Il Blog

A braccetto.

In Politica on luglio 9, 2012 at 4:45 am

50 anni al boia Videla.
Prendeva i bambini dei desaparecidos, poi torturava a morte i genitori, infine volava a Parigi per lo shopping.

E questa era la notizia che mi premeva.

Poi se cliccate qui sotto il link a Barabba, leggerete un racconto sul G8 di Genova assolutamente imperdibile.

A braccetto.

Ieri ho visto Squinzi prendere sotto braccio Susanna.
Non sono mai stato un fan dei vari capipopolo che si sono succeduti sullo scranno di viale dell’Astronomia.

Ma Squinzi mi piace,
per diverse ragioni:

A) E’ un chimico, come lo scrivente, non si scherza con gli spaccamolecole.

B) Non ha mai incontrato Marchionne, del quale dice
“Non e’ il mio modello”

C) Vuole una patrimoniale (oramai me la sogno di notte), alla buon’ora.

D) Non ha lo sguardo truce

E) Questo e’ il punto focale, Squinzi e’ un imprenditore, amministratore unico della Mapei, e per trovarne uno a capo di Confindustria bisogna tornare agli anni ottanta, con Lucchini, in mezzo solo prestanome o benchevada il parente fesso della famiglia di industriali.
Squinzi e’ uno che lavora come dovrebbero fare molti suoi simili, si consulta, concerta, arriva a un accordo, salvo poi mantenere le redini aziendali fisse sulle decisioni che alla fine prende lui.

Un imprenditore.

Che se ce ne fossero un pelo di più di siffatta fattura, molte cose progredirebbero senza fatica.

La Mapei in ottant’anni di storia non ha MAI usufruito di un’ ora di cassa integrazione.

La Mapei, leader indiscussa nei sigillanti edili, NON e’ quotata in borsa, e si’ che fattura 2 miliardi di euro.

E quello che fa’ di un imprenditore un uomo, e’ che quando il Dr Squinzi sara’ novantenne, potrà sedersi sotto la veranda e compiacersi per aver dato lavoro a un esercito di persone, e potrà bearsi dei due figli, già inseriti in azienda.
Cosa che non capiterà a un Marchionne, a un Collanino, a un Tronchetti, tutti destinati a una vecchiaia di solitudine, contornata da orde di baciaculi pronti a vendervi il loro bene con i Travel Chèque.

Ecco, forse mi sono allargato troppo, e’ sempre il presidente di Confindustria, un nemico sulla carta.

Un difetto ce l’ha:

E’ molto amico del nano.

Non si può avere tutto.

  1. grazie della segnalazione Zac, e su Squinzi boh… speriamo che sia davvero come dici tu, solo non mi torna come la stessa gente che ha votato la Marcegaglia abbia votato lui. A proposito di spaccamolecole (scusa e scuasate il mezzo OT, ovvero il “fuori traccia”), se ti capita guardati una serie statunitense intitolata “Breaking Bad”

  2. ahhhhhhhhhh…. molto amico del nano la vedo brutta!
    un saluto Zac

  3. In questo momento è una voce fuori dal coro, speriamo resista!

  4. ciao Zac,
    dov’è il trucco?
    Se non c’è il trucco, quanto durerà in mezzo agli squali?
    Se è veramente amico dell’ex premier (nota stonata del suo integro curriculum) deve saggiamente consigliarlo a sparire dalla politica.

    Ai prossimi aggiornamenti. robi

  5. Caro Compagno Zac…ho scritto “non avrei mai pensato che potesse piacermi un rappresentante di confindustria”

    Sulla sua amicizia … dopo che Squinzi ha dichiarato che ci vuole una patrimoniale evitando la macelleria sociale, il nano avrà cancellato il suo nome dal carnet…facendogli un favore.

    Sul resto…applauso a scena aperta Zac, vado a leggere Barabba.

    Hsta Compagno Zac ;-))

  6. Ai nostri “Videla” non hanno dato 50 anni e, poi, all’appello mancano ancora tanti responsabili, gregari e semplici esecutori. Tuttavia, sapere che sono stati “interdetti” ha procurato una moderata soddisfazione. Pare si rivolgeranno alla Corte di Strasburgo… i miserevoli.

    Anche per Squinzi, devo ammettere che ascoltare certe dichiarazioni ha suscitato una moderata simpatia. Moderata (sono in linea con i tempi)…. prima di abbracciarlo come la Camusso, devo vederlo che stende tappeti per i lavoratori.

    Mi ha procurato un’arrapamento bestiale, invece, perché con le sue dichiarazioni ha fatto incacchiare il “sobrio presidente” che, subito, ha sventolato lo spadone spread. Sto spread, somiglia tanto al cetriolo dell’ortolano!! Gira gira….. Peccato si sia sentito in dovere di “chiarire” per smorzare le polemiche.

    Sul racconto di Barabba, hai ragione. E’ da gustare… con un finale che fa riflettere a lungo.

    Ciao Zac, buonissima giornata!

  7. Ho trovato la reazione di Monti alle dichiarazioni di Squinzi, assai scomposta. Strano per un personaggio così sobrio, così come ho trovato sopra le righe il tono usato contro la concertazione e quindi contro la Cgil.
    Ma tutta una serie di personaggi hanno fatto da coro a Monti, Da Montezemolo a Tronchetti Provera, si sono scandalizzarti perché Squinzi, nientemeno uno di loro, ha parlato di “macelleria sociale”,
    Ma allora, questi signori criticoni, facenti parte della cosiddetta classe dirigente, cosa fanno per il paese, lo vogliono macellare? La loro grande preoccupazione è che temono che le cose cambino, perché un’economia messa così com’è, per loro e per la gente come loro, va benissimo.
    Ciao Zac, un abbraccio.

  8. Caro Maestro, lo hanno votato solo perche’ l’alternativa era Bombassei, un boia patentato.

    Ciao
    Zac

  9. Si, anch’io considero imperdonabile l’amicizia con l’arcoriano, staremo a vedere,

    Hasta
    Zac

  10. Cara Loretta, che resista non ho dubbi, non e’ mai successo che un presidente di confindustria lasci lo scranno prima della fine del mandato, spero solo che non si rimangi quanto proposto alla camusso.

    ciao
    Zac

  11. Caro Robi,
    Sai che secondo me il trucco non c’e’, Squinzi e’ proprio cosi’, un imprenditore vecchio stile.
    Ho avuto modo di informarmi tramite un’amica che lo conosce di persona e che mi conferma la correttezza dell’uomo, pero’ mi si riferisce che ha un carattere del cazzo, tendente alla maleducazione.

    Ciao
    Zac

  12. Cara Compagna Tina, prima di arrivare alla lettera S, il nano si e’ fermato alla lettera M e ha depennato la minetti……

    Hasta
    Zac

  13. Carissimo Carlo, su Squinzi sposo la tua tesi.

    Su Videla il ragionamento si fa’ piu’ articolato:
    io amo il sudamerica, giocoforza nel corso della vita ho prestato attenzione a tutte le vicisittudini che hanno traviato il piu’ bel continente del pianeta.
    Il mio vate fu’ Luis Sepulveda, che conobbi molti anni fa’ e che mi inizio’ allo splendore dell’animo dei popoli del sud del mondo, in particolare quelli sudamericani.
    Cosi’, nel corso degli anni, ogni volta che hanno condannato un boia, o che piu’ semplicemente e’ morto, io ho stappato una bottiglia di vino cileno, e con me l’hanno fatto altre decine di migliaia di compagni, Luis in testa.
    Ne concerne la mia soddisfazione totale per la condanna, oggi come ieri, ogni volta che una merda viene riconosciuto colpevole dei fatti ascrittogli, io mi sento bene,e per un piccolo pezzo malato del sudamerica che viene ingabbiato v’e’ un altro piccolo pezzo che ne’ trarra’, inevitabilmente, dei benefici.

    Mi accontento.

    Ciao
    Zac

  14. Cara Spera, hai centrato la questione nell’ultima parte del commento,
    e’ gattopardesco, che tutto cambi perche’ nulla cambi, e’ proprio cosi’, fa’ comodo ai capitani di industria solo e soltanto per il loro conto corrente.

    Lo sapevi che in questo stramaledetto paese, nel 2011, si sono abbassati tutti i dati legati al consumo, al lavoro e al risparmio della gente “normale”.
    V’e’ pero’ un dato che e’ aumentato sensibilmente, in perfetta controtendenza con il resto della popolazione, ed e’ il seguente:

    Le persone che hanno un patrimonio superiore al milione di euro sono AUMENTATE.

    Forse ha ragione il nano, va’ tutto bene.

    Ciao
    Zac

  15. Chissà Silvio come ha preso il fatto che Squinzi, a differenza sua, è riuscito a batterlo Prodi.
    Magari lo candida alle prossime elezioni. Ma forse no, gli ruberebbe la scena.
    Il Giornale, di sicuro, deve dirgli grazie perchè, dopo 16 anni di attesa, finalmente è riuscito a scrivere ( in un commovente articolo ) che Prodi è stato sconfitto
    http://www.ilgiornale.it/news/interni/non-ci-sto-prodi-ciclista-e-rosicone.html

  16. Caro lacapufresca, ti ringrazio perche’ non ne ero al corrente, e ti faccio i complimenti per essere riuscito a leggere un articolo de “il giornale”, io non ce la faccio praticamente mai, neanche se mi metto d’impegno.

    Ciao
    Zac

  17. Hai ragione Zac, infatti è stata dura finire la lettura dell’articolo. Ma come si dice in questi casi: “è un lavoro sporco ma qualcuno deve pur farlo”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: