Il Blog

L’Ex Doge

In Politica on ottobre 13, 2014 at 9:24 am

Non ne’ parlavano piu’.

Disperso.

Poi, d’un tratto, ecco i titoloni:

“Galan patteggia, ai domiciliari”.

 

Patteggiamento: rito alternativo che deve vedere l’accordo di tutte e tre le parti, Gip, Gup e giudice del procedimento.

Si prevede che vi sia una dichiarazione di colpevolezza da parte dell’imputato per arrivare a un terzo della pena e il concedimento di arresti domiciliari.

 

Per il Galan e’ diverso, egli sostiene di non aver confessato alcunche’, dice di aver chiesto il patteggiamento solo per poter riabbracciare la moglie e la figlia.

Il fatto che dalla settimana scorsa l’ex doge dovrebbe essere stato spostato dall’ospedale del carcere di Opera a una cella sovraffollata deve aver procurato un po’ di redenzione nel Galan.

 

E allora leggiamo cosa ha detto questo farabutto nel corso dei tempi:

“Sono del tutto innocente, forniro’ le prove”

“Ho il conto corrente in rosso”

“Io sono il Nord Est”

“Mai preso un solo euro”

“Mai stato ricco, con la politica ci ho rimesso”

“Il conto a San Marino? La mia firma e’ stata falsificata”

 

E Forza Italia, con tutti quei viagrini che si divertivano ad occupare il tribunale di Milano per un pompino di una minorenne, cos’ha fatto per difendere uno dei loro padri fondatori?

Una mazza.

In pieno stile gangster di Chicago, nel momento in cui un boss finiva nella merda, ci si dimenticava di lui, nessuno a difenderlo, tutti a tirare giu le saracinesche sino a tempi piu’ calmi.

 

Ma quando io andavo a sbraitare che il Veneto era in mano a una banda di Galaniani buoni solo per il loro portafogli, sapeste quante me ne’ dicevano, venivo sbeffeggiato al grido “Il Veneto e’ la regione piu’ ricca d’Italia!!!”.

 

Il Veneto e’ una regione prospera perche’ ci sono decine di migliaia di piccole imprese e centinaia di migliaia di operai che sgobbano, caro Galan, non che rubano, che sgobbano!!!

15 anni e’ durato il regno di questo buffone massonico (iscritto dall’87) in regione, 15 anni di appalti truccati, di regali ai Maltauro di turno e di festini all inclusive (che qui non mancano MAI).

 

Qualche sparuto passante, da un paio di giorni, si ferma di fronte alla villa dell’ex doge e gliene canta quattro, trattasi di poche decine di persone, e questo e’ il massimo della ribellione che il Veneto puo’ attendersi, per il resto si DEVE lavorare.

 

Fra i vari commi che compongono il diritto processuale chiamato “patteggiamento” v’e’ il seguente:

 

“Il patteggiamento non puo’ essere applicato  a favore di coloro che siano stati dichiarati delinquenti abituali, professionali e per tendenza, o recidivi ai sensi dell’articolo 99, quarto comma, del codice penale, qualora la pena superi due anni soli o congiunti a pena pecuniaria.”

 

E l’hanno concesso a Galan!

 

Qualcosa (non) e’ cambiato.

 

 

  1. Caro Zac,
    sacrosanto e prevedibile il tuo post su Galan. Ma appunto, prevedibile.
    Il nostro paese pullula di gaglioffi rivelatisi tali contro i quali il popolo impreca e bestemmia dalla mattina alla sera, salvo poi rimanere pronto, anzi prontissimo a farsi raggirare dal prossimo gaglioffo che si profila all’orizzonte.
    Renzi è un ottimo esempio. E non sarà certo l’ultimo.
    Poiché sono sempre stato a favore della prevenzione e ho sempre considerato inutile e in malafede ogni forma di repressione, oggi io non me la prendo con Galan. Me la prendo, piuttosto, con tutti coloro che hanno ossequiato, considerato o perlomeno tollerato Galan.
    Tu sai bene quanto stimi il papà della mia compagna, veneto come te, veneto onesto e operoso come tanti altri veneti. Anni fa, conversando di politica come facciamo quando ci incontriamo, chiesi a Pietro di Brunetta e di Galan, personaggi veneti allora emergenti sulla scena politica che io non conoscevo abbastanza. Lui che li conosceva mi rispose, più o meno, che li considerava due persone in gamba.
    In gamba?! Brunetta? Galan? Tralasciando per un attimo la pur imprescindibile onestà, Brunetta e Galan si sono rivelati incapaci di gestire alcunché. Galan ha persino fatto un fugace passaggio al Ministero dei Beni Culturali, cagandoci letteralmente dentro perché non riesce nemmeno a distinguere Caravaggio da Lady Gaga.
    Ora, il problema è sempre lo stesso. Nel novanta per cento dei posti pubblici in Italia troviamo persone incapaci e incompetenti. Che poi si rivelino anche disoneste, a me pare un’evoluzione naturale. Se io mi trovo qui senza capirci un cazzo, di conseguenza non devo rispondere di un cazzo e quindi posso fare il cazzo che mi pare. Lo trovo logico.
    Allora Zac, mi vuoi spiegare perché tutti in Italia blaterano contro i ladri dopo che i ladri hanno rubato ma nessuno, dico nessuno, si premura mai di segnalare che ci sono persone incapaci e incompetenti dove ci dovrebbero essere persone capaci e competenti?
    Buona giornata
    David

  2. David, credo che in questo Paese si abbia l’abitudine di “blaterare contro i ladri”, solamente quando ad essere minacciato o danneggiato è il proprio orticello nel quale, dal primo all’ultimo e tranne poche eccezioni, quei “tutti” a cui accenni si fanno i cazzi loro! Questo è un Paese governato da una classe politica marcia perché chi la vota, la tollera e spesso intrallazza con la stessa, è marcio. Perché quello che accade da noi non succede in Gran Bretagna, in Germania, in Francia, in Spagna e in ogni paese che si definisce civile? Perché in Germania si dimette un ministro perché ha copiato una tesina universitaria, mentre da noi non si sognano di lasciare la loro poltrona neanche se sono condannati per aver rubato milioni di soldi pubblici? Perché in Germania l’opinione pubblica ancora ha una dignità e quando questa è infangata, si fa sentire. Da noi, puoi sotterrare la maggior parte della gente con palate di merda, non si scompone affatto. Prova, invece, a vietargli l’uso dell’iphone! Rivoluzione!

    Ciao Zac e buona serata a voi! Nell’apprendere la notizia del patteggiamento di Galan e quello che avrebbe significato per lo stesso, devo confessare che non mi sono meravigliato più di tanto. Un po per quello che ho detto più sopra, a David. Un po perché già da tempo mi sono fatto una mia idea su questo continuo latrocinio della nostra classe politica.

    Ma voi ve la ricordate “mani pulite”? Ecco, di quel fenomeno molti affermano che quella fu un’epoca in cui un’intera classe politica fu spazzata via.

    Ma de’ che?

    Ma quanti politici democristiani, socialisti, repubblicani, di sinistra, di centro, di destra, bianchi, verdi, gialli, rossi, azzurri, neri… finirono in galera?

    E, dall’altra parte, quanti imprenditori, faccendieri, industriali finirono i loro giorni in galera?

    Nessuno tra i politici ed uno tra gli imprenditori.

    E quei politici della “prima repubblica” che hanno fatto nel ventennio berlusconiano?

    E vogliamo parlare di quello a cui hai accennato sul “massone”? Ecco, dopo lo scandalo sulla loggia massonica di Gelli che accadde a quei politici coinvolti?

    Uno l’abbiamo osannato per un ventennio, l’altro faceva il boss nella tua regione, tanti altri hanno continuato a fare politica, vertici dei carabinieri, della polizia, dell’esercito, dello Stato, dell’industria…. sono rimasti al loro posto!

    E David, cosa ha fatto il “popolo”?

    Ecco, è pensando a questo che già da tempo ho perso ogni speranza che questo Paese possa tornare, per diritto oggettivo, tra i paesi civili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: