Il Blog

Imprescindibile, ecco la lista.

In Politica on marzo 24, 2016 at 7:51 am

Non sapete cosa fare questo weekend?

Non avete partecipato alla Domenica delle Palme e non sarete in prima fila per squartare l’agnello biblico?

Ebbene, cari i miei Compagni borderline, eccovi la Lista, potete comodamente scegliere una sala a piacere, basta che vi ci fiondate.

Da stasera, La Macchinazione di David Grieco.

ABRUZZO

AVEZZANO Astra

COLONNELLA Arcobaleno

PESCARA Massimo

ROCCA SAN GIOVANNI Ciak City

SPOLTORE Arca

TERAMO Smeraldo

 

CALABRIA

REGGIO CALABRIA Lumiere

CATANZARO LIDO The Space Cinema

COSENZA S.Nicola

ZUMPANO Andromeda

 

CAMPANIA

NAPOLI Ambasciatori

NAPOLI Arcobaleno

NAPOLI Modernissimo

NAPOLI The Space Cinema Med

AFRAGOLA Happy Maxicinema

BENEVENTO Gaveli

CASERTA Duel

CASORIA Uci Cinemas

CASTELLAMMARE DI STABIA Supercinema

MARCIANISE Big Maxicinema

MARCIANISE Uci Cinemas

MERCOGLIANO Movieplex

PONTECAGNANO Duel

SALERNO Teatro Delle Arti

SALERNO The Space Cinema

TORRECUSO Torrevillage

 

EMILIA ROMAGNA

BOLOGNA Nosadella

CESENA San Biagio

FERRARA Uci Cinemas

PARMA The Space Cinema Campus

REGGIO EMILIA Rosebud

RICCIONE Cinepalace

RIMINI Le Befane

SAVIGNANO SUL RUBICONE Uci Cinemas

 

FRIULI VENEZIA GIULIA

PORDENONE Cinema Zero

PRADAMANO The Space Cinema

 

LAZIO

ROMA Adriano

ROMA Andromeda

ROMA Fiamma

ROMA Jolly

ROMA Lux

ROMA Starplex

ROMA The Space Parco de’ Medici

ROMA Uci Cinemas Porta di Roma

ROMA Uci Cinemas Roma Est

ROMA-FIUMICINO Uci Cinemas

ROMA-OSTIA Cineland

ANZIO Astoria

APRILIA Multiplex Village

FIANO ROMANO Cineferonia

LATINA Oxer

RIETI Moderno

 

LIGURIA

GENOVA City

ALBENGA Multiplex

LA SPEZIA Nuovo

SANREMO Centrale Tabarin

 

LOMBARDIA

MILANO Colosseo

MILANO Uci Cinemas Bicocca

COMO Uci Cinemas

MANTOVA Ariston

VIMERCATE The Space Cinemas

 

MARCHE

ANCONA Goldoni

ANCONA Uci Cinemas

ASCOLI PICENO Multiplex delle Stelle

MONTE URANO Arlecchino

TOLENTINO Multiplex Giometti

 

PIEMONTE

TORINO Fratelli Marx

TORINO Uci Cinemas

MONCALIERI Uci Cinemas

 

PUGLIA

BARI Abc

BARI Ciaky

BARLETTA Opera

BRINDISI Andromeda

FOGGIA Città del Cinema

GALLIPOLI Italia

GIOIA DEL COLLE Seven

MARTINA FRANCA Verdi

MOLFETTA Uci Cinemas

TARANTO Bellarmino

 

SARDEGNA

QUARTUCCIU The Space Cinema

 

SICILIA

CATANIA Ariston

BELPASSO The Space Cinema

GELA Macchitella

MAZARA DEL VALLO Multisala Rivoli

PALERMO Aurora

SCIACCA Badia Grande

 

TOSCANA

FIRENZE Fulgor

FIRENZE Uci Cinemas

LIVORNO Gran Guardia

MONTEVARCHI Cine 8

PISA Lanteri

PISTOIA Lux

PRATO Omnia Center S.Giusto

SIENA Odeon

SERAVEZZA Scuderia Gran Ducale

 

UMBRIA

PERUGIA Modernissimo

TERNI Cityplex

 

VENETO

PADOVA Porto Astra

FIUME VENETO Uci Cinemas

LIMENA The Space Cinema

SILEA The Space Cinema

MESTRE Uci Cinemas

Buona visione.
  1. Ciao Zac,
    la lista è da applauso collaborativo e te la ruberò per proporla ai miei amici di G+ sparsi per l’Italia.

    Hasta
    robi

  2. Il mio biglietto, l’ho staccato ieri sera. Prima, però, il racconto di un fatto che ha dell’incredibile!

    Ciao Zac e buon pomeriggio a tutto il condominio!

    Ieri, nel primo pomeriggio, prima di approcciare il divano per spararmi una meritata pennichella, lusso e libidine che mi permetto solo quando sono in ferie e questo fine settimana lo sono, ho acceso il pc per vedere che novità c’erano nel variegato e movimentato mondo dei blog. Primo tra quelli da visitare, ovviamente, il condominio, giusto per affrontare con maggiore serenità quei blogger che se la suonano e se la cantano, diffondendo belinate e ripetendo a pappagallo ciò che affermano i loro leaders. Ma proprio le stesse parole, punteggiatura compresa! A volte ci mettono anche del loro e, in genere, sono altre belinate che non hanno alcun fondamento di verità ma sono utili per rafforzare quanto detto dai loro leaders. Comunque, ero arrivato nel condominio e stavo scorrendo la lista delle sale cinematografiche dell’intera penisola, diffusa del nostro portinaio, quando mi squilla il telefonino!

    Era la mia vicina ed amica trentennale, Eleonora, che dall’agenza in cui lavora mi aveva chiamato per avvertirmi che era uscito il film di quel libro su Paolini , La Macchinazione, che gli avevo raccontato e promesso di farle leggere. Lei con il compagno, Paolo, volevano andarlo a vedere quella sera stessa e siccome sia lei sia il compagno dalla clinica veterinaria, avrebbero finito presto di lavorare, potevano passare da casa, prendere anche me e poi ripartire alla volta del cinema. La mia risposta, indovinate qual’è stata?

    Ora, il film. Visto al Parco dei Medici… della serie mega centri commerciali-ludici, per alienati cronici, posti nel bel mezzo di un deserto sub-urbano e che tanto ma tanto ma tanto ma proprio tanto detesto! S’è capito che li detesto?

    David, di noi 3 spettatori, devo annunciarti che non c’è stata neanche una “critica” che coincidesse con le altre! Porcaccia miseria!

    A me, ed ho prima letto il tuo libro, il film è piaciuto e per tanti motivi. Ovviamente, ho potuto seguire la storia che hai voluto narrare, avendo bene in mente ciò che avevi espresso nel libro. Coincideva e tornava tutto, dalla prima all’ultima delle immagini.

    M’è piaciuto Massimo Ranieri per come ha impersonato Pasolini (questa è l’unica critica che abbiamo condiviso). Mi sono piaciuti come sono stati impersonati i personaggi di quella Roma che frequentava Pasolini all’epoca. Ho trovato bellissime le scene che partivano come se fossero state impresse su una vecchia pellicola in bianco e nero e, poi, viravano al colore. Mi sembrava come se delle immagini del passato diventassero attuali, disponibili in quel momento per essere rivissute da noi spettatori in una versione, diciamo moderna. Insomma, m’è piaciuto, tenendo presente che voglio rileggere il libro per approfondire alcune questioni che, stavolta, si incroceranno anche con le immagini del tuo film.

    Eleonora, invece, non ha fatto altro che ripetere per tutta la sera, proseguita ad Ostia alla pizzeria “L’oro di Napoli”, dove fanno la pizza come piace a me, alla napoletana… “ma come è possibile? ma come è possibile?” ed ascoltare lo scambio di opinioni tra me e Paolo. Comunque, anche lei ha notato quelle scene di cui sopra, le è piaciuta la colonna sonora e come ha recitato Massimo Ranieri. Invece, ripeto, su quell’intreccio di personaggi che neanche troppo vagamente ricordavano servizi segreti, mafia, delinquenza comune, politica e logge massoniche… è rimasta decisamente frastornata!

    Paolo, invece, inizialmente è uscito deluso dalla sala. Lui, differentemente da me, ha letto molto di Pasolini e l’immagine che secondo lui ne è stata data nel film, non è stata delle migliori. Ha criticato quelle brevi scene, come per esempio l’intervista rilasciata al giornalista francese, dove Pasolini esprimeva alcune sue “contrastanti” riflessioni che, tuttavia, secondo Paolo dovevano essere maggiormente approfondite, per rendere giustizia al significato del pensiero pasoliniano.

    Ha moderato un poco la sua “delusione” quando gli ho obiettato che il film non era su Pasolini ma sui personaggi che ruotano attorno alla morte di Pasolini e che, probabilmente, per esigenze sceniche è stato dato poco spazio al suo “pensiero”. Ha ammesso che la parte “inchiesta” era stata fatta bene ma sempre temendo che se uno non conosce bene il pensiero di Pasolini, potrebbe fraintendere sullo stesso. Alla fine, tornati a casa, s’è preso il mio libro “La Macchinazione”, rimandando ad un prossimo futuro il prosieguo della nostra discussione…

    C’erano anche un’altra decina di spettatori in sala. Di giovedì sera (lo spettacolo delle 19,20) credo sia inevitabile! E’ stato facile, quindi, cogliere qualche sensazione visiva. L’immagine che ho visto nel guardare il volto degli altri spettatori, tutti più o meno della mia età, è stata quella di un’epressione costernata!

    Va beh… questo è il riassunto della mia serata. Complimenti a David e mi auguro che se ne parli ancora molto di questo film.

    Ciao Zac e buona serata a tutto il condominio.

  3. ciao Zac
    andare al cinema in questo periodo è un po’ complicato spero di riuscirci. Ho comprato ieri il libro e lo sto già divorando, ho letto già molto su Pasolini ma devo dire che David scrive in maniera incredibile. Mentre scorro le pagine ho la sensazioni di rivivere quei momenti, quel clima. Sentire l’odore della redazione del giornale, le voci… insomma che dire grazie davvero per questo libro… vado avanti
    a presto
    Hasta

  4. Grazie a te, caro Anonimo, chi sei?

    Hasta
    Zac

  5. Belin ero io Ernest mi ha dato anonimato… va beh ribadisco tutto

  6. di pochi minuti fa la notizia che hanno danneggiato la lapide di Pasolini ad ostia, a firma gruppo estreme destra militia…. che dire, tanta rabbia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: