Il Blog

Il confronto IMPOSSIBILE.

In Politica on novembre 16, 2011 at 2:09 PM

Presidente del Consiglio dei ministri 
Delega al ministero dell’economia e delle finanze.

Sen. Monti Mario

Predecessori:
Il nanopriapo e il commercialista.

Ministro degli interni:

Dott.ssa Cancellieri Annamaria, già prefetto straordinario di Bologna e persona di limpida saggezza.

Predecessori:
Maroni Roberto, quello delle impronte ai bambini Rom.

Ministro degli Esteri:

Giulio Terzi, un curriculum diplomatico internazionale da far invidia a Kissinger.

Predecessore:
Frattini, ex maestro di sci, incapace di esprimersi in inglese, faceva il min degli esteri…

Ministro di grazia e giustizia, altresì chiamato Guardasigilli:

Prof. Avv. Severino Paola, 
stimata docente e dedita all’attivita’
forense.

Predecessori:
Alfano, l’avvocato che non ha mai messo piede dentro a un’aula giudiziaria, ma mai si sa’, e Nitto Paola, di cui già scrissi al tempo dell’insediamento, Nitto chi?

Ministro del Lavoro con delega alle pari opportunità:

Prof.ssa Fornero Elsa, dicente di economia all’università di Torino e braccio destro di Tito Boeri, sono un suo fan.

Predecessori:
Sacconi Maurizio, basta il nome.
Carfagna Mara, basta un pompino.

Ministro per l’istruzione, la ricerca e l’università:

Prof. Profumo Francesco, 
Presidente del C.N.R.
Rettore Politecnico di Torino.

Predecessore:
Gelmini Mariastella, laurea comprata, presentata ad Arcore dal giardiniere e esautorata per incapacità dalla presidenza del consiglio comunale di Desenzano.
Me cojoni.

Ministro per i Beni Culturali:

Prof. Ornaghi Lorenzo, rettore della Cattolica.

Predecessori:
Bondi il poeta, al tempo paraculato da Mimmo Cascella, il pittore delinquente.
Galan, ex venditore di spumante.

Ministro dell’Agricultura:

Dott. Catania Mario, una vita nei board internazionali e nazionali delle coltivazioni.

Predecessori:
Zaia, detto anche Superciuk.
Romano, detto anche ‘U Picciotto.

Ministro dello Sviluppo e dei Trasporti:

Dott. Passera Corrado, presidente di Banca Intesa.

Predecessore:
Romani Paolo, inventore di Colpo Grosso.

Ministro della Difesa:

Amm. Di Paola Giampaolo,
presidente commissione militare della Nato.

Predecessore:
Sottotenente LaRussa Ignazio, meglio conosciuto come “Narice”.

Ministro della Sanità:

Dott. Balduzzi Renato

Predecessore:
Fazio, il ministro fantasma.

Ministro dell’Ambiente:

Dott, Clini Corrado
parla l’inglese, il francese, lo spagnolo, una vita per l’ambiente.

Predecessore
Prestigiacomo Stefania,
mastica un po’ di italiano misto a siciliano, passata alla storia per essere stata ministro dell’ambiente con una denuncia per inquinamento ambientale della ditta di famiglia, nel settore plastiche e affini.

Ministro per i rapporti con il parlamento:

Piero Giarda, già sottosegretario con i governi Prodi.

Predecessore:
Elio Vito, un gas rarefatto.

Ministro del Turismo:

Dott. Gnudi Piero,
ex presidente ENI, vicinissimo a Prodi.

Predecessore:
Brambilla.
Ecco.

Ministro per la Coesione Territoriale:

Dott. Fabrizio Barca

Predecessore:
Non c’è, forse si potrebbe dire Fitto,
ma mi piace ricordare come sia scomparso il ministero del paralitico, e comparso quello per la coesione.
Calderoli e’ già incazzatissimo, stasera squoia tre orsi.

Ministro pre i rapporti con l’UE:

Dott. Moavero Enzo,
l’ombra di Mario Monti e suo allievo.

Predecessore:
Anna Maria Bernini, un’ultracattolica.

Ministro per la cooperazione internazionale:

Dott. Riccardi Andrea
uomo di pace, mi si riferisce, ma anche deus ex machina della comunità di Sant’Egidio.
Su questo mi riservo.

Predecessore:
Nessuno.

Sottosegretario alla Presidenza:

Prof. Catricala’ Antonio,
presidente dell’antitrust e buon viatico per una futura, vera, legge contro il conflitto d’interessi.

Predecessore:
Letta Gianni, uomo pericolosissimo.
Solo a scriverne il nome si rischia l’arresto.

Come si evince dal titolo di questo post, qualsiasi confronto risulta improbabile.
Sino a una settimana fa’ al posto di una Gelmini avrei preferito chiunque, anche un degente in terapia intensiva.

Direi che e’ andata meglio.

  1. se ripeti “Gianni letta” 666 volte, lui appare.

  2. Caro Zac, concordo con te. Il paragone è improponibile.
    Però mi chiedo (e ti chiedo):
    Mandato a Monti fino alla fine della legislatura o 6 mesi per le riforme urgenti (tra cui quella elettorale) e poi alle urne?

  3. Sei meglio di Crozza, Maestro Barabba.
    Come e’ andata a Buda?
    Come e’ andata a Pest?

    Ciao
    Zac

  4. Ottima domanda, caro Gatto.

    La mia sfera di cristallo dice fino a fine legislatura, all’85 per cento.

    Il 15 mancante significa, default, rivolta popolare, assalto al palazzo, gogna pubblica.

    Propendo per la prima.

    Ciao
    Zac

  5. Sono stato poco, e più che altro a Pest, ma ho trovato il tempo di andare alla citadella come da te suggerito, perché tengo sempre in mente i tuoi consigli, ci sono andato a piedi dalla scalinata davanti al danubio e ho ancora i polpacci doloranti.

  6. … in effetti, se voleva stupire lo ha fatto ed ogni paragone con il circo del nanopriapo che lo ha preceduto è impossibile. Ciao Zac. Continuo a sentire strani brividi freddi lungo la schiena, ogni volta che lo ascolto o lo vedo in TV. Più precisamente, ho la sensazione che qualcuno stia passeggiando sulla mia schiena con un bisturi…. senza anestesia. Ma capisco anche di essere intimamente prevenuto mentre, giustamente, prima di farmi un’opinione reale del Monti, dovrei attendere e vedere che accade. Sono anche d’accordo che, per la prima volta da oramai tanto tempo, sembrerebbe che la politica sia tornata al centro della nostra attenzione in modo pacato e ragionato. Poi, si può condividere o meno ma, almeno, non c’è da confrontarsi con urla, minacce e toni sguaiati.

  7. Immaginavo il tuo pensiero. Il nostro invece, intendo il mio e quello del mio saggio padre che come già sai a volte divergono, propende più per un mandato breve ed elezioni.
    18 mesi dei sacrifici che questo governo dovrà chiederci, temo siano un’occasione troppo ghiotta per il nano e i suoi compagni di merende per far passare questo come l’ultima delle colpe dei comunisti mentre noi del popolo bla bla bla….e il popolo, quello bue, ha la memoria corta.
    Oggi se andiamo alle elezioni gli facciamo un culo così…e mi piacerebbe tanto.

  8. si è un po’ come se giocassi io contro la nazionale italiana… ma speriamo!

  9. Caro Carlo, saranno di certo tempi duri, ma io credo che questi signori qui riusciranno a rimettere in piedi la baracca, riuscendo a far pagare anche i paperoni.
    Quando penso che se non ci fosse Monti, ci sarebbe ancora Lavitola, allora anche la giornata piu’ lugubre diventa una giornata favolosa.

    Si inizia sempre con i passi iniziali, per imparare a camminare, e i primi passi di quest’uomo hanno il sapore della decenza.

    Per il momento, e’ piu’ che sufficente.

    Ciao
    Zac

  10. Caro Gatto e caro papa’ del Gatto, rischiate di sbagliarvi.
    Il motivo e’ cosi’ spiegato:
    il nano e’ morto, finish, kaputt, uno che ha avuto il coraggio di mettere Romani allo sviluppo economico, tanto per citarne uno dei cento, non ha piu’ un futuro politico.

    Si andra’ a fine legislatura, poi, si votera’, e il candidato dei fascisti non sara’ il nano, menchemeno Alfano, sara’ un duo composto da Fini e Casini, piu’ un nutrito gruppo di ex pidiellini.

    Dalla nostra parte non sono cosi’ certo che il vincitore sara’ Pierluigi,ci sono troppe cose in divenire.

    Personalmente vorrei Niki, ma so’ che il paese non e’ ancora pronto,
    allora il mio candidato sarebbe uno e uno solo:

    Pippo Civati.

    Ciao
    Zac

  11. Dipende, Caro Compagno Ernest, quale Italia, perche’ se avessi giocato contro quella che gioco’ il mondiale in messico nell’86, avresti vinto tu.

    A mani basse.

    Hasta
    Zac

  12. Un governo tecnico, e molto competente. Certamente. Mettere un prefetto come ministro degli interni è una buona carta. La Cancellieri ha lasciato Bologna con rammarico perchè c’è stato un grande rispetto reciproco e qui ha lasciato un buon ricordo.
    Ma vorrei chiederti qual’è (o meglio qual’era)lo stipendio di Corrado Passera, a Banca Intesa e qual’è lo stipendio da Ministro?
    Secondo me, ci ha rimesso in soldoni e non poco.
    Come ministro dello sviluppo ed infrastrutture speriamo davvero che dia una spinta alla ricostruzione di questo paese in tutti i sensi.
    Ho assistito all giuramento e ho visto finalmente una cosa seria.
    Niente Brunette, niente Carfagne, niente Gelmini, niente Romani, e soprattutto niente Sacconi, il più odioso della cricca di governo.
    Ciao Zac.
    P.S. Ho copiato il tuo post e me lo tengo, così posso piano piano farmi un’idea di ciascuno.

  13. Cara Spera, molto onorato del tuo copiaincolla, molto.

    Rispondo riguardo lo stipendio di Passera:
    quando si arriva ad avere una posizione economica come quella di Passera, i soldi personali non contano piu’, conta il potere, e non inteso come negativita’, inteso come potere di fare le cose che desideri fare, per te e per gli altri.
    Mentre, a quello che c’era prima,quello “alto”, questo sistema di vita tipico dei mecenati e degli imprenditori del new deal americano, e’ sempre sfuggito, difatti credeva che con i soldi si potesse comprare anche il potere, uno dei suoi infiniti errori.

    Ciao

    Zac

  14. Ebbene io NON sono affatto contenta. La sensazione che ho è quella che sia arrivata la Tata Lucia a sistemare i bimbetti monelli che mamma e papà non riescono a gestire. Ho l’impressione di avere le mani della banca ovunque … no, lì non le mani …e di dover dire che mi piace da morire. Avrei voluto vedere una sinistra con i coglioni ma vedo solo dei coglioni di sinistra (si fa per dire) che quando andremo a votare perderanno nuovamente.
    Dimenticavo: vorrei vedere come primissima cosa mettere mano non alla mia tredicesima ma a tutta quella serie infinita di indennità (chiamiamole così) che hanno lorSignori. Lo so è un discorso da barsport sempre meglio che da casin…ò
    saluti e baci
    lucia

  15. Cara Lucia, potrei risponderti con un trattato sulla politica intesa come amministrazione della polis, oppure citarti quanti banchieri composero il governo Roosvelt per uscire dalla crisi del 28, e tanto, ma tanto ancora.

    invece preferisco risponderti cosi’:
    forse preferivi che continuasse a governarci un branco di incapaci e ladri, al posto di un paio di banchieri, e un discreto numero di menti eccelse.

    E, bada bene, te lo scrive uno che e’ molto piu’ a sinistra di quanto immagini, al limite del Maoismo e della banda armata.

    Ciao
    Zac

  16. … e allora perchè non scrivi qualcosa di sinistra??? simpaticamente 🙂

  17. Ciao Zac,
    il tuo confronto dovrebbe essere letto da tutti gli italiani, collegati con un vergognometro.
    Sono certo che sono ancora in tanti a non provare vergogna, ma fierezza per tutte le porcate che gli ex (finalmente) ministri ci hanno fatto subire. Sono gli irricuperabili, gli irriducibili che non hanno capito la gravità di quello che poteva succedere senza questo tentativo di serietà.
    Quello che è convinto di staccare la spina quando vuole, sta facendo lo sportivo sorridente, mentre farà ancora di tutto per intralciare il lavoro di ripresa. E’ offeso per le contestazioni e medita vendette, perchè lui ama veramente questo Paese (che ha definito “di merda” solo due mesi fa).
    Godiamoci questa leggerezza di vedere e sentire persone vere ed affidabili. robi

  18. Tra tutti questi ministri posso parlare solo della Cancellieri per esperienza diretta come commissario straordinario a Bologna e non mi è dispiaciuta affatto.
    Per rispondere anche a Spera posso dirvi che Passera guadagnava, come presidente di Intesa S.Paolo, 6.800.000 euri l’anno, ma secondo me Passera punta ad essere il prossimo candidato primo ministro per il centro sinistra.
    Alcuni ministri sono stati talmente inesistenti (vd.Rotondi) per cui il confronto non è possibile per insussitenza del candidato precedente.
    Per alti ministri il confronto non sarà mai possibile per manifesta inferiorità dell’avversario; ci potremo, almeno, consolare con il fatto che non avremo più un ministro della pubblica istruzione (o come ha sempre detto il mio gentil consorte: della pubblica distruzione) che non confonde i neutrini con i neuroni perchè almeno gli ultimi li possiede.
    Rispetto ad altri ancori il ministro avrei potuto farlo pure io, o, quantomeno, il parlamentare perchè non avrei mai detto la bestialità che ho sentito pronunciare da una parlamentare leghista qualche minuto fa: “questo governo deve ancora imparare come si fa una legge”; vorrei umilmente ricordare alla signora “parlamentare” che il governo non fa le leggi, essendo isso un potere esecutivo, le leggi le fa il parlamento, ma la signora non se ne è ancora accorta, pur essendo stata eletta proprio con questo compito.
    Sull’operato di questo governo mi pronuncerò più avanti, posso però concordare con te nel dire che non c’è confronto.

    P.S.: chi mi lascia, parecchio, perplessa è il ministro della salute, ma anche qui aspetto senza troppi pregiudizi.
    Besos
    Silvana

  19. Commento di Silvana 2
    Ho letto il tuo post a mio marito, è mezz’ora che lo sento ridere in sala….

    Ribesos

    P.S. non possono garantire che non ci sarà un terzo commento perchè questo tuo post mi piace tantissimo!!!

  20. Cara Lucia, se e’ una battuta, come penso, e’ la frase che Nanni Moretti disse a D’alema, e non mi sembra il caso, anche solo ironicamente, di paragonarmi a uno dei massimi colpevoli dell’avvento del nanopriapo.
    Se, improbabilmente, lo intendi sul serio, be’, ti sfido, dopo esserti letta il post “io sono un estremista”,
    di ripetere il commento.
    E se fossi cosi’ cortese da spedirlo anche ai signori del ministero dell’interno, che data la mia pacatezza continuano a venire a controllare i miei scritti, te ne sarei grato.

    Ciao
    Zac

  21. Caro Robi, gli irrecuperabili lasciamoli dove sono, che non si inventino di confluire da queste parti.
    Sono sempre piu’ convinto che lo “sportivo” abbia concluso il suo percorso politico in questo paese.
    Potra’ rimanere in parlamento, anche per i prossimi 130 anni, ma avra’ il peso di un La Malfa o un Tremaglia a caso, vecchi rincoglioniti che quando parlano in aula non vengono ascoltati manco dagli uscieri.

    Sai, quando ha detto che siamo un paese di merda, e lo pensa sul serio, non si riferiva a noi, si riferiva all’Italia che conosce lui, fatta di opportunisti pronti a calarsi le braghe al solo schioccar delle dita,
    quindi come dargli torto?

    Ciao
    Zac

  22. Cara Silvana, anche a me puzza un pochino il nuovo responsabile del dicastero della sanita’, forse troppo legato ai principi cattolici, ma il suo compito nei prossimi tempi non sara’ il proporre provvedimenti contro l’eutanasia, sara’ tentare di mettere in ordine i conti, compito arduo, non lo invidio.

    Grazie.

    Soprattutto per essere riuscito a far ridere tuo marito, far ridere e’ bellissimo.

    Ciao
    Zac

  23. Confronto impari, e ci voleva poco.

    Mi piacerebbe una prima decisione coraggiosa, tipo dimezzare i parlamentari. E poi vorrei vedere la reazione in Parlamento. Ma avrebbe questo governo un appoggio formidabile degli italiani.

  24. Sto facendo le capriole a furia di ridere leggendoti, un confronto da manuale, questo tuo post va copiato e conservato, non si può perdere ;-))

    Come te, la mia riserva sul ministro della cooperazione internazionale è quasi totale, Riccardo Barca ha accettato un certo Gelmini Piero e solo questo mi fa andare il sangue alla testa.

    Ho seguito la presentazione del programma, i miei neuroni hanno fatto sinapsi musicali e la mia bocca non vuole saperne di tornare alla normalità ;-))

    Hasta Compagno Zac ;-))

  25. Ciao Zac, arrivo qui indirizzato dalla mia musa Tina.
    E lei non sbaglia quasi mai 🙂
    A presto

  26. Caro Alberto, sarebbe un colpo ad effetto, da parte nostra v’e’ gia’ una proposta di legge in commissione che giace da tre anni, basterebbe votarla e ottenere la maggioranza, pero’ credo che Monti sia piu’ concentrato sui macronumeri, non sui colpi ad effetto, per l’immediato futuro.

    Ciao
    Zac

  27. Cara Compagna Tina, ringrazio per i complimenti, i “confronti” mi sono usciti dalla pancia, le descrizioni dell’attuale esecutivo dalle letture.

    Sul Barca mi riservo ancora, magari nel governo non si comporta come compare del Gelminiilpedofilo.

    Ridere fa’ bene.

    Hasta Zac

  28. Benvenuto fra queste eresie, caro Paolo, ringrazio Tina per il consiglio,
    buona lettura.

    Ciao
    Zac

  29. OOOps, cara Tina, sono stato tratto in inganno dal tuo commento, le mie riserve sono su Riccardi, non su Barca.

    Hasta
    Zac

  30. Caro Zac,
    hai capito benissimo la battuta. Resta il fatto che continuo a non capire tutto ‘sto gioire. Se la gioia deriva da “Ce lo siamo finalmente tolto dalle … tasche” allora parto con una settimana di festeggiamenti, ma non me la sento di esser felice dei ministri a scatola chiusa perchè, consentimi…, essere stato Presidente di Banca Intesa non mi pare titolo sufficiente per … un fico secco, un Magnifico rettore, spesso, di scuola vera ne capisce il famoso fico secco, ma non voglio nemmeno criticare senza prima vedere. Tanti saluti a te e a quei burloni del ministero dell’interno 🙂

  31. Ho messo il link del post su google+

  32. Cara Lucia, non puoi negare che essere riusciti, NOI, non lo spread o la Carlucci, a toglierselo dalle palle, vale ben piu’ di una settimana di festa, vale piu’ di ogni altra cosa.

    Guarda che Passera non e’ stato “solo” presidente di BINTESA, ha un curriculum, nel campo economico, da poter zittire un Sarkozy a caso, e solo dio sa’ di quanto ce ne sia bisogno.

    Io ho avuto modo di leggere e in qualche caso sentir parlare dal vivo alcuni neoministri.
    Ti diro’, non sono niente male, anzi, sanno quello che dicono, che di questi tempi e’ merce rara.

    Ti sembro troppo filodemocristiano?

    Se cosi’ fosse, sappi che io moriro’ con un cappello guevariano, un cuore maoista, e un cervello marxista.

    Pero’ oggi, anche se vorrei tanto andare in piazza con gli studenti, so’ che e’ il momento per ringraziere il Compagno presidente Napolitano per quanto fatto.

    Per la lotta sociale sono sempre pronto, ma per il momento attendo, moderatamente fiducioso.

    Ciao
    Zac

  33. Carissimo Alberto, ti ringrazio per il link su quella cosa li’, sto googleplus che come ho scritto da te non vedra’ mai la mia presenza diretta, al pari di faccialibro, pero’ sapere che una mente fine come la tua abbia deciso cosi’, mi fa’ un piacere indicibile.

    Grazie ancora.

    Tuo
    Zac

  34. …ops Zac…ho fatto confusione tra le comunità…ritiro le riserve.

    Hasta Zac ;-))

  35. sai chi manca nella lista…….. tu solo tu. ciao sergio

  36. Caro Sergio, sei decisamente troppo lungimirante, ti ringrazio.

    Hasta
    Zac

  37. Ho strani e brutti presentimenti…… e quando capita raramente mi ingannano.
    Ciao
    Raf

  38. Caro Raf, permettimi una domanda:

    Se i tuoi attuali presentimenti sono strani e brutti, senza avere avuto la possibilita’ di ascoltare alcun ministro che esplica i suoi intendimenti di fronte alla commissione di riferimento, quali erano gli aggettivi che avresti usato per i tuoi sentimenti due mesi orsono, quando di fronte alla commissione agricoltura si presentava l’ex ministro Romano?

    Ciao
    Zac

  39. Caro Zac, hai sicuramente ragione, ma io non mi sento comunque tranquillo. C’è qualcosa che mi suona poco chiaro in questa nuova grande armonia ed aspetto i primi provvedimenti per farmi un’opinione più precisa.
    PS A te sembra giusto togliere il sistema contributivo a quei lavoratori che con la legge Dini avevano più di 18 anni di contributi? Che alla soglia della pensione gli si dirà : è vero che credevi di prendere 1500€ al mese, ma ora te ne diamo solo 1000€.
    Da due giorni molti colleghi e compagni mi chiamano molto preoccupati anche loro.
    Ciao

  40. E’ una questione complicata, quella del sistema contributivo, che vedra’ taluni perderne, ma alla lunga e’ l’unico sistema sostenibile.

    Io pago l’enasarco dal 93, e quando ricevero’ un eventuale pensione sara’ composta ESATTAMENTE da i versamenti che ho fatto, ne’ un euro in piu’, ne’ un euro in meno.

    Pero’ anche questa questione e’ tutta in divenire, e se non altro partecipera’ alla discussione anche Susanna, che con il duo SacconiBrunetta non e’ stata mai interpellata.

    Ciao
    Zac

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: