Il Blog

Buonasera.

In La Tunisia di David, e altro ancora. on aprile 2, 2013 at 1:22 pm

Vi sento senza parole e dio solo sa se vi capisco.
Ieri sera, quel papa che si affaccia e dice “buonasera” come lo avrebbe detto Don Milani, ha detto buonanotte a tutti noi, alle storie delle nostre vite e delle nostre lotte.
Che il punto più basso della storia della politica italiana abbia finito per coincidere con il punto più alto della storia del Vaticano è l’ultima, la più atroce delle beffe.
Non so cosa prova un credente.

Provo a dirvi cosa provo io.

Provo una profonda emozione per una casta politica al di sopra di tutte le alte che viene sbranata dall’opinione pubblica, accetta di salire sul Calvario sanguinando a piedi nudi, stacca Cristo dalla croce e lo riporta tra la gente.

Provo un’ammirazione sconfinata per un piccolo, timido, involontario impostore con le scarpe di Prada che vive il suo papato come una prigione e decide di uscirne buttando giù tutta la prigione e spalancando le porte di una nuova era che tutti, inconsapevolmente, stiamo già vivendo.

Mi chiedo: ci si può iscrivere, da atei, al partito di cui è segretario Francesco Primo?
E non penso a San Francesco d’Assisi, con tutto il rispetto.
Penso al più grande mecenate della storia dell’arte, fra i tanti omonimi quello che prediligo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: