Il Blog

12836 + Papa

In Politica on luglio 20, 2011 at 5:34 pm

12836

Delle tracce:
A) e’ un numero riferito agli esseri umani.
B) sono esseri umani residenti nel bresciano.
C) hanno tutti la tessera elettorale valida.

E tempo fa’, durante un weekend elettorale, hanno deciso di entrare dietro la tendina, e apporre una croce sul nome di Bossi Renzo, al secolo “Coda di rospo” o “Rana pescatrice” chedirsivoglia, perché la trota e’ troppo carina per un tale paragone.

Tutti abbiamo avuto un compagno di classe che non c’arrivava, gli si dava una mano quando i limiti di comprendonio derivavano da vere patologie, mentre non lo si aiutava se era, più semplicemente, un asino nullafacente.

Il “Coda di rospo”, non e’ assimilabile a una delle due descrizioni.

Più chiaro ancora:
Il compagno di classe più imbelle che ho avuto, poteva fare l’insegnante al protagonista di questo post.

Mai visto nulla del genere.

Ma torniamo ai 12836, che sono preferenze personali, c’hanno pure scritto il nome e il cognome.

Ma cosa sono?

Non so’, mi viene in mente il test sul quoziente intellettivo, quello che se hai 160 sei Einstein, se non raggiungi i 30 sei dichiarato “in stato vegetativo”.

Pero’, ho controllato, non ci sono 12836 esseri umani in coma negli ospedali del bresciano.

Ma cosa sono?

Forse si e’ trattato del classico voto di scambio, la mafia ti da’ 50 euro, Achille Lauro ti dava una scarpa prima e l’altra dopo lo scrutinio, questo qui deve aver dato delle lezioni gratuite di lessico.

Ma cosa sono?

Ecco, trovato, mi si e’ acceso il lume, sono 12863 esseri umani 
TALI e QUALI al loro candidato votato ed eletto.
Una nuova razza, con buona pace dei Celti, sono i “codarospini”, e dato il numero, verranno a breve dichiarati, credo dall’animalista Brambilla, specie protetta.

Si’, proprio protetta.

Da un eventuale mio gesto inconsunto.

Update.
La Camera ha autorizzato l’arresto per Papa.
A prescindere dai reati ascrittogli, che sono una montagna, vorrei ricordare i “vizi” del Papa:

Una ucraina di nome Luda inondata di Rolex e pernottamenti nei più lussuosi hotel dello stivale, al De Russie di Roma, una singola viene mille pezzi a notte, fellatio esclusa.

Una Romana di nome Maria, alla quale Papa regala una Jaguar per il ventesimo compleanno, salvo poi riprendersela mediante firme false, quando il mandrillo capisce che la studentessa si e’ stancata di dargliela.
Un vero signore.

Una Trevigiana di nome Gianna, anche questa multiomaggiata, fra l’altro di una tessera di Montecitorio che le da’ il permesso di entrare in Translatlantico quando vuole, e che, innocentemente, la medesima esibisce a una pattuglia della Polizia che la becca con otto grammi di marijuana.

A me basta e avanza per tradurlo in un carcere.

Ah, esprimo un desiderio, credo comune a molti lettori e lettrici di queste eresie:

per Natale, vorrei ricevere anch’io quella tessera parlamentare, sai com’è…

Annunci
  1. Io, se le tessere finiscono, mi accontento di quegli otto grammi…

  2. mi associo a Barabba

  3. Chissa’ perche’, ma avevo l’idea che i primi due commenti sulla tessera mi sarebbero arrivati da Barabba e Cavallino….

    have a nice day, amici miei.

    Vs.
    Zac

  4. Mio Dio una volta era orgogliosa delle mie origini lombarde e bresciane per giunta, sei riuscito a farmi vergognare…ovviamente non imputo a te tale reazione emotiva, è da mò (tipica espressione romagnola che tradotta significa : è da tempo) che quando mi chiedono la mia provenienza, abbasso il tono della voce e preciso che sono lombarda ma non leghista – Hai toccato un nervo scoperto, mi fa soffrire che proprio la mia terra abbia dato i natali alla Lega e a tutto il suo seguito – spero solo che il buon senso lobardo faccia estinguere presto la neorazza trasformandola in qualcosa di utile alla collettività! ciao da una bresciana abbattuta…

  5. Cara Loretta, comprendo il tuo imbarazzo, ma se la cosa ti potesse risollevare sappi che la prima riunione fondativa di quella cozzaglia che poi prese il nome di leganord, si tenne in quel di Recoaro Terme(vi), a 10 km da casa mia.
    Poi, molto poi, si allargo’ alla Lombardia.

    Ciao
    Zac

  6. Ahhhh allora la colpa è più tua che mia e colta da attacco di improvviso altruismo aggiungo: meno male! ciao e grazie per avermi alleggerito la coscienza!

  7. Un piacere e un dovere, cara.

    Ciao
    Zac

  8. di solito per natale noi riceviamo una bella finanziaria correttiva…
    un saluto
    Ernest

  9. Difatti la mia e’ una richiesta, tanto lo so’ che poi il regalo saranno le solite lacrime e sangue.

    Pero’ posso autoregalarmi un vagone di rizla…

    Hasta
    Zac

  10. Mio caro Zac Einstein,disse anche, che il cervello è come un paracadute si apre soltanto quando ci sono delle idee,ma quello del coda di rospo e dei 12836 siano sigillati con l’attak.
    Ciao.

  11. Cara Gibran, Magari fosse sigillato con l’Attak, ci sarebbe la possibilità di disincollarlo con qualche forte solvente polare.
    Il problema e’ che non ce l’hanno proprio, e la scienza insegna che dal nulla non si può creare alcunché.

    Ciao
    Zac

  12. Lo sapevi che il “trota” non ha la tessera della Lega Nord?
    L’ho letto da qualche parte e purtroppo non riesco più a ricordarmi dove e non sono in grado di darti le fonti della notizia, ma non ci vuole niente a capire che certuni credono che tutto sia loro dovuto, se si è figli di “cotanti” padri.

    Una volta si rubava per il partito, così si diceva durante la prima tangentopoli, adesso si smania per dei rolex, delle gnocche e delle Ferrari. Non è la stessa cosa. Qualcuno si è fatto furbetto ed ha capito che è meglio mettere in tasca propria qualcosa di sostanzioso, tanto il partito è un’idea e per natura è astratto.

    Ciao Zac, un abbraccio.

  13. Avevo letto.
    Lo
    Puoi trovare qui http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/07/20/lega-rabbia-contro-il-trota-consigliere-regionale-senza-requisiti/146771/

    Mi ha fatto quasi tenerezza, essere un leghista che sta sul cazzo agli altri leghisti, di peggio non ti può accadere.

    Ciao
    Zac

  14. Grazie Zac,
    E’ stato bello rileggere l’articolo del “Il fatto quotidiano”.
    Credo però che il Trota e la sua costante presenza presso il padre, dia su i nervi a parecchi leghisti.
    Questa tolleranza verso il figlio dimostra che la lega gioca allo Yo-Yo con i parenti.
    Molti se ne sono accorti e sono stanchi di stare zitti.
    Ciao, un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: