiedere, a chiunque, di citarvi le priorità di tutti i governi Berlusconi dal 94 a oggi.
Tutti coloro dotati di un cervello vi risponderanno all’unisono:
La Giustizia.

Poi chiedete se a oggi, i vostri interlocutori, abbiano goduto dei benefici riguardanti la Giustizia, sulla lungaggine soprattutto.
Vi risponderanno di no.

E allora?
Di cosa parliamo?
Del sesso degli angeli?
Delle orge a Palazzo Grazioli?
Dei finti attentati a Belpietro?
Delle società offshore?
Delle minorenni?

No.

Parliamo di un signore che  da 16 anni tenta con qualsiasi mezzo di evitare la galera o l’esilio/fuga alle Bahamas.

Quest’ultima e’ la vera e unica anomalia di questo paese.

E questo e’ quanto.