Il Blog

Next destination, Tikrit.

In Politica on settembre 4, 2014 at 7:35 am

“Ha ragione Razzi, la Corea del nord e’ come la Svizzera”

firmato: Matteo Salvini, noto xenofobo.

 

Innanziatutto, anche solo la prima parte della frase e’ da lobotomizzati (Ha ragione Razzi…).

 

Sto imbelle, a sue spese dice, prende e va’ dal figlio del cotonato (quello che fa’ sbranare gli avversari dai suoi cani, per capirci) assieme al Razzi e a un cospicuo numero di imprenditori italiani, con l’aquolina in bocca perche’ se riuscissero a sfruttare la manodopera nordcoreana (10 euro mese di stipendio) potrebbero raddoppiare la lunghezza del loro yacht.

 

E aggiunge:

“Intanto premetto che ci siamo andati, tutti, pagandoci il viaggio. Insomma, invece di fare le vacanze in Sardegna le ho fatte in Corea del Nord”

“Perché mi interessava capire se c’è spazio per i nostri imprenditori, nell’agricoltura, nell’edilizia, nella cantieristica, ovunque. ”

Poi l’intervista prosegue cosi’; incredibile:

-Kim Jong-un l’avete visto?

«No. Però ho incontrato Pak Doo-Ik, che ci fece il famoso goal nel ’66. Personaggio fantastico. In Corea del Nord tutti i ragazzini fanno sport. E a me piacerebbe che anche a Milano i miei figli potessero giocare per strada».

 

-Beh, in Corea le macchine non ci sono.

«Nemmeno criminalità e prostituzione, se è per questo».

 

-Il gulag è un buon deterrente?

«Anch’io avevo un giudizio negativo prima di andar là. Adesso lo è meno. È importante vedere di persona».

 

-Anche lei come Razzi pensa che la Corea del Nord sia come la Svizzera?

«Per la pulizia, certamente: non c’è una cartaccia per terra. Ma io preferisco la libertà sempre e comunque».

 

-Futuri sviluppi delle relazioni?

«Con noi c’erano due talent scout di squadre di calcio che faranno venire in Italia una decina di ragazzini. E una delegazione nordcoreana arriverà entro metà settembre per continuare il dialogo. Nell’interesse del mondo».

 

-Addirittura!

«Credo che con una potenza nucleare sia meglio il dialogo dell’embargo».

 

-Com’è viaggiare con Razzi?

«Non lo conoscevo, ma è simpatico. Anche se politicamente siamo lontani: io non ho mai cambiato partito».

 

-Comunque ci volevano i nordcoreani per farla mettere in giacca e cravatta. Il web ribolle di ironie per il color «caffelatte», diciamo così, del suo completo.

«Un vestito sobrio ed elegante. Indossato in segno di rispetto per gli ospiti».

 

-Sia sincero: in Corea del Nord ci vivrebbe?

«Per carità. Io sono nato, vivo e morirò a Milano. Però lì ho fatto un’esperienza che consiglio a tutti i suoi lettori».

 

-Quale?

«Cinque giorni senza telefonino, senza Internet, senza Facebook, senza Twitter. In pratica, il paradiso”.

 

-Cosa pensa di Razzi?

“Persona spumeggiante, piena di iniziativa. In Corea è un’autorità”

 

Fine delle scempiaggini.

 

Potrebbe anche essere la fine del post, senonche’ non resisto alla tentazione di produrmi in un piccolo ed educato pensiero:

Che il Salvini schiatti all’ombra della madunina mi interessa relativamente, e’ sufficente che si realizzi la seconda parte, il dove non e’ primario.

Che mi venga a parlare di assenza di prostituzione e’ un controsenso immane: ma come? centinaia di dirigenti leghisti (Bossi era molto piu’ puttaniere del nano prima del colpo che gli assesto’ la Corna), Tosi in testa, frequentano Escort e Trans in ogni dove, i maggiori fruenti del sesso a pagamento nel nord italia sono i leghisti (che con tutto il rispetto sono anche comprensibili, avete mai visto una figa chiavabile a Pontida?), e il Salvini, all’improvviso, diventa casto?

E poi c’e’ la delegazione di “imprenditori”:

una tale titolare di un’agenzia di viaggi a mezzocorona(tn)

un tale, neo presidente della camera di commercio di Trento

un altro tale che si occupa di mele.

 

Per ultimo, che noi non ci facciamo mai mancare nulla, nella delegazione v’erano altri cinque parlamentari (a loro spese, dicono), che e’ meglio dare le prime pagine a Salvini e non citare gli altri, vero Repubblica?

On. Melilla SEL

On. Sannicandro SEL

On. Borghesi Lega

On. Venittelli PD

On. Castaldi M5S

 

Purtroppo, sono tornati tutti.

 

 

 

 

 

 

 

  1. Dai, su che ha ragione il Salvini! La Corea del nord è come la Svizzera mentre nella Corea del sud ci vivono i terroni.

    Ciao Zac e buona serata a tutto il condominio.

    Ho letto la tua replica nel precedente post, a proposito di Tavecchio. Ti abbraccio commosso!!! Ho l’impressione che questa estate tu sia stato lontano da tanti blog per troppo tempo perché, ti assicuro, di “calamari gigantii” ne avresti letti parecchi!!! Ve l’ho detto o no che in tua assenza sono stato costretto a girovagare per altri blog, leggendo cose che accapponavano la pelle? Si, ve l’ho detto!!

    Credo che anche David abbia avuto le mie stesse sensazioni, non saprei da dove provengano e sulla base di quali esperienze, perché quel suo affermare che “…c’e’ gente che abdica alla propria intelligenza e fa ancora finta di credere al PD, a Renzi, alle sue minestre e alle sue ministre….” è anche un mio pensiero ricorrente! Ovviamente, suffragato dai fatti. O meglio, da quello che ho letto!

    Va beh… dove starà il resto del condominio? Un saluto a tutti ed alla prossima!

  2. Caro Zac,
    bentornato di cuore innanzitutto a te. Non leggevo un tuo post così da tempo. Sono qui che ruzzolo in terra per le risate. Ma purtroppo è tutto vero.
    Mi dispiace sinceramente per Spera. L’abbiamo coperta di insulti, l’unico gentiluomo è stato Carlo, ma continuiamo tutti a volerle bene, molto bene.
    Il fatto, Spera, è che non c’e’ più spazio per l’ingenuità. L’umanità intera, prevalentemente in buona fede, sta prendendo abbagli che rischiano seriamente di portarci rapidamente alla fine della specie. E tutto questo soprattutto grazie a Internet. Abbiamo creato una tecnologia di cui non siamo padroni e abbiamo lasciato campo libero a nuovi padroni del mondo al cui confronto Hitler sembra solo un povero mentecatto. D’altra parte, siamo ormai una decina di miliardi. E’ chiaro che nei progetti dei nuovi padroni almeno nove miliardi devono sparire o diventare schiavi al cui confronto quelli dell’antica Roma sembreranno dei figli di papa’.
    Detto questo, anche il nostro condominio esiste grazie a Internet. Come tanti, tanti come noi, cerchiamo di fare un uso positiva di questa infida tecnologia nella speranza che un giorno quest’uso prevalga sull’uso nazista purtroppo dominante. Per far sì che questo possa accadere dobbiamo appunto, come del resto tu stessa dici, pensare e ripensare, verificare e riverificare le cose che diciamo. Del resto, qui dentro non siamo ne’ ragazzi ne’ sprovveduti, quindi dovremmo poter aiutare tanti sprovveduti e tanti ragazzi a distinguere nella bolgia delle mistificazioni.
    Tu Spera a un certo punto sei diventata entusiasta del nuovo corso del PD, cioè di Renzi, forse accecata dal fatto che, mi pare, una tua nipote si è presentata ed è stata eletta. Ieri però ho dato un’occhiata al tuo blog e vi ho trovato disperazione allo stato puro. Poi, eri talmente disperata che hai cercato rifugio in Tavecchio, a dimostrazione della tua ingenuità e della tua onestà.
    Vorrei dirti che siamo tutti disperati quanto te e usiamo questo condominio per sentirci meno soli e per scambiarci opinioni. Per forza di cose, le nostre opinioni sono funeste perché ci hanno rubato tutto. Ma siamo tanti, tantissimi, e dovremo prima o poi riuscire a ripartire con un progetto degno della nostra educazione, della nostra etica, della nostra vita. Attualmente, neanche un democristiano decente di una volta potrebbe pensare di ripartire dal PD e nemmeno da SEL. Dovremo per forza abbandonare ogni nostalgia e cercare altri obiettivi. Ho letto l’altro giorno che ormai l’energia rinnovabile ha raggiunto, nel mondo, la copertura del 25 per cento del totale. È una notizia straordinaria, alla quale non a caso è stato dato infimo risalto. Il giorno non lontano in cui questi dati verranno invertiti e sarà il petrolio a rappresentare il 25 per cento del fabbisogno mondiale molte guerre si spegneranno e il pianeta stremato che abitiamo potrà ricominciare a respirare. Al momento, correggetemi se sbaglio, mi pare l’unica cosa per cui valga la pena di impegnarsi veramente. Ma resto aperto ai suggerimenti.
    Buonanotte a tutti
    David
    (l’ho scritto con l’IPad e ora diventerò Anonimo del Ventunesimo Secolo, porca zozza!)

  3. Ahahahah!! Mitico Carlo, ti giuro che non mi era sovvenuto il paragone in salsa leghista fra le due Coree. Micidiale.
    Grazie
    Zac

  4. Caro David, lo so’ che c’entra come i cavoli a merenda, ma ieri mi sono sforzato di ascoltare le interviste rilasciate da Ferrara a Venezia, nella speranza di conoscere (come il regista aveva promesso di dire) l’assassino di Pierpaolo.

    Nulla.

    Neppure un accenno.

    E mi son perso pure tre o quattro punti di Italia Belgio di Volley…

    Hai qualcosa da aggiungere?

    Hasta
    Zac

  5. Caro Zac,
    a Ferrara non interessava cercava di capire chi ha ucciso Pasolini. Nel finale del suo film, Pasolini si sta inchiappettando Pelosi contro dei faraglioni sulla spiaggia in piena notte, lo vedono tre ragazzotti che casualmente passavano di lì a quell’ora, si scandalizzano e lo riempiono di botte. Pelosi decide di scappare saltando sulla sua macchina e nella fuga passa inavvertitamente sul corpo di Pasolini.
    Il film di Ferrara è uno dei film più brutti, più sconci e più indegni che mai si siano visti su uno schermo cinematografico. Io sapevo questo ben prima che lo facesse e mi sono rifiutato di aiutarlo. Ora, a Venezia, hanno avuto modo di accorgersene tutti. Fine.
    Io ho davanti a me ancora 4 mesi di lavoro. Non ho altro per la testa, a parte vivere e lottare con la mia compagna, mandare avanti i figli, e cercare di capire dove sta andando il mondo in quest’epoca così buia. Di Ferrara non me ne può fregare di meno. Prima provavo indignazione. Ora che il suo immondo film è stato visto, fortunatamente non provo più niente in proposito.
    Ti abbraccio
    David
    ( o meglio Anonimo del Ventunesimo Secolo, Interno 3, perché ho di nuovo sbagliato aggeggio!)

  6. Ciao Zac, ciao David e buona serata a tutto il condominio.

    Anche io, dalle rassegna stampa di questa mattina, ho appreso del flop del film di Ferrara su Pasolini, alla presentazione a Venezia e, francamente, non capisco. Ovviamente bisognerà vedere il film direttamente per formulare una critica consapevole quindi, per ora, mi affido alla critica ufficiale e “accreditata” ed a quello che riportano i giornali.

    Dicevo che non capisco: ha stimolato delle aspettative nei confronti del suo film, preannunciando rivelazioni clamorose, parlando di intrecci misteriosi e morti altrettanto misteriose, addirittura rivelazioni sul filo conduttore che lega la morte di Enrico Mattei, se non ricordo male Mauro De Mauro e Pasolini, ripete che lui sa il nome di chi lo ha ucciso e poi… questo è il risultato?

    Caro David grazie per il gentiluomo! Devi sapere, tuttavia, che mi sono confrontato a lungo, questa estate, con la nostra cara Spera (ed un’altra blogger che non conosci), anche con decisione e durezza e per gli stessi motivi suscitati dal suo ultimo commento. Certo, non ho la stessa confidenza che ha Zac con la stessa e, quindi, credo di aver usato sempre una forma critica, diciamo misurata.

    Però, di perplessità me ne ha suscitate, purtroppo, tante. Anche perché, pur non conoscendola da tanto tempo, l’ho sempre letta con interesse ed ho sempre valutato le sue riflessioni positivamente, condividendo quanto affermava.

    Ultimamente, invece, proprio non ci capiamo. Per dire, anche io difendo Sinistra Ecologia e Libertà ma come contenuto di un’ideologia. Pero oggi, non mi sognerei mai di difendere l’incomprensibile e sempre più equivoco Vendola come, per quanto riguarda il Pd, ho affermato chiaramente che il nostro Pippo Civati comincia a suscitare in me parecchi malumori con il suo altalenare da una critica all’altra… ma sempre lì sta!

    Ecco perché, come te, dico che va bene se il Pd è il partito in cui lei crede e confida perché rispecchia la sua ideologia ma non riesco a capire la difesa di un’indifendibile come Renzi il quale, piano piano, sta rivelando la sua vera ed infida natura.

    Per dire l’ultima: a fronte del paventato sciopero generale del pubblico impiego, compresi i poliziotti, ha affermato che lo sciopero non è la rivendicazione di qualcosa, ma “è un ricatto”.

    Roba che un politico di un paese civile e democratico dovrebbe vergognarsi di affermare, anche se abbonda sulle labbra di questi rampolli di terza o quarta generazione italiana.

    Ma dopo ha affermato anche di peggio, dimostrando come considera il lavoro sto individuo che non ha mai lavorato veramente. Ha detto che “lo sciopero dei dipendenti del pubblico impiego è ingiusto nei confronti di tanti disoccupati”.

    Ragionamento da politico della repubblica delle banane, da terzo mondo. Ci rendiamo conto? Questo ci sta dicendo che dobbiamo accettare un salario da fame, grazie allo spettro perenne della disoccupazione! Questo giovanotto arrogante, ci sta dicendo che il lavoro non è più un diritto e nemmeno un’attività che deve essere giustamente retribuita. E’ una concessione, una regalia che viene dall’alto e qualunque cosa contenga la dobbiamo accettare con gratitudine.

    Spera, per favore, abbandona il mito!

    Ciao Zac, ciao David e buon fine settimana a tutto il condominio!

  7. Caro Carlo, caro Zac, cari condomini,
    non vedo l’ora di non tornare in Italia ma lunedì torno. Qui in Tunisia si preparano le elezioni che si terranno prima della fine dell’anno mentre il governo dà la caccia ai terroristi. La polizia, la guarda nazionale, l’esercito ne arrestano decine ogni giorno e spesso ci lasciano la pelle in agguati, inseguimenti, terreni minati. Non sanno più dove metterli. Hanno tirato fuori di galera in un giorno solo 1200 persone che si facevano le canne per fare posto ai terroristi. E la “droga” qui era un tabù. Per una canna, in Tunisia, potevi farti anche 6 anni di galera. In Italia, nella permissiva Italia, il 25 per cento della popolazione carceraria e’ ospite delle patrie galere grazie alla legge Fini-Giovanardi.
    A Napoli, invece, la polizia insegue e ammazza “accidentalmente” un ragazzino ma si guarda bene dall’acciuffare i veri padroni dei quartieri, delle strade, della città. “La camorra ci difende, lo Stato no”, gridano gli abitanti. Perché la camorra, la mafia, la ‘ndrangheta hanno sostituito lo Stato, con la complicità della politica, ormai da decenni. Al Sud. Mentre al Nord, i figli benestanti dei mafiosi, dei camorristi e degli ‘ndranghetisti sono diventati ormai la spina dorsale della nostra marcia economia.
    Leggo che Bersani dichiara “Ma il giaguaro l’ho smacchiato io!”. Ora io non posso credere che il mentecatto possa essere mentecatto fino a questo punto. Cosa lo spinge a fare una dichiarazione del genere? Solo la volontà di continuare ad esercitare un ruolo in politica, di conservare il suo potere piccolo o grande, di guidare il suo manipolo di leccaculo. Questo egocentrismo folle di gente come Bersani o come D’Alema è il solido piedistallo di uno come Renzi, la cui unica qualità (qualità?) consiste nell’avere trent’anni meno di loro. Il gioco ormai è tutto qui. L’Italia è tutta qui. In questo modo, il nostro paese è diventato la Repubblica dell’illegalità e della delinquenza, nostro primato mondiale.
    Vi segnalo un film, cosa che non faccio mai. Si intitola “Incendies, la donna che canta”. È il film di un canadese francofono ambientato tra il Canada e il mondo arabo. Ve lo raccomando perché secondo me è di gran lunga il più bel film degli ultimi dieci anni. Dopo aver seguito le squallide cronache quotidiane della Mostra di Venezia con un senso di nausea, questo film che purtroppo pochi hanno visto mi ha restituito in un paio d’ore la passione che accompagna la mia vita da quando ero ragazzino.
    Buon fine settimana
    Anonimo, Interno 3

  8. caro Zac…. aspecco con impazienza un post atomico ( posso scrivere anche Postatomico tutto attaccato) sulla presidentessA Boldrini.
    saluto al condominio
    Dekart

  9. Caro David,secondo te lo trovo in italiano? o almeno con i sottotitoli?

  10. Caro Dekart, lo scriverei, se solo la Boldrini avesse parlato in un luogo diverso da Cernobbio, dove ogni discorso viene scritto dai portaborse.

    Ti segnalo anche il salvini, sempre a Cernobbio, il quale e’ salito sul palco per parlare di noeuro.

    Ah, c’era anche la Boschi, sempre in quel covo di benpensanti, ma ti risparmio il corsivo.

    Una delle poche cose buone che ha fatto Renzi negli ultimi sei mesi e’ stato disertare quel convegno, se non altro su questo sono in accordo con lui.

    Hasta
    Zac

  11. Cari condomini,
    voglio condividere con voi un’emozione appena ricevuta. Dopo aver passato venti giorni lontano dalle immagini che avevo girato, dopo aver camminato sui muri per quindici giorni cercando di capire cosa diamine avessi combinato, dopo aver passato notti insonni con l’incubo di aver fatto un film troppo complicato, troppo affollato di facce, di parole e di pensieri, troppo intenso, troppo comico e troppo drammatico, appena tornato a Roma mi sono fiondato in moviola e mi sono messo a guardare senza interruzione un pre montaggio di 2 ore e 10 privo di musiche, privo di suoni, privo di effetti speciali, privo di tutto e l’ho improvvisamente guardato come se lo avesse fatto un altro, percorrendone il labirintico intreccio senza avere la più pallida idea di dove potesse condurmi.
    Dopo un’ora e venti, ho chiesto al mio montatore quanto tempo fosse passato, credendo che fosse trascorsa meno di mezz’ora.
    Buona serata a tutti
    David

  12. Ero tornato per tutt’altri motivi ma posso rimandarli e, comuque, sono stati accennati più sopra, a proposito di Cernobbio e di chi vi partecipa. Mi pare, invece, che ci si debba unire, almeno virtualmente, alle emozioni del nostro David e compiacersi della fine dei suoi dubbi. Pur non essendo particolarmente dotato di “creatività”, credo di immaginare lo stato d’animo di chi, dopo aver realizzato qualcosa, viene assalito dai mille dubbi sulla stessa!

    Ciao Zac, ciao David e buona serata a tutto il condominio.

  13. Intanto saluti a tutto li condominio…
    Io ho un’idea mandiamoli laggiù… tempo qualche mese ce li rimandano subito indietro.
    Ma da non crederci!
    Hasta

  14. Non pare anche a voi che questo nostro Paese sia afflitto da un’assordante silenzio?

    Ciao Condominio, buona serata!

  15. Caro Carlo,
    il silenzio è assordante nelle vie, nelle piazze, nelle case, e anche nel nostro condominio. La gente si arrende e non ha nemmeno il coraggio di dirlo. Quelli come noi, poi, sono da evitare come la peste. Non diamo speranza e siamo senza speranza. La speranza che tutti vanno cercando, accontentandosi di qualsiasi cosa. Renzi, Vendola, Civati, 80 euro fasulli, una piccola, innocua evasione fiscale, un conoscente che ha fatto i soldi chissà come ma gli si può sempre chiedere qualcosa, un parente che ha vinto al gratta e vinci, il capufficio che forse un giorno ci inviterà a cena e si sa che da cosa nasce cosa.
    Nel frattempo, tutto peggiora dappertutto a vista d’occhio. Ma basta far finta di non vedere, basta barricarsi in casa, basta trovare l’amico giusto.
    In una parola, Fantozzi. Gli italiani migliori oggi sono come Fantozzi. Gli altri, manco a dirlo, sono tutti delinquenti.
    Buonanotte
    David o forse Anonimo del 2014

  16. Metterete sullo stesso rigo avendola Renzo e Pippo mi pare eccessivo e pure offensivo.
    E c’e uno che non si e’ arreso, oltre a me, e’ Pippo, unico parlamentare che continua a girare il lungo e in largo i comuni dello stivale, durante i weekend, raccogliendo sempre il sole out ovunque vada.
    Andatevelo a sentire appena vi e’ limitrofo, e scoprirete che ho ed avevo ragione, Pippo sara’ l’inquilino di palazzo chigi, prima o poi,

    E sul silenzio assordante : pensate, caro David e caro Carlo, che l’Italia e’ l’unico paese in Europa dove non esistono proteste in piazza da parte delle comunità durre, siriane e palestinesi, menchemeno

  17. Dicevo, che nello scritto di prima ci sono un paio di strafalcioni dovuti alla tastiera: menchemeno gli ucraini.
    neppure gli extracomunitari protestano, sono diventati italiani pure loro.

    Ieri.ho sentito un papa’ spiegare ai due figli come funziona una carabina di precisione e come sarebbe carino andare in giro ad ammazzare mafiosi, e altre nefandezze simili.

    Al che sono intervenuto, ero in spiaggia:
    “E se per caso la carabina la tirassi fuori io e accoppassi lei, sua moglie e i suoi figli, che ne direbbe?”

    Ovviamente si e’ spostato di un centinaio di metri con la coda fra le gambe, anche perché poi ho perso la testa e ho cominciato a bestemmiare e a dirgliene un fottio.

    Ecco, molti italiani sono esattamente cosi ‘, ma ne’ io, ne’ Pippo, ci arrenderemo MAI.

    HASTA
    ZAC

  18. baciami il culo, bastardo

  19. Vedi, eunuco impotente, sei malato, continui a scadeste il cazzo che tanto non ti leggera’ mai nessuno.
    la tua opinione e’ pura merda.
    non so chi sia stato l’imbelle che ti ha permesso di comprare un figlio.
    gente come te andrebbe solo ignorata, e difatti questa e’ la seconda e ultima volta che ti mando a fanculo, microcefalo deviato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: