Il Blog

Di neocon, invasati, criminali, merde, o come cazzo vogliate chiamarli.

In Politica on febbraio 4, 2016 at 8:53 am

Sono quelli la’.

Di recente si sono ingroppati al Circo Massimo, un’orda di fanatici pseudodipendenti dalle sacre scritture, dai gratta e vinci e dalle megere che danno i numeri al lotto, dal terrore per chi, assai fortunatamente, non somiglia a loro.

Sono quelli la’.

Gentaglia che manda i propri figli a catechismo, salvo poi trovarli nei lapdance; bastardi che entrano in chiesa la domenica a testa alta, salvo poi pagare in nero qualsiasi cosa possibile, a partire dal lavoro.

Trogloditi del terzo millennio convinti dalle pluriapparizioni madonnare, strafogati di pregiudizi, assolutamente convinti che fra le piaghe dell’umanita’ ci siano i rom, i gay e le varie malattie che purtroppo non li hanno estinti (mucca pazza, aviaria, colera, ebola e, per ultima, sika).

E questo riguarda gli anonimi, i pubblici e’ anche peggio.

Presenti fra Quelli La’, facevano bella presenza i vari Gasparri, Santanche’, Brunetta, Tosi, Meloni e fascistame al seguito. Il 90% di lor signori sono fedifraghi, pre e pluri giudicati, amanti dei festini, particolarmente adatti allo sniffaggio (quando a questi parli di erba, apriti cielo, se dici cocaina, allora serve per la concentrazione), sposati almeno tre volte, mentitori per mestiere e, tutti loro, ma proprio tutti, votanti della mozione che all’epoca, in aula, sanci’ per legge che Ruby era la nipote di Mubarak.

 

Ora, non che mi interessi molto una questione che riguarda il 5% della popolazione, ma il fastidio che mi provoca l’ignoranza e’ notevole.

Il presidente dei pediatri italiani dice che in una famiglia con due padri o due madri, il bambino potrebbe subire dei traumi, come quando si trova in una famiglia “conflittuale” (dove l’uomo mena la donna, per intenderci), senza esibire uno straccio di studio, menchemeno una prova, quando si contano in centinaia gli studi positivi a tal proposito. Postatemi un caso di un bambino che e’ vissuto meglio in una famiglia etero dove ci si picchia rispetto a una famiglia omosex dove i casi di “conflitto” sono relegati a percentuali risibili.

Quattro bambini su cinque che sono stati violentati, hanno subito il danno all’interno delle mura familiari (famiglie etero, e ti pareva), il quinto se lo fotte il parroco.

 

Il tutto, sempre, corroborato da quest’alone religioso che non e’ piu’ sopportabile (lo scrivo fra parentesi appositamente: Bergoglio ha sbagliato mestiere).

 

Un po’ di storia ultrarecente:

 

2006, Roma, il cardinale Trujillo, presidente del Pontificio consiglio per la famiglia dichiara: “Tutti i preservativi vengono costruiti con dei microfori dai quali passa il virus dell’Aids”. Conoscete una dichiarazione piu’ nefasta utilizzando cosi’ pochi vocaboli? forse “arbeit macht frei”. Fatto sta che dopo questa nefandezza, intere comunita’ religiose hanno preso alla lettera la cosa e proibito drasticamente l’utilizzo, arrivando alla “fatwa” del vescovo di Rio de Janeiro, Cienfuentes:

“La chiesa e’ contro l’uso del preservativo. I rapporti sessuali tra uomo e donna DEVONO essere naturali. Io non ho mai visto un cane utilizzare un preservativo con un altro cane”.

 

E gia’, sti cristiani.

E i musulmani?

Eccoci qua.

2003, Filippine, l’OMS sta praticando la vaccinazione antipolio nei tre posti dove ancora ci sono focolai, gli altri due sono la Nigeria e il Sudan, la poliomelite sta per essere defenestrata dal pianeta.

E’ facile, sette gocce per  via orale, e richiamo tre giorni dopo con altre sette gocce.

Il primo step viene effettuato, l’OMS riesce a vaccinare il 95% della popolazione a rischio, i medici tornano per il richiamo e la percentuale si riduce al 15%.

????????????????????????????????????????????

Incredibile: la guida spirituale delle Filippine, in combutta con quella Nigeriana, emette un diktat:

“il vaccino per la poliomelite altro non e’ che un veleno inventato dall’occidente infedele per renderci tutti sterili e per evitare che incontriamo le vergini che ci aspettano in paradiso” Ah, nota a margine, le vergini in paradiso sono esclusivita’ dei kamikaze, i quali, anche se in pochi lo dicono e poi vai sapere se e’ vero, nel momento in cui si fanno saltare sono vergini.

Risultato: la polio non viene debellata, passano dieci anni e l’OMS nel 2014 ci fa’ sapere che, per colpa della religione, i focolai sono diventati piu’ di dieci, molti paesi arabi sono tuttora infestati, dato che all’epoca i nigeriani e i filippini non solo non si fecero vaccinare, ma continuarono ad andare in pellegrinaggio a La Mecca, il virus s’e’ divertito un sacco.

 

In Iran, il recente civilissimo Iran, non cura i malati di AIDS, anzi, a chi si presenta all’ospedale viene anche affibbiata una sanzione.

Il loro capo spirituale si esprime cosi’: “Il problema nel mio paese non e’ rilevante, dati i superiori valori sociali islamici”.

Che tradotto significa: noi non commettiamo adulterio.

Peccato che nella sola Teheran, in un anno, si contino in piu’ di diecimila i matrimoni contratti con le prostitute, matrimoni di mezz’ora, un colpo e via, verso l’agenzia che ha appena redatto l’atto matrimoniale e accanto quello del divorzio, a un costo accessibile a tutti, si va’ a troie sposate, con tanto di attestato, e la religione e’ salva.

 

Per cio’ che mi concerne, racconto di una spiacevole situazione capitatami quando avevo 25 anni. Mi si rompe il preservativo, corro al pronto soccorso di notte, trovo il medico che comincia a farmi la paternale. Avevo chiesto la pillola del giorno dopo e avevo beccato l’o

biettore. Niente da fare, comincio a incazzarmi, alzo il tono di voce, minaccio di chiamare i carabinieri, so’ di essere dalla parte della ragione, niente, come parlare a uno stambecco. A un certo punto urlo a dieci centimetri dal muso di quell’ominide che se nell’arco di tre secondi non mi fosse stato consegnato il dovuto sarei corso a denunciarlo per aver consegnato la pillola sottobanco al tale, al talaltro, persone note e credentissime, senza tanti problemi.

Ovviamente, me ne’ e’ stata consegnata una dozzina all’istante.

 

L’altro ieri ho avuto la sfortuna di imbattermi, cosi’ torno all’inizio, in un neocon di quelli che te li raccomando, il quale (che oggi il problema assoluto per loro sono i gay e null’altro, fino a che non parleremo di eutanasia) comicia la filippica.

Lo ascolto e non argomento, lo lascio finire, poi piazzo l’uppercut, alla Cassius Clay, schivarne molti e assestare un unico colpo, decisivo.

“Ehm, scusami, avrei una domanda: Devi decidere e hai solo due opzioni

  1. tua figlia si innamora della sua compagna di classe, italiana, con un buon patrimonio alle spalle, madre catechista e padre imprenditore.
  2. tua figlia si innamora del suo compagno di classe, zingaro rumeno, padre in galera, madre che fa’ le pulizie.

Cosa preferisci?”

 

Risposta: ma e’ ovvio, tutta la vita la compagna lesbicona!!!

 

Cari amici gay, un passo in avanti l’avete conquistato, nella testa di Quelli La’ siete meglio di un rom, un successone.

Annunci
  1. ciao Zac
    Quelli là fanno venire i brividi e la cosa che mette tristezza è che in giro c’è pieno di gente così, basta andare a leggere qualche commento sui social dove la gente si sente al riparo e tira fuori il peggio del peggio.
    Basterebbe giudicare solamente l’individuo e non quello che è o che non è ma non va bene quella là non ce la fanno, è troppo difficile a loro piace vietare ed escludere gente da diritti, a loro piace vedere solo quello che vogliono. Molti sono quelli che ascoltano la predica in cui si dice di pensare al prossimo e poi quando escono scostano il povero di turno, alcuni sono quelli che si inginocchiano per la comunione ma poi alla moglie dicono di essere in ufficio mentre sono dall’amante. Poi ognuno è libero di avere amante e non dare l’elemosina ma tutto deve essere una scelta e non sopporto l’ipocrisia, e quella piazza ne era piena.
    hasta

  2. Ciao carissimo Zac,
    ma quanto arretrato d’incazzatura ti sei tolto con questo post…?
    Che bello associare i tuoi concetti senza peli sulla lingua alla tua classe interiore ed esteriore! Mi stupisce, da sempre, la tua sconfinata conoscenza che riversi sui post.
    Lascio le opinioni sull’articolo agli amici condomini, io mi limito a rileggerlo, perfezionarmi le idee e sfogarmi attraverso le tue frasi.

    Hasta
    robi

  3. Ah, che bella gente, questa dal family day! Orgogliosi di essere cattolici! orgogliosi, e vantiamoci, di essere puri, giusti, integri ed intatti. Bravi!
    E così viene facile – quando ci si sente nel giusto – riversare sugli altri le colpe di tutti i mali del mondo. Hai proprio ragione, carissimo Zac, a dire che oggi sembra che il problema più grande del pianeta siano i gay! Ma, per definizione, chi sono i gay? Quali abissali differenze etiche, psicologiche, sociali ci saranno mai tra noi e loro? Ovviamente, nessuna! Ma lo sanno – Quelli là – che la differenza si riduce ad un atto privato ed intimo, che ora non sto a descrivere?? Perché dai, di amore erotico si parla.

    Quando in ufficio (lavoro in un comune) raccoglievo le firme contro la riforma scolastica di Renzi (era verso agosto – settembre 2015), una folla innumerevole di gente faceva la fila allo sportello per firmare, cosa che mi aveva anche un po’ stupita, dato che solitamente pochi cittadini si prendono il tempo di andare a firmare per o contro qualcosa. Quindi, da principio, mi pareva una bella cosa, questa di esprimere liberamente il proprio parere, al di là delle opinioni personali su quella specifica riforma. E invece no. Invece, non era la voglia di partecipare al dibattito politico a spingerli a smazzarsi mezz’ora di fila per una firma. No! Sai cos’era, che li spingeva alla vita pubblica? L’odio contro i gay!! Così, finché compilo moduli, chiedo dati e spingo in avanti il foglio per firmare, mi sento dire: “Dai qua, che voglio firmare contro gay, lesbiche e tutte quelle robe lì”. Letteralmente, eh! Testuali parole. “e tutte quelle ROBE lì”. Chiaro che sul lavoro non posso interferire con mie opinioni, ma mi vedi a restare impassibile di fronte a tali volgarità? L’unica cosa che ho potuto fare è stata ricordare all’illuminato lì presente che il referendum è abrogativo della riforma (non eliminatorio dei gay) e che, dunque, era consigliabile leggere il testo legislativo prima di firmare. No, che per caso non pensi che, firmando, vengano istituite squadre armate per stanare omosessuali in tutta la città!
    E molto triste sentire donne, mamme, sputar fuori improperi contro i gender (??), che confondono le idee ai nostri bambinetti, già così confusi da ‘sto mondo moderno e corrotto! EH?? Donne che, divenute mamme a 40 anni, si sono presto stufate del giocattolino e hanno lasciato lì marito, casa e bimbi! Ma poi pretendono che tali bimbi trovino educazione e cultura a scuola, e quindi la scuola deve essere per forza cattolica e standard. Per riempire le lacune affettive che tu stessa hai creato a tuo figlio.

    E comunque è capitata anche a me la scena all’ospedale per la pillola del giorno dopo. Solo che ero un tantino più giovane di te e il mio “fidanzatino” ha pensato bene di lasciarmi davanti all’entrata e fuggire. Ciò che non ha impedito al medico di turno di farmi un bel cazziatone e pure di canzonarmi, rivolgendosi ad un suo collega, con parole che non dimenticherò mai: “eh, la ragazzina stanotte ha preso proprio una bella pioggia”. Viva il progresso e la libertà.

    Ecco, mi sono sfogata! Ho scritto di getto, caro Zac hai toccato un tema caldo…

    Buona serata a tutto il condominio. Un abbraccio.
    J.

  4. Caro Zac,
    visto che anche Stefano (xpisp) ha il suo perché, e bello grosso? Se non ti avesse fatto incazzare come un puma, questo splendido post bukowskiano-marxista non lo avresti mai scritto.
    Io, ti dirò, mi sono letteralmente commosso anche al commento di Ernest, così pacato e disperato. Hai toccato un tema caldo, come dice Jessica, e se ne può parlare in tanti modi e con tanti toni diversi, la realtà (e l’ipocrisia) rimangono granitiche.
    Buona serata a tutti
    David

  5. Questa la mia cassetta degli attrezzi concettuale di fronte alle tematiche dei bigotti, conservatori, oscurantisti di cui sopra:
    Tesi: L’omosessualità è contro natura.
    Opposizione: L’omosessualità in natura esiste eccome, altrimenti non saremmo qui a parlarne, se intendi che non esiste nel mondo animale (escluso l’uomo) è falso anche questo. Inoltre sei sicuro che vuoi adottare il sistema animale come modello morale? Lo sai che tra gli animali il rapporto sessuale tra consanguinei, ovvero l’incesto, è la norma?
    Tesi: Se fossimo tutti omosessuali il genere umano si estinguerebbe.
    Opposizione: se è per questo anche se fossimo tutti preti, ma non per questo impediamo per legge a degli uomini e delle donne di fare voto di castità. Inoltre ti svelo che se un uomo o una donna omosessuali sfiorano una persona dell’altro sesso, non vengono inghiottiti in una crepa dello spazio-tempo. Molte persone si sono sposate e hanno accettato o scoperto il loro orientamento solo dopo, infatti la stepchild adoption riguarda proprio quelle persone che hanno già degli figli, magari avuti da precedenti rapporti eterosessuali.
    Tesi: un bambino per crescere ha bisogno di due genitori; un padre e una madre.
    Opposizione: guarda non voglio neanche perdere tempo a confutare questa tesi, perché il problema non si pone: un bambino che viene adottato non ha un padre e una madre, l’alternativa qual è? Un istituto? Cosa assomiglia di più a una famiglia: due genitori seppur di sesso uguale, oppure un istituto?
    Tesi: se passa la legge sulle unioni gay sarà una catastrofe sociale.
    Opposizione: Ti elenco una lista di paesi in cui non solo le famiglie omosessuali sono riconosciute, ma che ne garantiscono la possibilità di adozione, e come puoi vedere sono tutti Paesi in catastrofe (se non lo hai capito sono sarcastico): Stati Uniti, Canada, Argentina, Brasile, Uruguay, Austria, Francia, Belgio, Olanda, Spagna, Danimarca, Svezia, Finlandia, Norvegia, Gran Bretagna, Irlanda, Australia, Nuova Zelanda.
    Tesi: nella Bibbia è scritto che l’omosessualità è immorale, Dio non vuole.
    Opposizione: Caro onerevole Scilipoti (l’ho risconosciuta sa? non si nasconda dietro un interlocutore immaginario inventato per comodità retorica), in quanto parlamentare della Repubblica Italiana dovrebbe sapere che il nostro è un Paese laico, ma voglio comunque chiudere un occhio su questa piccola (anche qui sono sarcastico) lacuna, ed entro nel merito del testo da Lei citato, e le ricordo quali altre terribili aberrazioni (sarcasmo) sono proibite dal Vecchio Testamento: Mangiare carne di maiale e coniglio, Mangiare crostacei e frutti di mare, Vestirsi con abiti fatti con fibre miste (come cotone + lana), Seminare nello stesso campo semi differenti, Cogliere frutti da un albero più giovane di 4 anni, Andare in chiesa nei 33 giorni successivi al parto di un figlio maschio, Andare in chiesa nei 66 giorni successivi al parto di una figlia femmina, Avere rapporti sessuali con una donna durante le mestruazioni, e dulcis in fundo Farsi la barba!

  6. E si, ha detto tutto Barabba ;-))
    Posso aggiungere Compagno Zac, che oggi la fa da padrona l’ignoranza, ma mi incazzo nel vedere medici che scordano di aver dato l’esame di biologia e sparano cazzate a catena, tanto, la massa decorticata sa tutto della De Filippi, ma non sa come si evolve il feto, non ricordo nemmeno più quanti anni sono passati dal giorno che ho dato quell’esame, ma non ho scordato nemmeno una virgola di quella materia.
    Il sesso è determinato dai fattori X e Y, tutto avviene nelle prime 8 settimane del concepimento, se i fattori si aggregano nel modo canonico, nascerà un maschio o una femmina, ma, se i due fattori si aggregano in maniera sbagliata, si avrà il maschio con due ovaie occulte o una femmina con lo scroto interno, capita anche che nasca l’ermafrodita, insomma, gay o lesbiche si nasce non si diventa.
    Ma vallo a spiegare ai coglioni che seguono gasparri.
    Questo non è più un Paese per soggetti pensanti, pensare è una fatica che solo in pochi riusciamo a sostenere.
    Il rispetto per l’essere umano passa dalle sue mutande, il cervello è solo un gadget dentro la testa e la stessa per molti serve solo a portare i capelli.
    Notte buona condomini.
    Hasta Compagni.
    Tina

  7. Arrivato tardi nel condominio, non mi rimane che condividere i contenuti della riflessione di Zac, particolarmente pungente direi, ed i commenti che sono seguiti. Aggiungerei quanto già detto recentemente in un altro tuo post: non siamo un Paese pronto culturalmente per accettare una visione della vita che scardina convinzioni, convenzioni e consuetudini millenarie.

    Non lo siamo affatto perché quei 300mila che erano al Circo Massimo, sono solo la minima parte di una massa ben più vasta. E qua, devo contraddirti Zac. Non sono il 5%, non lo sono affatto! Da nord a sud, a guardar bene, sono la maggioranza. Una maggioranza ben rappresentata da tutti quei politici che hai nominato e che se oggi si coalizzassero tra loro, tornerebbero a governare il Paese. A modo loro. Sono la maggioranza perché siamo un popolo razzista, nell’animo siamo rimasti dei nostalgici fascisti, i giovani anche peggio. Siamo omofobi e, tendenzialmente, riusciamo a rappresentare al meglio, il peggio del peggio che può esprimere un individuo. Sono la maggioranza perché siamo un popolo di baciapreti, quello che hai ben descritto. Vanno la domenica in chiesa e poi fottono il prossimo… e se ne fottono dei siriani bloccati al confine turco, grazie ai soldi-tangente versati da tutti i paesi europei, per tenerli lontani da noi. Compreso il bimbominchia che sblatera e sbatera con l’Unione ma poi, alla fine, si cala le braghe. Sono la maggioranza perché da noi la religione non è migliore di quelle che provocano quei danni che tu hai ben riassunto nella seconda parte del tuo post. Ma le hai viste le scene di quel popolo adorante, dietro un feretro portato in San Pietro? Lo hai ascoltato parlare, quel popolo, nei vari programmi televisivi? Da accapponare la pelle. Gente che fa ore e ore di fila al freddo, per guardare un volto sintetico di uno che è stato definito “Santo”… e poi rompono il cazzo se fanno 30 minuti di fila in un ufficio pubblico o sono infastiditi se vedono un miserabile che chiede elemosina, per strada. Vanno ad adorare un morto ma conducono una vita che contraddice qualunque insegnamento di colui che oggi adorano come “santo”.

    Non so come andrà a finire con la legge in discussione in Parlamento ma di una cosa sono certo: se non si fa qualcosa per riempire la testa degli italiani di “conoscenza”, difficilmente sarà un popolo consapevoli dei diritti degli altri.

    Siamo fermi al peggior medioevo… e francamente non vedo speranze.

    Ciao Zac, buon fine settimana a te ed a tutto il condominio.

  8. caro Carlo, il 5% si riferisce ai gay, non agli invasati dietro al feretro e similari vari.

  9. Giovanni 11:35 —

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: