Il Blog

Lo Scempio.

In Politica on Maggio 26, 2015 at 7:55 am

Il 15 settembre 2014 arriva una circolare ministeriale  a tutte le scuole italiane, pubbliche e private.

Si anticipano al corpo docente i punti principali dello scempio “la buona scuola”.

Il ministero apre un sito in rete dove far pervenire proposte, discussioni, insomma, un forum. A fronte di 1milione200mila insegnanti, dopo due mesi, 19mila fra genitori, studenti e insegnanti lasciano un segno, l’1,58%.

Di TUTTE le opinioni arrivate, si contano in numero ZERO quelle recepite dall’esecutive, ZERO, un’illusione.

Lo scempio ricalca la politica scolastica della Tatcher e di Reagan, il neoliberismo spinto.

Lo scempio e’ stato “pensato” da un pool composto da il ministro (mai insegnato un’ora in vita), due sottosegretari (idem) e un imprenditore (idem). Quattro persone che non essendo mai entrati in un aula per insegnare, buttano giu lo scempio.

Di base prevede che i dirigenti scolastici siano i capi assoluti degli istituti, che diventeranno “territoriali”, con graduatorie “territoriali”, e l’apice di questa piramide verra’ ricoperta dal preside. I dirigenti scolastici per l’80% sono laureati in matematica, come cazzo possono valutare un insegnante d’arte? semplice, non facciamo arte. E sapete da dove esce la stragrande maggioranza di loro? dal concorso del 2012, quasi tutti.

Il preside.

Taluni soloni vanno farneticando che negli USA e in Regno Unito e’ cosi’, il preside comanda, pero’ omettono che negli stati in questione, quando un preside sbaglia va’ a casa, norma assolutamente evitata dallo scempio “la buona scuola”.

La “chiamata diretta”, praticamente la paraculata di stato. Un preside chiama un insegnante, che giudica bravo e capace, e che magari, non sarebbe poi assurdo, che la pensi in linea con lui (ricordo che “nepotismo” e’ una parola che non si traduce in altre lingue, perche’ non e’ concepita negli altri idiomi).

Adesso viene il bello:  dopo un anno di insegnamento il prescelto viene valutato, per decidere se tenerlo o meno, per decidere se aumentargli lo stipendio, e il compito di tale decisione e’ assegnato a una commissione composta dal preside medesimo, 1 insegnante, 2 genitori e 1 studente. Avete letto bene: 1 studente.

Gli emolumenti dell’insegnante verranno sanciti da un giudizio di uno studente, se ne’ deduce che in questo onestissimo e illibato paese sara’ interessante andare a vedere i voti che otterra’ lo studente in oggetto… che neanche il duo Reagan Tatcher era arrivato a tanto.

Non tratto in questo post l’oramai annosa questione degli scatti di anzianita’, basta sapere che da 15 anni non vengono sfiorati, e lo scempio se ne’ guarda bene.

Al sud e nelle periferie borderline sono preoccupatissimi. Qui in zona (nordest) non si contano i mecenati (mi piace ancora chiamarli cosi’) che magari non hanno neppure i loro figli in quell’istituto, ma che devolvono donazioni per un nuovo laboratorio o per una nuova palestra. Al sud, e’ purtroppo troppo facile prevederlo, la lunga mano delle mafie riuscira’ (mi ci gioco le palle) ad entrare nelle scuole, abbiamo appena scoperto il riciclaggio scolastico.

Segnalo pure ste prove INVALSI, dove si defenestra l’istruzione per dare sfogo ai quiz, i test sono concepiti come le domande che ti facevano a scuola guida, devi mettere le X sulla risposta esatta, un’aberrita’.

L’istituto per la valutazione statistica, l’Invalsi per l’appunto, si e’ sempre occupato di stabilire, ad esempio, quale fosse l’ateneo piu’ in gamba dello stivale tramite i loro test, tipo una volta l’anno, per puro dato statistico e non competitivo, mica per promuovere o bocciare.

Ah, l’Invalsi e’ una struttura privata facente capo alla fondazione G.Agnelli, cosi’ ci si fa’ un’idea di chi elabora i test e poi se li vede riconsegnare, corretti e valutati dal docente, e successivamente emettere regolare fattura per l’immane lavoro svolto.

Gli studenti l’han capito prima, lo scempio e’ fortemente spostato verso la competizione, ma la scuola NON e’ COMPETIZIONE, santocielo!!!, lo comprende anche un organismo monocellulare.

 

Vedremo competere gli alunni fra di loro, e i loro padri pure, come gia’ succede nei campi sportivi al sabato mattina. Una classe delle medie ha di norma due alunni con problemi (spesso forme di autismo) e quattro alunni extracomunitari, i quali saranno per forza esclusi dalla competizione, perche’ il nostro sistema scolastico, che ci invidia mezzo mondo, si fonda sull’inclusione, non sulla gara.

I ragazzi non vogliono competere, vogliono solo l’uguale diritto allo studio.

La costituzione recita: L’arte e la scienza sono liberi e indipendenti.

Sia per il genio, sia per lo stupido, aggiungo io.

Aumentera’ a dismisura la baronia, il vero cancro del sistema scuola.

I presidi tenderanno a non bocciare, un alunno costa 6mila euro allo stato.

 

Noi italiani siamo figli diretti della tragedia greca e del diritto romano, siamo da sempre un popolo di eclettici che poi relativizzano, non di settoriali, a un anglosassone insegni una specialita’, di norma egli la apprende bene, ma poi non chiedergliene un’altra, sprofonderebbe; noi siamo antropologicamente diversi, popolo di scopritori, di artisti, di lavoratori nei campi piu’ disparati, persino di menefreghisti, non possiamo e non vogliamo diventare inglesi o tedeschi. O perlomeno, non lo voglio io. I test invalsi dimostrano proprio questo concetto, l’intelligenza binaria, i si’ e i no.

 

Personalmente, e qui esco dal seminato dello scempio, ho conosciuto molti insegnanti bravissimi, davvero delle eccellenze che pero’ vivono nel precariato, e i loro alunni, a distanza di anni, li ringraziano ancora per essere stati i loro fruenti di cultura.

Sono tutti insegnanti che litigavano con il preside, che litigano con il preside, e che con ogni probabilita’ non ci litigheranno piu’.

Senza di loro io non sarei cosi’.

 

Putroppo non me la sento di dire che anche i miei nipoti avranno la fortuna di avere un professore come Roberto, uno di quelli bravi, uno di quelli “spostati”, un’enciclopedia vivente, uno che si e’ sentito dire dai propri alunni:

“Professore, noi vogliamo che lei diventi il preside di questa scuola”

E lui, serafico, ha risposto.

“No, perche’ non voglio che voi cresciate per emulare me, non voglio che la mia visione del mondo sia per decreto la vostra, sarebbe un peccato capitale”.

Ecco, caro Robi, per me la scuola sei tu.

Ti ringrazio.

 

 

 

 

  1. Essì! Caro Zac… Io sarei stata privilegiata con alcuni presidi, e messa all’indice con altri. Ho fatto alcune litigate epiche in consiglio d’istituto, con sbattuta di porta finale, che mia figlia, allora ragazzina al mio seguito visto che la portavo sempre con me, ancora ricorda. Ti aggiungo una chicca : al concorso per presidi (quello di tanti anni fa e poi l’ultimo) due colleghi veramente validi sono stati bocciati, mentre due arroganti poco apprezzati nell’ambiente come docenti lo hanno superato.

  2. Mirabile post, caro portinaio!
    trovo quasi irrispettoso aggiungere commenti. La deriva della scuola è peraltro un fenomeno mondiale in un mondo medievalizzato dove si è spalancato un abisso impensabile tra ricchi e poveri. I nuovi ricchi, che hanno fatto montagne di soldi in un baleno sulla pelle dell’umanità, hanno ora bisogno di scuole fasulle che traghettino altrettanto velocemente i loro rozzi rampolli ai vertici della nuova classe dirigente in divenire.
    Le scuole diventano quindi, come tu segnali, autoscuole a base di quiz. E gli istituti più prestigiosi hanno alzato vertiginosamente le rette per creare un numero chiuso sulla base del reddito.
    Cinque anni fa, andai a tenere una conferenza a Harvard sulla fine dell’Unione Sovietica e mi portai appresso i miei figli più grandi. Gli allievi che avevo dinanzi, laureandi in Storia,quasi non sapevano dove fosse ubicata l’Unione Sovietica.
    Quella notte, facendo ritorno a New York da Boston, i miei due figli maggiori cominciarono a maturare la decisione di smettere di studiare e cominciare a lavorare.
    Tornando a noi, Renzi può essere il colpo di grazia per il nostro paese ma potrebbe essere un nuovo inizio. Quello che sta facendo è talmente orrendo, ma anche talmente combattuto, da poter rappresentare un’occasione di riscatto per tutti, sempre se ne usciremo vivi.
    Buona giornata a tutti
    David

  3. http://www.columbia.edu/cu/ufc/news/2010_7_27.html Si’ si’, mi ricordo di harvard, all’epoca trovai anche questo in proposito.

    vorrei far notare a chi leggerà l’articolo della columbia come sia stato recepito ad harvard a differenza del nostro bel paese, dove Evilenko dovrebbe essere proiettato in tutte le scuole.

    che se aspetto che sia david a raccontarlo, campa cavallo…

    il ragazzo e’ timido.

    hasta
    zac

  4. Caro Zac,
    ti ringrazio per l’esperta critica (di cui avevo bisogno) sulla “Buona scuola” e per il link che “il ragazzo timido” non ci avrebbe mai segnalato. Per me, la sensazione di occupare il sottotetto di questo straordinario Condominio è simile a quella di essere in campo con la Juve contro il Barcellona, ma voi tutti siete molto più comprensivi di Allegri…

    Hasta
    robi

  5. Caro Zac,
    succedono cose veramente straordinarie in questo paese. Se non fosse il nostro, ci sarebbe da ridere a crepapelle. Stasera Bersani è andato, tomo tomo cacchio cacchio, a sostenere la candidata del PD in Liguria, quella votata dai cinesi veri in barba al cinese per modo di dire (Cofferati). Civati l’ha giustamente apostrofato a distanza: “Mi sa che stasera Bersani ha sbagliato piazza”. E Bersani, di rimando, gli ha praticamente risposto “ando vai, se il PD non ce l’hai?”.
    Bersani rientra dunque nei ranghi in stile Crozza. Aveva perso tutto. Adesso anche la dignità.
    Buonanotte
    David

  6. Caro Zac e cari condomini,
    quando si dice che la realtà supera la fantasia esiste pur sempre una logica. La realtà supera la fantasia solo quando la fantasia non è stata capace di guardare e interpretare la realtà.
    Pare che Berlusconi sia andato a fare un comizio a Segrate ma abbia sbagliato palco. Si è accomodato su quello del PD e ha invitato gli astanti a votare per il candidato del PD. Si è accorto dell’errore fuori tempo massimo.
    Inutile dire che una cosa del genere in passato non sarebbe potuta accadere.
    Questo episodio che i giornali commentano con l’idiozia corrente (“Berlusconi invita a votare per i comunisti”) ai miei occhi di ateo appare quasi come una grazia divina. Questo errore di Berlusconi sottolinea in un colpo solo la fine della politica, l’equivalenza del PD e di ciò che resta di Forza Italia, nonché la mancanza di onestà di tanti elettori italiani.
    Buon fine settimana a tutti
    David

  7. Ciao Zac, buona serata. La tua riflessione è talmente perfetta che l’unica cosa che mi sento di aggiungere è che tutto ciò che sta avvenendo nel mondo della scuola di oggi, è conforme agli obiettivi generali: creare una massa di schiavi ignoranti ed una piccola, ristretta elite dominante. Quando leggo cosa sta accadendo oggi nella scuola o, peggio ancora, quando ascolto i miei nipoti che ancora studiano… mi sento fortunato ad aver vissuto in un’altra epoca. Sono convinto di aver avuto delle opportunità che loro non potranno neanche immaginare. Ho potuto fantasticare di un mio possibile futuro e, uno volta terminati gli studi, provare anche a renderlo realtà. Le difficoltà non sono mancate ma, non lo so, a me sembra che per queste generazioni future sia già stato tutto programmato, definito. Non avranno alcuna possibiità di scelta, nessuna opportunità. Seguiranno una strada già tracciata per loro da altri e seguiranno su quella strada, come automi. Non sarà un bel vivere, credo.

    Buon proseguimento di fine settimana a tutto il condominio. Ciao

  8. Cari condomini,
    che bella serata! Il nuovo Berlusconi durerà molto, ma molto meno di Berlusconi. Il bulletto del 40%, al primo refolo di vento, si attesta al 23%. Meno male che era un vincente.
    Il PD e Forza Italia spariranno. Non alla prossima tornata elettorale. A quella successiva.
    Ora serve un nuovo soggetto di sinistra. Ci sono due o tre anni di tempo, non di più. Alle brutte c’è il Movimento 5 Stelle. Finché Grillo non si fa vedere né sentire e Casaleggio gioca coi Pokemon, può soltanto salire.
    David

  9. Cari condomini,
    metto in bacheca un messaggio rivolto ai presunti compagni come Spera che volevano vincere a tutti i costi.
    Nell’ultimo quarto di secolo, se volevate vincere ad ogni costo (e di conseguenza avere Alfano ministro degli interni, ottenere un presidenzialismo mascherato, distruggere una volta per tutte la scuola pubblica, varare una riforma elettorale peggiore del Porcellum, abolire i diritti dei lavoratori, ecc.) DOVEVATE VOTARE BERLUSCONI.
    Se non lo avete fatto, è solo perché siete stati abbastanza furbi da intuire che Berlusconi non avrebbe sempre vinto, come è puntualmente accaduto quando aveva di fronte Romano Prodi.
    Ora con Renzi pensavate di essere in una botte di ferro. Pensavate di essere furbi. Peccato che gli italiani, TUTTI GLI ITALIANI, nessuno escluso, sono furbi. Persino Bersani è furbo a modo suo. È andato a sostenere la Paita in Liguria soltanto per non consentirvi di dargli del “gufo”. E le ha fatto sicuramente perdere un’altra barcata di voti.
    Grazie di cuore.
    David

  10. Ciao Zac,
    tieni d’occhio la normativa europea sui cookie che va in vigore da domani, 3 giugno 2015.
    Sulla mia piattaforma (Blogger), tramite una semplice operazione, la scritta obbligatoria sulle pagine dei post si è attivata automaticamente, ma per quanto riguarda la piattaforma WordPress la cosa non è sembrata così semplice a due delle mie amiche di blog che hanno disperatamente scelto (per evitare le pesanti sanzioni previste) di eliminare il blog.
    La mia dose di incazzatura per la mancanza di informazioni l’ho già segnalata con un post sul mio blog.
    Buona giornata. robi

    P.S. David è in formissima!

  11. Stefano, Stefano! cominci con “non conosco la riforma”… grave errore. Purtroppo ho un’esperienza tale che mi permette di giudicare quanto proposto un’emerita dimostrazione di ignoranza mista a spregiudicato interesse. Ci sono storture tali da garantire una futura generazione di gente incolta, esattamente come necessita ad una classe politica prevaricatrice. Ho scritto tante parole sulla scuola, un esempio : ” http://soloanna.blogspot.it/2014/09/la-buona-scuola.html#more ” , ma è solo uno degli ultimi post. Se hai tempo leggi il mio diario (ne trovi i link sulla destra del mio blog) e scoprirai una realtà diversa. Per i test a crocette ho già espresso (non ricordo dove, ma in più casi) la mia contrarietà perchè non offrono un valido strumento di valutazione in quanto sono spesso di difficile lettura e con risposte troppo limitate, a meno che non siano problemi, e spesso traggono in inganno persone ansiose o iperattive.
    Come “omaggio” a tutti voi condomini riporto uno dei racconti del mio libricino (pubblicato solo per vedere l’effetto che fa essere “autrice”) :
    GENITORI D’OGGI

    La mattinata era quasi passata, stavo pregustando il piacere del giorno di vacanza, prima di un fine settimana con tutti i presupposti del caos, vista la possibilità di un ponte non previsto dalla programmazione delle attività, quando la porta viene aperta da un collega che, con il volto scuro, mi presenta il libretto personale di un allievo (quello in cui vengono registrati voti e comunicazioni alle famiglie) con un secco : “ Leggi!”
    Riporto fedelmente quello che ho letto :
     “ L’allievo ………. nel laboratorio di….. saltava violentemente sulla sedia, mettendo in serio pericolo l’incolumità degli altri allievi. 2-12-2005” Firma del docente
    risposta del genitore
     “ N. B. (freccia verso il basso e scrittura in stampatello)
    MA LEI E’ ANCORA IL PROFESSORE IDIOTA (ripassato due volte e sottolineato in rosso) CHE SI E’ PERMESSO DI FARE X 2 VOLTE LA STESSA NOTA CON LE STESSE PAROLE DEVO FORSE SUPPORRE CHE NON SA’ ESPRIMERSI IN ALTRI MODI VISTO CHE PENSA SEMPRE AL PEGGIO ( HO FORSE E’ CAPITATO HA LEI DI CADERE DALLA SEDIA DA PICCOLO? PERCHE’ ALLORA CAPISCO PERCHE’ LEI E’ COSI’.)
    DISTINTI SALUTI E SPERO DI NON DOVER FAR VISITA HA SCUOLA
    Firma del genitore”
    Raccolgo la mandibola da terra, mi era caduta nel leggere tanta arrogante stupidità, riprendo fiato e guardando il collega, sulla cui figura non mi soffermo, perché nel contesto non ha assolutamente importanza, gli chiedo se è sicuro che sia stato il genitore, e non sia una stupida bravata del ragazzo.
    Chiamiamo l’allievo che asserisce candidamente, mostrando anche le firme su altre parti del documento, che suo padre sapeva che avrebbe rischiato di avere dei problemi, ma che non gliene fregava niente.
    Sinceramente mi sono intromessa quasi fisicamente tra il docente ed il ragazzo, che con fare arrogante , ma timoroso nei miei confronti, data la mia funzione e la mia autorevolezza, rispondeva con la fretta di andare via, visto che stava per finire l’orario delle lezioni, spiegando che la cosa non sarebbe passata senza conseguenze.
    La sedia , per dovere di cronaca, era uno sgabello, la nota doppia, era dovuta ad un precedente richiamo per lo stesso motivo, e, sempre per dovere di cronaca, i rischi nei laboratori non sono degli studenti, ma dei docenti che, in caso d’incidente, non sono sufficientemente tutelati dallo Stato, come alcune sentenze passate possono dimostrare.
    A questo punto la storia continuerà per i suoi cammini, quelli che le persone coinvolte sceglieranno, quelli che il dovere di educare suggerirà, quelli che la dinamica di azione – reazione genereranno, ma guardando al di là della “siepe”, con l’esperienza maturata, mi domando quale perverso meccanismo biologico ha privato le persone del normale buonsenso? Quale processo ha portato le persone a rinunciare al rispetto per se stessi, nella logica della polemica aggressiva, per tramandare alle generazioni future quel mondo in cui una madre dice del figlio stupratore e prepotente – “non lo riconosco”!
    Invece è proprio il prodotto della tua educazione, quella con cui hai concesso ogni capriccio, hai accettato indebite alzate di scudi, hai perdonato comportamenti irrispettosi, magari ridendo perché era un piccino che li imitava, e non hai bloccato gli esempi familiari negativi o stigmatizzato quelli non familiari, come i mediatici, non hai “visto” crescere il tuo bambino, perché distratta dalle luci di un benessere artificiale, non hai saputo ascoltare, ed hai bevuto dal calice delle bugie senza battere ciglio, perché è più facile credere alla menzogna che appurare la verità ed affrontarla.
    E Tu, Ministro della Pubblica Istruzione, Tu che riempi la Tua bocca di parole altisonanti, Ti sei mai calata nella realtà che mille e mille di noi, stupidi esseri Umani, Insegnanti di professione, armati solo della nostra Disponibilità, della nostra Sensibilità, e dei nostri Valori, viviamo giorno dopo giorno, per dare un futuro a quelle menti che hanno il diritto di sbocciare liberando ingegno e creatività.
    Tu che allevi i tuoi figli con l’aiuto di personale specializzato, e li mandi a studiare all’estero, per preparare il loro futuro in una bolla dorata, Ti sei mai “sporcata le mani” raccogliendo le lacrime di un ragazzino in crisi di disadattamento, o ti sei mai metaforicamente pulita la faccia dallo sputo di un genitore che ti accusa di qualsiasi delitto?
    Hai sempre scelto gli interlocutori per i tuoi comizi e per le tue collaborazioni, senza ascoltare chi ha maturato un’esperienza pluriennale con la parte più critica della popolazione scolastica, e, nella logica utilitaristica di chi non ha mai guardato oltre li muro del suo giardino, hai scelto di riportare la società a due gruppi distinti : i nobili ed i servi della gleba!

  12. Caro Stefano, ti rspondo.
    la scuola non e’ competizione. se non ci vuoi credere leggiti qualsiasi libro scritto in qualsiasi paese sviluppato.
    Io ho passato 8 nottate per studiarmi l’intero ddl, ho discusso con tre professori, un filosofo e alcuni genitori, poi, solo poi, ho scritto il post, che se rileggi per intero noterai che non porta alcuna esperienza personale, e’ una disamina accurata della proposta legislativa. che poi tu pensi che pagare la fondazione agnelli perche’ rilascia i test (e non li corregge!!!diocane!!!) sia una nota a margine e’ la prova provata che sarebbe meglio avere solo scuole private.
    Ti faccio presente che il ddl e’ gia stato spostato come calendarizzazione in aula, persino la Giannini ha compreso che bisogna riscriverlo almeno per la meta’.

    Credimi Stefano, v’e’ da augurarsi che tuo figlio, e con lui i miei nipoti, non vadano a scuola con questa riforma in vigore, per assurdo e’ meglio quella attuale a firma Gelmini (che all’epoca studiai in lungo e in largo e, fatti i debiti paragoni, non so’ quale sia peggio).

    Apprezzo l’onesta’, non conosci la riforma, indipercui credo di esserti stato d’aiuto per alcuni temi (leggi: commissione del preside) che nessun giornale ha pubblicato nelle prime dieci pagine, e credo pure che una parola di apprezzamento per la faticaccia (sul serio, studio molto di meno per altri post, questo e’ piu’ un pampleth)non suonerebbe male.

    Un ultima cosa: a me non frega un cazzo, ma sappi che Pippo legge spesso questo blog, e con Pippo non si scherza. Ti comunico che il voto di cui tu parli, e anche qui ti inviterei ad una informazione piu’ corretta, e’ del 24 settembre 2014, su proposta delm5s viene bocciato con 176 voti contrari, del pd in tre hanno votato a favore: Mineo, Lumia e Casson. E Pippo? Vedi Stefano, il provvedimento e’ stato presentato in Senato, non alla Camera, e Pippo siede a Montecitorio, non a Palazzo Madama, oltremodo i tre sono di area civatiana da un bel po’.

    Alla Camera il provvedimento non e’ mai arrivato in aula ed e’ stato approvato dalla conferenza dei capigruppo.

    Non so’ dove tu abbia letto o sentito di Pippo che ha votato contro, dato che la legge non e’ mai arrivata al voto in aula, e ti raccomendo di stare piu’ attento quando scrivi argomentazioni sostanziali riferite a un parlamentare, se non sei certo lascia stare.

    per essere precisissimo ti allego tutti i voti di pippo in aula (intesi come voti finali di approvazione o meno dei ddl, non delle milionate di emendamenti)

    Italicum – Fiducia Art. 1 – Assente

    Italicum – pregiudiziali di costituzionalità – Voto segreto

    Italicum – pregiudiziali di merito – Voto segreto

    Italicum – questione sospensiva – Contrario

    Divorzio Breve – Favorevole

    Introduzione del delitto di tortura – Assente

    Decreto Anti-Terrorismo – Assente

    Prescrizione reati – Favorevole

    Imu Agricola – Assente

    Decreto Banche Popolari – Assente

    Ddl Costituzionale: Riforma Senato & Titolo V – Assente

    Decreto Sviluppo Taranto – Assente

    Mozione Riconoscimento Palestina – Ncd – Assente

    Mozione Riconoscimento Palestina – Pd – Favorevole

    Responsabilità Civile dei Magistrati – Favorevole

    Milleproroghe 2014 – Favorevole

    Fiducia – Milleproroghe 2014 – Favorevole

    Legge di Bilancio 2015 – Assente

    Legge di Stabilità 2015 – Assente

    Legge di Bilancio 2015 – Assente

    Legge di Stabilità 2015 – Assente

    Fiducia – Legge di Stabilità 2015 Art.2 – Favorevole

    Fiducia – Legge di Stabilità 2015 Art.3 – Favorevole

    Fiducia – Legge di Stabilità 2015 Art.1 – Favorevole

    Legge Delega – Jobs Act – Contrario

    Decreto Processo Civile – Favorevole

    Sfiducia Alfano – Favorevole

    Fiducia – Decreto Processo Civile – Favorevole

    Decreto Sblocca Italia – Contrario

    Fiducia – Decreto Sblocca Italia – Assente

    Ddl Autoriciclaggio – Favorevole

    Fiducia – Decreto Anti-Violenza negli Stadi – Favorevole

    Reato di Depistaggio – Favorevole

    Proroga Missioni Militari 2014-Secondo Semestre – Assente

    Fiducia – Decreto Riforma PA – Favorevole

    Decreto Riforma PA – Favorevole

    Rendiconto Bilancio 2013 – Favorevole

    Assestamento Bilancio 2014 – Favorevole

    Decreto Competitività – Assente

    Fiducia – Decreto Competitività – Favorevole

    Decreto Riforma PA – Favorevole

    Fiducia – Decreto Riforma PA – Favorevole

    Decreto Risarcimento Detenuti – Assente

    Cooperazione allo sviluppo – Assente

    Decreto Cultura II – Favorevole

    Ddl Esodati – Assente

    Decreto Commissari Opere Pubbliche – Assente

    Decreto Irpef – Favorevole

    Fiducia – Decreto Irpef – Favorevole

    Decreto Alluvione & Terremoto Emilia-Romagna – Assente

    Decreto Servizio Scolastico – Favorevole

    Divorzio Breve – Favorevole

    Decreto Opg – Favorevole

    Piano Casa 2014 – Assente

    Fiducia Piano Casa 2014 – Assente

    Decreto Lavoro Poletti – Jobs Act – Assente

    Fiducia – Decreto Lavoro Poletti – Jobs Act – Favorevole

    Decreto vigilanza Bankitalia – Favorevole

    Dimissioni On. Nardella – Assente

    Decreto droghe e farmaci off label – Assente

    Fiducia – Decreto droghe e farmaci off label – Favorevole

    Decreto Lavoro Poletti – Jobs Act – Assente

    Decreto Lavoro Poletti – Jobs Act – Fiducia Decreto Poletti – Favorevole

    Fiducia – Salva Roma 3 – Favorevole

    Salva Roma 3 – Favorevole

    Rappresentanza di genere elezioni del Parlamento Europeo – Favorevole

    Ddl Svuota Province – Assente

    Modifica 416-ter, scambio elettorale politico-mafioso – Favorevole

    Pene detentive non carcerarie – Favorevole

    Dimissioni in bianco – Favorevole

    Decreto Rientro Capitali all’Estero – Favorevole

    Decreto Stipendi Scuola – Assente

    Proroga Missioni Militari 2014-Primo Semestre – Favorevole

    Italicum – Assente

    Italicum – Parità di genere – Voto segreto

    Italicum – Genere al 40-60% nei capolista – Voto segreto

    Italicum – Parità ’50 e 50′ nei capolista – Voto segreto

    Messaggio di Napolitano – Situazione Carceri – Favorevole

    Delega Fiscale al Governo – Assente

    Fiducia al Governo Renzi – Favorevole

    Decreto Finanziamento Pubblico ai Partiti – Favorevole

    Milleproroghe 2013 – Assente

    Decreto Destinazione Italia – Favorevole

    Decreto Carceri – Favorevole

    Fiducia – Decreto Carceri – Favorevole

    Italicum – Pregiudiziali di Costituzionalità – Voto segreto

    Italicum – Pregiudiziali di Merito – Contrario

    Decreto Terra dei Fuochi – Assente

    Decreto IMU-Banca d’Italia – Favorevole

    Fiducia-Decreto IMU-Banca d’Italia – Favorevole

    Fiducia Decreto Salva Roma – Favorevole

    Ddl Svuota Province – Favorevole

    Legge di Bilancio 2014 – Assente

    Seconda nota di variazioni al Bilancio 2014 – Favorevole

    Legge di Stabilità 2014 – Favorevole

    Fiducia – Legge di Stabilità 2014 – Favorevole

    Risoluzione – Fiducia Governo Letta – Favorevole

    Trans Adriatic Pipeline – Assente

    Decreto Proroga Missioni Militari – Assente

    Fiducia – Decreto Proroga Missioni Militari – Assente

    Decreto Emergenza Immigrazione – Assente

    Mozione di Sfiducia – Ministro Cancellieri – Contrario

    Tav Torino-Lione – Assente

    Decreto Istruzione – Assente

    Decreto Salva Pubblica Amministrazione – Assente

    Ddl Diffamazione – Favorevole

    Abolizione del finanziamento pubblico diretto ai partiti – Assente

    Decreti Imu – Favorevole

    Decreto Anti-Femminicidio – Assente

    Decreto Cultura – Assente

    Fiducia al Governo Letta – Assente

    Assestamento Bilancio 2013 – Favorevole

    Delega Fiscale al Governo – Favorevole

    Contrasto Omofobia e Transfobia – Voto segreto

    Comitato parlamentare per le riforme costituzionali ed elettorali – Assente

    Decreto del Fare – Favorevole

    Dimissioni deputata Marta Leonori – Voto segreto

    Decreto Lavoro – Favorevole

    Decreto Svuota-Carceri – Favorevole

    Fiducia Decreto del Fare – Assente

    Modifica 416-ter, scambio elettorale politico-mafioso – Favorevole

    Decreto ILVA – Favorevole

    Pene detentive non carcerarie – Assente

    Decreto Emergenze – Favorevole

    Fiducia Decreto Emergenze – Assente

    Decreto Emergenze – Fiducia DL Emergenze – Assente

    Sospensione IMU e Rifinanziamento CIG – Favorevole

    Convenzione Internazionale contro la violenza nei confronti delle donne – Favorevole

    Pagamento debiti Pubblica Amministrazione – Favorevole

    Fiducia al Governo Letta – Assente

  13. Cara Anna, grazie.

    Zac

  14. Cro Robi, ti giuro che non ho la piu’ pallida idea dell’argomento, io non so’ cosa significa cookie, e qui pare non essere successo nulla di strano.
    Hasta
    Zac

  15. Io continuo silenziosamente a seguire questa bella e interessante discussione, per vedere come va a finire. Però, nel frattempo, lascio un saluto a tutto il condominio. Ciao Zac e buon fine settimana a tutti.

    nb: Incuriosito dall’allarme di Robi, mi sono informato. E’ vero, c’è una nuova normativa europea sul trattamento informatico delle informazioni personali e sensibili (i cookie, appunto). Ma mica l’ho capito come lui ha risolto il problema!! A me sembra tutto come “al solito”!!

    A Robiiiiiiiii

  16. Cari condomini,
    anch’io seguo in silenzio i ragionamenti sulla scuola. Chiedo scusa, ma sono troppo preso dalla fine di Renzi.
    De Luca sarebbe già indagato per voto di scambio. E intanto denuncia la Bindi. La camorra, con il tovagliolo al collo, si appresta a magnasse la Campania.
    A Roma hanno sparecchiato la tavola fuori tempo massimo. Apprendo che tutti gli arresti di questi giorni erano stati predisposti già in marzo. La magistratura ha atteso quasi tre mesi “per non turbare le elezioni”. Ma vi pare possibile? E se gli arrestandi avessero mangiato la foglia, dove li andavano a prendere, alle Isole Cayman?
    Buona serata a tutti
    David

  17. Ciao Gente!!
    Mi vergogno un po’ a continuare la discussione perché mi pare di fare la sapientona, mentre ho tanti di quei dubbi…
    Stefano si chiede se l’imporre regole ai figli sia sbagliato. Risposta :NO!
    I bambini cercano lo scontro per avere in seguito un punto di riferimento adulto. Naturalmente non è l’autorità che cercano nella controparte, ma l’autorevolezza, cosa che comporta in parte l’imposizione ed in parte il convincimento del ragazzo. Un lavoretto da nulla…
    I cosiddetti esperti hanno studiato teorie di gente che ha difficilmente combattuto con la realtà estremamente varia della vita con i ragazzi. Qualcuno di essi dice che è sbagliato limitare la creatività, ma mica paga la reimbiancatura del muro dipinto dal piccolo pittore casalingo. Ho avuto una breve discussione con uno psicologo (frequentatore dei talk show e in visita al mio paese per la promozione di un suo libro) perché sosteneva una tesi idiota e inapplicabile ai ragazzi “normali” visto che il suo campo di competenza è quello della devianza. Naturalmente son stata liquidata come “quella che non capisce niente”. Meglio così, mi ha confermato di essere nel giusto.
    In ogni caso “la vita è ingiusta” e si deve imparare subito a subire le frustrazioni altrimenti poi, quando ci si sbatte il muso, si crolla.
    Torniamo alla scuola :
    L’incompetenza o l’inadeguatezza dei docenti sono un problema legato con la preparazione a monte (nella scuola) e un tempo c’erano gli anticorpi adatti per sanare le situazioni a rischio, cioè erano i docenti esperti che venivano in soccorso dei casi disperati con interventi diretti e consigli ai neofiti.
    Nella nuova riforma diventa una normalità che un docente insegni qualsiasi materia “purchè affine” , cioè se hai fatto un esame di chimica, come gli architetti, puoi insegnare anche all’ITIS per periti chimici. E gli insegnanti tecnici (ITP) possono sostituire i laureati assenti di qualsiasi tipo..
    Il preside i poteri già li ha, ma senza cervello, come alcuni da me conosciuti, fa solo danni.
    L’unico obiettivo della scuola è la crescita umana e culturale dei ragazzi, cosa di difficile misurazione, se non tramite la dispersione scolastica e la fama sul territorio.
    Rimando ad un intervento successivo il resto del discorso e per dare ragione a Tina nel suo ultimo post, per dimostrare che tutto è stato già scritto invio a due post di marzo 2010 e ottobre 2008

    http://serenity48.myblog.it/2010/03/27/povera-povera-scuola/
    http://serenity48.myblog.it/2008/10/16/classi-e-classi/

    li ho riletti… è terribile…

  18. p.s. per chiarire la storia dei cookie ho trovato questo :
    http://guida.myblog.it/2015/06/04/myblog-la-cookie-law/

  19. il timidone va’ in giro, rilascia interviste, e noi poveri umani dobbiamo cercare su google per trovare le news del caso.

    http://www.cinemaitaliano.info/news/30294/david-grieco-nuove-indagini-su-pasolini.html

  20. Ciao Zac
    se penso al mio preside di una volta con tutti questi poteri mi viene l’orticaria… magari chissà se ritorna alla lavagna con i gessetti e il cancellino… che tristezza
    hasta

  21. Cari condomini,
    i macchinisti sono gli operai del cinema, resi leggendari da Federico Fellini che ha spesso portato sullo schermo le loro perle di saggezza. Uno di questi, Alessandro detto “Ciglione”,
    stasera ha prodotto la seguente massima:
    “Votare il PD perché una volta si chiamava PCI è come scoparsi una vecchietta perché a vent’anni era figa”.
    Buona domenica
    David

  22. vecchietta quanto???

  23. Strepitoso David! Sei riuscito a farmi tornare il sorriso dopo una visitina in altri blog decisamente irritanti. Se ti leggevo prima, l’avrei messa tra le tante domande che ho postato in quel blog. Comunque, a questo tuo macchinista andrebbe fatto un monumento!

    E dai Zac, “vecchietta” è vacchietta!

    Buona serata a tutti!

  24. Caro Carlo,
    sono contento di averti fatto tornare il sorriso, perché stasera c’è ben poco da ridere. Venezia e Rovigo allla destra, forse persino Arezzo. E soprattutto, quelli come noi, a dir poco amareggiati, non vanno più a votare. In confronto a Renzi, Attila era un dilettante.
    Buonanotte
    David

  25. Chiedo scusa a David ed a “Ciglione” ma non ho potuto trattenermi dall’ immaginare la massima e di postarla sul mio blog e su G+
    Grazie per la delibera che mi sono firmato da solo…..
    Ciao a tutti! robi

  26. Lo trovo vergognoso… ed alquanto umiliante. Il tutto poi sotto il falso simbolo della meritocrazia. Che merito c’è nel farsi bella con il preside di turno? Racimolo punti da ormai anni… ma con la buona scuola non posso far altro che arrendermi…

  27. Grazie Carlo e grazie Robi,
    se stasera a cena Ciglione vedrà il capolavoro di Robi, scommetto che cadrà dalla seggiola.
    Io, intanto, mi chiedo: quando arrivano le dimissioni di Renzi?
    Buona serata a tutti
    David

  28. Carissima Godot, sbaglio o ci siamo gia conosciuti in rete anni fa’?, questo nickname mi sembra di averlo gia letto.

    Adesso mi fiondo da te.

    Hasta
    Zac

  29. Eh sì Zac. Infatti ho seguito le orme di un vecchio commento 🙂

  30. Caro Stefano, neanche immagini quanto io comprenda la tua situazione, che a grandi linee e’ anche la mia.
    Sai qual’e’ il problema? che la categoria artigiani/partite iva ha evaso per cosi’ tanto tempo da creare nell’immaginario collettivo quel senso di colpevolezza verso le due categorie, tipico di chi dice, mentendo “io ho sempre pagato tutto, il mio idraulico no”, scordando che nell’universo degli artigiani e delle piva vi sono anche persone che le tasse le pagano, tutte, e che vadano a cagare tutti coloro i quali vivono con le certezze del sapere a prescindere : “l’idraulico e’ un’evasore, l’impiegato postale un fannullone”.
    Ogni volta che ne’ incontro uno che la pensa cosi’ gli sbraito in faccia tutto il mio sdegno.

    Che poi, e’ piu’ colpevole l’idraulico che fa’ il lavoro esentasse, o il cliente che con il sorrisino accetta felice la proposta?

    Per il resto, caro Stefano, ripetendo che hai ragione da vendere, ma lo sai che i bancari hanno scioperato perche’ non era certo che gli venisse riconosciuta la quindicesima???? hai letto bene: QUINDICESIMA.

    Io arriva a fatica alla decima.

    P.S.

    lo scrivo qui cosi’ evito un post: lo sapevate che buzzi ha accoppato il suo ex socio con 36 coltellate e si e’ fatto 6 anni al gabbio? 6anni per 36 coltellate.
    lo sapevate che Felicetto Maniero e’ il titolare di tutte le macchinette distributrici di acqua nei comuni (avete presente? quelle dove vai a prenderti l’acqua potabile?) e utilizza il logo del ministero della salute come “ente patrocinante? il tale e’ un pluriomicida reo confesso, e, leggi alla mano, e’ un normale cittadino come me e te, caro stefano, ha pagato il prezzo della giustizia, diocane, e lo patrocina il ministero della salute.

    Sono incazzatissimo pure io, si comprende?

    hasta a tutti
    Zac

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: