Il Blog

Buona visione

In Senza Categoria on gennaio 10, 2012 at 5:30 PM

Il tesoriere dei celtici ha investito circa dieci milioni di euro in Tanzania, dove, e’ noto, gli abitanti sono tutti biondi, occhi azzurri, profilo ariano, accento bergamasco.

Stracazzi loro.

Oggi scrivo di arte.

La prima opera d’arte che ricordo di aver amato e’ 
“La Passeggiata” di Manet, una stampa della quale stava appesa a casa di mia nonna.
Avevo cinque anni, e quel campo con la dama che passeggia armata di ombrellino parasole mi piaceva, mi abbracciava.

L’ultima opera d’arte che ho amato, nella spasmodica attesa della prossima, e’  

“Giovane triste in treno” di Duchamp, che mi ha paralizzato per diversi minuti all’interno del Gugghenheim di Venezia.

In mezzo ci sono quasi quarant’anni di “visioni”.

Si va’ dalla “Ronda dei prigionieri” di Van Gogh, tela che ti fa’ piangere anche se non vuoi, alla

 “Bevitrice di assenzio” di Picasso, capolavoro della solitudine e della tristezza consapevole di parte dell’universo femminile.

E poi, guardatevi “La Danza” di Matisse, impossibile non essere spinti a un movimento roteatorio.

“Le Mont Saint Victoire” di Cezanne, inizio di quella forma d’arte, forse la mia preferita, che tende ad esplorare il subconscio a scapito della rappresentazione figurativa.

“Composizione nr 8” di Kandinsky capolavoro dell’astrattismo geometrico, dove la “violenza con la quale un triangolo penetra una forma circolare non trova paragoni” come soleva sostenere il maestro.

L” Ingresso solenne del conte di Gergy a Palazzo Ducale”del Canaletto, dove anche il minimo particolare e’ curato come il soggetto protagonista.

Ecco, ora non mi fermo più.

“Les Demoiselles d’Avignon”, molti erroneamente credono che si tratti davvero di signore, ma l’intento di Picasso e’ raffigurare un gruppo di prostitute di Barcellona.
Quando fu’ esposto, il critico d’arte Guillerme Apollinare ebbe a dire:
“Prima o poi troveremo questo pazzo impiccato sotto a un ponte della Senna.
Mori’ molto prima il critico.

“Number 1”  di Pollock, l’immenso Pollock, strati di colore gettati dall’alto su una tela appoggiata a terra, a prima vista, per i profani, degli scarabocchi, ma se uno ci entra dentro, si possono trovare almeno una decina di universi paralleli.

“Emerging ’82” di Vedova, il pazzo che urlava la sua rabbia con un’intensita’ pari a un ordigno atomico, il professore che insegnava a Ca’ Foscari e poi dipingeva in un tugurio, scuro, umido, infernale, uno tra i miei pittori italiani preferiti.

“DemoCrazy” di Vezzoli, e’ un video, la Stone e B.H.Levy in un surreale comizio pre elettorale.
Per i pochi che ancora non conoscono Francesco Vezzoli, ve ne sollecito un approfondimento, e’ l’artista del ricamo, un genio.

“David con la testa di Golia” del Caravaggio, le parole sarebbero sprecate.

“I mangiatori di patate” di Van Gogh, 
la lampada e’ la chiave, senza di essa la tela sarebbe nera, così da dare un’importanza basilare alla luce.

“Ceci n’est pas une pipe” di Magritte.

“Creek” di Rauschemberg.

“La Famiglia” di De Chirico.

“Donna con ventaglio” di Modigliani.

“Papa Cattelan” del medesimo.

“Guernica”.

Guernica e’ un’opera che mi ha sempre messo i brividi, sia per quello che rappresenta, sia per le tonalità di grigio che la compongono.

Durante il nazismo un plotone si presento’ a casa del Maestro per requisire la tela.

Il tenente tedesco chiese:

“E’ stato lei, herr Picasso, a fare questo quadro?”

“No, siete stati voi”.

Non lo sequestrarono.

Fine.

Si potrebbe obiettare che questo post andrebbe correlato con le immagini.

Troppo facile.

L’arte va’ cercata, scovata.

Credo che a nessuno di voi abbia mai suonato il campanello Francesco Clemente con una tela da mostrarvi.

Buona visione.

  1. Misteriosamente sono comparsi in testa al titolo dei tag.

    Mah

  2. Ringrazio google immagini!!! Non c’è un dipinto sul tesoriere in vacanza?

  3. Non credo, ma puoi trovare “l’onorevole carcerato”.

    Ciao
    Zac

  4. cavolo ma lo sai che fino a tre minuti fa stavo per apprestarmi a vedere il film su Modigliani di Mick Davis (non dovrebbe essere un granché, poi ti saprò dire), poi mi sono detto fammi dare un’occhiata al feed reader, e ho letto il tuo post, e mi è venuto un colpo, anche perché ho deciso di vedere il film dopo aver visto ieri sera l’ultimo di Allen, in cui “ci sono” Picasso e un fattissimo Dalì e si nomina Modì per una donna in comune con Pablo, “Midnight in Paris” però non è un film sulla pittura, tra gli artisti da te nominati ricordo un discreto film su Pollock, di e con Ed Harris, ma la pellicola in assoluto che esalta di più l’estetica dell’artista raccontato è, per me, “Frida”, di Julie Taymor. Ora mi vado a cercare tutte le opere e se non si è fatta l’alba vedo il film.

  5. Ne hai elencati tanti che me li vedrò pian piano, li cercherò perchè mi hai incuriosito.
    Confesso che a me manca una cultura dell’arte. Quello che so è quanto la scuola mi ha insegnato e si è praticamente fermata al rinascimento.
    Ma mi piace andare per Musei, ed ho imparato a conoscere altri, almeno quelli che capisco.
    Per esempio non avrei mai immaginato di trovare al Museo Mandralisca di Cefalù un bellissio Antonello da Messina.
    Ciao Zac, un abbraccio.

  6. Esiste un capolavoro che mi affascina in maniera assoluta.
    La “Flagellazione di Cristo” di Piero della Francesca.
    E’ semplicemente straordinario.
    Da ragazzino (13 anni) ho avuto anche modo di toccare fisicamente (con le mani) La Muta di Raffaello.
    Mi aveva letteralmente ipnotizzato.
    Ultimamente ho avuto la fortuna di “vivere” alcune opere di El Greco.
    Vedere quei colpi di pennello (da pochi centimetri di distanza) mi ha lasciato senza fiato.
    Quella visione mi è rimasta dentro.

  7. Scelta migliore non potevi fare. A proposito di assenzio avevo pubblicato il quadro di Degas quando mi regalarono una bottiglia di quel liquore che è ancora lì, intatta. Ciao.

  8. Una magnifica carrellata Zac!
    un saluto

  9. Caro Maestro, trattasi di telepatia.

    Frida e’ splendido, anche se artisticamente non ho mai apprezzato piu’ di tanto la Kalho.

    Per me resta un must “Basquiat”, dove un supremo Bowie incarna alla perfezione Warhol.

    Ciao
    Zac

  10. Cara Spera, non ho mai capito chi eleva la “cultura dell’arte”, a meno che non si sia dei critici o degli artisti o dei galleristi, per il resto l’arte va’ assorbita da chiunque abbia un cuore e una mente pulsanti.
    L’opera d’arte perfetta e’ quella che riesce a far emozionare, parimenti, un pargolo di sei anni e un anziano di novanta.

    Ciao
    Zac

  11. Caro Mago, tre artisti di caratura inarrivabile, volevo chiederti dove hai visto El Greco, che io ho letteralmente divorato a Madrid un paio d’anni fa’.

    Ciao
    zac

  12. Grazie Alberto,
    bevila la bottiglia, ma con il contagocce, che a me una volta un barista, facendomi uno scherzo idiota, mi ha rifilato un bicchierino di assenzio dicendomi che era un liquore leggero.
    Nei cinque minuti successivi potevo accendere una sigaretta solo con l’alito.

    Ciao
    zac

  13. Grazie Compagno Ernest, dividere un piacere con te e’ molto appagante.

    Hasta
    Zac

  14. Esattamente qui.
    A 30 km da casa mia.
    http://it.wikipedia.org/wiki/Palazzo_dei_cardinali_Pallotta
    A pochi metri da quel posto potrai anche vedere La Stanza del Paradiso.

    Un saluto,
    magocamillo

  15. ciao Zac,
    grazie infinite della consulenza. Cercherò i dipinti che non ho visto e guarderò con nuovi occhi quelli che conosco.
    Un caro saluto. robi

  16. Grazie Mago, se un giorno passero’ di li’ non manchero’.

    Ciao
    Zac

  17. eheh, immaginavo l’avessi fatto apposta di non mettere le immagini.
    quindi sono stata brava e mi sono andata a vedere tutte le opere che non conoscevo.
    devo dire che abbiamo gusti in fatto di arte decisamente opposti (a partire da picasso e de chirico, anche se non ho mancato di apprezzare l’aneddoto su guernica) però ti ringrazio per aver invece messo uno dei miei artisti preferiti, pollock.
    bel post 🙂

  18. Bellissimo post, efficace quanto basta da incuriosire e spingere ad andarsi a vedere o ri-vedere questi bellissimi dipinti.

    E’ vero l’aneddoto di Picasso?
    Se è vero, ha dato una risposta straordinaria; se è inventato, rimane una risposta straordinaria comunque.

    Poche sono le esperienze che mi gratificano tanto quanto una visita ad un museo. Ne esco ogni volta come “ri-nata”, come nuova. 🙂

  19. Grazie a te, caro Robi, non sai il piacere nel leggere “con nuovi occhi”, che sono esattamente le tre parole che utilizzo prima di entrare in qualsiasi mostra d’arte, perlopiu’ contemporanea.

    Ciao
    Zac

  20. Cara Ragazzasuitcase, Pollock era un pazzo, un vero pazzo, e credo che se non avesse fatto l’artista, sarebbe morto ben prima.
    Finche’ ha potuto, l’arte lo ha salvato.

    Ciao
    Zac

  21. E’ vero, Cara Rita, all’epoca il Maestro rischio’ anche l’arresto da parte dei franchisti, ma il caudillo mise il veto, non si poteva arrestare Picasso, per nessuna ragione al mondo.

    I musei andrebbero visitati per legge, e se ti rifiuti ti piazzo su una seggiola, di fronte a un quadro o a una scultura, e ti lego a mo’ di Malcom Mc Dowell in Arancia Meccanica.

    Ciao
    Zac

  22. Alcuni li conosco e molti no, vado a cercarli, sono più orientata verso l’archeologia ma non disdegno la pittura, tutt’altro, credo che entrambe siano una grossa fetta di storia non scritta ma ben decifrabile:
    Grazie Compagno Zac, dopo un mese infernale, avevo bisogno di qualcosa che mi facesse ricordare che esiste anche la parte espressiva più nobile dell’uomo.

    Notte buona e Hasta Zac ;-))

  23. Cara Compagna Tina, senza l’arte l’uomo sarebbe alla stregua di un organismo monocellulare.
    Nonostante cio’, esistono esseri umani che rappresentano tale forma molecolare, ma moriranno piu’ tristi e vuoti di me, e cio’ mi consola assai.

    Hasta
    Zac

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: