Il Blog

Lo scempio consapevole.

In Politica on dicembre 23, 2010 at 4:16 pm

I credenti possono dire 
“siamo nelle mani di Dio”.
Io, che credente non sono, posso dire
“siamo nelle mani di incapaci”.

Fra un quarto d’ora il Senato della Repubblica, quello presieduto, l’altro ieri, da una cocainomane, voterà la riforma Gelmini.

Allora ieri sera me la son letta tutta, articolo per articolo.

Uno scandalo, una riforma fatta per formare un esercito di tronisti.
Non e’ una battuta, magari lo fosse, vi sono articoli interi senza copertura finanziaria, premi di merito senza indicazioni riguardanti gli emolumenti per le borse di studio, crediti illimitati a chi ha vinto una medaglia olimpica nello sport, se per caso sei in carrozzella sono cazzi tuoi.

E ancora, il paventato concorso nazionale unico, puff, svanito nel nulla.
Le università telematiche assorte a medicea per le nuove generazioni.
Gli atenei del sud, tipo quello di Reggio Calabria, dove la EnteroGelmini ha conseguito la laurea, letteralmente affossati a scapito delle università del nord, così care a Renzo Bossi.

Tagliano tutto, ma nessuno ricorda che la finta riforma prevede l’assunzione di VENTIMILA insegnanti di religione cattolico-cristiana, e non per concorso, bensì per decisione della Curia che, fino a prova contraria, e’ un organo

COMPLETAMENTE ESTRANEO 

all’ordinamento giuridico, amministrativo e legislativo di questo paese.

Potrei continuare per giorni, ma non tedio i lettori più del dovuto, mi fermo qui.

Oggi, Giovedi 23 Dicembre 2010, 
si approva la fine del futuro per gli studenti italiani, tutti, anche i giovani leghisti, che se non hanno un padre nello stesso ramo di studi, se lo prenderanno nel culo, pari pari ai loro parieta’ di Messina.

Ciò che risulta incomprensibile e’ che, per una misteriosa alchimia, molti non si sono accorti dello scempio che si apprestano ad approvare.

O forse lo sanno ma sono unti dalle lobbies facenti capo alle baronie, che da questo disegno di legge ne escono totalmente illibate.

Annunci
  1. come gobbels che automaticamente metteva mano al calcio della pistola quando sentiva la parola cultura, così renzo bossi impugna la vanga quando sente università… Mh… È probabile che abbia la stessa reazione con “scuola media superiore”, vabbè, con “scuola” e basta, e in fondo non è poi così male, intendo che bossi afferi utensili a lui più congegnali, con tutto il rispetto per i coltivatori diretti; compagni, si fa per dire!

  2. DOPO UN po po pop po po di post simile posso commentare con semplici auguri@zac?

    (Spero di si non cazziarmi 😉

    NE approfitto per fare gli Auguri a tutti i vecchi e i nuovi
    amici web qui , oggi sono impegnatissima,come sempre mi
    eleggono cuoca vivandiera di un mega truppa di parenti e
    amici,quindi li faccio in anticipo mi raccomando non stra…..
    viziateVi 🙂

  3. P.S. oggi non ho voluto commentare con cattiverie oggi mi trasformo come la fatina pirulin pirulera 🙂

  4. Caro Barabba,
    magari il trota sapesse utilizzare una vanga, magari,
    magaridomani….

    Ciao,
    Zac

  5. Grazie Gabry, ricambio e ti auguro la perfetta riuscita di manicaretti di Luculliana memoria.

    Ciao,
    Zac

  6. @ZAC,NON ti descrivo il mewnù se no mi mandi affancuùùùù 😉

  7. Ah ben,
    mi sa che se vuoi produrre qualcosa di importante devi staccarti dalla tastiera e fiondarti ai fornelli.

    Baci
    Zac

  8. Scordavo, potresti preparare “Nano in agrodolce, con biondina di Casoria, all’aroma di Cialis”
    Successo garantito.
    Ciao
    Zac

  9. Buone Festività auguri. 🙂

    ciao Zac

  10. Ciao Zac tanti Auguri. 🙂

  11. Zac tanti auguri. 🙂

  12. Scusami Zac mi sono dovuta reinserire,hho fatto un pò di confusione.Sono sempre Gibran.

  13. Tanti auguri. 🙂

  14. Tanti auguri anche te, carissima Gibran,
    sinceri, con il cuore, come se ti conoscessi da sempre.

    Ciao,
    Zac

  15. Ciao dopo il post ho pensato che se non si sono accorti degli errori plateali, si può immaginare quanta attenzione abbiano dedicato agli errori meno evidenti, ma ben più gravi, di fondo e di sostanza. Se preferiscono approvare una legge sapendo che è errata piuttosto che fermarsi a correggerla, è chiaro che della gente e dell’Università non importa loro assolutamente nulla. Del resto non sanno neppure cosa significano: Rispetto, Dialogo, Confronto costruttivo,quindi se ti avanzano dei soldi investili come regalo di Natale, per un dizionario da consultare nel regno politico dell’ignoranza. – Visto che dopo tanta dose di “amore” non mi sento prosciugata ti rifilo un bel pò di auguri che tanta male non fanno…uno splendido 2011 ricco di bei post a vantaggio di tutti!

  16. Ricambio Cara Loretta,
    ma hai idea della fatica che dovremo fare per riparare a danni di così immane portata?
    Forse, fra tutte, l’errore più grande e’ stato NON voler ascoltare il movimento studentesco e quello dei docenti, non e’ possibile che l’unico incontro si sia svolto da Napolitano un giorno prima dell’approvazione on aula.
    Ma cosa discuti quando e’ già tutto agli atti?
    Sai, su questo specifico punto ho trovato molti consensi anche da persone che votano a destra.
    Se un paese non ascolta le nuove generazioni e’ un paese destinato al fallimento.

    Ciao,
    Zac

  17. Caro Zac non è che noi siamo un paese destinato al fallimento…non siamo uno stato in fallimento.

  18. Caro Zac non è che noi siamo un paese destinato al fallimento…noi siamo uno stato in fallimento.

  19. Cara Silvana, hai ragione, e’ che siamo sotto le feste e non volevo essere così pessimista.

    Ciao,
    Zac

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: