Il Blog

Mi spiace, ma non lo so’.

In Politica on settembre 10, 2015 at 9:04 am

Come tutte le leggi, prima si fanno, poi si vede nel tempo il risultato, e se ci accorgiamo che non funzionano, che ci siamo sbagliati, le correggeremo.

Lo ha detto il min. Poletti, a proposito del jobs act.

Bene.

Ho un amico architetto, al quale diro’ a breve che puo’ disegnare una casa con il tetto di 1000 metri quadri e la base d’appoggio di tre metri quadri.

Nel malaugurato caso dovesse arrivare un refolo di tramontana, nema problema, la correggeremo.

 

Nello stesso giorno, la ragioneria dello stato informa che i denari preposti, per legge proposta dalla presidenza della repubblica, promulgata dalle camere, al tema “Esodati” e “Opzione donna”, non sono piu’ disponibili. Ci sono ma verranno utilizzati per altro, che al momento non ci e’ dato sapere.

Sono tornati nelle casse del tesoro, e 50mila persone continueranno a vivere senza alcun assegno, dopo aver lavorato una vita, beccandosi anche Vespa che se la tira con i Casamonica.

I soldi ci sono ma non possono essere utilizzati.

La versione ufficiale del mef e’ la seguente:

“quelle risorse sono tornate nelle casse dello Stato e non potranno essere più usate per lo scopo indicato, i soldi non  usati sono risparmi”.

 

Vi giuro che in decenni di politica non mi ero mai imbattuto in una dichiarazione del genere, ma che cazzo significa?

Burocraticamente non lo so’, mi spiace ma non lo so’.

 

Pero’ so’ un’altra cosa, e non per sentito dire:

Valanghe di contratti nuovi di lavoro a tempo indeterminato, un nuovo bengodi, purtoppo per lor signori le cose non stanno cosi’, 9 volte su 10 il lavoratore e’ gia in carico all’azienda, e il cambio fra contratto a termine e indeterminato prevede un tacito accordo fra titolare e lavoratore: firma delle dimissioni in bianco, non registrate presso alcun ente preposto, un accordo che (badate, spessimo e’ veramente amichevole, non conosco un imprenditore che licenzierebbe un operaio solo per il gusto di farlo, qui nel profondo nord il rapporto datore/dipendente, nelle pmi, e’ un valore da insegnare ai posteri) , in barba al jobs act, fa’ guadagnare un bel pugno di denari al titolare come sgravi fiscali, e pure al lavoratore, che in molti casi riceve parte del risparmio sottoforma di straordinari (ovviamente fasulli).

Sta cosuccia, che e’ di dominio pubblico qui da me da almeno sei mesi, comincia ad essere bofonchiata anche dai soloni di palazzo, Brunetta la ripete da almeno 15 giorni come un mantra, persino il Poletti, l’altro ieri, se ne’ esce con “Provvederemo a un decreto per sfavorire le dimissioni in bianco”.

Lo sanno, lo sapevano, ma provvederanno.

Presente, imperfetto, futuro.

 

Aspettiamoci a breve un nuovo tempo verbale, il futuro passato condizionale, una certezza.

 

Annunci
  1. ad onor di cronaca, una legge sulla modifica delle dimissioni in bianco (che a sua volta fu la prima legge di uno dei governi Berlusconi) è stata presentata in questa Legislatura (non ricordo però se governo Letta o Renzi, ma più Letta), lo ricordo bene perché ho litigato aspramente con attivisti del M5S, che votarono contro il provvedimento con pretesti grotteschi, ad esempio perché dava potere ai sindacati, solo perché il disegno di legge prevedeva che il nuovo modulo delle dimissioni andava scaricato online o consegnato GRATUITAMENTE (quindi senza lucro) dai Caf patronali.

  2. Ciao Zac
    l’ondata di dimissioni in bianco è arrivata anche dalla mie parti… ora la parola d’ordine è tutele crescenti. Ci prendono per i fondelli con le parole… ci parlano di crescita quando sanno già che non ci sarà mai, solo tantissimi libertà di licenziamento e una sana politica di intimidazione del lavoratore…
    andiamo avanti così ora c’è la festa dell’unità e sono occupati con le piadine…
    hasta

  3. Esimio Maestro Barabba, mi si comunica che Lei avrebbe consigliato la visione di “The art of killing”.
    Ti ringrazio perche’ non conoscevo questa storia, me ne’ vergogno un po’, e a breve me lo guardo.

    Grazie
    Zac

  4. Caro Compagno Ernest, giusto ieri discutevo su questo fatto, se al governo ci fosse ancora il nano avresti visto manifestazioni in ogni dove, ma dato che al governo ci sta sto fantomatico “centrosinistra”, tutti a far piadine!!!

    Mi vien da vomitare.

    Hasta
    Zac

  5. Ciao Zac e buona serata ai soliti condomini.

    Hai detto bene, Zac! Nonostante tutto, c’è gente che tifa per questo Governo solo perché è di “centrosinistra”… fa nulla se, poi, dopo Verdini stanno tirando dentro anche quel diversamente ministro che ora vuole realizzare il ponte sullo stretto di Sicilia.

    E fa nulla se ad ogni decreto, dimostrano quanta incapacità hanno nel formularlo e quanta superbia esprimono nel perorarlo ad ogni costo. Prendi, appunto, quel fottutissimo jobs act e le norme in esso contenute (per giunta, copiato da un documento di Confindustria).

    Fu proprio la Cgil a diffondere, prima che lo approvassero a suon di voti di fiducia, un documento che dimostrava come le aziende, con il giochino che anche tu hai riassunto, avrebbero potuto fottere il lavoratore e intascare i soldoni degli sgravi fiscali, assumendo a tempo indeterminato i lavoratori che già erano sotto contratto a tempo!

    Ma nulla, il bimbominchia vedeva centinaia di migliaia di nuovi posti di lavoro. E siamo sempre nella merda!

    Non riesco a spiegarmi l’immobilità dell’opinione pubblica e la cecità di chi tifa per questo Governo. Sono due cose che non riesco a comprendere. Ma avranno diffuso qualche tossina nell’aria?

  6. Caro Carlo e cari condomini,
    stiamo cercando la spiegazione di cosa? Stamane sono usciti sondaggi freschi. Il PD esce dalle secche e torna a superare allegramente il 30%. A ridosso, il M5S si attesta al 27%. La Lega oltre il 14% non va e non andrà mai per nessun motivo al mondo, Forza Italia è ormai all’11%.
    Renzi governerà fino al 2018, e non avremo nuove elezioni neppure se l’Unione Europea si disintegrerà, nemmeno se scoppierà la Terza Guerra Mondiale. Questa è la Democrazia Italiana. E non ci aggiungo nemmeno l’aggettivo Cristiana, perché non voglio mancare di rispetto a Cristo e perché la DC era un partito politico, non era solo un comitato d’affari come questo PD.
    Dall’effimera vittoria di Bersani, dalla carica dei 101 contro Prodi, politicamente sono trascorse delle ere geologiche. Eppure non abbiamo la più pallida idea di quando andremo a votare. E se andremo a votare, rivincerà Renzi perché c’è ancora quell’11 per cento di Forza Italia da travasare nel PD, mentre il M5S ha bisogno ancora di molto tempo per uscire dal voto di protesta e assumere la forma di una forza politica precisa.
    Era tutto calcolato. Ma un calcolo del genere si poteva fare solo basandosi sulla disonestà cronica degli italiani, che salgono sempre e comunque sul carro dei vincitori, chiunque essi siano.
    Le tossine non sono nell’aria, Carlo. Sono dentro di noi. Credi davvero che gli italiani non sappiano che Renzi è il nuovo Berlusconi e il PD è la nuova Forza Italia? È proprio per questo che lo votano, anche se prima votavano Bersani e prima ancora magari Berlinguer. Vogliono vincere. Vincere con chi, vincere perché, vincere cosa è una domanda inutile per loro. Hanno steso un tappeto rosso a Mussolini e a Berlusconi, ti pare che possano vergognarsi di votare Renzi?
    Buon fine settimana
    David

  7. Caro Carlo,
    l’Italia è un paese medievale. Il mondo vive nel 2015, noi in che anno siamo? E fra vent’anni, nel 2035, in che anno saremo?
    Non ci resta che piangere, dicevano Benigni e Troisi. Non ci resta che pisciare dalla finestra in testa agli immigrati. Qualche leghista, immagino, si sta già esercitando.
    Ciao
    David

  8. Senti, David, se proprio devo pisciare in testa a qualcuno, allora lo faccio su sto popolo italiota. Tanto, mi trovi pronto! Sono mesi che medito su questo Paese e, come già affermato recentemente, mi sono rotto di protestare contro questo o quel politico quando poi, la maggioranza di questo paese, sbava per lo stesso.

    Prima perché c’era il pregiudicato che avrebbe fatto miracoli, perché era un puttaniere da invidiare e perché era il farabutto per eccellenza, ancora da invidiare visto che questo è un paese di arruffoni, azzeccagarbugli e fanfaroni con manie di grandezza. Oggi invece, e lo abbiamo letto tutti in certi blog, perché meglio se governa il centrosinistra invece del centrodestra. Fa nulla se poi sono le stesse politiche di merda… ma tanto l’ignoranza dilaga talmente profonda che manco se ne accorgono! Basta la sigla del partito, un buffoncello arrogante ancora da invidiare e loro sono contenti.

    Tra gente che ha perso ogni capacità critica e gente che non l’ha mai esercitata, ci meritiamo i governi che abbiamo.

    Ciao David e ciao Zac.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: