Il Blog

La Compagna, Il Compagno e il Copione.

In Politica on marzo 18, 2013 at 8:44 am

Numero di Pierluigi.

Prime crepe nel M5S, che comincia a rilevare la propria inadeguatezza all’interno dell’aula (si sono persino scritti i nomi sui bicchierini di carta, come alle feste di compleanno dei nipotini).

Che son buoni tutti a urlare il proprio dissenso nelle piazze o di fronte a una tastiera, ma poi devi scegliere se votare uno che da sempre lotta contro la mafia, oppure darlo a quell’altro, contiguo con la medesima.

La Compagna.

Laura Boldrini.
Quando l’hanno eletta ho subito pensato a Dilma Rousseff, presidente del Brasile, due Donne che hanno molto in comune.
Da decenni Laura combatte per gli ultimi, per gli sfollati, per i rifugiati.
Da anni porta con se, nei paesi piu’ poveri del pianeta, sua figlia.

Il Giornale la definisce radical snob.

Narice La Russa, all’epoca dei respingimenti maroniani, ebbe ad apostrofarla cosi’:
“Non conta un fico secco, e’ disumana o criminale.”

Come vi dicevo, una Donna, quello che ci voleva.

Il Compagno.

Francesco I.

Premetto, per i nuovi lettori, che sono ateo, ma soprattutto sono antivaticanista, e per ritenermi tale ho letto vagonate di libri e encicliche scritti dai vari pontefici.

Premetto ancora che la volonta’ di Francesco I di essere contro i matrimoni gay e l’aborto e’ una condizione sine qua non per essere eletti al soglio di pietro.

Detto cio’, Francesco I mi ha tramortito, al punto da definirlo Compagno.

Le parole sono importanti, ma se non vivi come predichi sei nessuno.

Gira in autobus, usa una croce di ferro, l’ermellino riesumato da natzinger e’ tornato in soffitta, calzature normali, vuole persino pagare il conto dell’Hotel.
Diceva messa nei posti piu’ sperduti, si e’ sempre speso per i disadattati, non solo a parole, e mi fa’ letteralmente imbufalire la polemica sul ventilato appoggio al boiavidela, argomento trattato dalla stampa gia’ nei primi anni duemila e ampiamente smentito.

Vi ricordate San Francesco e i porci?

Egli si reco’ da papa Innocenzo per chiedere il benestare della chiesa sul suo operato, il pontefice gli rispose:

“Trova dei porci, riferisci a loro le tue parole, forse ti ascolteranno”, sbattendolo fuori a calci.

E San Francesco cerco’ materialmente dei porci, li trovo’, si rotolo’ nello sterco, poi torno’ in vaticano a riferire al sommo.

Cosi’ ha fatto Francesco I, e’ stato battuto nel 2005 per meri interessi economici, ha atteso otto anni ed e’ tornato.

Ma la cosa che piu’ mi aggrada e’ una chicca:

Papa Bergoglio e’ diplomato in chimica, come me.

E lui lo sa’, come lo so io, che la chimica e’ la materia piu’ razionale che esista.
Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma.
In chimica non puoi barare, non puoi nascondere, non puoi mentire, perche’ l’atomo si fa’ mallelare, ma non distruggere o ingannare.

Un Papa chimico, un vero sballo.

Una reazione irreversibile.

Il Copione.

“Chi è il responsabile?
Loro! I partiti! Per 13 anni hanno dimostrato cosa sono stati capaci di fare.
Abbiamo una nazione economicamente distrutta, gli agricoltori rovinati, la classe media in ginocchio, le finanze agli sgoccioli, milioni di disoccupati… sono loro i responsabili!

Io vengo confuso… oggi sono socialista, domani comunista, poi sindacalista, loro ci confondono, pensano che siamo come loro.

Noi non siamo come loro!

Loro sono morti, e vogliamo vederli tutti nella tomba! Io vedo questa sufficienza borghese nel giudicare il nostro movimento… mi hanno proposto un’alleanza. Così ragionano!

Ancora non hanno capito di avere a che fare con un movimento completamente differente da un partito politico… noi resisteremo a qualsiasi pressione che ci venga fatta.

E’ un movimento che non può essere fermato… non capiscono che questo movimento è tenuto insieme da una forza inarrestabile che non può essere distrutta… noi non siamo un partito, rappresentiamo l’intero popolo, un popolo nuovo”.

Ho passato il weekend a leggere queste poche righe a persone normali.
Tutti mi hanno bloccato verso la meta’ dicendomi
“Basta, Grillo lo conosciamo”

Peccato che sia un discorso pronunziato nel 1932 da Adolf Hitler.

P.S.
Saro’ assente sino a mercoledi’ 27 per impegni di lavoro, non so’ se riusciro’ a rispondere ai commenti, dato che mi trovero’ in zona non internautizzata.

  1. Gran bel post, amico mio.
    mi hai sorpreso col Papa chimico, mi ero distratto col Papa psicologo, il Papa filosofo, il Papa letterato, un’autentica folla di pregevoli esseri umani tutti annidati sotto quel semplice abito bianco. Ritengo che dio non esista e non ho cambiato idea. Ma ci sono sempre momenti nella storia in cui una grande fetta dell’umanità sembra parlare con una voce sola. Sono momenti davvero brutti, il più delle volte. Ma possono essere anche momenti belli come questo. Abbiamo non uno, ma due uomini così in questo momento. Obama e Francesco Primo. Ne servirebbero almeno quattro. Uno in Asia e un altro nel mondo arabo. Possibilmente una donna, almeno una. Sono convinto che verranno fuori a breve. Altrimenti siamo spacciati. Uscire dal paganesimo consumista e dall’idolatria del denaro è faccenda assai più complicata della crisi delle ideologie del secolo scorso. È tutto molto difficile. Ma è bello esserci.
    Buona giornata a tutti
    David

  2. Grazie David,
    non e’ cosa da poco che un pontefice abbia studiato in gioventu’ la chimica, perche’ vi sono dei concetti che se ti vengono, passami il termine, “inculcati” da adolescente, poi puoi fare qualsiasi cosa, anche diventare prete, ma nella corteccia della tua materia grigia sono ancorati ancora quei principi ineluttabili che ti dicono periodicamente che dall’unione di uno ione di Sodio e di uno ione di Cloro esce sempre sale da cucina, neanche le madonne di Lourdes, Chestokowa e Medjiugorje possono fare alcunche’ per modificare tale semplice reazione.

    Il mio sogno e’ una donna a capo del partito comunista cinese, mai si sa’.

    Hasta
    Zac

  3. caro Zac,
    più che un post, hai fatto un bellissimo racconto di verità attuali e storiche. E’ molto importante, per me, trovare conferme attraverso la tua preparazione e quella di David..
    Penso che con la serietà di alcuni nuovi parlamentari sia stata voltata una pagina importante per il nostro Paese. La sorpresa Laura Boldrini è rassicurante. Il Papa da “bocciofila” (unico posto al mondo adatto alla mia voglia di semplicità) è una realtà inaspettata.

    Buona trasferta di lavoro e
    hasta compagno Zac
    robi

  4. Come ho scritto da Tina, non solo è “Sel” ma immagino avrai ascoltato il discorso che ha fatto, dinanzi all’aula! Se tutti i “giovani” entrati in Parlamento con l’intento di rinnovare lo stesso e tutto il Paese avessero la metà del “senso della misura” ma, soprattutto, del “senso della realtà” che ha dimostrato la Boldrini, saremmo in una botte di ferro!

    Ciao Zac e buon pomeriggio. E’ evidente la differenza che passa tra chi ha fatto la sua esperienza “sul campo” e chi, nel frattempo, faceva la sua pseudo rivoluzione dietro un PC, in perenne adorazione di un guru! Infatti, ci sono da registrare le incomprensibili “critiche” mosse da una certa Serenella Fucksia, grillina al senato, che, seppur parziali, dimostrano che personalità gretta ci sia dietro le stesse.

    Sul Papa, beh ha meravigliato anche me questa nomina “inconsueta”. Non consueta vista l’aria che tira dietro quelle mura! Vuoi vedere che sto Francesco riesce a far pulizia in Vaticano mentre noi continueremo a correre dietro le giravolte grilline?

    Non avevo pensato di poter accostare la sua figura a quella di Obama, come ha fatto David. Non ne sono capace e, quindi, devo affidarmi a quello che afferma sapendo, però, che è reale la necessità di uscire dall’idolatria del denaro che sta strangolando l’Europa ed il mondo intero. Basta guardare a quello che sta accadendo a Cipro che, a mio modesto parere, mi sembra assurdo. E’ vero che noi un precedente simile l’abbiamo vissuto, nel 92 se non ricordo male, con Amato. Un “prelievo forzoso” che, tuttavia, dimostrò non solo la sua inutilità ma che era stato un provvedimento dagli effetti devastanti, vista la “fuga” di capitali. E questi, a livello europeo e con la Germania in testa, ripropongono siffatti sistemi?

  5. Caro Carlo,
    Serenella Fucksia (se è un refuso, lo trovo bellissimo!) in realtà si chiama Serenella Fuksas e ritengo sia la figlia dell’architetto Massimiliano Fuksas, vecchio sessantottino divenuto una star nel suo campo senza avere, a mio modesto parere, un briciolo del talento di Renzo Piano o di Calatrava. Anche i cosiddetti grillini mettono in vetrina i “figli di” e praticano il nepotismo (il nipote di Grillo è un pezzo grosso dell’organizzazione).
    Dopo che i reduci del Sessantotto sono diventati i portaborse prima di Craxi, poi di Berlusconi, ecco la generazione successiva che si affaccia al potere cavalcando lo tsunami di Grillo.
    Dopotutto, siamo tutti italiani.
    Buona serata
    David

  6. …ma tu guarda…offerta speciale, 3 in 1 ;-))

    Caro Compagno Zac, hai distrutto in un colpo solo 3 mie intenzioni, le hai scritte in un colpo solo ;-))

    Della Compagna Boldrini posso dire che, questa sera, in coppia con Grasso, ha dato una zoccolata sui denti del fasciocomico, insomma, gli hanno tagliato le unghie e estratto le zanne…una goduria.

    Su Francesco I…diciamo che lo stato vaticano ha dato una sterzata al suo vertice e ha eletto a Capo di stato un uomo che vede lontano e ci vede bene.

    Sul fasciocomico, avevo conservato il pezzo che hai citato e visto che lo hai scritto, cercherò un altro argomento, spero che siano in tanti a conoscere quel pezzo e fare i dovuti paragoni tra i due personaggi.

    David…5, uno da noi sarebbe l’ideale per eliminare la monnezza che abbonda nelle aule parlamentari.

    Sulla nipotina del “genio”…quando la volpe non arriva all’uva dice che è acerba.

    Mi auguro che Bersani abbia un altro colpo di genio e indichi come capo del governo Stefano Rodotà…poi andiamo a fare la conta di quanti M 5 S voteranno scheda bianca.

    Comunque sia, il fasciocomico è riuscito a fare la più grossa figura di merda possibile, dichiarando che i suoi sono stati tratti in inganno, dichiara che in parlamento e al senato ha mandato solo dei coglioni privi di capacità mentale, ma non aveva dichiarato che se votavano qualcosa si sarebbe ritirato assieme al guru boccolone?

    Hasta a tutti ;-))

    PS
    Buona trasferta lavorativa Compagno Zac ;-))

  7. Caro David, assalito dal dubbio sono andato a verificare sul sito del Senato. No, è proprio una Serenella Fucksia la senatrice a cui mi riferisco, marchigiana, 46 anni, medico del lavoro e, leggo nella pagina a lei dedicata, anche socia della Società italiana di medicina del lavoro e igiene industriale. La Serenella, parlando al telefono della Boldrini, durante una trasmissione radiofonica di Radio2, ha affermato che non le piace “…perché ne parlano tutti bene ed è fin troppo facile parlarne bene. Lei ha un curriculum fin troppo bello, con questi incarichi troppo veloci e troppo facili. E’ figlia di una famiglia che sicuramente l’ha sostenuta e gli ha permesso di fare quello che ha fatto. E a me le persone che si fan belle…”

    A questo punto pare che la telefonata si sia interrotta ma, secondo me, bastano queste poche parole per “inquadrare” un soggetto che ha qualche problema di personalità non indifferente e che esprime una malsana invidia ed un ottuso rancore, forse per frustrazioni ed angoscie di cui lei non si è mai liberata! E’ stata pesantemente criticata in rete ed ha cercato di metterci “una pezza”, aiutata da qualche talebano grillino. Tuttavia, la rettifica è stata anche peggio delle dichiarazioni fatte.

    Comunque sia, come hai fatto notare anche tu, anche questa è una degna rappresentante di una “…generazione che si affaccia al potere cavalcando lo tsunami di Grillo….”

    Ti auguro una buona giornata e ciao.

  8. Grazie Carlo,
    l’avrei dovuta fare io questa ricerca. Invece non l’ho fatta e ho preso per buona una cosa letta su Repubblica o sul Corriere. Come vedi, non si controlla mai abbastanza e ognuno dice il cazzo che gli pare, in malafede o in buona fede il risultato è lo stesso. Ci sono cascato anch’io. Mi servirà di lezione.
    Bravo Carlo. Sia per aver verificato, sia per aver notato che la realtà reale è persino peggiore di quella presunta. Attaccare la Boldrini con simili motivazioni è l’ennesimo esempio della barbarie in cui viviamo. “Ha fatto troppe cose, le ha fatte bene e le ha fatte in fretta, QUINDI c’è del marcio”. Neanche nelle più oscure portinerie, quando ero ragazzino, si parlava delle persone in questi termini. Tutt’al più, si sentiva dire che quella che abitava al secondo piano forse aveva una tresca con quel signore così distinto che stava al quarto. Pettegolezzi stupidi, sgradevoli, ma molto più umani e molto meno fascisti.
    Grazie ancora
    David

  9. Caro Zac e cari amici,
    sembra non esserci niente di nuovo sotto il sole, e in effetti è così. Come e più di voi non nutro grandi speranze in questo paese. Tuttavia, non posso non accorgermi che ora sta andando in scena uno sfascio degli sfasci in qualche modo positivo. Nonostante abbiano dato una straordinaria possibilità di resurrezione a Berlusconi, Santoro e Travaglio vanno ancora in onda, ricevono applausi a scena aperta, e qualcuno ancora li guarda. Ora Grasso chiede a Travaglio un confronto, che non andrà sotto l’ombrello di una trasmissione che ha l’impudenza di chiamarsi Servizio Pubblico. Il confronto sarà sulla stessa rete ma doverosamente in un altro programma. Non ho dubbi che Grasso farà a pezzi Travaglio. E forse, dall’indomani, qualcuno rinuncerà a guardare Servizio Pubblico. Passin passetto, qualcosa comunque accade e accadrà. Per ora, contentiamoci.
    Buona giornata a tutti
    David

  10. Caro Compagno David

    “sembra non esserci niente sotto il sole”

    Appunto, sembra, in effetti sotto il sole e sotto gli occhi di tutti c’è la “miseria mentale del comico e della sua truppa di sordomuti”.

    Proprio uno spettacolo che, da quando memoria mi supporta, non avevo mai visto e sentito se non in quello splendore di Commedia Greca di Aristofane “Lisistrata”.

    Solo oggi ho preso visione di cosa è successo ieri sera con il solito “cacasenno” impalatore di chi non lo vede nemmeno di striscio.

    Ma a quanto pare questa volta ha preso la zoccolata sui denti che ci voleva.

    Formigli ha battuto sul tempo tutti e lunedì sera mi metterò comoda ad ascoltare la versione di Grasso, la conosco a causa delle “lamentele” prive di fondamento di Caselli, altro soggetto con la mente al potere destrorso con la tessera a sinistra.

    Si, come te sono sicura che Grasso sfascerà “cacasenno”, ma quest’ultimo, letta da poco, pretende che il confronto avvenga sul suo terreno e non “dall’odiato Formigli”.

    Non guardo dis-servizio pubblico dalla puntata antecedente all’ospitata dal caimano, una cosa è certa Compagno David…questa pseudo categoria di imbrattacarte e conduttori, stanno sotterrando Pulitzer.

    Subiscono insulti quotidiani dal comico e dai suoi e continuano a corrergli dietro…

    Hasta Compagno ;-))

  11. cari tutti,

    considerazione di pancia:
    la puntata di Servizio Pubblico con ospite Berlusconi è stato il mio breve intervallo fra il niente di prima ed il niente per sempre di dopo. Dopo quella sputtanata inguardabile, la voce di Santoro e la sponda di Travaglio mi sono insopportabili.

    Ciao a tutti. robi

  12. Caro Zac e cari tutti,
    il vecchio Bersani ci prova. A fare un governo come? Un governo della televisione onesta, ammesso che esista. La Gabanelli è l’unica faccia ancora pulita fra quelle rimaste dentro l’orribile scatolone. Mossa geniale per mettere spalle al muro i grillini? Definitivo addio a qualunque forma di politica in Italia? Che ne pensate?
    Buon fine settimana
    David

  13. Caro Zac e cari tutti,
    domani torno in Tunisia e mi porto appresso il condominio come sempre. Volevo segnalarvi il video della falsa Femen che ha manifestato nuda al comizio di Berlusconi. È il video più visto della giornata su Repubblica e sugli altri siti. È chiaramente un falso, ma nessuno se n’è accorto. Il “giornalista” di Repubblica, un deficiente, arriva persino a dire che la ragazza è del movimento “Pro Vita” quando invece sostiene l’esatto contrario, cioè la liberalizzazione dell’uso delle staminali. Comunque, è pacchianamente falsa. Immobile, truccata, tette finte, viene circondata da tranquilli, tolleranti, civilissimi manifestanti. Non ce l’ha con Berlusconi, non tenta di salire sul palco, non si capisce che cazzo ci stia a fare. Anche i poliziotti, che abbiamo visto malmenare le Femen quando Berlusconi andò a votare, questa la trattano con i guanti, e la coprono col tricolore offerto da un manifestante.
    Berlusconi ha dato ad ogni manifestante il pranzo e 10 euro. A lei ne avrà dati mille, e forse anche un supplemento serale. Questo video vale migliaia di voti in un momento di somma confusione come quello che stiamo vivendo.
    È un genio lui, o siamo dei mentecatti noi, che andiamo in giro a smacchiare giaguari? Il dilemma è sempre questo. Ma ci vuole coraggio a chiamarlo dilemma, dopo più di vent’anni di berlusconismo.
    Buona domenica
    David

  14. Buon viaggio Compagno David.

    Ho appena letto una serie di nomi che si rifanno al tuo penultimo intervento, la Gabanelli e altri nomi non censurabili.

    Non scordiamo che Zingaretti ha chiamato la Camilla Ravera a Roma e lei ha accettato, si occuperà di Cultura.

    Sulla femen dell’adunata a pagamento…perchè non parlano della ragazzina Tunisina svanita nel nulla dallo scorso sabato dopo una manifestazione collettiva?

    Lui è il solito venditore porta a porta, ma i conduttori televisivi e i giornalisti della carta stampata hanno perso il lume della ragione.

    Ti rammento che domani sera da Formigli ci sarà Grasso, non ci sarà “cacasenno travaglio”, ma credo non sia un danno, avrebbe tirato fuori “la vittima Caselli”, ma non avrebbe tirato fuori le “vittime di Caselli, partendo da Lombardini” e non avrebbe tirato fuori i 21 ragazzi fatti arrestare dalla “vittima” meno di un anno fa spacciandoli per “pericolosi sovversivi”.

    La storia del nostro Paese scritta in perfetta malafede.

    Hasta Compagno e torna in fretta ;-))

  15. Caro David,
    grazie della decodifica della Femen e del listino paga degli sbandieratori, Stamattina, dopo il primo servizio in TV sulla manifestazione, la pressione mi è andata alle stelle e sono ricorso immediatamente a postare il mio sdegno sul Blog.
    Non è necessario essere un genio per catturare la pochezza intellettuale e la dignità degli italiani, bastano vergognose promesse da quattro soldi ed il gioco funziona ancora.
    Il dilemma secondo me è questo: stiamo consegnando anche ai giovani il testimone di questa squallida staffetta ventennale o possiamo sperare (per il loro futuro) che l’eliminazione naturale della nostra e della precedente generazione cancelli tutto lo schifo che abbiamo accumulato nel Paese?
    Felice per te per il soggiorno che farai in una Nazione seria.
    Buona Tunisia. robi

  16. Cara Tina,
    che bel lapsus! Stavi parlando di Camilla Ravera e non di Lidia. C’è tutto un mondo in questo lapsus, ed è un mondo in cui mi riconosco pienamente. Camilla era la più esplosiva, insieme a Carla Capponi, fra i grandi vecchietti della mia infanzia.
    Niente da dire sulla Gabanelli (malgrado la TV) e sugli altri nomi. Spero servano quantomeno a dimostrare l’inquietante malafede di Grillo prima di tornare alla conta.
    La ragazza tunisina pare sia stata messa al sicuro dai genitori e non strangolata e gettata in un fosso dai salafiti. Appena trovo conferme certe ti faccio sapere.
    Grasso da solo non farà una grande audience. Ma chi se ne. Scommetto però che Travaglio (non trovi che somigli a Sir Biss, il serpente consigliere di Re Artù nel Robin Hood della Disney?) prenderà le sue parole, le toglierà dal contesto, e ne farà uno spezzatino da commentare nella prossima puntata di “Servizio Pubblico”?
    Comunque vada, Travaglio non lo vedrò.
    Caro Robi,
    gli sbandieratori berlusconiani da 10 euro ho avuto modo di incontrarli dopo il tramonto mentre tornavano imbriachi ai loro pullman cantando le osterie. Tutti vecchi decrepiti. Sembrava la notte dei morti viventi. Quando parli dell’eliminazione naturale della nostra e della precedente generazione mi tocchi nell’anima e mi viene voglia di prenderti la mano per andarci a buttare insieme dalla rupe più alta. Poi, sul ciglio del burrone, mi viene da dirti: “A’ Robe’? Ma staremo a fa’ la cosa giusta? Nun sarà che je famo n’artro favore a tutti ‘sti vecchi fascisti che hanno riempito le Camere, le strade e le televisioni? Possibile che dopo essece chiusi dentro casa perché se vergognamo de loro, mentre loro nun se so’ vergognati mai, mo’ s’annamo pure a suicida’?”
    Ti ricordi quella campagna “adotta un anziano”? Io ne farei una alla rovescia. “Adotta un giovane!” Raccontiamogli qualcosa a questi giovani. A quelli che ho in casa, gli ho fatto due palle come due caciocavalli. Ma so che quando morirò si ricorderanno tutto, e metteranno tutto in pratica. Lavoro anche fuori. Ma continuo a incrementare, qui e in Tunisia.
    Caro Zac,
    perdona se faccio il portinaio supplente. Non vediamo l’ora che torni.
    Un abbraccio a tutti
    David

  17. C’hai ragione David…lapsus stratosferico, Lidia e non Camilla, ma che ci vuoi fare, una certa sinistra per me è il sangue nelle vene … una continuità che non sono riuscita a trasmettere a mio figlio, ma che sto inculcando in mia nipote, sappi che sono 29 anni che “adotto i giovani” attraverso l’associazione sportiva, ovvio che non tutti seguono, ma siamo in quattro a raccontare e siamo dotati di “buone tonsille” e fatti reali, ora stiamo raccontando la “vittima Caselli” e visto che molti di loro erano con noi a marciare…;-))

    Alla prossima David, sperando che Zac non ci dia lo sfratto esecutivo e immediato ;-))

  18. Cara Tina,
    la Femen tunisina, Amina, sta bene. Come ti avevo detto, è sotto la protezione della sua famiglia. E lunedì prossimo si appresta a tornare a scuola. Senza paura.
    Potrei riempirvi di post su ciò che accade in Tunisia. Ne succedono tante tutti i giorni. Ma più passano i giorni, più il popolo tunisino sembra un solo individuo. I tunisini sanno aspettare e stanno aspettando. Il governo degli islamisti e’ sempre più precario, sempre più assediato dall’opinione pubblica. Per darti un’idea, all’ultima manifestazione di Ennahdha, domenica, il comizio si è trasformato in una tavola rotonda poiché, compresi gli oratori e gli organizzatori, c’erano in totale 30 persone.
    Oggi pomeriggio al Social Forum sono apparsi i salafiti urlanti e minaccianti. Sono stati presi a calci nel culo dai partecipanti.
    Qui regna un serio e drammatico ottimismo. Da noi, dopo che i grillini hanno definito una porcata di Stato il fatto che la Pubblica Amministrazione, che dovrebbe essere di tutti noi, riceva una boccata di ossigeno, e dopo che il peggior ministro degli Esteri della storia repubblicana ha dato le dimissioni rivendicando la figura ignobile che ci ha fatto fare agli occhi di tutto il mondo, non ho più la forza di fare commenti.
    Buona serata
    David

  19. Carissimi, vi ringrazio della discussione che e’ nata durante la mia latitanza, tornare qui e leggervi e’ cio’ che piu’ mi aggrada, vi voglio bene.

    grazie ancora,
    vs. Zac

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: