Il Blog

Io sono ancora qui, fruibile.

In Politica on gennaio 23, 2013 at 11:16 am

Stamane, per non farmi mancare nulla, come faccio un paio di volte alla settimana, clicco su pontifex, il sito cloaca che leggo da anni ma che e’ salito recentemente  agli onori delle cronache per le bestialità scritte sul femminicidio.

Lor fetenti si erano distinti anche all’epoca del caso englaro, poi sull’aborto, sulla malattia “esseregay”, sui contraccettivi e sulle molteplici apparizione di Maria.

Signore e Signori:

L’HANNO CHIUSO.

Invece il vostro affezionatissimo e’ ancora qui, eheh.

Pare si tratti di un attacco degli hackers, ma la sostanza non cambia, CHIUSO.

Integralisti medievali, forbiti, laureati, sono le caratteristiche principali di chi scrive gli articoli su pontifex, e se non ci entri prevenuto rischi pure di cascarci, tant’è la pecularieta’ con la quale lor fetenti riescono a far “passare” un ragionamento.

Sono proprio soddisfatto.

P.S.
Il post precedente si chiude con
“Candidano Cosentino”.
Chiedo venia.
Dovevo scrivere
“Candidano Scilipoti e Razzi”.
Ma, fortunatamente, in posizioni che risulteranno vincenti solo se i fasci dovessero vincere in Calabria e negli Abruzzi, pura fantascienza.

Update:
mi permetto di segnalare la seguente di Gilioli, la trovo splendida:

“Quindi, dopo aver risolto il caso Cosentino, hanno in lista solo Verdini, Cesaro, Farina, Razzi, Scilipoti, Polverini, Formigoni, Angelucci, Cicchitto, Capezzone, più Minzolini e il potente cognato di Previti, Gianni Sammarco.

Onestamente, il bar di Guerre Stellari continua a fargli una pippa.”

da Piovono Rane

Annunci
  1. Peccato. Se lo si guardava da un certo punto di vista poteva essere uno spasso.

  2. Caro Zac,
    mi rallegro del fatto che tu sia ancora fruibile, e come vedi usufruisco spesso di te. Ma il giorno che non lo fossi più (per via della censura, non fraintendiamo) avresti bisogno di un condominio molto più grande, perché i nuovi inquilini arriverebbero a frotte. Il mio non è un augurio, però è provato che in certi casi la censura aiuta. A diventare più determinati, a capire meglio il valore della libertà, a spronarci a fare di più.
    Ti faccio un esempio. Un grande regista sovietico di cui ero amico e complice, Andrej Tarkovski, faceva capolavori in patria nonostante fosse sorvegliato a vista. Il suo film forse più bello, “Lo specchio” era girato in gran parte in bianco & nero perché la Mosfilm non gli dava proprio la pellicola. Molti critici, in tutto il mondo, hanno sprecato fiumi di inchiostro per spiegare, con spericolate elucubrazioni, la SCELTA del bianco & nero da parte di Tarkovski. Quale scelta? Era un obbligo.
    Tarkovski voleva a tutti i costi venire in Italia e restarci. Insieme ad altre persone, l’ho aiutato a realizzare il suo sogno. Ma non senza avergli detto, più volte: “Caro Andrej, scommetto che quando ti troverai definitivamente in Italia te ne pentirai. Perché l’Italia è un paese che farai fatica a conoscere e capire. Ma soprattutto perché in Italia ti faranno ponti d’oro, non ti ostacoleranno in alcun modo, e tu rischierai di smarrire completamente la tua vena creativa, e tutto ciò che la alimenta”.
    In Italia, Tarkovski ha fatto un film, “Nostalghia”, che per usare un eufemismo definirei opaco. Dopo si è trasferito in Svezia, dove ha realizzato un altro film, “Il sacrificio”, che non è certo un capolavoro. Purtroppo, è morto giovane. Se non fosse morto così giovane, sono convinto che sarebbe tornato nel suo paese, e a lottare per il suo paese, come Solgenitzin.
    David

  3. E’ vero, caro Alberto, ma io non riesco piu’, da anni, a trovare spassosa una boiata come pontifex, neanche se mi sforzo.

    Ciao
    zac

  4. Caro David,
    allora speriamo che qualche alto prelato mi censuri.

    Un mio collega di lavoro, malato di film, mi ha segnalato la seguente:

    “C’è un solo viaggio possibile: quello che facciamo nel nostro mondo interiore.
    Non credo che si possa viaggiare di più nel nostro pianeta.
    Così come non credo che si viaggi per tornare.
    L’uomo non può tornare mai allo stesso punto da cui è partito, perchè, nel frattempo, lui stesso è cambiato.
    Da sè stessi non si può fuggire.
    Tutto quello che siamo lo portiamo con noi nel viaggio.
    Portiamo con noi la casa della nostra anima, come fa una tartaruga con la sua corazza.
    In verità, il viaggio attraverso i paesi del mondo è per l’uomo un viaggio simbolico.
    Ovunque vada è la propria anima che sta cercando.
    Per questo l’uomo deve poter viaggiare”

    Tarkowsky

    Mica male il tipo.

    Hasta
    Zac

  5. Se sono stati gli hackers a far chiudere quel sito, meritano un premio, se invece l’hanno chiuso loro, si vede che qualcuno comincia a vergognarsi.
    Ma forse ne apriranno un altro anche più indecente.
    Sono contenta che tu sia ancora disponibile, non imnmagino neanche lontamente che tu possa sfilarti dal confronto anche con questi gonzi.
    Un abbraccio.

  6. Si’, cara Spera, sono stati gli hackers, e i titolari del sito hanno gia’ dichiarato che stanno facendo il possibile per tornare in rete quanto prima.
    Poi attendero’ un altro attacco.
    Vediamo chi si stufa prima.

    La mia fruibilita’ e’ concernente al fatto che nessuno mi ha mai oscurato, perche’ io non mi sfilero’ mai, neppure se dovesse esserci un blackout mondiale per i prossimi trentanni, e anche senza mezzi di comunicazione legati all’elettricita’, saprei comunque arrangiarmi con i piccioni viaggiatori o con i segnali di fumo.

    Ciao
    Zac

  7. Risolta la pratica cosentino dopo un inseguimento alle liste elettorali degno del più brigantesco far west.
    Besos

  8. Non ero mai entrata su quel sito,ho voluto provare ma è accessibile.Non so se è lo stesso di cui tu parli,ma il titolo è pontifex Roma?Questa mattina c’erano gasparri e la russa e il papa
    e altri che hanno scritto,allora è tipo un giornale on line.Oppure tu parli del papa su Twit il quale non sono mai andata a vedere.
    Solo curiosità grazie.
    Ciao caro Zac.

  9. Caro Compagno Zac
    la mia allegria per la chiusura di pontifex è durata il tempo di arrivare al commento di Gibrain.

    Raramente sono entrata, la ragione l’hai espressa, preferisco farmi mancare le loro “dotte boiate”, le volte che ho visitato il sito sono partita all’attacco, ma alla lunga, loro non valgono la pena.

    Sulla fruibilità di questa tua casa…sono sicura che solo una tua ipotetica decisione di chiudere il blog potrebbe ottenere un risultato.

    La lista dei candidati del pdl…come ho scritto, somiglia alla lista dei ricercati dell’interpol.

    Hasta Compagno Zac ;-))

  10. Si vociferava di un Cesaro travestito da Pecos Bill che inseguiva un Cosentino travestito da Cosentino.

    Besos
    Zac

  11. Si’ si’, cara Gibran, e’ quello li’, l’hanno già riaperto.

    Attendiamo fiduciosi il prossimo attacco.

    Ciao
    Zac

  12. Cara Compagna Tina,
    come ho risposto a Gibran, attendiamo fiduciosi il prossimo attacco.

    E’ vero, non ne vale la pena, ma dato che io sarei per una rete accessibile solo
    ai sani di mente, gradirei la sparizione di quel sito.

    Hasta
    Zac

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: