Il Blog

Il minestrone.

In Politica on maggio 28, 2012 at 4:28 pm

L’imbarazzo della scelta.

Brindisi, ordigno piazzato contro Grillo, a sentir lui.

Tornano le manette sui campi di football, piccoli figli di Moggi crescono, e tutti i coinvolti si dichiarano “totalmente estranei ai fatti”.

Il nanopriapo che vorrebbe salire al Quirinale, quando gli parlano di cose “alte” perde la testa, l’ennesima buffonata, manco i suoi gli dan più credito.

Dacco’ che confessa di aver pagato i sollazzi al Formigoni, il quale continua a sedere sul suo scranno, incredibile, e che sborsa un milioncino per l’amico del cuore.

Nichi, che quando vuole commettere una boiata si presenta con Di Pietro, e io ancora non riesco a capire quali siano i punti collimanti fra noi e i Dipietristi, va’ bene un’alleanza elettorale, ma che sembrino due fratelli, no.

Una troia che si travestiva da Bocassini,  sarebbe come il Trota che si traveste da Einstein, o Gasparri da uomo attento e comprendente.

Poi.

Fra tutte, l’avrete sospettato, non ne scelgo manco una, vado sul sicuro:

Il Maggiordomo.

Tutto, gli faceva tutto, anche il pannolone per l’incontinenza.
E dato che non si poteva mettere in gattabuia il card.Bertone, si sceglie il maggiordomo.

Che per me, e molti eminenti vaticanisti, non c’entra.

Il servitore fa’ parte della “Famiglia pontificia”, ohibò, Famiglia?

Allora mi sono informato, 
canonicamente i credenti cattolici intendono questo vocabolo come un nucleo di persone composte da un uomo, una donna e dai figli procreati dai medesimi.
Natzinger no, la sua Famiglia e’ “allargata”, e’ composta da 5 uomini e 4 donne, i primi sono i due segretari personali, il fratello cantante, il maggiordomo e il pontefice, le seconde sono le Memores Domini, atte a svolgere i lavori “casalinghi”.

Ma io sto Memores Domini l’ho già sentito, 

Uhm.

Eh già, Formigoni e’ un Memores Domini, quelli che vivono in povertà, obbedienza e castità, come le quattro che fanno parte della Famiglia pontificia.

Solo che v’e’ un aspetto che non mi torna, i Memores Domini sono obbligati a vivere in case composte da cinque/otto confratelli, come il governatore della Lombardia dice di fare da trent’anni, ma i coinquilini devono essere rigorosamente dello stesso sesso.

In Vaticano no.

In Vaticano classi miste, famiglie aperte, mugolii di piacere.

E li’ non v’e’ bisogno di fare il burlesque, il costume lo indossano quotidianamente, basta solo alzare la tonaca.

“Io sono circondato da preti che ripetono incessantemente che il loro regno non e’ in questo mondo, eppure allungano le mani su tutto quello che possono prendere”

Napoleone Bonaparte, uno che nell’arte dell’arraffare credeva di non aver rivali.

Un illuso.

Annunci
  1. Il colpevole è SEMPRE il maggiordomo.

  2. grazie Zac,
    dal titolo in giù, hai superato il godimento che stavo assaporando con una “Grappa di Barbaresco”.
    Ciao. robi

  3. Chissà se prima o poi avremo un minestrone piacevole? ma in questo paese sembra davvero difficile tutto va come non dovrebbe andare…
    buona giornata Zac

  4. Davvero un bel minestrone: combinata così sembra proprio un paese di matti, guidato da matti.
    Ma chi ha dato la stura a tutta questa gente?
    Ricordo una canzoncina che un tempo si cantava dalle mie parti e spesso la canticchiava anche mio padre.
    Diceva:
    “Il vaticano brucerà (e si ripeteva tre volte) con dentro i preti.
    E se il governo non vorrà (e si ripeteva tre volte) RIVOLUZIONE
    Rivoluzione noi farem (e si ripeteva tre volte) bandiera rossa”.
    Per la verità non ricordo bene se la fine era “Bandiera rossa” oppure “siam comunisti”. Comunque si capiva bene il senso.
    Bisognerebbe cantarla ancora adesso e magari non solo per il vaticano.
    Ciao Zac, un abbraccio.

  5. Mi è venuto in mente la parte finale giusta della canzoncina diceva: “Rivoluzione noi farem… siam proletari.
    Ciao.

  6. Concordo.

    Ciao
    Zac

  7. Caro Robi,non mi permetterei mai di superare in godimento la grappa, qui da noi la si da anche ai pargoli prima di andare a scuola in inverno, in minime quantita’ disciolte nel latte, cosi’ si soffre meno il freddo.

    Ciao
    Zac

  8. Caro Compagno Ernest, io preferirei una zuppa del mediterraneo.
    Non e’ che “tutto va’”, e’ che il tutto non e’ indipendente, e’ un risultato dato dalle azioni umane, il tutto e’ bene instradato, da cupi figuri che godono delle disgrazie altrui a favore dei vantaggi loro.

    Hasta
    Zac

  9. Cara Spera, sul chi e come ha dato a tanto e tale potere a questa gentaglia e’ noto, ma lo ripeto:
    il nano in campo politico
    Costantino con il consiglio di Nicea in campo religioso

    Senti la nostra, di canzoncina, la cantavamo SEMPRE:

    Cloro al clero,
    don Pino negriero,
    particole giganti per il popolo intero.
    Son cristi e moccoli,
    suore ed oracoli,
    ladri di calici e di tabernacoli.
    La chiesa e’ corrotta
    la suora e’ mignotta,
    noi continueremo nella nostra lotta.
    Finira’, finira’, porca madonna se finira’.
    Ogni prete soccombera’,
    sotto la furia di noi ultra’.

    Era, come si puo’ capire dal finale, un coro da stadio della tifoseria locale.

    Ciao
    Zac

  10. Sto leggendo “sua santità”, neppure a metà lo schifo mi ha già sopraffatto. Come si può dar credito a gente così, che parla di Dio ma pensa solo ai soldi ed al potere?
    Ciao

  11. Sono accomunata a Raffaele, sto leggendo “sua santità” e rispetto a lui, allo schifo sta seguendo un desiderio, imbracciare un lanciafiamme e mettere in pratica il contenuto delle canzoni che tu e Speradisole avete riportato…e a Milano ha ancora attaccato la legge sull’aborto e le coppie gay…sarebbe da attaccare al muro assieme ai suoi sodali.

    Caro compagno Zac…rassegniamoci, siamo in minoranza, in questi giorni Milano ha fatto la conta degli iscritti al partito di dio…e tutti prolifici come conigli.

    Hasta Compagno ,-))

  12. Caro Raf, son da anni che non leggo piu’ libri sul vaticano, finiva sempre che ogni tre righe ripetevo sempre la stessa frase “Ah, si’, questa la sapevo”.

    Chi parla di dio sono coloro i quali l’hanno creato, biondo, bianco, alto, che si sono rifiutati di riconoscere la shoah al tempo, che hanno ucciso milioni di persone per portare la parola del loro dio, a scapito di quello inventato da altri.

    Scusami, ma a che cazzo vuoi che pensino, se non ai soldi e al potere, e nei tempi morti a qualche chierichetto.

    Ciao
    Zac

  13. Cara Compagna Tina, stessa risposta (l’inizio) che ho dato a Raf.

    Figuriamoci se mi rassegno, ho visto schiattare tre papi, decine di porporati, centinaia di pretacci, e io sono ancora qui che combatto, c’e’ buona possibilita’ che veda dipartire anche questo.

    Siamo in minoranza, concordo, ma negli ultimi trent’anni, qui da me, provincia che portava il nome di Balena Bianca, tanto era il potere del clero, direi che i fedeli si sono piu’ che dimezzati.

    Un giorno chiesi a un parroco della zona se non fosse stato meglio fare come ha fatto la Juve, demolire le chiese dei paeselli che si riempiono a natale si e no, per costruirne delle altre, nello stesso posto, quattro volte piu’ piccole e adibire lo spazio restante ad attivita’ sportive.

    Non ottenni risposta alcuna.

    Hasta
    Zac

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: