Il Blog

Comincio’ cosi’.

In Politica on novembre 25, 2015 at 8:06 am

Correva l’anno 1089.

Papa Urbano II si inventa la prima “Crociata”.

Quarantamila cerebrolesi partono per la palestina, fra di loro solo un decimo armato per una battaglia.

Si sta parlando di una “guerra” combattuta da 4mila cavalieri.

Ne’ seguiranno altre otto, tutte fra il 1100 e il 1300.

 

E’ bene ricordare che, all’epoca, il regno arabo comprendeva una zona estesa quanto il mondo all’epoca conosciuto, a ovest il confine era segnato dai Pirenei, a est dalle Filippine, una distesa infinita.

Cosi’ grande da non fare molto caso a questi malati di mente che, periodicamente, si presentavano sempre nello stesso fazzoletto di terra, per conquistare una citta’, Gerusalemme, considerata in quei secoli al pari di Isernia in Italia oggi.

Non piu’ del 5% dell’intera popolazione (stime danno in piu’ di 100 milioni gli abitanti dell’intero regno nell’anno 1000) si rese conto e venne informata delle nove punture di zanzara provenienti da figuri vestiti di bianco con una croce rossa.

Piu’ semplicemente, nel corso dei secoli, gli arabi non conobbero il fenomeno, per la stragrande maggioranza di loro, le crociate non furono un problema, tuttalpiu’ una seccatura.

Passarono gli anni, tanti anni, e si arrivo’ al 1799.

Napoleone terzo conquista l’Egitto.

L’intelllighenzia araba allora comincia a mandare i propri figli a studiare a Parigi; questi partono, studiano, poi tornano in patria con una sorpresa.

A Parigi, questi figli della nobilta’ araba, si accorgono che i libri di storia europei trattano in lungo e in largo la faccenda delle “Crociate”, definendo il mondo islamico come “Maledetto”, “Diabolico”, “Bestiale” e “Retrogado”.

Gli europei ci aggiungono un sacco di bufale riguardanti le battaglie vinte e i territori conquistati (non c’entra con le crociate ma la storia gonfiata della battaglia di Lepanto e’ uguale, per gli arabi una scaramuccia, per la lega Santa una vittoria secolare).

Gli studenti arabi stentano a crederci, tornano in patria e capiscono l’arcano, quelle che per lo sconfinato mondo saraceno furono punture di zanzara, per i civili europei furono il Santo Graal, le Indulgenze Papali, la Terra Santa, l’inizio del dominio sui popoli “Infedeli e minori”.

Per piu’ di 500 anni in Europa si sono studiate, celebrate e santificate le “Crociate”, mentre nel resto del globo abitato nessuno se n’era accorto.

La storia, dal 1800 in avanti, si fa’ piu’ lineare, difatti dopo solo trentanni l’intero continente africano sara’ colonizzato dalle potenze europee.

E’ proprio in quegli anni che la nuova nomenklatura araba estrae dal cilindro la parola che, a distanza di tre secoli, ancora suona attuale:

JIHAD.

Che in arabo significa “Restituzione”, ma che solo in tempi moderni ha preso il significato di “Guerra santa”.

 

Riassumendo:

I Papi “gonfiano” le crociate.

I Califfi se ne’ sbattono il cazzo.

Arriva Napoleone Terzo.

Si svela il bluff.

Gli arabi si appropriano del bluff medesimo.

 

Il resto e’ storia d’oggi.

Annunci
  1. Mitico Zac, posso divulgare ai miei amici di Google+ questa stupenda interpretazione sulle varie Armate Brancaleone della storia?
    Accetto solo risposte affermative!

    Hasta
    robi

  2. certissimamente, caro Compagno Robi.

    hasta
    zac

  3. Questa è la nostra storia, quella del mondo “civile” e cristiano, liberata da stereotipi e luoghi comuni e ridotta ai semplici “fatti”!

    Ciao Zac e buona serata a tuttto il condominio.

    Vorrei aggiungere, sempre in modo molto sintetico, un altro particolare poco ricordato sui nostri libri di storia, specialmente quelli ad uso scolastico: nel corso di quella che fu la nostra “guerra santa”, furono abbondantemente esercitate varie, fantasiose e crudeli forma di violenza, terrore, tortura, saccheggio, distruzione, il tutto ad opera dei crociati e di un dio. Con questo, ovviamente, non intendo giustificare una moderna “guerra santa” oppure “scontro di civiltà”, come si sblatera su diversi giornalacci nazionali. Peraltro, una guerra che sta mietendo molte più vittime tra i popoli mussulmani che tra noi “democratici e civili”. Voglio solamente dire che “per dio”, si sono compiute e si compiono ancora crimini orrendi.

    Chiuso il capitolo “crociate”, ci sarebbe da discutere di questi soggetti dell’Is, delle così dette “vittime inconsapevoli”, della nostra civiltà e altro ancora… se vogliamo allargare la riflessione.

  4. Cari condomini,
    per allargare la riflessione, come dice Carlo, servono maggiori informazioni e soprattutto informazioni attendibili. Zac, il nostro reporter che viaggia nel tempo, stavolta ci ha fornito uno scoop veramente notevole, come sottolineava Robi (a proposito: domani, in viaggio verso Torino, ti chiamo).
    Zac mi aveva raccontato questa storia giorni fa ed ero rimasto folgorato. Gli sono davvero grato di questo post, che divulgherò anch’io a manetta.
    Buonanotte
    David

  5. Caro David,
    attendo la tua chiamata, scodinzolando…
    A domani. robi

  6. Ciao Zac…
    eh ma la storia non interessa a nessuno… roba vecchia, roba di tanti anni fa, roba che hanno fatto altri.
    Si salvi chi può…

  7. Più o meno in tema… c’è un Papa che quando parla sembra “uno di sinistra”, una delle poche voci che esprimono pensieri e ideali che dovrebbero essere proprie di un partito o politico di “sinistra”. Se ne va in giro per il mondo e non perde occasione per maltrattare i potenti di turno, ricordando loro che i poveri vanno aiutati e che la guerra è una merda. Afferma che la povertà è quella che genera violenza (come dargli torto?)… poi ascolto il Tg e scopro che migliaia di giovani francesi, dopo gli attentati del venerdì 13, stanno chiedendo di arruolarsi nell’esercito e in aereonautica. Migliaia! Giovani!

    Cazzo mi sfugge qualcosa!

    Ciao Zac e buona serata a tutto il condominio.

  8. Caro Stefano,
    mi stupisci.
    Buonanotte
    David

  9. Caro Pischello Robi e cari tutti,
    sono andato a curiosare nel tuo blog e ho incontrato una produzione di vignette particolarmente feconda. Ti ho scritto anche un commento, l’ho inviato, ma non è apparso. Mi sembra di aver capito che devo avere un indirizzo Google per intervenire nel tuo blog, o forse non ho capito un tubo come al solito in tema di web.
    Insomma, caro Robi, per fortuna sappiamo come trovarci e il condominio di Zac resterà per me e per sempre l’unico recapito Internet.
    Volevo segnalare a te, a Zac e agli altri un circolo culturale che si è aperto a Roma ieri, intitolato a Enrico Berlinguer. Lo hanno creato, al Quadraro, alcuni compagni provenienti da vari quartieri che hanno saputo bonificare con il lavoro volontario un vecchio garage puzzolente dove si riusciva nemmeno ad entrare.
    Il posto ora è bello e accogliente. Vi si faranno proiezioni di film, concerti, mostre e dibattiti. L’attività è garantita per un certo periodo dalle iscrizioni e dalle sottoscrizioni.
    Come ai vecchi tempi, insomma.
    All’inaugurazione è venuta Bianca Berlinguer ed è venuto anche D’Alema che ha fatto un gran bel discorso, purtroppo non condito dalla sua naturale spocchia e dal suo proverbiale gioco di sopracciglia.
    C’erano tanti compagni. Vecchi come me e più di me, oppure giovanssimi.
    Mancavano, come al solito, trentenni e quarantenni.
    La nostalgia per il vecchio PCI era enorme, come potete immaginare. Ma per fortuna, si respirava anche qualcosa di nuovo.
    Lo scetticismo per le nuove formazioni politiche che si tentano di creare a sinistra faceva l’unanimità. Piuttosto che imbarcarsi in operazioni nostalgiche di dubbio avvenire, molti compagni sono pronti a votare il Movimento 5 Stelle e lo dicono apertamente. Anche D’Alema si è pronunciato su questo argomento e ha detto secondo me una cosa importante: “Chi dice che il Movimento 5 Stelle è una forza politica anti-sistema dice una cosa senza senso. Noi abbiamo avuto Berlusconi, Bossi, e ora abbiamo Salvini, la Meloni. Fanno tutti parte del sistema, hanno tutti regolari rappresentanti in Parlamento. Di che cosa stiamo parlando? Gli italiani hanno sempre votato di tutto e sono più che mai pronti a tutto. Quindi, faremo bene a non sottovalutare questa destra così acciaccata che può risorgere da un momento all’altro oppure nuove forze politiche come il Movimento 5 Stelle”.
    Si è parlato anche di Renzi, ovviamente. Ma i commenti erano tutti censurabili. Anche su questo argomento, D’Alema ha fatto una precisazione importante: “Leggiamo che la disoccupazione è calata di alcune decine di migliaia di unità ma il dato è palesemente falso. Perché i dati sulla disoccupazione provengono dai centri di collocamento, fingendo di non vedere che ormai i disoccupati non si iscrivono nemmeno più alle liste di disoccupazione. Non ci si iscrive più perché è morta anche la speranza, per molti, di ritrovare il lavoro. È questa la realtà”.
    È stata una bella serata. Mentre tornavo a casa, pensavo che se nascessero in tutta Italia un centinaio di circoli intitolati a Enrico Berlinguer forse potremmo ricominciare a fare politica e cultura in questo paese e a ricostruire, in primo luogo fra di noi e dentro di noi, un futuro possibile per questo cazzo di paese che è il nostro.
    Vi abbraccio
    David

  10. Caro compagno di caffè, coca cola, prosecchino e passeggiate inTorino,
    leggo che hai sbirciato nella mia “macchinazione” di follia ad immagini e ti ringrazio per il tentativo di commento, ma nun te preoccupà se non è partito perchè il nostro campo base resta il Condominio.
    “Essendo che sono” ancora un pischello (della seconda guerra mondiale) sono contentissimo della tua bella esperienza al Quadraro e spero che le iniziative si moltiplichino in tutta Italia, ma contavo anche in un salutino da parte della Liskova di Sorrento…

    La dichiarazione di D’Alema che combacia con una tua teoria già espressa sul blog, relativa al M5S, mi disorienta. Mi sembra la semifinale di un torneo di tennis fra quel che resta della sinistra ed il M5S, dove la sinistra cede il passaggio in finale al movimento perchè ha più probabilità di vincere con l’altro finalista (l’accozzaglia di destra). Tienimi (tenetemi) informato.

    Visitando il tuo blog “La Macchinazione” mi sono accorto che hai già partecipato, senza avvisarci, a numerosi programmi e interviste televisive. Cartellino giallo!

    L’altro venerdì, a quest’ora, eravamo “Due nella città” (cit. da un celebre blog…)

    Un abbraccio. robi

    Ps. Caro Zac, ti se guarito, ostrega? Un abbraccio. robi

  11. guaritissimo.
    vi leggo con interesse.
    sto fisso sul prossimo post.
    forse, un post matematico.

    david, la penso come robi.
    vi saluto che vado all lavoro

  12. Caro Zac e cari condomini,
    siamo in vista del Natale e il blog langue. Lo so che succede sempre questo. Faccio tanti auguri a tutti quanti ma non resisto all’idea di commentare con voi (sarò breve, niente paura) i risultati delle elezioni in Francia.
    Tutti tirano un sospiro di sollievo perché il Front National ha perso tutti i ballottaggi. Tutti si sono esibiti in appelli accorati nei giorni precedenti invitando gli elettori a turarsi il naso e a votare persino per Sarkozy pur di scongiurare il pericolo fascista.
    Tutti sembano rinfrancati ora. Ma rinfrancati da cosa, poveri idioti? Il Front National prima o poi vincerà. Più si ritarda truffaldinamente questo momento, peggio sarà. Questo falso spirito unitario e patriottico rischia veramente di incoraggiare l’avvento di nuovi nazismi in un futuro non molto lontano.
    Senza contare che queste nostre democrazie sono sempre più fasulle dal momento che esiste sempre qualcuno che, per principio, non può vincere le elezioni.
    Per non parlare del nostro fasullissimo Renzi che agita spauracchi e pensa di rivincere, anzi stravincere, le prossime elezioni perché sarebbe “proibito” votare il Movimento Cinque Stelle o la Lega.
    Come la Democrazia Cristiana che faceva propaganda in chiesa e non disdegnava i voti dei fascisti pur di tenere lontano il PCI, Renzi scoprirà a sue spese quanto sono anarchici gli italiani e come non li spaventi minimamente votare chiunque. Hanno votato persino lui, del resto, alle elezioni europee, senza sapere chi fosse. Ora lo sanno.
    Vi auguro ogni bene.
    David

  13. Caro subcomandante David,
    come da prassi fineanno, il blog langue, e la colpa e’ solo mia, che non riesco a trovare un’ora per scrivere un post che ho intesta, nella moleskine, e non ancora su questo trabiccolo elettronico.

    Sulla nazi le pen e sulla nipote bacchettona sposo in toto la tua tesi.

    Mi sono chiesto se, per arginare una Santanche’ o un Ciarrapico o casapound, io mi sarei mai prostrato a votare il nano.
    La risposta non e’ un semplice NO, e’ un NO corroborato da diversi conati.

    Prima di Natale scrivo, lo giuro.

    Hasta a tutti.

    Zac

  14. Cari sub e comandante,
    solo per allontanare il languore, provo a buttare lì la mia sensazione sulle elezioni francesi.
    Da quasi trent’anni vado con mia moglie in Francia per un breve periodo di vacanza. Sarà banale, ma per parecchi anni non ho mai pagato ombrelloni per ripararmi dal sole, non ho mai litigato per immettermi in una rotonda, non sono mai andato a fare il bagno col binocolo per controllare che non mi fottessero il telefonino e non essendo padrone della lingua è sempre stato rilassante non capire e fregarmene dei loro discorsi sulla spiaggia. Negli ultimi anni, però, ho notato che questa apparente tranquillità e sicurezza stava perdendo colpi e confrontandomi con mia moglie abbiamo sentenziato che i francesi si stanno italianizzando.
    Ecco, il mio tortuoso discorso vale anche per quanto è successo nelle elezioni. I “cugini” si sono cagati sotto all’italiana, arginando con i loro vari Renzi di turno lo scontento di tanta Nazione.
    Ma non ci eguaglieranno mai !!!!!

    Hasta a tutti.
    robi

    PS for David: quando ho sentito Sorrentino-Berlino ho sussultato, poi ho capito che non era il Berlino che stiamo aspettando noi. Ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: