Il Blog

Tagliata di tonno in salsa e papavero.

In Il Ricettario di Zac on dicembre 24, 2011 at 7:45 am

Una chicca gastronomica per augurarvi buone feste.

Olio e.v., pepe bianco, salsa di soia, tabasco, limone, aceto di vino bianco, semi di papavero, fichi o mango o avocado.

Procurati un filetto di tonno pinna gialla, fresco, alto tre centimetri.

Lo riconosci dal colore:
rosso intenso sanguinolento.
Se te lo vogliono rifilare di colore rosato, non prenderlo, trattasi di tonno surgelato.

Il filetto va’ masso in freezer per quattro ore, poi tolto e lasciato a temperatura ambiente sino a scongelamento, così facendo si “abbattono” eventuali batteri.

La salsa:
Due cucchiai di salsa di soia.
Un cucchiaio di olio extravergine.
Un cucchiaio di succo di limone.
Mezzo cucchiaio di aceto di vino bianco.
Tre gocce di tabasco.
Una spruzzata di pepe bianco.

Emulsiona il tutto e lasciare riposare in frigo.

Ora prendi il filetto e cospargilo di semi di papavero.
Scalda una pentola antiaderente.
Ponici sopra il filetto, muovilo velocemente con le mani, premendolo leggermente, dopo trenta secondi giralo e fai la stessa cosa.
Quando i due lati si saranno ingrigiti spegni il fuoco, e con movimento lesto cospargi con una spruzzata di salsa di soia.
Venti secondi e togli dalla pentola il risultato.

Ti verra’ voglia di azzannarlo subito,
aspetta, non e’ finita.

Prendi un coltello affilato, taglia a fette il filetto, lungo la linea naturale del medesimo, che noterai dalle fibre curve e parallele fra di loro.

Hai così ottenuto una serie di “tagliate”, con i bordi ricoperti di semi di papavero,  che disporrai sul piatto creando una mezzaluna.

Con un cucchiaio cospargi le fette con la salsa creata precedentemente.

Sul lato del piatto che rimane libero metti un fico aperto in due, se non lo trovi allora metti quattro spicchi di mango, oppure di avocado.

Il piatto e’ pronto.

Seguiranno applausi dei commensali.

Bevande consigliate:

Sauvignon del Collio.

Per gli astemi:

Succo di cocco e mango, lo trovi al supermercato.

Vs.
Zac le Chef

  1. Fa uno strano effetto leggere un posto così rilassato sul tuo blog. Comunque grazie per la dritta

  2. Caro/a anonimo, se clicchi sul Ricettario di Zac, troverai altre dritte.
    L’arte culinaria, assieme a quella pittorica, sono parti essenziali della mia vita.

    Lasciare una firma no?

    Ciao
    Zac

  3. I consigli per gli astemi mi lasciano sempre impressionato, anche perchè il mio consiglio sarebbe sempre lo stesso: redimiti! Un saluto

  4. Spirito di Benedetta Parodi, abbandona il corpo di questo blogger!
    Spirito di Benedetta Parodi, mi è avanzata un pò di insalata russa, vuoi favorire?

  5. Ciao Zac,ti seguo ancora anche se è un po’ che non scrivo,sempre interessante leggere il tuo blog,sia quando son d’accordo con te (spesso),che quando invece non lo sono (qualche volta).Mi son preso un po’ di pausa sugli argomenti “politica-politici-incazzature conseguenti”,dedicandomi a musica,lettura,scrittura e un po’ di cucina,quest’anno sono arrivato a quota 12 zelten fatti in casa,regalati per le feste un po’ qua e un po’ la (è il tipico dolce trentino a base di frutta secca-uvetta-fichi.datteri lasciati un giorno a mollo in due bicchieri di grappa e poi uniti al classico impasto burro-zucchero-uova-farina-latte-lievito e tutto inforno a 180 gradi). Ci risentiamo con l’anno nuovo,speriamo vivamente di essere tutti un po’ meno incazzati,vorrebbe dire che qualcosa è cambiato in meglio.
    AUGURI A TUTTI Max

  6. Caro max, grazie per gli Zelten, provero’.
    Complimenti per la trasmissione che conduci, oro colato.

    Ciao
    Zac

  7. Quella li’, che citi tu, non sa’ cucinare manco un hamburger surgelato.

    Se proprio devo essere posseduto da uno spirito,gradirei molto quello di Jamie Oliver.

    Ciao
    Zac

  8. Caro Maestro, lo sai, dalle mie parti i consigli per gli astemi sono aprezzati come una colonscopia.

    Ciao
    Zac

  9. carissimo,
    commensali a bocca aperta!
    M’è riuscito squisito……quasi quanto il tuo!:-)
    baci, miky

  10. Bravissima!!!!!!!

    Baci
    Zac

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: