Il Blog

Le RIFORMIADI.

In Politica on settembre 16, 2014 at 7:05 am

Premessa:

Gli stakanovisti dell’aula (orario di lavoro, dal martedi’ al giovedi’, a dio piacendo) bloccano i lavori da due settimane per tentare di eleggere Bruno, compare del Previti, e Violante, per il quale non vi sono piu’ parole.

L’aula “dovrebbe” apprestarsi a legiferare sulla miriade di riforme che la congrega capeggiata da Renzi e coadiuvata dagli Alfano, dagli Orlando, dalla Lorenzin e altre macchiette, hanno “approvato” in CDM.

 

Orbene.

 

LE RIFORMIADI

 

Luogo: Italia

Data: 2014-????

DISCIPLINE:

 

-LANCIO DEL PRECARIO.

Mediante riforma del lavoro, per i poliglotti Jobs Act, si cerca di lanciare il precario piu’ distante possibile, e di sostituirlo prima dell’atterraggio con un interinale.

 

-CACCIA al PROFESSORE MERITEVOLE.

Tramite riforma dellla scuola si cercano i docenti piu’ capaci e preparati.

Per ogni docente trovato, dieci supplenti andranno a fare i bidelli.

 

-110 PROMESSE A OSTACOLI.

Gara veloce che si basa sulla capacita’ mnemonica dei concorrenti. Scopo della competizione e’ ricordare, in dieci secondi scarsi, almeno meta’ delle panzane ascoltate negli ultimi 30 giorni.

 

-SALTO DEL GIUDICE INFALLIBILE.

Prendendo spunto dalla riforma della giustizia, tanto cara al mafioso brianzolo, si pongono in fila 10 magistrati integerrimi, i quali, allo sparo dello start, devono saltare dal tetto di Palazzo Chigi su Piazza Colonna, chi becca in pieno l’obelisco vince.

 

-TIRO AL VUOTO.

Nuova disciplina, armi permesse: tutte.

Si e’ costretti a mirare un bersaglio, e mancarlo.

Sport nato sulla base della riforma del senato, che mai andra’ in porto.

 

-TUFFI.

Categoria riservata solo ai destinatari della riforma della P.A., ma solo se appartenenti ai livelli al di sotto di 1500euro/mese.

Lo statale deve riuscire a prodursi in un carpiato ritornato con una piroetta e mezza. E ricadere perfettamente sulla sedia.

Chi non ce la fa’ viene sostituito.

Da una slide.

 

-FIORETTO.

I responsabi dei dicasteri si sfidano all’arma bianca, i bookmakers danno come possibile finale Lorenzin-Boschi, chi vince si tromba Del Rio. Se, viceversa, la finale dovesse essere maschile, il premio sarebbe la Giannini.

 

-ALLA RICERCA DEL NAZARENO, meglio conosciuta come TROVA IL PAPELLO.

Gara che vale doppio, il vincitore puo’ strizzare le palle, per ben 6 minuti, a Verdini.

La direttrice dei giochi, Cardinalessa Binetti, nasconde il papello stipulato al Nazareno in un luogo segreto, chi lo trova deve inghiottirlo all’istante.

 

MARATONA DELLO SCIOGLILINGUA.

Gara che conclude la manifestazione.

Ripetere, correndo per 42km e rotti, la seguente:

stateserenipassodopopassoitaliaripartemilleasilimillegiornilavoltabuona

expoitaliacaputmundicelafaremomaro’acasa.

 

P.S.

che non crediate io mi sia minimamente scordato dei disastri, delle ruberie e delle offese giornaliere che il calvoamesialterni ha proferito per quattro lustri.

Indipercui potranno partecipare alle riformiadi anche Galan, Scajola, Miccicche’, Bossi (ma solo alle parariformiadi), Maroni, Zaia, Cota e l’indimenticato La Russa.

In premio la Santanche’ genuflessa, fatene cio’ che volete.

 

E Grillo? la panacea di tutti i mali?

Tranquilli, c’e’ posto anche per te, bifolco.

Addetto ai psicolabili, se ne’ contano a milioni, previsto un ampliamento delle strutture di accoglienza, ordinati migliaia di lobotomizzatori.

 

BUONE RIFORMIADI A TUTTI.

Annunci
  1. Caro Zac,
    c’e’ poco da offendersi. Tu ti offendi per Civati, ma ci sarà sicuramente chi si offende per Vendola e chi si offende per Renzi.
    Chi fa politica, chiunque fa politica, viene giudicato per ciò che dice e ciò che fa. Le chiacchiere stanno a zero. Se Civati è perennemente in tournée vorrei sapere cosa canta e se c’e’ un pubblico che canta in coro insieme a lui. Sono mediamente informato e Civati mi risulta disperso da tempo. Mi potrai chiedere di informarmi meglio. Ma se uno scassacazzi come me non ha notizie di lui, darei per scontato che la maggioranza degli italiani di sinistra stentino ormai a ricordarne il nome.
    Come me e più di me, tu fai politica. Per le strade, nei bar, persino sulla spiaggia. Il nostro Civati sei tu, Zac. Sei stato tu a convincermi a votare Civati alle primarie. E chissà quanti altri hai convinto. Ma io, come gli altri, in realtà ho votato TE perché ho riconosciuto il TUO impegno, il TUO sforzo, la TUA generosità, la TUA visione delle cose.
    Stamane sto leggendo tutto ciò che sta facendo Tsipras. Ecco uno che merita tutta la nostra stima e tutto il nostro sostegno. L’ultima volta ho votato veramente bene.
    Mi fermo qui. Oggi e’ veramente una brutta giornata. È morta Giuliana Berlinguer, una donna veramente speciale. Suo marito, Giovanni Berlinguer, rischia di seguirla a breve. Chissà se tutto questo dolore un giorno ci sarà utile.
    Buona giornata
    David alias Anonimo del 2014

  2. Ah ah caro Zac che dire le riforme sono ormai sport nazionale… da quanto ne sentiamo parlare? da anni… trattasi di armi di distrazione di massa della serie parlo di riforma perché non so fare un mazza… il gioco è fatto e gli italiani sono imbambolati nuovamente
    che tristezza…

  3. A differenza delle Olimpiadi le loro riformiadi, nelle intenzioni del toscano, pare che dureranno 1000 giorni!

    Buongiorno Condominio e ciao Zac. I renzusconiani, secondo te, capiranno la sottile “critica” sottintesa nella tua fantastica ironia? Fantastica trasposizione di uno scenario politico veramente da vomito! Leggevo della sceneggiata di ieri, fatta dai due tra i più odiosi “giovani” oggi al governo, ben imitati da alcuni impresentabili ministri, andati a “festeggiare” l’apertura dell’anno scolastico. Già, però la provincia di Napoli non ha i fondi per l’inserimento dei disabili nelle scuole superiori ed hanno iniziato i giochini di partito per spartirsi, nelle province, le poltrone del nuovo Senato. E tu dici che la riforma del Senato non andrà in porto?

    Caro David, non so quale discussione ci sia stata con Zac a proposito di Civati ma sappi che io non mi offendo né se fai critiche su Vendola né su Civati e condivido la tua riflessione sul “vuoto” di proposte che caratterizza, invece, l’azione politica dei due. Seguo Civati sulla rete, di cui lo stesso fa d’altronde largo uso. Non ti nascondo che la sua continua critica all’indirizzo di Renzi e dell’operato del governo, pur se fondata, comincia ad essere irritante perché non accompagnata da nessuna azione politica. E, purtroppo, è proprio lo stallo in cui è la politica oggi che ci sta uccidendo.

  4. Avete mai provato a postare un commento lunghissimo e, quando cliccate su “commento all’articolo”, vi accorgete che manca il nome e gli altri dati chiesti per postare? Perso tutto!!!! Porc@# ]@£$&%!!!

    Buongiorno condominio e ciao Zac… che oramai sto condominio siamo rimasti in tre, tanto varrebbe scambiarci i saluti tra noi. La crisi immobiliare e, più in generale, la crisi economica si riflettono anche in questo condominio dove, almeno sembra, ci sono parecchi appartamenti apparentemente abbandonati e/o sfitti. Staranno rovistando tra i cassonetti, come tanti anziani che si vedono in città? Si saranno trasferiti, come si dice a Roma, sotto ai ponti? Saranno emigrati verso altre terre? Chissà!

    Comunque, ricomincio!

    Zac, pensi che i renzusconiani capiranno la neanche tanto sottile critica, espressa nella forma di una gustosa “satira”, di questo tuo post? Mah… dubito! Come ricordava David recentemente, sembra che “parteggino” a prescindere!

    Intanto rischiamo che queste “riformiadi” durino 1000 giorni ancora, almeno ascoltando le intenzioni del bamboccione toscano.

    Che, sempre nelle intenzioni, sta preparando un “biscottino” da destinare al mondo dei lavoratori, niente male! Mi riferisco a quanto detto oggi alla Camera, tra le altre cose, a proposito della sua idea di riforma del lavoro.

    Ha affermato che al termine di questi altri mille giorni che si è preso per “riformare” il Paese, il diritto del lavoro non sarà quello di oggi. A ben vedere, aggiungo io, non è più manco quello di ieri o l’altroieri! Più o meno, siamo già ai primi del 900.

    Ha anche aggiunto, infame e falso, che ritiene non ci sia cosa più iniqua in Italia di un diritto del lavoro che divide i lavoratori, in lavoratori di serie A e di serie B. Se sei un partita iva non conti niente. Se sei un lavoratore di un’azienda sotto i 15 dipendenti, non hai alcune garanzie. Se stai sopra sì.

    Ora, per favore, qualcuno vorrebbe ricordare a questo imbelle arrogante e presuntuoso che se esiste un mondo del lavoro così sperequato, è grazie a loro ed alle leggi del menga che hanno fatto, negli anni passati?

    Uno qualsiasi, tipo uno come me, un po idealista, un po nostalgico, un po che ci tiene alla sua dignità, si aspetterebbe chissà quale “mondo nuovo” dopo una premessa del genere e, invece, che ti dice? Ti dice che “le regole sul lavoro vanno ridotte ma devono essere chiare. Ridurremo ammortizzatori sociali per aumentare le chance di lavoro”.

    Che io traduco in “mai più lavoratori di serie A e di serie B, tutti in serie B così quelli che stavano già nella merda continuano a starci (tanto si sono abituati alla puzza anzi, quasi quasi sembra nutella) mentre quelli di serie A assaggeranno anche loro la merda!

    Ho scritto merda? Merda, si! Questo tizio mi fa veramente imbestialire! Ancor più, però, l’inerzia degli italiani.

    Dimmi ottimistico Zac ma veramente credi che la riforma del Senato non vada in porto? A me sembra che vadano d’amore e d’accordo in questa maggioranza d’inciucio, tant’è che già si stanno spartendo, tra centrodestra e centrosinistra, le poltrone delle province abolite che non sono state abolite del tutto e sono state incrementate dalle città metropolitane. Se le stanno spartendo perché anche lì, noi, non conteremo più un fico secco, visto che non verremo chiamati a votare!

    David, non so quali critiche puoi aver mosso all’indirizzo di Civati ma, almeno per una volta, condivido a prescindere! Condivido perfino la punteggiatura della critica da te espressa!

    Personalmente comincio a provare un deciso fastidio verso la continua critica di Civati all’indirizzo del partito di cui fa parte, verso il governo dove siedono ministri del suo stesso partito e verso Renzi che del suo partito fa parte, espressa attraverso la rete che lui usa abbondantemente e nella quale provo a seguirlo. Una critica continua non accompagnata da alcuna proposta politica alternativa e, soprattutto, da nessuna decisione di “rottura”… Va bene denunciare e far sapere ma più passa il tempo e più somiglia a quel Grillo criticato giustamente dal nostro Zac.

  5. Caro Zac,
    la tua graffiante e documentata ironia mi fa rimpiangere le tre settimane nel Var dove ho tenuto la testa sotto la sabbia per evitare qualsiasi notizia politica in arrivo dal paese delle assurdità.
    Con le tue “RIFORMIADI” mi sono aggiornato, divertendomi, sulla delirante situazione del nostro mondo politico.

    Un saluto ed un abbraccio a tutto il Condominio.
    A presto. robi

  6. Quell’anonimo sopra, sono io. Ora sono comparsi tutti e due i commenti… ma Porc@# ]@£$&%

    Va beh, è andata così! Buona serata, condominio!

  7. Caro Zac,
    mi accorgo che non ti ho nemmeno detto quanto mi piace il tuo post. Sembra vero. É che ogni tanto mi affaccio in condominio, non vedo nessuno, e mi sento stupido. Non c’e’ piú nessuno. O quasi. Come alla manifestazione sulla catastrofe climatica che si e’ svolta ieri in tutto il mondo. Le piazze italiane brillavano per la vuotezza. Noi italiani siamo cosí. Tutti assenti o tutti presenti. Presenti solo in soccorso di un vincitore. Chiunque sia il vincitore. E se il vincitore non si trova, tutti chiusi in casa.
    Buona giornata
    David

  8. Condominioooooo, potrebbe accadere qualcosa di meraviglioso il prossimo 8 novembre e, di questo, dobbiamo ringraziare questo governo di pseudo riformisti!

    SCIOPERO GENERALE sottoscritto da ben 14 sigle di Cgil, Cisl e Uil per il comparto scuola, sanità, sicurezza e soccorso pubblico e privato, università, ricerca, funzioni pubbliche, privato sociale, servizi locali; si uniscono allo sciopero Fp-Cgil, Fp-Cgil medici, Flc-Cgil, Cisl-Fp, Cisl-scuola, Cisl-medici, Fns-cisl, Fir- Cisl, Cisl-università-Afam, Uil-Fpl, Uil-Fpl medici, Uil-Pa, Uil-scuola, Uil-Rua.

    Cominciamo a lavorare per questo appuntamento e facciamo che Roma sia letteralmente invasa da milioni di manifestanti. Anche i pensionati sono ben accetti!!

    Buona serata condominioooooo

  9. Caro Carlo,
    grazie dell’informazione. L’8 Novembre io ci sarò e porterò con me tutta la famiglia, che in fondo è di per se’ un piccolo paesello.
    Un abbraccio
    David

  10. Caro David, ottima iniziativa. Faremo ciò che va fatto e, comunque, del nostro meglio. Stamattina quando mi è arrivata la newsletter della Cgil per posta elettronica, non volevo crederci. Poi nel cortile dove scendiamo a fumare, la bacheca della Cgil, della Cisl e della Uil contenevano lo stesso, identico comunicato. A memoria, non ricordo qualcosa del genere da almeno un decennio! Sono andato a curiosare in rete ed ho trovato il resto. Ci saranno tutti ma proprio tutti, a rappresentare i lavoratori “privilegiati” come me e quelli “di serie B”, come li identifica renzusconi. Visto il momento, non mi meraviglierei se ci fossero anche i pensionati, gli esodati e, me l’auguro, una marea di studenti. Insomma, una prova di forza che spero non sia l’ultima e dia i suoi frutti.

    Buona serata a te ed a tutto il condominio.

  11. Caro Zac,
    ecco venuto il momento per Civati di farsi sentire. O vogliamo veramente accettare che l’alternativa a Renzi sia ancora Bersani? Se così fosse, Grillo stavolta verrebbe a raccogliere con fatica irrisoria tanti delusi del PD. Ha già cominciato a farlo, pochi minuti fa.
    Al di là della controversia sull’articolo 18, il problema è quello della cosiddetta flessibilità del lavoro, che ha distrutto l’economia mondiale creando una giungla mondiale popolata di miliardi di lavoratori precari che si scannano al ribasso. Il lavoro non ha più alcun valore, la qualità del prodotto non esiste più, e le aziende vere scompaiono per far posto a profittatori, speculatori, truffatori senza scrupoli che hanno conquistato il mondo spalleggiati dalle banche, che hanno solo bisogno di movimentare in modo fittizio il denaro. Bisogna tornare a privilegiare in modo chiaro il lavoro a tempo indeterminato, bisogna tornare a far prevalere il merito e la qualità dei lavoratori, delle aziende e del prodotto, bisogna tornare a dire questo in modo forte e chiaro, come fece il PCI dall’immediata dopoguerra fino all’arrivo della dittatura del consumismo.
    Buona giornata a tutti
    David

  12. Ciao David e buona serata a tutto il condominio.

    Nell’attesa di sentire cosa può raccontarci Zac sul nostro Civati (e smentire le critiche che da un po di tempo esprimiamo al suo indirizzo) ti dico che il tuo è un pensiero totalmente condiviso da me… anche se continuo a leggere cosa diffonde Civati ed a parte le critiche rivolte a Renzi per le “riforme” che sta affrontando, compresa quella sul lavoro… non capisco cosa vuol fare. La fronda interna al Pd che si oppone al toscano si restringe di giorno in giorno, ora partono anche le minacce tipo non essere ricandidati alle prossime elezioni (e Renzi può farlo benissimo, visto che sono tutti “nominati”). Ogni post di Civati è una valanga di critiche, da parte di gente stanca di saperlo ancora nel partito che quotidianamente critica… ma lui sembra proprio che una decisione non la prende! Come a tanta gente che lo segue, mi sfugge il senso del suo agire in questo mondo della politica.

  13. Carissimi Compagni David e Carlo, gli argomenti sono due: il lavoro (e relativa riforma), e il fare o non fare di Pippo.

    Cominciamo con Pippo: come ho gia avuto modo di spiegare a David via cavo, Pippo e’ l’unico politico in Italia (l’altro e’ Salvini, che pero’ non puo’ essere definito “politico”) che ad ogni weekend gira in lungo e in largo lo stivale, incontrando ogni volta migliaia di elettori dal vivo. E’ una scelta, potra’ essere goiusta o sbagliata ma e’ la scelta di un uomo che preferisce stare di fronte a una platea di peones a Sottomarina piuttosto che andare da Vespa o da Paragone. Mi si dira’ che in questo modo si limita la visibilita’, ma ne’ a me e nemmeno a lui interessa piu’ di tanto, siamo ancora convinti che per fare politica sia NECESSARIO andare a incontrare le persone, parlarci assieme per ore, ascoltare i loro reali problemi o proposte, piuttosto che doversi incipriare e sedere in uno studio dove a tre metri hai sempre il Sallusti di turno che e’ li’ solo per interrompere chi parla.

    Lo si critica anche sul cosa fa’ o cosa non fa’: intanto cosa non fa’: non vota le boiate che propone ncd, giusto per fare un esempio, e poi vota SEMPRE tenendo a mente il patto elettorale che il PD ha presentato alle elezioni, quella e’ la magna charta, molti se ne’ sono scordati.

    Cosa fa’, a parte girovagare per lo stivale:
    Pippo e’ primo firmatario di 8 disegni di legge, e co firmatario di altre svariate decine.

    Eccoveli:

    18/06/2014, disegno di legge alla Camera da Giuseppe CIVATI (PD)

    C.2462 Modifiche agli articoli 50, 71, 75, 134 e 138 della Costituzione, in materia di diritto di petizione, di iniziativa legislativa popolare e di disciplina dei referendum, per la promozione della partecipazione politica dei cittadini

    18/09/2014

    in corso di esame in commissione

    25/03/2014, disegno di legge alla Camera da Giuseppe CIVATI (PD)

    C.2227 Modifiche alla parte seconda della Costituzione in materia di semplificazione dell’organizzazione e del funzionamento delle Camere, elezione e funzioni del Senato, soppressione del Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro, delle province e delle ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia delle regioni, nonché rideterminazione delle competenze legislative statali e regionali

    18/09/2014

    in corso di esame in commissione

    21/11/2013, disegno di legge alla Camera da Giuseppe CIVATI (PD)

    C.1832 Norme in materia di prevenzione dei conflitti di interessi dei parlamentari e dei titolari di cariche di Governo

    10/06/2014

    in corso di esame in commissione

    01/04/2014, disegno di legge alla Camera da Giuseppe CIVATI (PD)

    C.2254 Disposizioni per l’emersione e il rientro di capitali detenuti all’estero e per il potenziamento della lotta all’evasione fiscale nonché modifiche agli articoli 648-bis e 648-ter del codice penale in materia di autoriciclaggio

    15/05/2014

    assegnato (non ancora iniziato l’esame)

    03/12/2013, disegno di legge alla Camera da Giuseppe CIVATI (PD)

    C.1873 Disposizioni per il contenimento del consumo del suolo

    06/03/2014

    assegnato (non ancora iniziato l’esame)

    03/12/2013, disegno di legge alla Camera da Giuseppe CIVATI (PD)

    C.1871 Modifica all’articolo 165 del codice penale, in materia di obblighi del condannato per la concessione della sospensione condizionale della pena nei casi di condanna per delitti contro la pubblica amministrazione

    04/03/2014

    assegnato (non ancora iniziato l’esame)

    03/12/2013, disegno di legge alla Camera da Giuseppe CIVATI (PD)

    C.1872 Disposizioni concernenti la raccolta e il riciclo dei rifiuti, la tariffa per il servizio di raccolta dei rifiuti urbani e la riorganizzazione del sistema di smaltimento

    04/03/2014

    assegnato (non ancora iniziato l’esame)

    29/01/2014, disegno di legge alla Camera da Giuseppe CIVATI (PD)

    C.2015 Norme per la legalizzazione della coltivazione e del commercio della cannabis indica e dei suoi derivati.

    Ora, da bravi, andate a vedervi i disegni presentati da altri e fate il raffronto sui contenuti, non sulle proteste.

    Ah, sull’ultimo punto ho gia puntualizzato al Pippo (anche se e’ passato il disegno di Manconi, buono pure quello)che legalizzare la Indica taglia le gambe alla Sativa (indica e sativa sono i due ceppi madre di tutta la marijuana mondiale), bisogna aggiungere Sativa.
    Per i piu’ novizi: la Indica provoca uno sballo cerebrale, la sativa piu’ fisico, si necessita di entrambe.

    Il LAVORO:
    la questione e’ semplicissima: lavoro ce ne’ sara’ sempre di meno, se non convinciamo gli investitori esteri e gli imprenditori italiani a investire nel capitale umano e non in quello dei future.
    Se non si risolve questo punto non vi sara’ alcuna legge capace di far ripartire l’economia.
    L’art 18 ha un peso cosi’ intangibile da essere portato a bandiera da brunetta.
    Ricordatevi, quando sentite un politico parlare di art.18, sia che sia a favore, sia che sia contrario, e’ un politico al quale non interessa un cazzo il sistema industriale in Italia, e che non ha mai visto come funziona la piccola e media impresa in questo paese, tuttalpiu’ sara’ stato in visita a Mirafiori, con delegazione annessa, il lavoro e’ ben altra cosa.

    E a lavorare bene siamo capaci, santiddio!!!, se tiro un raggio di dieci km da dove vivo io, conto almeno venti eccellenze che producono e commercializzano i loro manufatti IN TUTTO il PIANETA, in molti casi faticano a trovare un concorrente sul mercato.

    Sotto questo punto di vista (il lavoro), non vedo come si possa negare l’evidenza che Rizzo e Stella continuano a raccontare, ad esempio gli stipendiati dalla municipalita’ di Londra raffrontati con quelli della municipalita’ di Roma, e di esempi cosi’ potrei scriverne a bizzeffe.

    Se invece cercate una azienda inglese che si occupa di fibre di carbonio nel campo dentale, e una italiana che si occupa di biossido di Titanio applicato alla fotocatalisi, noterete come, a parita’ di fatturato, gli occupati e le loro garanzie iano pressoche’ uguali.

    Per ultimo, se io devo proporre un ddl o un dl con la firma di Sacconi, a quel punto preferisco l’anarchia totale.

    Perche’ Pippo non lascia il PD?

    altra risposta semplice: la base del PD e’ con le idee di Pippo, e io continuo a credere che in futuro Pippo potra’ esserne il segretario, mentre sono assolutamente certo che diventera’ primo ministro di questo paese, solo non so’ dirvi ancora il quando.

    Hasta
    Zac

  14. Devo rileggere la tua lunga risposta almeno un paio di volte, iniziare a “digerirla” e rifletterci sopra. Quindi, per ora ti becchi solo un sentito grazie per le indicazioni che ci hai fornito. Poi, torno!

    Ciao Zac, buona serata a te ed anche a tutto il condominio.

  15. Caro Zac,
    apprezzo il tuo sforzo cosí dettagliato. Come apprezzo l’infaticabile militanza di Civati. Ma appunto di militanza si tratta. A noi credo serva un dirigente. Uno con poche idee ma buone, capace di comunicarle con forza e con coraggio, in televisione come altrove, in grado di trascinare milioni di italiani oggi, e non in attesa di tempi migliori.
    Il contrario di Civati, insomma.
    Un abbraccio
    David

  16. Ciao Zac e ciao David.

    Zac, probabilmente non mi sono fatto capire. Personalmente non metto in dubbio l’attività parlamentare che svolge Civati e neanche la qualità delle sue proposte. Altrimenti, neanche starei a perdere tempo a seguirlo e interessarmi a quello che dice.

    Il problema sta proprio nell’affermare che “…ad ogni week end gira in lungo e in largo lo stivale, incontrando ogni volta migliaia di elettori dal vivo. E’ una scelta, potrà essere giusta o sbagliata ma è la scelta di un uomo che preferisce stare di fronte a una platea di peones a Sottomarina piuttosto che andare da Vespa o da Paragone…”

    Preferirà anche, e giustamente, confrontarsi con la platea degli elettori ma lo fa nei week end mentre, durante la settimana, usa costantemente e molto “la rete”, da facebook a twitter e, quindi, si rende visibile anche a quella parte del Paese che nei teatri, nei circoli, nelle fabbriche dove va lui, non c’è! Ed è li che, anche io, lo seguo.

    Ti dico che E’ CONTROPRODUCENTE quello che sta facendo e te l’ho già raccontato. E’ una continua critica all’operato del Governo e all’indirizzo di Renzi. Critica sacrosanta e, spesso, accompagnata anche da proposte concrete e alternative alle porcate che stanno facendo o vogliono fare.

    Tuttavia, quello che dalla rete la gente vede realizzare (e non solo dalla rete), non sono le sue ottime idee ma le porcate di un governo di centrosinistra e di un partito al quale anche lui appartiene. La gente non vede Civati che vota contro, magari insieme alla Lega Nord oppure ai pentastellati o anche con la fronda dei forzisti che ogni tanto si scoprono “opposizione”. La gente vede un Paese che sprofonda, politici di centrosinistra che fanno più schifo di chi li ha preceduti e…. un Civati che critica, dice cose sacrosante ma non si comprende perché continui a star lì, negli stessi banchi in cui siedono i parlamentari del centrosinistra.

    Ad ogni post riceve una valanga di critiche e tutte vanno nello stesso senso: critichi critichi ma stai sempre lì, nel Pd.

    Tu aggiungi anche che “… Mi si dirà che in questo modo si limita la visibilità, ma né a me e nemmeno a lui interessa più di tanto, siamo ancora convinti che per fare politica sia NECESSARIO andare a incontrare le persone…”

    E chi lo nega che è importante incontrare le persone? Però, consentimelo Zac, tu sei tu e chissenefrega delle tue decisioni. Civati è un politico di centrosinistra, è una speranza di alternativa di sinistra, è quella luce che tanti stanno cercando in quel tunnel buio che è la nostra politica. Certi discorsi non può permetterseli e non deve farli cazzo!

    O va in televisione, usa la televisione, sfrutta la televisione, parla al Paese dalla televisione, si confronta con la televisione e poi usa anche facebook e frequenta le fabbriche oppure… rimane per una vita al palo! L’Italia è un ginepraio di vite individuali, devi raggiungerle tutte se vuoi che la “buona politica” abbia la meglio! Qualche migliaio di operai incontrati nei fine settimana, non cambiano di una virgola i risultati elettorali e, infatti, non li ha cambiati neanche all’ultimo giro delle elezioni nazionali, neanche per l’elezione del Capo dello Stato, neanche per le elezioni europee.

    Oppure leggila così: noi non abbiamo tutto questo tempo per aspettare.
    Tu, forse si. Io no. Mi hanno fottuto il presente e anche il futuro, m’hanno fottuto l’oggi ed i prossimi 30 anni di vita, se va bene ed ho la fortuna di viverli! Non è più il tempo di sperare, bisogna agire.

    La “base” del Pd è con Civati? E ancora chissenefrega se, poi, la legge elettorale è quella che vogliono fare, la riforma del lavoro è quella che vogliono fare, le province se le spartiscono loro, il Senato l’hanno stravolto loro, la magistratura l’hanno imbavagliata loro! Il Partito Democratico in cui milita anche Civati.

    Cari compagni, buon fine settimana.

  17. Caro Zac,
    Carlo ed io ti abbiamo risposto allo stesso modo ma in due modi completamente diversi. Io sono stato di poche parole (e forse ti ho fatto incazzare, chissà), invece Carlo ha articolato un vero ragionamento che condivido in tutto e per tutto.
    Per dare un respiro in più alle mie poche parole voglio dirti che secondo me il problema di Civati è essenzialmente la sua scarsa personalità. Civati ha tutto che va bene ma non è un leader e non lo sarà mai. Non è una colpa. A sinistra di figure così ne abbiamo sempre avute, ci hanno sempre ispirato tanta simpatia e abbiamo sempre fatto il tifo per loro, ma non hanno mai spostato di un centimetro il nostro cammino. Penso a Pietro Ingrao nel PCI, o a Riccardo Lombardi nel PSI.
    Quelli come loro non ci fanno avanzare e di conseguenza ci portano indietro, perché la realtà non si ferma mai. È questo che ci dice Carlo. Civati, come Ingrao e come Lombardi, non fa che fornire un comodo alibi di pluralismo al dittatoriale Renzi, proprio come faceva involontariamente Lombardi nel PSI di Craxi. Grazie a loro, il partito salva le apparenze e può tranquillamente lasciarsi andare alla sua preoccupante deriva.
    L’inesistente confronto tra Renzi e Civati, tra l’altro, a me sembra la parodia dello sciagurato dualismo D’Alema/Veltroni che ha fatto danni incalcolabili al PCI, al PDS, ai DS. Ma D’Alema e Veltroni, nani in confronto ai loro predecessori, erano giganti in confronto a Renzi e Civati.
    Per come ti conosco, ritengo che potresti condividere questo ragionamento. Ma è la tua indole di scommettitore che ti frega. Parecchio tempo fa, hai scommesso che Civati sarebbe diventato primo ministro e so che non mollerai il colpo nemmeno quando lo vedrai Kappao’. Conosco la sindrome. Ma da scommettiotore a scommettitore ti dico che hai toppato. Civati è un cavallo che non vede il traguardo. E siamo noi, tutti noi, che perdiamo.
    Buon fine settimana a tutti, anche agli assenti
    David

  18. … e nel condominio, cominciarono a volare insulti, pentole e piatti!!!!!

    Ciao David e ciao Zac,

    ho letto la replica di David e l’immagine di noi che dai rispettivi pianerottoli del condominio ci lanciamo di tutto… è stato un attimo! Ho cominciato a ridere da solo e, intanto, rileggevo l’ultimo commento di David!!! La scena non mi abbandona e non riesco a frenare le risate. Non ricordo più a che piano sono del condominio ma se sono in alto rispetto a voi, e di Zac sicuramente perché è il portinaio, ho una posizione strategicamente migliore per lanciarvi le mie suppellettili!

    Occhio alle teste che sta domenica finisce a schifiu!!!!!

  19. Caro Zac e caro Carlo,
    ma quali piatti? Alle primarie del PD in Emilia Romagna, e dico Emilia Romagna, e’ riscontrato un calo dell’80%. Calo? Lo vogliamo chiamare calo?
    Il PD è finito.
    Amen.
    Il boy scout di Mike Buongiorno, Matteo Renzi, aveva il compito di plagiare ex democristiani ed ex comunisti lungo il tempo occorrente a Berlusconi per tornare rieleggibile.
    Gli unici che tirano un sospiro di sollievo saranno i vecchietti di Casal Boscone.
    Che famo?
    Vi auguro una settimana allegra
    David

    PS: Robi, Tina, dove siete? Per non parlare degli altri.

  20. L’ultimo commento di David vale un pulitzer.

    Cari Carlo e David, e’ evidente che non la pensiamo (e per fortuna) uguale su Pippo.
    Io non mi scosto dalla mia idea, che potra’ essere visionaria o puramente sognatrice, ma tale resta.
    Se per vincere in questo paese, e poi riuscire a governare, debba necessitare un assidua frequentazione del tubo catodico, credo sia un’idea che andra’ a morire.
    Diverse volte nella storia dell’umanita’ si e’ detto (anche per secoli) che questo e quello erano cose impossibili, impensabili, eretiche.

    Ecco, dato che a me fanno sballare le idee impossibili, impensabili ed eretiche, continuero’ a battagliare per avere in futuro un premier che si siede a palazzo Chigi avendo ben chiaro il polso della cittadinanza, e anche se non sara’ un leader poco importa, mi sarei strarotto il cazzo dei leaders.

    Non ci riusciremo in sei mesi, ma ci riusciremo.

    Hasta
    Zac

  21. Vi riporto questa, se vi fosse sfuggita.
    Renzi e’ andato nella Silicon Valley.
    Tutti si aspettavano che parlasse alla Berkeley o a Stanford.
    No.
    Ha parlato alla Singularity University, un piccolo ateneo costosissimo.

    Fin qui, poco di grave.

    ma all’ateneo, fra gli oratori della serata, e’ salita sul palco tale Lucrezia Bisignani, che studia o insegna la’, poco importa.

    Ora, porcamadonna!!!, te ne’ vai dall’altra parte dell’oceano e fai salire sul palco la figlia di LUIGI BISIGNANI!!!!!!!!

    Da non credere.

  22. Caro David,
    robi è in “fantasia demoralizzata” e sta cazzeggiando sul suo blog con amenità varie.
    L’ultimo post serio l’ha dedicato, vantandosi di conoscerlo, al regista David Grieco ed al suo film “La macchinazione”.
    Fortunatamente l’amico Carlo gli ha chiesto un’interpretazione grafica per l’eventuale sciopero generale del 8 novembre e questo gli ha permesso di sentirsi un pò meno inutile.
    Pensa che nella svogliatezza si è pure dimenticato di fare gli auguri di compleanno all’amico regista…..

    A frappè…..

  23. Robi?
    solo adesso mi sono accorto che per il mio compleanno mi hai regalato una bellissima vignetta con un caloroso incoraggiamento. Più vado avanti e più vado scoprendo cosa ho combinato. E’ un film divertente e atroce. Ma e’ lecito chiedersi, e me lo chiedo: è possibile fare fare un film atroce e divertente senza fare un film satirico?
    Chissà.
    Grazie Robi. Quando ho sbirciato dentro casa tua ho visto uno tsunami di vignette da capogiro. Lanciane un po’ qui, nella tromba delle scale. Ho sbirciato anche in casa di Spera. Se continua così ci diventa la Zanicchi.
    David
    (non sono mai riuscito a provare antipatia per la Zanicchi)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: