Il Blog

Si irrita pure un bradipo.

In Politica on febbraio 17, 2016 at 8:39 am

Ne’ scrive anche il Compagno Ernest, in modo piu’ gentile, leggetelo http://idiaridelloscooter.blogspot.it/2016/02/all-inclusive-compreso-il-braccio-teso.html

 

In primis correggo la cifra, non sono 2 milioni ma 4,5.

 

L’artefatto: Costruzione di un museo fascista a Predappio, presso la casa del fascio.

AVETE LETTO BENE.

Da subito avviso chiunque possa pensare, come gia si sono affrettati a spiegare i vertici del pd, che sia una sorta di museo “contro”, che se la pensi cosi’ o non hai capito una sega dei fascisti, oppure sei un fascista, allora hai sbagliato posto, devi andare su pontifex o casapound, non qui.

Un museo “contro” i fasci a Predappio, 150mila neonazi all’anno in pellegrinaggio, il sindaco PD (!?!?!?!?) che parla di “centro di documentazione”, provasse a farlo a San Sabba o a Fossoli.

Come mettere un palazzo “contro” la Ferrari a Maranello, tale e quale.

 

La cosa straordinaria e’ che per aprire questa nefandezza il governo italiano, per mezzo del sottosegretario Lotti, oltre ad aver gia operato il sopralluogo, promette 4,5 milioni di euro, apertura prevista 2019.

 

Ora, che era un po’ che non mi giravano cosi’ forte, passi tutto, ma che un rappresentante di un governo di centrocentrocentrounpelinoasinistra vada di persona a constatare la fattibilita’ del progetto fa’ solo vomitare; che poi’ riesca pure ad elargire i denari, ecco, questo diventa a mio parere un reato.

 

Li avranno appartati prelevandoli dai fondi per il Teatro Sociale di Ernest, 20mila euro.

Per arrivare alla somma richiesta dovranno tagliare i finanziamenti ad almeno 225 realta’ come quella del Compagno.

 

Nel mentre, l’onestissima Lombardia si scopre tangentata nella sanita’, ma che novita’, si son gia’ scordati del Verze’, del casto Formigoni, del San Raffaele, del 90% dei contratti stipulati negli ultimi 25 anni assegnati ad aziende iscritte alla Compagnia delle Opere (il braccio armato di comunione e liberazione), ma se parli con un milanese ti dira’ che a Milano una siringa la paghi un terzo rispetto a Palermo, quindi c’e’ spazio per le tangenti.

 

Due argomenti da irritare anche un bradipo:

La celebrazione dei fasci.

Il lucrare sugli ammalati.

 

Per cortesia

 

ARRIDATECE ANDREOTTI.

 

  1. Caro Zac,
    volevo aggiungere la mia incazzatura alla tua. Ma di prima mattina non riesco. Mi viene da vomitare.
    Buona giornata a tutti
    David

  2. Io ho già vomitato, quindi posso dare ampio spazio all’incazzatura. Come scritto da Ernest, stamattina, faccio una gran fatica a capire. Di una cosa però sono certo: questa è una classe politica indegna di una Repubblica democratica. Ma è anche la classe politica che merita un paese di merdosi nostalgici e nuovi fascisti che il nero ce l’hanno nel dna, come l’ignoranza. E che poi ad esprimere certe proposte sia proprio chi dovrebbe negare le stesse, non meraviglia. Rappresentano al meglio quella “classe moderata” che sta sempre nel mezzo, che ammicca a destra e intanto bacia le sottane dei preti. Basta guardare all’ennesima figura di merda che stanno facendo con la legge sulle coppie omosessuali. Qua non solo c’è da rimpiangere Andreotti ma pure il pregiudicato B.

    Io mi auguro che prima di realizzare uno scempio del genere, questo governo se ne vada a casa. Continuare a sopportare tutte le merdate che stanno mettendo insieme, è diventato impossibile.

    Ciao Zac ed un saluto a tutto il condominio.

  3. Caro Zac,
    anch’io a quest’ora ho già vomitato. Anche perché nel frattempo sono piovute anche le nomine RAI. Tutti berlusconiani della prima ora. Berlusconiani veri, vale a dire gli artefici di quella televisione di merda che rappresenta ai miei occhi il peggior crimine berlusconiano. Ma lui, Berlusconi, non si è mai sognato di portarli di peso tutti ai vertici della RAI. Così come Berlusconi non si è mai sognato di mettere il canone nella bolletta della luce per farlo pagare anche a chi la televisione nemmeno la possiede. Quando tutte, e ripeto TUTTE, le televisioni di Stato posseggono ormai un solo canale e hanno venduto tutti gli altri canali ai privati come impone il mercato, perché una televisione di Stato non può permettersi di pagare migliaia e migliaia di dipendenti con i soldi dei contribuenti.
    L’Italia in questo momento è veramente un film dell’orrore e non si salva proprio nessuno. Intanto, i cinesi, i russi, gli arabi, gli americani e chissà quanti altri ancora se la stanno comprando pezzo per pezzo a prezzi stracciati. Che si sbrighino, almeno.
    Cattiva serata
    David

  4. Buongiorno a tutta la banda di nauseati,
    tutti a criticare, ma nessuno indica al vecchietto del Condominio come sopravvivere al meglio in questo paese di nostalgici, ladri, tangentisti, rapinatori, menefreghisti, prepotenti, vigliacchi e pezzi di merda vari.
    Vabbè, in attesa dei vostri saggi consigli continuo nella mia cuccia isolata a diffondere le mie immagini libere & deliranti.
    Ciao belli! robi

    P.S. caro David, è confermata la data di proiezione del film ai politici? (mi serve per un post su G+)

  5. Caro Robi,
    la proiezione è confermata per il primo marzo alla Camera. Ci dovrebbero essere 300 deputati o giù di li.
    Un grande abbraccio
    David

  6. Grazie David,
    mi attivo, con fierezza, nel mio piccolo mondo di Google+.
    Ricambio il grande abbraccio. robi

  7. Ciao Zac e grazie della citazione
    hai fatto bene a correggere la cifra perché purtroppo saranno come hai detto te di più, una parte messa dalla Regione e l’altra dallo Stato.
    Io credo non ci siano davvero parole se non parolacce per una cosa del genere soprattuto se pensiamo anche al fatto che per i musei del resto del paese i fondi non ci si trovano o sono tagliati… grazie per aver citato ancora una volta i tagli al nostro teatro che lo ricordo si occupa di teatro sociale, psichiatria, carcere, disabilità… ecco noi per la politica non siamo degni di essere finanziati, i ns 20mila euro non si trovano, mentre i milioni per il museo del fascio si trovano, lo so che sono regioni differenti ma fa davvero venire i brividi sentire cifre del genere essere messe a bilancio con facilità e spiccioli come quelli che ci riguardano che spariscono in pochi secondi.
    ma forse son io che non mi intendo di finanza economia e quant’altro
    Hasta
    a tutto il condominio

  8. Caro Ernest,
    dici bene: voi per la politica non siete degni di essere finanziati. Perché funziona proprio così. Tutto funziona così in questo paese. Siamo ridotti culturalmente peggio di chiunque in Europa perché la cultura in Italia si veicola soltanto attraverso la politica.
    Dal 1997 al 2000, durante il primo governo Prodi, sono stato un commissario governativo presso il Ministero dei Beni Culturali. Ho ricoperto questo incarico a titolo gratuito in un gruppo di persone oneste e capaci, come Dacia Maraini, Mario Fortunato, Giampiero Brunetta.
    Ci occupavamo di finanziamenti di film da realizzare e di manifestazioni culturali dedicate al cinema in tutta Italia. Abbiamo letto centinaia di copioni, abbiamo bocciato progetti di amici cari, abbiamo finanziato film di gente che neppure conoscevamo.
    Inutile dirti che ci siamo fatti tanti nemici. Ma non è esatto dire tanti, è più esatto dire TUTTI. Perché tutti in Italia pensano che occorra un amico al posto giusto per fare qualunque cosa, persino curarsi.
    Quando abbiamo messo mano alle manifestazioni culturali legate al cinema, non abbiamo tardato a scoprire che almeno la metà dei festival e festivalini che vengono organizzati in Italia letteralmente non esiste. Sono solo degli escamotage per mungere soldi al Ministero, a volte sono festival che neppure si svolgono, e qualche giornalistucolo locale compiacente e prezzolato ne scrive pure, inventandosi tutto di sana pianta. Tanto nessuno li controlla. Perché ognuna di queste manifestazioni fantasma ha un suo referente politico e un bacino elettorale, per quanto piccolo, da soddisfare.
    Inutile dirti che ci siamo adoperati per cancellare decine e decine di queste manifestazioni truffa, dirottando i finanziamenti su quelle valide.
    Inutile aggiungere che abbiamo ricevuto minacce, anche pesanti, da ogni parte d’Italia. Inutile concludere rivelandoti che appena siamo andati via e siamo stati sostituiti, i nuovi arrivati al nostro posto hanno ripristinato immediatamente i finanziamenti a TUTTE queste manifestazioni.
    Purtroppo, posso offrirti soltanto tutta la mia solidarietà, caro Ernest.
    Buonanotte
    David

  9. “persino curarsi” va’ purtroppo sostituito con “soprattutto curarsi”.

    hasta
    Zac

  10. Caro Zac, caro Robi, caro Carlo, cara Tina e cari tutti,
    non riesco a entrare nel blog di Robi per scrivere qualcosa, scusa Robi. E allora rispondo dal condominio.
    Innanzitutto, grazie. Grazie amici miei per tutto il sostegno che mi state dando. Non ho idea di come andrà oggi la proiezione alla Camera perché non ho ancora capito se ci saranno votazioni importanti in corso e purtroppo ce ne è sempre una. Questa legislatura è la legislatura degli spingitori di bottoni, e se anche oggi i deputati dovranno guadagnarsi la pagnotta con i polpastrelli temo che ne incrocerò ben pochi. Staremo a vedere. Domani vi farò sapere.
    Nelle ultime due settimane, per Pasolini ed altro, sono stato in varie sezioni del PD. Ci sono andato con spirito battagliero ma mi sono sempre ritrovato in una specie di condominio come il nostro. Non ho incrociato nemmeno un renziano. Nelle sezioni ci sono soltanto i compagni, quelli come noi, sempre più incazzati. Quasi tutti minacciano di uscire ma sono tutti ancora lì, come prigionieri.
    Del resto, come direbbe Sordi, ma ‘ndo vai?! Abbiamo organizzato sere fa un dibattito con Fassina al Circolo Berlinguer e quando ho chiesto a Stefano se i dissidenti sono tutti confluiti, in modo compatto, in Sinistra Italiana, mi ha risposto “più o meno”. Allora gli ho chiesto di Civati e Stefano mi ha risposto candidamente “lo sai, Civati è Civati”, come a dire che ognuno ha la sua personalità e il suo prestigio personale. Ma siamo impazziti?! Sta a vedere che Civati è Woody Allen e Stefano Fassina è Jimi Hendrix.
    Roba da matti, veramente. Chiudo con le parole del segretario del Circolo Berlinguer, Claudio Siena. “La verità, compagni, è che qua se sentono tutti sto cazzo. Se resuscitasse Berlinguer gli verrebbe subito un altro infarto”.
    Buona giornata a tutti
    David

  11. Caro compagno David, l’hai detta, “si sentono tutti sto cazzo”
    Credi che a qualcuno fotta una cippa del compagno Pasolini?
    Guarda solo cosa sta succedendo per il figlio di Vendola e tira le somme.
    Questo non è un paese per gente pensante, è un paese per gente di parte.
    Diciamo che è un paese di gente che pensa a due cose, “la pancia e la fica”, se i due elementi gli arrivano da destra o da sinistra non importa, importante è che arrivi.
    Noi siamo i reduci di un tempo d’oro, ma siamo rimasti in pochi, dopo di noi … niente.
    Come si può credere al bimbominkia che spara cazzate a catena?
    Lo ripeto, mi sembra di vivere nell’anno 1000, ma quello avanti Cristo,
    Buona fortuna David, credevo di sentire notizie della tua proiezione, zero, silenzio assoluto.
    Dire che sono avvelenata è dire poco.
    Hasta Compagni.
    Tina

  12. Cara Tina e cari tutti,
    in realtà, la proiezione alla Camera è andata anche meglio di come mi aspettassi. La sala era quasi piena, c’erano diversi deputati sia PD che SEL, c’era anche Di Maio. E c’erano soprattutto importanti magistrati, che sono venuti da me alla fine a farmi imbarazzanti complimenti per il coraggio e per la meticolosità della ricostruzione.
    L’Unita’ è uscita in prima pagina in pompa magna (per quei pochi che ancora la leggono) ma non ha pubblicato una lettera aperta a Renzi che sembrava pubblicassero.
    Ora la darò con ogni probabilità all’Huffington Post, perché la Annunziata mi ha fatto sapere che intende sostenerci. O, in alternativa, la distribuirò a tutti i giornalisti quando ci sarà la presentazione ufficiale del film il 14 marzo.
    Per il resto, finora non è uscito niente. Ma ieri sera abbiamo finito piuttosto tardi. Ho idea che qualcosa comincerà ad uscire nel pomeriggio.
    Detto questo, penso esattamente ciò che pensi tu a proposito di noi italiani. Ti segnalo la prima puntata di una riflessione di Umberto Eco sugli italiani che appare stamane sul sito di Repubblica.it. Quella di Eco è come sempre un’opinione semplice, trasparente, illuminante. A dimostrazione del fatto che la cultura è, oggi più che mai, la nostra sola via di salvezza. Sempre su Repubblica.it, da alcuni giorni appaiono le rassegne fotografiche Instagram dei giovani ricchi in Russia e in Gran Bretagna. Ti consiglio di dargli un’occhiata. Ritratti di ragazzi ebeti che si spostano su jet privati e automobili d’oro, che si puliscono il culo con le banconote e non sanno come ingannare il tempo.
    Mi viene da pensare alla famosa battuta di Maria Antonietta che rispose “Dategli croissant” quando qualcuno le fece notare che il popolo aveva fame. Ma quella era la regina. Le regine di oggi sono mignottoni analfabeti che non sanno come spendere tutti i soldi che hanno per le mani, mentre la gente scappa, si ammala, patisce la fame e la sete, e muore in modo atroce come nel Medioevo.
    Non occorre essere uno storico per intuire dove ci porterà questa situazione, come il passato insegna.
    Un abbraccio a tutti
    David

  13. Caro David,
    oggi sono passato più volte sul post di Facebook perchè non vedevo l’ora di avere notizie sulla giornata di ieri alla Camera. Finalmente le trovo qui, in casa (altrimenti ti avrei chiamato!)
    Sono veramente contento che la presenza in sala sia stata soddisfacente, ma soprattutto per il riconoscimento (seppur imbarazzato) del tuo grande lavoro da parte dei magistrati.
    Anche questa è fatta! Adesso la presentazione ufficiale del film e poi le sale, per misurare la statura degli italiani. So che continuerai a non riposarti, ma prova a pensare che il tuo impegno è stata una lunga staffetta in cui hai corso solo tu per tre frazioni ed è arrivato il momento che anche altri si becchino il testimone per la quarta frazione che porta al traguardo.
    Un grande abbraccio. robi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: