Il Blog

Lasagnette ai finferli e cicale di mare.

In Il Ricettario di Zac on ottobre 7, 2011 at 9:43 am

A grande richiesta, 
Torna “Il Ricettario di Zac”

Procurati 20 cicale di mare, che per comodità chiamerò “canoce”, 3 etti di finferli freschi, pepe bianco, prezzemolo, olio extravergine, scalogno, sesamo nero.

Le “canoce” vanno cotte su di un letto d’acqua al bollo, per tre minuti, sistemandole a non più di cinque alla volta, poi si tolgono e si aspetta che l’acqua sia di nuovo al bollo per ripetere l’operazione.

Armato di forbici da cucina, incidi i lati delle canoce partendo dalla coda (che e’ la parte con gli occhi finti).

Estrai il corpo polposo.

Metti il risultato in un piatto e cospargi di pepe bianco.

I finferli vanno lavati, sminuzzati, e cotti in un soffritto di scalogno, olio extravergine, pepe, sale e prezzemolo.
Anche se i più sconsigliano l’aggiunta di acqua, io metto un bicchiere dopo dieci minuti, così da permettere una cottura a fuoco lento per almeno mezz’ora.

In tal modo, la morbidezza del fungo si avvicinerà a quella delle canoce.

Cuoci le lasagnette in abbondante acqua, quando le scoli ricordati di tenere in parte mezzo bicchiere dell’acqua di cottura.

Butta le canoce dentro ai finferli e subito dopo le lasagnette, che avrai cotto per il tempo consigliato nella confezione meno due minuti.

Fai saltare 30 secondi e aggiungi l’acqua di cottura.

Cuoci al salto sino a evaporazione quasi completa della parte acquosa, ti ci vorranno altri due minuti.

Il piatto e’ pronto per essere servito.

Impiattiamo:
Non c’è nulla di più fastidioso della lasagnetta fredda, indipercui prendi un mestolo da minestra, e riempilo con la porzione, poi, con movimento rapido, capovolgilo al centro del piatto liscio (rigorosamente liscio).
Così facendo, manterrai il calore all’interno della pietanza.

Attorno a questa “nuvoletta”, metti uno o due ramoscelli di prezzemolo, e cospargi il tutto con dei semi di sesamo neri.

Bevande consigliate:

Chardonnay corposo, se avete un Planeta va’ da dio, se no qualsiasi prodotto del Collio.

Per gli astemi:
Acqua naturale alla quale vanno aggiunti dei cubetti di kiwi giallo e un paio di foglie di menta, preventivamente pestata.

Zac le Chef

  1. I consigli per gli astemi sono troppo avanti!

  2. Grazie, Maestro.

    Ciao
    Zac

  3. Ottimo!
    O.T. Spero che non ci siano più problemi tecnici per commentare da me
    un saluto compagno

  4. Grazie.

    Speriamo nella sconfitta dei “problemi tecnici”.

    Hasta
    Zac

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: