Il Blog

Due belle storie, da laggiu’.

In Politica on ottobre 1, 2013 at 9:10 am

Bella storia nr 1.

 

Laggiu’, nel cono sud del mondo, viveva un vecchio, di nome Salinas.

Passo’ tutta la vita accanto al suo hobby, sterminare persone.

Fra le sue ignobili grinfie passo’ anche il compagno Luis Sepulveda, e pure la sua splendida moglie.

Gli piaceva uccidere esseri umani, come alle persone normali piace viaggiare, d’altronde, era il suo hobby.

Giusto per non farsi mancare nulla si era fatto mettere a capo della polizia segreta di quell’altro boia, il trapassato pinochet.

Un giorno lo arrestarono, e lo misero in un carcere che tutta la stampa sudamericana definiva “a cinque stelle” (stelle michelin, non stelle grilline), con ogni sorta di optional, jacuzzi e troiame compresi.

Il vecchio Salinas si e’ sparato, o gli hanno sparato, poco importa, lo schifoso e’ morto.

Si racconta che il totale del suo hobby fu stimato in circa diecimila vittime.

Io in cinque anni di golf ho tirato circa ventimila palline, ti ho battuto, vecchio stronzo.

Una ti ti si deve essere infilata su per il culo, ieri, nel meriggio.

C’e’ hobby e hobby.

 

Bella storia nr2.

Premessa: ringrazio la compagna Silvia per avermi informato, mi era sfuggita.

 

Laggiu’, nell’Africa nera, v’e’ una terra chiamata Katanga, la terra di Cecile Kienge.

Laggiu’ non conoscono bene bene l’orsocalderoli, ma hanno saputo che l’orside ha dato dell’orango a una di loro.

Allora la sacerdotessa ha riunito i fedeli, ha tirato fuori una foto dell’orso, e ha chiesto alle divinita’ di fare uscire gli spiriti maligni dall’interno di tale sconosciuto.

Alcuni catatonici hanno protestato lassu’, in Italia, ma non e’ una storia interessante, questa.

I congolesi del Katanga credono che si possa ripulire l’animo dalle cose cattive, che tutti in teoria sarebbero buoni, gentili e altruisti, una volta “depurati”.

Cosi’ succede che un fedele chieda alla sacerdotessa il perche’ di cotanta roseita’ facciale nell’effige dell’orso, domanda alla quale risponde l’infedele Zac, che per fortuna c’e’ sempre un infedele:

“Sara’ un porco che crede di essere orso”

E tutti si rimettono a pregare, a danzare in tondo, a produrre suoni con dei pali che l’orside saprebbe bene dove infilarsi, con successivo piacere.

E’ la loro credenza, un mondo che tenda alla perfezione, all’armonia con la natura, all’uguaglianza fra porci e orsi.

Su quest’ultima concordo’ anche l’infedele.

“E’ possibile”

Concluse.

 

  1. Mai giocato a golf… deve esser interessante però… 🙂 anche da fotografare… ti sento incazzato Zac… si potrebbe avere l’occasione di cambiare…la sapranno cogliere? Il golf li aiuterebbe, almeno a concentrarsi….

  2. hai mai visto la figlia del ministro Kyenge? è molto carina, il padre è italiano, dimostra che dalle unioni miste nasce spesso la bellezza, ma forse un caso solo non basta, lo capisco, allora prendete il caso opposto, uno che si vanta d’essere figlio della razza pura, un Matteo Salvini per esempio… ecco… ancora non siete convinti? 🙂

  3. Bravo Barabba!
    ti affiderei la comunicazione del PD!
    David

  4. Ehm..!
    Di quelle 20.000 palline, qualcuna è mai entrata in buca?
    (Ghigno mefistofelico di magocamillo)
    😉

  5. Diecimila persone??? Oh mamma mia. Non so neanche quante sono.

    Scusa Zac se non commento da un po’ di tempo, ma ultimamente mi sento piuttosto disgustata dalla politica. Non che prima facessi i salti di gioia eh, però dopo l’estate sono molto più demoralizzata/delusa/incazzata. Spero che passi, tutto qui!

    Buonanotte.

  6. Caro Zac,
    non so come finirà la nostra scommessa, non credo ci appassioni più, e devo dire che provo esattamente ciò che prova Elisa.
    Comunque vada a finire, domani sarà un’altra giornata nera per l’Italia. L’idea che l’assurdo governo Letta resti a galla grazie a Quagliariello, Alfano, Cicchitto e Giovanardi fa orrore almeno quanto il tradimento dei 101 che hanno affossato Prodi.
    In questo orrore il vecchio principe delle tenebre sembrerà ancora più vittima e sarà tutt’altro che morto. Tanti, durante il suo esilio, ne invocheranno la resurrezione. Anche perché il governo Letta, oltre a portare a termine la grande Svendita Italia e a somministrarci un’altra valanga di gabelle ordinate dalla Merkel, NON FARA’ MAI UNA NUOVA LEGGE ELETTORALE. Forse vi sarete accorti che, a parte SEL, questa legge non la VUOLE NESSUNO.
    Nelle ultime 24 ore ho sentito in TV un tifo da stadio per Cicchitto, Alfano, Giovanardi. Siamo messi così. Ci meritiamo fino in fondo tutto quello che è successo in questo paese.
    A domani
    Buonanotte
    David

  7. caro Zac,
    devo ammetterlo, quando voglio leggere nel dettaglio tutto quello che penso disordinatamente devo venire nel Condominio. Stamattina ho avuto la conferma che mi sono beccato il virus “Grieco”…
    Vi amo. robi

  8. Cara Lory, piu’ che incazzato mi sento agguerrito, diciamo da trenta’aani a questa parte, tutti i giorni.

    Hasta
    Zac

  9. Certo, Maestro, l’ho vista, un sorriso che vale un’intera vita, e concordo con David, responsabile comunicazione pd!!!

    Hasta
    Zac

  10. Tuute, caro Mago, Tutte, ogni pallina tirata prima o poi finisce in buca, sempre.

    Hasta
    Zac

  11. Cara Elisa, intanto non sei scusata, dato che qui non vige l’obbligo al commento, tuttalpiu’ vige l’obbligo di lettura.

    In piu’, data la tua eta’, ti e’ permesso essere disgustata/delusa/incazzata/demoralizzata ma non ti e’ concesso evitare di combattere quotidianamente contro questi quattro stati d’animo.

    Hasta
    Zac

  12. Caro David, provi esattamente quello che prova Elisa, ma non me la sento di rispondere a te come ho risposto a lei, tu hai visto troppa acqua passare sotto ai ponti, e quindi ti e’ concesso di sentirti cosi’, e nel medesimo istante anche di fottertene.

    Tanto lo so’ che non sara’ mai cosi’, chi nasce e vive con la passione per le cose giuste, non si arrendera’ mai.

    Hasta
    zac

  13. Commento commuovente, caro Robi, non aggiungo altro.

    Hasta
    Zac

  14. Cari condomini,
    mi dispiace angustiarvi sempre con il mio pessimismo cosmico, ma mi pare venuta veramente l’ora di chiudere bottega e andarsene a meno che non si abbia la forza, l’intelligenza e la coerenza per creare un nuovo soggetto politico.
    Epifani canta vittoria. Letta è soddisfatto. Ma de che?! Berlusconi ha trionfato come mai prima d’ora, ha creato 3 o 4 rimbalzi in Borsa che gli avranno fatto guadagnare qualche miliardo e ora attende la decadenza da Salvatore della Patria. Si farà dieci mesi chiuso in casa e dalla sua comoda poltrona manderà definitivamente a picco il paese, mentre Letta dovrà tribolare inutilmente in quella vasca piena di piranhas che è il Parlamento italiano. Un Parlamento che arriverà fino a fine legislatura perché, Porcellum o non Porcellum, tutti questi, nessuno escluso non li voteranno più nemmeno i parenti più stretti.
    Ieri sera ho scoperto che hanno venduto persino l’isola di Budelli. Peccato. La volevo io. Manco tre milioni di euro. Era un affare. L’ha presa un neozelandese.
    Ci vogliamo mettere in lista, cari condomini, per la casa che Scajola sta vendendo a sua insaputa? Vista sul Colosseo, mica su Montecitorio.
    Vi auguro, a prescindere, una buona serata.
    David
    PS: fino a 5 minuti prima del voto di Berlusconi Repubblica dava per morto il Caimano e sosteneva che alla riunione del PDL tutti, nessuno escluso, avevano votato per la fiducia. In un giornale normale, in un paese normale, tutti questi giornalisti, nessuno escluso, andrebbero a vendere i gelati allo stadio.

  15. ERRATA CORRIGE
    Nel PS ho scritto fiducia ma intendevo sfiducia. Ho imparato da Berlusconi. Meglio tardi che mai.
    D

  16. Dopo variegati ragionamenti, caro David, sono in accordo con te e Barabba, volevano speculare in borsa, obbittivo raggiunto.

    Pero’ penso anche che la sconfitta politica del nano sia evidente, ed e’ sufficente visitare qualche sito dei pidiellini per capirlo, caterve di commenti che oscillano fra la delusione, la rabbia, l’incredulita’, perche’ il cuore pulsante dei loro elettori (ammesso che ne abbiano uno) non vede l’ora di mandare a casa Letta, che poi e’ il mio stesso pensiero.

    Stavolta il nano ha compiuto un errore madornale, altro che colpo di teatro, non si e’ reso conto che il 90% del proprio elettorato l’ha votato per due decenni proprio perche’ ficcasse i progressisti in un angolo, io conosco personalmente centinaia di persone viagrine che avrebbero venduto un polmone piuttosto di fare le cosiddette larghe intese, sul territorio sono di gran lunga la maggioranza.

    Solo che, complici la demenza senile e gli affari borsistici, il nano ha creduto che l’idea degli elettori che egli si ostina a chiamare “moderati” fosse sovrapponibile a quella di Lupi, Giovanardi, Formigoni, che invece e’ l’idea che si son fatti alla CEI allo IOR e all’OPUS DEI.

    La stragrande maggioranza dei votanti viagrini sono distantissimi dal poter essere chiamati “moderati”, e ieri l’hanno preso in culo dal finto “moderato” per eccellenza.

    D’altro canto, sara’ sufficente assistere alle scomposte reazioni di queste pecorelle un minuto dopo il voto in giunta per la decadenza.

    Ah, calo un velo pietoso su quel “grande” uscito dalla cloaca del Letta, in diretta nazionale.

    Hasta
    Zac

  17. Caro Zac,
    gli elettori di Berlusconi non hanno la più pallida idea di ciò che passa per la testa a Berlusconi e non ce l’hanno mai avuta. A loro piace così. A loro piace essere stupiti dalle mosse del Caimano, e del resto è comprensibile. Berlusconi ha una potenza drammaturgica straordinaria. Grazie a questa, ha reso interessante una realtà, quella italiana, che è da più di vent’anni inerte, putrida, intollerabile.
    Riguardavo ieri notte le immagini della giornata parlamentare. A parte quel “grande!” pronunciato in quel modo da Letta come un perfetto comprimario finto stupido di un film di Totò (eppure, anche i calciatori più analfabeti hanno capito di essere sempre inquadrati e si coprono la bocca, ma il boy scout stupido davvero sembra non averlo ancora afferrato), sono rimasto estasiato dal broncio di Berlusconi, dalla sua aria afflitta, dalle mani che gli coprivano il volto, da quell’atmosfera da tragedia greca che lui stesso ha diretto e interpretato in modo, lo riconosco, magistrale.
    La cosa sconcertante è che stavolta ci sono cascati tutti. Non tanto noi, Repubblica e tutto il popolo italiano di destra o di sinistra. A questo siamo abituati da tempo. No, stavolta ci sono cascati anche tutti i giornali stranieri che da più di vent’anni si interrogano senza risposte sul “fenomeno Berlusconi” ed evidentemente non vedono l’ora di archiviarlo perché non riescono a capirlo.
    Sta di fatto che secondo me Berlusconi ha affrontato questo passaggio così difficile con una abilità veramente diabolica. Ora il governo Letta non è più appeso a lui ma ai suoi finti dissidenti e a lui non si potrà più rimproverare nulla, perché lui è “finito”, “sconfitto”, “arreso”. Berlusconi, non più parlamentare, potrà finalmente manovrarlo a suo piacimento fino a febbraio o marzo del 2015, quando andremo a votare sulle macerie del paese, del PD e persino di Grillo, e Berlusconi sarà di nuovo l’Uomo della Provvidenza per un’Italia povera, autarchica e colonizzata da tutti come lui l’ha sempre desiderata.
    Il progetto a me pare chiarissimo e coerente. Poi, qualcuno potrà obiettare: “Minchia, ma ha appena compiuto 77 anni, possibile che non muore mai questo?!”.
    Chissà. Sta di fatto che lui aveva pianificato tempo fa di vivere circa 120 anni, quindi deve essere convinto di avere anche ancora tanta strada davanti a se’. Speriamo che almeno su questo abbia fatto male i conti.
    Buona giornata
    David

  18. mi ripeto, ma quando leggo che David, con la sua preparazione culturale e politica, esprime gli stessi pensieri che frullano nella mia mente pessimista, autolesionista e “maliziosista”, mi sento meglio.

    Ciao a tutti. robi

  19. Ciao a tutto il condominio,
    che direi rivedendo Letta che da la mano ad Alfano mi è sembrato di vedere due fratellini davanti all’albero di Natale felici di aver trovato il meccano… per non parlare del labiale pieno di sarcasmo (?) dicendo Grande all’omino triste sugli spalti… una labiale pieno di verità perché in fondo il Letta invidi a un po’ il Silvio e vorrebbe essere come lui, direi 50 cose diverse ogni 10 minuti e poi perdere cadere ma fare una doppia capriola per rimanere in piedi gridando ho vinto con l’potesi da non scartare dicendo pugno in caso di sconfitta.
    hasta Zac

  20. Caro Zac, dissento dalla tua ultima replica, in ordine d’intervento, e sono totalmente d’accordo con David qua sopra che ti/ci ricorda che “…gli elettori di Berlusconi non hanno la più pallida idea di ciò che passa per la testa a Berlusconi… a loro piace così…” Di più, come David sono convinto che da tutta questa storia, diabolicamente orchestrata e condotta fino alla fine da attore consumato qual’è (con tutto rispetto per gli attori veri), ne trarrà vantaggi a dir poco enormi. Non voglio apparire presuntuoso se affermo che subito dopo averlo ascoltato e dopo un attimo in cui ho rivissuto, come ad una moviola accellerata, gli avvenimenti degli ultimi mesi, ho fatto lo stesso sputato pensiero di David. Solo la “speculazione” finanziaria non ho considerato e, ora che ci penso, potrebbe essere realistica anche quella.

    Ciao Zac ed a tutto questo sempre più afflitto condominio. Caro David, chiediamo al capo condominio nonché portiere, di aprire una rubrica, magari nel fine settimana, del tipo “dove possiamo migrare per la disperazione”. Nella stessa, potremmo analizzare le varie opzioni che di volta in volta affronteremo, relativamente a paesi in cui potremmo trasferirci.

    Detto questo, caro Zac, quando tra qualche giorno sarà terminata la buriana dei commenti sui media da parte dei soliti noti e, magari, i media si azzarderanno ad intervistare qualcuno del “popolino”, sentiremo su B affermazioni del tipo “lo hanno tradito” oppure “è una vittima”. E sarà questo non solo perché l’elettore berlusconiano è quello che David ha ricordato “non si fa domande” ma perché B, secondo me, rappresenta fedelmente quello che è il “popolino” stesso: sbruffone, volgare, infedele, traditore, meschino, arrogante, superpo, falso e tant’altro ancora, di negativo ovviamente.

    E ti dirò di più: quel disgustoso spettacolo messo in scena da B, da onorevoli e senatori del centrodestra, della Lega e pure del M5S è lo specchio di quello che è il nostro Paese. Della maggioranza del nostro Paese. Se non fosse così quelli, dopo una farsa volgare e violenta come quella dell’altro giorno, sarebbero volati dalle finestre dei rispettivi palazzi, grazie alla folla inferocita per il disgusto.

    Io, più mi guardo attorno più vedo alienati ma non disgustati.

    B ha manovrato tutto, perfino il dissenso comincio a credere. Ha fatto lo stesso sporco gioco condotto all’epoca del Governo Monti: è rimasto silenzioso dietro le quinte mentre “i suoi” e quelli del centrosinistra avvallavano le più sporche manovre economiche sulla nostra pelle. Poi, quando ha deciso che era il momento, è tornato alla ribalta accusando Monti di sfasciare il Paese. Il centrosinistra ha replicato invocando la governabilità e l’emergenza economica e, lui, ha accusato pure loro e l’Unione europea. Ha “comandato” i suoi ed il governo Monti è caduto e si è andati a nuove elezioni. Non ha vinto per via del M5S e della Lega che non era nella coalizione, altrimenti sbancava! Comunque e nonostante tutto, 10 milioni di voti li ha presi!

    Domani sarà la mente di Forza Italia in versione Alba Dorata. Raccoglierà il peggio che c’è in giro per il Paese più quelli citati da David, i berlusconiani. L’angelino, probabilmente, guiderà i “diversamente berlusconiani”. In pratica, faranno patti elettorali con B e raccoglieranno l’elettorato di centrodestra più o meno moderato. Non escludo, peraltro, che qualche “traditore” torni, lautamente ricompensato, all’ovile. La Lega Nord è tornata a libro paga di B…. il centrosinistra come lo conosciamo oggi è totalmente sputtanato: cosa credi che accadrà alle prossime elezioni nazionali?

    Come ripetuto tante volte, da B ci salverà solo sorella morte.

    Però, ora mi rendo conto che neanche ho letto il tuo post… porcacciamiseria! Provvedo e torno.

  21. Cari condomini,
    qui non si tratta di essere ne’ troppo astuti ne’ troppo lungimiranti. Basta qualche grammo di buonsenso. Repubblica oggi continua a celebrare le esequie di Berlusconi. Ieri avevano titolato sulla vendetta di Berlusconi nei confronti di Alfano: “Ti farò fare la stessa fine di Fini”, gli avrebbe detto.
    E stamane cosa succede? Berlusconi e Alfano, nonostante l’emergenza Lampedusa (a proposito: Berlusconi porta veramente jella, ogni volta che si trova in un guaio sopraggiunge puntualmente una catastrofe umanitaria…) si chiudono in una stanza per ore. Non mi risulta che Berlusconi abbia fatto qualcosa di simile con Fini.
    Risultato: del famoso gruppo autonomo dei transfughi del PDL non si parla più, cancellato dall’agenda.
    Voglio spingermi più in la’, anche a costo di toppare. Secondo me, domani Berlusconi si dimetterà un attimo prima della decadenza ufficiale, lo farà per il bene della patria, e riscuoterà un applauso memorabile da tutto quel consesso di sporchi dementi, grillini compresi, per poi andarsene a casa e cominciare a decidere da casa, tra uno svago e l’altro, il destino del paese.
    Fossi in lui, io farei così.
    Buona serata
    David

  22. Caro Carlo,
    non chiedere a me dove possiamo migrare per la disperazione perché la risposta la conosci già e sai anche che l’anno prossimo, direi in primavera, faremo quella riunione di condominio in Tunisia alla quale non ho affatto rinunciato.
    Ma anche non considerando mete per così dire esotiche, un italiano oggi può ragionevolmente trasferirsi ovunque anche in Europa. Un carissimo amico di Zac ha chiuso un’agenzia di viaggi che non lo faceva più dormire la notte, si è trasferito a Londra dall’oggi al domani, ha preso la residenza, lavora come barista a 1000 euro al mese e finalmente riesce a dormire. Un mio ex cognato, ingegnere informatico con moglie e figli, se ne è andato a Strasburgo senza un progetto, ha trovato subito lavoro come aiuto cuoco in un ristorante italiano, guadagna 1800 euro al mese, la città gli paga il 30% dell’affitto (400 euro anziché 600) e i suoi due figli prendono 200 euro al mese a testa come contributo pubblico per i loro studi.
    L’Europa, il cosiddetto “Primo Mondo”, funziona così anche in tempi di crisi. Se non funzionasse così, del resto, non avrebbe alcun senso.
    L’Italia, anche in tempi di vacche grasse, non funziona così. Le infrastrutture, i servizi, la sensibilità verso i cittadini più disagiati da noi stanno sempre a zero. La nostra uscita dall’Europa sarà naturale, fisiologica, indolore. Quando gli americani, i russi, i cinesi, i neozelandesi avranno finito di comprare tutto quello che c’e’ da comprare diventeremo finalmente la patria dei bagnini, delle guide turistiche, dei venditori di souvenir, dei ristoratori. Ma il guaio è che questi mestieri li faranno, giustamente, gli extracomunitari. Perché già li stanno facendo, perché parlano qualche straccio di lingua, e perché almeno loro sono motivati.
    D’altra parte, a uno come Matteo Salvini (un nome a caso) che cazzo gli fai fare? Non è buono nemmeno a servire a tavola, farebbe scappare tutti i clienti.
    David

  23. Cari condomini,
    prima di andare a dormire, vi regalo un altro presentimento apocalittico. Ho appena ascoltato le parole di Berlusconi che domani diserterà il palcoscenico della sua decadenza. Si dice certo che la Corte Europea boccerà la condanna inflittagli nel processo sui diritti Mediaset. Elenca un vasto numero di contraddizioni nei vari procedimenti ai quali è stato sottoposto. Se quello che dice è riscontrabile solo al 20%, temo che la Corte Europea gli darà ragione e invaliderà l’ultimo procedimento e la relativa sentenza. Perché la Corte Europea non è che si mette a rifare i processi. Ne ravvisa le eventuali scorrettezze e li rispedisce al mittente.
    Avete idea di cosa succederebbe se si dovesse rifare il processo? E l’impatto che avrebbe una decisione del genere sugli altri processi?
    Perfidamente…vi auguro sogni d’oro.
    David

  24. Cari condomini,
    stanotte all’interno 3 fa un caldo infernale. Mi girano così tanto le palle che mi tocca inseguirle per tutta casa e ancora non riesco a riacciuffarle.
    Ho lasciato perdere Berlusconi perché non riuscivo a prendere sonno e mi sono dedicato a notizie più serie. Una donna con un bambino, in auto, ha forzato l’ingresso della Casa Bianca. Lei l’hanno abbattuta, il bambino è in ospedale. Vogliamo scommettere che questa donna era uno degli 800.000 dipendenti pubblici che hanno appena perso stipendio e lavoro?
    In un popolarissimo programma radiofonico statunitense, Glenn Beck ha appena detto: “Ricordatevi quello che vi ho detto tre settimane fa: i rivoluzionari marxisti dell’amministrazione Obama sono i responsabili di tutti questi licenziamenti. Il loro obiettivo è quello di infliggere dolore agli americani. Ogni rivoluzione marxista comunista finisce sempre con milioni di morti, senza eccezioni”.
    Disgustato, mi armo di coraggio e mi metto a guardare immagini e interviste relative alla strage di migranti a Lampedusa. Leggo che tre pescherecci si sono ben guardati dal soccorrere il barcone. Scopro che quando questo è avvenuto, in passato, i pescatori sono stati processati e condannati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina in base alla legge Bossi/Fini. Sento che un deputato leghista grida che la colpa è tutta della Boldrini e della Kyenge. Dice anche che bisogna fare gli accordi con i paesi di provenienza, come aveva fatto Maroni. A parte che quello di Maroni era soltanto un bluff (venne a Tunisi promettendo un contributo in denaro per pattugliare le coste, poi sparì), con chi dovremmo fare questi accordi? Con Assad?
    Poi vado vedere i post. E scopro che anche tra i lettori di Repubblica c’e’ chi si dice d’accordo con il leghista pur detestando la Lega. Ma c’e’ un commento, in particolare, che mi schianta, anche perché passa del tutto inosservato. Una donna che si firma con nome e cognome scrive: “Mettiamogli dei traghetti, come per la Sardegna. Ho sentito dire che pagano anche 2000 euro”.
    Mi spiegate, vi prego, come si fa a dirsi ancora italiani e a vivere ancora in questo paese?
    David

  25. David, se con questo volevi indurci a prendere una buona camomilla, bella forte direi, prima di andare a dormire, sappi che per quanto mi riguarda ci sei riuscito. In verità, prima m’ero fatto l’ultimo giro di rassegna stampa e le palle avevano cominciato a girare parecchio. Più o meno le stesse notizie che hai riassunto tu, compreso l’accorato appello di Obama ai repubblicani, avvertendo che rischiano il default per la prima volta in America. Mi sono chiesto se, per caso, qualche entità occulta stia spargendo un particolare virus in giro per il mondo che lo sta facendo impazzire. Poi, prima di spegnere il PC sono passato nel condominio e tu, oltre che confermare i motivi del mio giramento di palle, hai completato l’opera con quella domanda sul “come vivere ancora in questo Paese”. Ha una tazza di camomilla vicino al computer e non sto affatto scherzando. Finita quella vado a dormire.

    Una buona notte mi sembra già un buon auspicio… se poi qualcuno riesce anche a sognare, proverà domani a raccontarcelo.

  26. Scusa Carlo,
    veramente. Mi rendo conto che a volte esagero. Sembro Mafalda.
    Buonanotte
    David

  27. Scusa una sega, tu non esageri mai, e anche se cosi’ fosse, inserirei l’esagerazione come dogma in queste pagine.

    Troppo lunghe le risposte da dare ai commenti arrivati, cari ragazzi.
    Per rispondere scrivo un post.

    Hasta a tutti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: