Il Blog

Un giorno speciale.

In Politica on Maggio 7, 2015 at 7:34 am

15 marzo 2013

https://zacforever.wordpress.com/2013/05/15/caro-pippo-ti-scrivo/

 

6 maggio 2015

Pippo ha lasciato il PD, e come vado dicendo e scrivendo da piu’ di cinque anni, lo scranno di palazzo Chigi oggi e’ un po’ piu’ vicino, non succedera’ nel 2018, ma fra due legislature, quando Pippo sara’ riuscito a conglobare tutti gli elettori che sono stati LETTERALMENTE presi per il culo dal partito che hanno votato, e tutti gli elettori che, capendo per primi il falso progressismo di Renzi, hanno per protesta votato i cinquestelle.

Ci sara’ da impegnarsi, persino da divertirsi, non sara’ facile, ma e’ una sfida che l’elettorato di sinistra attendeva da almeno un biennio, e nessun sondaggista puo’ sapere quanto puo’ essere il bacino d’utenza, ma e’ di certo un territorio sconfinato.

Personalmente, vorrei che anche Lucrezia Ricchiuti , Walter Tocci e Maurizio Landini facessero parte del gruppo dirigente.

 

Sono combattuto, non so’ se gioire di piu’ per la vittoria sul Real o per la scelta di Pippo, ma lo stesso sono al settimo cielo, fuori c’e’ il sole, giornata meravigliosa, cuore che batte forte, la speranza che diventa forma, la gioia che resta tangibile, la certezza di essere dalla parte giusta.

Non ignoro la sofferenza che deve aver traviato Pippo negli ultimi mesi, non dev’essere stato semplice, una vita nel partito che poi ti ha tradito, una vita a combattere contro i propri compagni che si sono venduti per meno di trenta denari.

 

Ora le cose tornano “normali”, Guerini votera’ con Verdini, Zanetti con Alfano e Giovanardi con la Binetti.

 

Ho pensato molto a come felicitarmi per questa scelta, e continuavo a pensare a una sorta di percorso inverso, che ci faccia tornare alle origini della sinistra in questo paese.

Mi e’ venuto in soccorso il mitico Woody con la seguente:

“Tanto per cominciare si dovrebbe iniziare morendo, e così tricchete tracchete il trauma è bello che superato. Quindi ti svegli in un letto di ospedale e apprezzi il fatto che vai migliorando giorno dopo giorno. Poi ti dimettono perché stai bene e la prima cosa che fai è andare in posta a ritirare la tua pensione e te la godi al meglio. Col passare del tempo le tue forze aumentano, il tuo fisico migliora, le rughe scompaiono. Poi inizi a lavorare e il primo giorno ti regalano un orologio d’oro. Lavori quarant’anni finché non sei così giovane da sfruttare adeguatamente il ritiro dalla vita lavorativa. Quindi vai di festino in festino, bevi, giochi, fai sesso e ti prepari per iniziare a studiare. Poi inizi la scuola, giochi con gli amici, senza alcun tipo di obblighi e responsabilità, finché non sei bebè. Quando sei sufficientemente piccolo, ti infili in un posto che ormai dovresti conoscere molto bene. Gli ultimi nove mesi te li passi flottando tranquillo e sereno, in un posto riscaldato con room service e tanto affetto, senza che nessuno ti rompa i coglioni. E alla fine abbandoni questo mondo in un orgasmo!”

Woody Allen
Grazie Pippo.

 

 

  1. Pensa che stavo venendo da te con l’intenzione di postare un commento nel precedente post, completamente fuori tema, del tipo “PIPPO HA LASCIATO!!!”

    Ciao Zac e buona giornata a tutto il condominio. Perché questa (ma già da ieri) è proprio una buona giornata.

    E stavo venendo da te perché più leggo i post che Pippo sta diffondendo in giro per la rete, più leggo adesioni entusiaste, complimenti a migliaia. Hai ragione, leggendolo credo anche io che ci sia una gran sofferenza in lui. Però, c’è anche tanta serenità perché penso sia una scelta che anche lui ha capito non più procrastinabile, E leggo tanti propositi, progetti, impegni e obiettivi.

    Si, penso anche io che ci divertiremo!

  2. Caro Zac,
    condivido la tua soddisfazione. Meno il tuo entusiasmo. Pippo finalmente se ne è andato, ha fatto bene, lo ha fatto con grave ritardo, e soprattutto lo ha fatto praticamente da solo. Gli altri stanno ancora lì, non lasciano la “ditta” (che definizione orribile) e sono oggettivamente complici di Renzi.
    Ricordo la tua predizione di Civati premier e ti ricordo che non ci ho mai creduto. Fra due legislature noi saremo sempre più vecchi e Civati sarà invecchiato molto più di noi. Per essere leader in politica ci vogliono ben altri requisiti. E per guidare la sinistra, cioè la parte politica che deve difendere i più deboli, non basta la prepotenza fascisteggiante dei leader come Renzi che difendono i più forti.
    Se fossi stato Civati, dopo il Patto del Nazareno e il traghettamento manco tanto occulto, piuttosto sfacciato, dei forzitalioti e dei montiani nel PD, avrei detto alla base: “Ok. Si cambia. Visto che il PD è stato occupato militarmente da Forza Italia, noi che veniamo dalla storia della sinistra italiana ora ci iscriviamo in massa a Forza Italia e la facciamo nostra. Poi cambieremo anche il nome, che tanto ormai e’ solo un dettaglio”.
    Buona giornata
    David

  3. fra due legislature noi saremo piu’ saggi, non piu vecchi. Pippo e’ del 75, un pargolo.

  4. Sono felice.
    Finalmente l’ha fatto, certo la sua sofferenza è tangibile e credo che abbia ritardato la sua scelta proprio per questo, per amore del Pd, per amore di un progetto in cui aveva sinceramente creduto. Si sa che quando gli amori finiscono si soffre e magari ci si mette un po’ di più del previsto a dire basta, poi però passa e si ricomincia.
    E niente, sono felice.

  5. Caro Zac,
    io la faccio semplice: essendo scazzato di tutto, avevo bisogno di un nome per percorrere ancora la strada che da casa mia porta alla sezione elettorale. Sta al nostro Pippo farmela camminare con quel pò di convinzione che mi manca da molti anni.
    Buon lavoro a Pippo ed agli eventuali puri che lo seguiranno.
    Ciao a tutti.

    Hasta
    robi

  6. Ciao Zac
    capisco il tuo entusiasmo per come hai sempre sostenuto Civati. Da parte mia dico che ci ha messo davvero tanto e temo che abbiamo anche un po’ perso in questa maniera il consenso che avrebbe ottenuto mandando a quel paese subito Renzi e il suo governo… vedremo cmq.
    Mi sembra anche un’uscita solitaria gli altri rimangono al calduccio
    cmq Hasta

  7. […] Ripensando a tutte le fasi che abbiamo attraversato, attraverso cui la sinistra italiana e non solo italiana è passata, a rinunciare sempre un pochino e sempre di più a noi stessi per adeguarci alla rassicurante massa, ci abbiamo guadagnato o ci abbiamo perso? E abbiamo guadagnato cosa, e perso cosa? Ne valeva la pena? […]

    Queste sono parole di Civati, inserite in un post più lungo ed in risposta ad un breve articolo che Michele Serra, nella rubrica l’Amaca, ha dedicato a Pippo. Consiglio di leggerlo tutto. E’ sul suo blog.

    Ecco, queste poche e significative parole m’hanno fatto ricordare coloro che pur affermando di esere di sinistra, dicono “siamo stanchi di perdere”.

    E abbiamo guadagnato cosa ad essere “vincenti”?

    E’ una domanda, ovviamente, rivolta a quei condomini oramai latitanti.

    Buon fine settimana a tutto il condominio ed a te, Zac.

  8. Caro Carlo,
    quelli che “hanno vinto” non li rivedremo più, e non sarà una gran perdita. Non so te, io preferisco discutere, litigare, condividere argomenti con qualcuno onestamente di destra piuttosto che avere a che fare con quelli che si fingono e si sono finti di sinistra. E questa preferenza non la esprimo da oggi, risale a quasi mezzo secolo fa.
    Buon fine settimana anche a te
    David

  9. Sono con David, senza se e senza ma, il confronto è alla base dello sviluppo, l’ideologia con i paraocchi è alla base delle dittature e mi pare che ci manchi solo il saluto fascista.
    Ma l’elicottero che prende per andare a presenziare tutte le manifestazioni non potrebbe esplodere?
    Su Civati…ho 66 anni e provengo dalle sezioni non dai convegni sporadici, poteva lasciare prima senza tante attese, come dice Robi, la strada per la sezione del voto la guardo, non so se la percorrerò, a ognuno i suoi credi e i suoi guru.
    Hasta Condomini.
    Tina

  10. Cara Tina,
    mai dubitato sul nostro comune sentire. Mai dubitato. Ma non per motivi ideologici, bensì per motivi diciamo antropologici.
    In questi mesi, perdo molto tempo a leggere i commenti agli articoli di politica interna su quasi tutti i giornali. Gli strenui difensori del PD di Renzi e i loro argomenti sono sempre più smaccatamente di destra. Antropologicamente di destra.
    È gente che dice di provenire dalla cultura di sinistra ma usa nei nostri confronti gli eterni aggettivi spregiativi della destra, tipo “sinistrorsi”. È indice di una cultura molto precisa. E’ come parlare di omosessualità definendo gli omosessuali “pederasti”.
    È gente che va dove porta il vento. Ma il vento passa e va.
    Se disgraziatamente si avverassero le fosche previsioni di alcuni storici, un giorno non lontano questi allegri opportunisti potremmo ritrovarceli vestiti da fondamentalisti islamici.
    Buona domenica
    David

  11. caro Zac
    ho letto con entusiasmo ( come sempre) il tuo ultimo post. Pippo ha lasciato, come e’ giusto che sia in una democrazia moderna. Come in un rapporto fra persone che non hanno piu’ lo stesso ideale o semplicemente vedono il fine attraverso mezzi diversi.
    Pippo ha lasciato per l’ attuale sistema. Molti lasceranno nel prossimo futuro, ne son certo.
    Come le certezze assolute che sono purtroppo ideologiche e poco attente al pensiero di molti altri.
    Pippo ha lasciato ed e’ il primo di una potenziale nutrita folla che lascieranno volenti o nolenti la propria origine perche’ il cambiamento parte necessariamente dal cambiamento.
    Pippo ha lasciato, ma non proprio.
    come sempre grazie dei tuoi spunti di riflessione
    buona settimana, al prossimo.

  12. Caro Dekart, applausi.

    Hasta
    Zac

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: