Il Blog

Il Veganrenz.

In Politica on marzo 30, 2016 at 7:29 am

I vegani si nutrono con estremo rispetto verso madre natura.

Non assumono carne, pesce, latticini, miele, uova e tutti i loro derivati.

Ingeriscono larghe varieta’ di frutta e vegetali commestibili, e piu’ sono esotici e sconosciuti, piu’ fa’ trend.

Recentemente a preso piede la Curcuma, panacea del terzo millennio, novita’ che in tutto l’oriente consumano, come prima spezia, da piu’ di due millenni, e’ la piu’ usata di sempre, nel vecchio continente e’ la novita’ che ci portera’ a diventare bicentenari.

Un giorno trovai pure una signora che voleva giustificare il fatto di essere vegana con la storia che eravamo vegetariani, e che poi con la scoperta del fuoco siamo diventati cacciatori e carnivori.

A fronte di cotanta ignoranza e’ sufficente rispondere:

“Ed e’ li’ che ci sono spuntati i canini e ci e’ sparito il secondo stomaco???”

Non ho mai trovato un vegano che consideri peggio il caporalato a un euro/ora per raccogliere il suo pomodorino o bacche varie, che non un vitello squartato.

Non utilizzano divani in pelle, bandiscono la lana e la seta dai propri indumenti, tendono a considerare un onnivoro alla stregua di un serial killer.

E c’e’ pure la biodinamica (marchio registrato da una multinazionale USA, che ci vedono lungo) , nuova frontiera del political correct, pseudoscienza che prevede la coltivazione lungo determinate linee magnetiche e costellazioni che si intersecano.

Hanno fatto un’indagine: se tutto il mondo dovesse sfamarsi solo con i prodotti per i vegani la popolazione si dimezzerebbe e non raggiungerebbe i 50 anni di vita media.

Basterebbe questo.

Ma c’e’ la questione “carenze” che e’ abominevole:

L’integratore, eh eh, gia’, manca qualcosa.

Nello specifico, fra le varie, risultano essere essenziali la vitamina B, la B12 e il Calcio.

Senza questi tre elementi si schiatta, volenti o nolenti.

Quindi l’integratore.

E’ un enzima che apporta le sostanze mancanti a livello vitaminico ma soprattutto a livello intestinale, dato che dopo qualche tempo che mangi solo roba verde o ti prendi l’integratore oppure la diarrea, a scelta.

Cosi’, uno decide di alimentarsi gia sapendo che dovra’ incorrere in un apporto integrativo, al costo di 20 euro a bottiglietta, come sbattersi un incudine sopra ai coglioni.

Se poi ricordi loro (ah, quasi tutti professori di biologia a parole) che la B12, come altri essenziali elementi, puo’ essere estratta in natura solo dagli organismi viventi, ti dicono che loro usano solo quella prodotta in laboratorio, che ovviamente non hanno mai visto, oppure rispondono che la loro e’ a base di soia.

Ecco, la soia, ne’ utilizzo molta anch’io: un campo messo a soia non e’ piu’ coltivabile con altre semenze per almeno 50 anni, la soia rende il terreno incoltivabile per le altre specie vegetali (piccolo appunto: io mi nutro con tutto quello che mi piace e che e’ disponibile, e non mi dispero se le balene vengono sterminate, dovro’ pure trattare le mie tele con l’olio di pesce senza alcun patema morale).

La settimana scorsa mi sono piazzato fuori da un ristorante vegano:

piatto del giorno in offerta speciale “RISO con le FRAGOLE euro 9,5”.

Con 9pezzi e mezzo preparo almeno trenta porzioni di riso con le fragole!!!!!!

E non vedi uscire un operaio, macche’, tutti griffati ma non troppo, tutti pronti a sostenere la loro immacolata purezza nei confronti della natura, tutti progressisti, ma NESSUNO che abbia pensato di gettare un euro nel cappello del fisarmonicista armeno seduto li’ vicino, lui si’ in dieta obbligata.

 

Facendo le dovute distinzioni, i renziani sono similari, una su tutte:

In patria tutti a voler bene all’immigrato, tutti dei santi, cazzo, siamo pieni di possibili beati e non me n’ero accorto.

A Strasburgo, le stesse persone (che neanche il peggior Borghezio, quello che Breivik era dalla parte della ragione) legiferano la piu’ abberrante legge sui rimpatri che l’Europa abbia mai visto sin dai tempi delle deportazioni degli ebrei, degli zingari e degli omosessuali durante il terzo reich.

 

Se vi imbattete in un Veganrenz, non dite che non vi avevo avvisato.

 

vs. Zac l’onnivoro.

 

  1. Ciao compagno onnivoro,
    se ti incontra Cruciani ti abbraccia almeno per dieci minuti.
    E così hai sistemato anche i “vegani”.
    Bravo Zac, sempre attentamente documentato sugli argomenti trattati.
    Il fatto che non uscivano operai dal locale vegano, ma solo griffati e finti griffati, la dice tutta sulla moda che non tarderà a passare.

    Hasta
    robi

  2. mi abbraccia Cruciani.
    neanche nei peggiori incubi.
    a meno che tu non intenda il mitico Cruciani che con Trinca fece arrestare un nutrito gruppo di calciatori, mi pare nel 79 o giu di lì.

    hasta
    zqc

  3. che memoria di ferro! Devo deluderti, intendevo proprio il Giuseppe Cruciani de “La zanzara” che sta provocando continuamente i vegani nella sua trasmissione quotidiana.
    Sapevo della tua avversione al conduttore e non ho esitato a farti abbracciare alla prima
    occasione…

    Hasta
    robi

  4. Ciao Zac
    mamma mia pure in Veganrenz no!!! ahhh per il resto conosco anche vegani non griffati, io dico solo che in alcuni casi mi sembra una delle tante mode perché fa figo, non parliamo dei prezzi poi da paura… io cmq me magna la salsiccia e va bene così

  5. Complimenti per i veganrenz…comunque sia chi vende prodotti per vegani o ha aperto ristoranti per soli vegani…fa bene a mettere prezzi sopra la media…io farei anche 20€ un piatto di riso e fragole…poi il riso dove lo vanno a prendere..? Arriva dall’India..? prodotto Made in italy kilometro zero..? E le fragole…? Dove le hanno coltivate..? Sotto serra in Olanda..? Troppo poco 9€…tirate fuori i soldi spilorci griffati…

  6. Cari tutti,
    io ho avuto il privilegio di ascoltare questo post di Zac. E ascoltare Zac è musica pura. Ora che ci penso: se non è complicato postare video, i miei figli ormai comunicano al telefono tramite video, vedremmo di quelle performance, anche d’arte e di cucina. Somigli anche un po’ al cuoco vegano di Crozza che mi fa scompisciare.
    Di Pasolini oggi voglio dire soltanto che i fascisti hanno devastato la sua ultima dimora romana all’Idroscalo e hanno distrutto a martellate le tavole di pietra che recavano incisi i suoi versi. Hanno pure rivendicato il gesto firmandolo con una delle loro torve sigle. In puro stile jihadista. Una settimana dopo l’uscita del film. Che devo pensare?
    A Marina e a me viene in mente depistaggio. È da un po’ che si parla di Cefis e della P2. I fascisti servono a questo. Fanno il lavoro sporco e ci mettono la faccia.
    La cosa più inquietante è che la notizia è quasi passata inosservata. Come le pizze di Salò.
    Buonanotte
    David

  7. Caro Compagno, e’ superfluo descrivere quanto mi sia innervosito stamane alle 630 quando ho letto il tuo commento, che il corriere, il fatto e altri riportano in rete.

    Necessario sarebbe accoppare Maurizio Boccacci e le ignobili merde al suo seguito.

    la prima volta che ci incontrammo a Roma v’era piazzale degli eroi pullulante di scritte di questi figli di troia di milizia, gentaglia che come fidanzate hanno delle cocainomani inchiavabili, che come idolo hanno hitler, che sono brutti come la testa di una coda di rospo, che qui da me si sono gia ritrovati un paio di stronzi freschi cacati da me medesimo sulla porta della loro catapecchia.

    Personalmente, li evirerei tutti, ma proprio tutti, solo dopo penserei a come accopparli, molto dopo.

    Hasta
    Zac

  8. Caro Toni, benvenuto, c’hai ragione sai, 20 euro a portata!!!

    Hasta
    Zac

  9. Caro David,
    fuori dal cinema Marx a Torino, dopo aver visto il film, ti avevo chiesto a che punto eri con le denunce in arrivo, in quanto molti dei tuoi riferimenti non lasciavano niente alla fantasia e tu mi avevi risposto che nessuno si era ancora mosso. Penso che adesso ti siano arrivate con l’unica forma a disposizione di quelli che sarebbero inchiodati dalla verità portandoti in tribunale.
    Il silenzio sulla vigliaccata da parte dei media non è che la continuazione del lungo silenzio adottato per non disturbare i mandanti dell’assassinio.

    Un abbraccio. robi

  10. Cari tutti del condominio, un saluto a voi ed uno speciale per Zac che ha coniato questo nuovo termine per definire la mancanza di coerenza dimostrata in più occasioni dai così detti renziani. Veganrenz mi sta bene ma alla luce degli ultimi fatti di cronaca politica, leggasi arresti di loschi imprenditori e dimissioni di ministri ancora più loschi, credo che farabutti sia sempre la definizione migliore! E questi si spacciavano per il nuovo che avanza, per i politici giovani che avrebbero rottamato i “vecchi” della politica. Sono, invece, i degni figli dei padri che li hanno preceduti. Ma ci avete mai pensato? Pare proprio che abbiamo un presidente della repubblica, figlio di un vecchio democristiano in odor di mafia (se diamo credito ad un mafioso vero che già 20 anni fa affermò che mattarella padre era un boss). Abbiamo un presidente del consiglio, figlio di un imprenditore ed ex politico democristiano che trafficava con loschi figuri e faccendieri della peggior specie. Abbiamo una ministra il cui padre intrallazzava in una banca facendo le peggio porcate. Abbiamo un’altra ministra che intrallazzava in parlamento per il proprio fidanzato! Ma che merda di paese è mai questo?

    Sta cosa che la “curcuma” allungherebbe la vita, mi giunge come una notizia eccezionale! E pensare che critico sempre il compagno della mia vicina, perché pure nel caffé mi ci metterebbe la curcuma, solo perché gli piace il sapore. Da domani, la pretendo in ogni pietanza!

    Sui vegani o vegetariani che siano, per me possono anche ammazzarsi di insalate! Comincio a manifestare intolleranza verso ogni manifestazione che mi sa di “integralismo”. Anzi, a dirla tutta, comincio ad essere intollerante verso la società in cui viviamo, tutta.

    Per dire: la porcata fatta recentemente dai fascisti, alla targa in memoria di Pasolini. E’ una ritorsione per i contenuti del film di David? Oppure è la realtà in cui viviamo già da lungo tempo, in una città come Roma? E’ un fatto che nell’era di alemanno, Roma sembrava tornata all’epoca del ventennio. Fascisti che spadroneggiavano ovunque, pestaggi di omosessuali e di immigrati, manifesti attaccati ovunque e che inneggiavano al ventennio fascista… Con Marino, sembrava potessimo tirare un sospiro di sollievo e, invece, è tutto ricominciato con le sue dimissioni. Oggi si sentono tutti fascisti o grillini, che merda di città.

  11. Cari tutti,
    è mia abitudine del sabato, dopo aver acceso il PC, seguire anche distrattamente la trasmissione TV “Sabato mattina in famiglia” (complice la bellezza assoluta di Ingrid Muccitelli). La sorpresa di qualche minuto fa è stata la presenza in studio di Gian Luigi Rondi per parlare del film di David “La macchinazione”. Ho subito alzato il volume del televisore ed ho girato la mia sedia tifando per le parole che sarebbero uscite dal più grande critico cinematografico italiano. Ahhhhhhh, grazie Tv, grazie Rondi, grazie Sgarbi, grazie Ingrid, grazie Tiberio, grazie a tutti per aver reso giustizia al film di David che altri recensori poco attenti hanno accolto solo tiepidamente.
    Qui robi, buona giornata a tutti.

  12. Cari condòmini,
    torno anch’io su PPP: ieri sera su Blob (trasmissione che seguo quotidianamente) hanno dedicato mezza puntata a foto di Pasolini! Ora, non so se sono io che ultimamente sono intrippata con Pasolini, e quindi lo vedo dappertutto, o se è un fatto reale, ma ne sto sentendo parlare sempre di più! Dopo anni e anni di silenzio, me lo ritrovo ovunque: una bella mostra fotografica al mio paesello, Blob che trasmette fotografie di lui, La7 che pubblicizza il film di David, persino qualche collega in ufficio che inizia a chiedersi chi mai sarà sto poeta di cui tutti parlano!
    Va beh, ci sono anche fatti negativi, come il fattaccio dei fascisti, ma è solo un’ulteriore conferma: si sono accorti che non ci siamo dimenticati di lui.
    Mi piace pensare che almeno un po’ di tutto questo sia conseguenza de “La Macchinazione”! Dunque, un ulteriore grazie a David e anche uno “scusa” da parte mia per non averlo ancora visto. Ma ti garantisco che a breve rimedierò a questa falla!

    Bello il post Zac! Ho riso di gusto (a tratti amaramente) e, pur sperimentando cucine “esotiche”, rimango convintamente onnivora. Dirò di più: mi è capitato di essere anche insettivora!! E assicuro a tutti voi che anche quel tipo di cibo ha i suoi perché: gli insetti sono nutrienti, economici e persino gustosi. Provare per credere, alla faccia dei vegani, vegetariani, naturisti e salutisti tutti!

    Un abbraccio
    J.

  13. Arrivo nel condominio dopo una visitina ad un blog veganrenz, più renz che vegan per la verità, ed avevo bisogno di un poco di ossigeno per riprendermi! Che pena! Almeno i berlusconiani tifavano perché si riconoscevano nel peggio che potesse ben rappresentarli, perché era gente della destra più becera, perché nella loro misera esistenza erano puttanieri e furbetti che invidiavano il puttaniere e furbetto per eccellenza, perché erano qualunquisti opportunisti che salivano sul carro del vincitore. Ma cazzo, chi si è sempre definito democratico e di sinistra (e pure di centrosinistra, va bene!), chi si è fregiato dell’appellativo di “riformista” ma come fa a tifare (o fare propaganda) per uno come il bimbominchia? Datemi una risposta o divento matto! Mi pongo sta domanda da tempo e proprio non ne vengo a capo. Ma come cazzo si fa a non vedere che fallimento totale sia sto premier? Uno che invita a non partecipare ad un referendum! Non a votare NO, incita all’astensione. Ma che schifo di politico è mai, uno che ragiona così?

    Ciao Zac e buona serata a tutto il condominio… che, vedo, si anima di una delle presenze condominiali. A proposito: ho mangiato, e mangerei nuovamente, rane. Ottime! Ho mangiato e mangerei nuovamente lumache. Speciali! Ma qua lo dichiaro: no, per gli insetti non sono ancora pronto! Per me possono continuare a vivere tranquilli perché non finiranno in un mio piatto.

    Va beh… vi abbraccio, condominio! Buon fine settimana.

  14. Solo per augurare “buon voto” a tutto il condominio. Ed il “buon voto” è uno solo!

    Ciao Zac, a presto!

  15. SI!
    Buon fine settimana a tutti.
    David

  16. Buongiorno condomìni,
    scrivo per esprimere la mia doppia amarezza per il mancato raggiungimento del quorum al referendum. In primis, come cittadina: non mi va proprio giù di aver buttato nel cesso 300 milioni per niente, e mi viene da piangere al pensiero che tanta gente non si è degnata di alzare il culo dal divano per spendere 30 secondi a mettere una croce su una scheda! Poi io, da donna, ci tengo anche di più alla partecipazione al voto, perché ho acquistato questo diritto da poco, e lo vedo più come un dovere. E poi, come responsabile di un ufficio elettorale comunale: che abbiamo lavorato sabati, domeniche, notte e giorno, per niente. Nel “mio” comune, su 963 elettori, hanno votato in 401: 2 schede bianche e 52 NO. Ora, premettendo che è meglio andare e votare NO piuttosto che stare a casa, vorrei però conoscere questi 52 illuminati che vogliono farsi trivellare il mare (e dico mare…). Uno di questi si è preso la briga di spiegarmi le sue motivazioni. Che sono:
    1) se voti SI’, da domani devi girare a piedi o in bici, che tu sei contro il petrolio (???)
    2) se abbiamo dei giacimenti in patria, sarà meglio usare quelli, che comprare dagli altri, o no?
    Certo, come il pomodoro, che se lo compri a km 0 è meglio!
    E, alla mia timida risposta: “Sai che le trivellazioni in un mare così chiuso, oltre ai rischi ambientali di fuoriuscite, hanno già causato terremoti in suolo italiano?”, si prende la briga di tornare il giorno dopo (ieri) a chiedermi sarcastico: “Hai sentito del terremoto in Ecuador? Tutta colpa delle trivelle, vero?” E ride. RIDE.

    Bene, preso atto della cultura e dell’intelligenza dell’italiano medio (non so se ‘sta ignoranza dilagante esiste solo nei paeselli di provincia: sarebbe bello, ma ditemi voi, che vivete in città, se la situazione è migliore), non mi resta che rassegnarmi al fatto che il governo che abbiamo (e che abbiamo avuto) è quello che ci meritiamo. Che i fascisti che rimpiangono il duce forse hanno ragione: siamo ancora sudditi, nel cuore e nel cervello. Ci piace prendere per veri gli slogan del nostro amato premier (e se non è lui, è un altro). Ci piace avere le verità già dette, confezionate e vendute. Ci piace crogiolarci nella certezza di un paese che funziona, che loro sanno come fare, che quello che ci dice la TV sarà vero. E poi, scusa, se addirittura il presidente del consiglio, e poi anche l’ex presidente della repubblica, ci dicono “stai sereno a casa, non scomodarti ad andare alle urne”, che c’è di meglio? Mica vado a rompermi le scatole per niente.

    E per diventare Cittadini quanto tempo dovremmo attendere? All’infinito?
    A volte rimpiango di non esserci stata ai tempi del terrorismo politico degli anno 70: almeno qualcuno il culo lo muoveva!

    Un amareggiato saluto
    J.

  17. Buongiorno Jessica,
    nella mia “grande” città, Torino, ha mosso il culo il 36,39% degli aventi diritto al voto, in linea con tutti i menefottisti del nostro penoso paese.
    Lascio ai saggi e preparati compagni di Condominio la replica al tuo apprezzato commento.
    Un caro saluto. robi (che nel suo piccolo ha mosso il culo anche negli anni 70).

  18. Cara Compagna Jessica, te lo dico subito: Sei una Santa Donna.
    Io non ce l’avrei fatta con l’imbelle che cita la tragedia dell’Ecuador credendo di far ridere, io gli avrei sputato in bocca, ma proprio all’istante, ancor prima che terminasse l’ultima sillaba, uno di quegli sputi catarrosi che rischiano di soffocarti se sparati giusto giusto sull’epiglottide.

    I fasci non rimpiangono il duce, si accontentavano del nanopriapo e oggi sono virati su renzi.

    Un premier che dice di non andare a votare e’ la prova comprovata di quanto sia dittatoriale il sistema.

    Ricordo che per un piano pensioni, anni fa’, la sinistra fece saltare il banco con due milioni di persone in piazza.

    le manifestazioni contro questo governo le vedi solo nei siti dove
    a)non c’e’ lavoro perche’ qualche fondo d’investimeno si e’ pappato la realta’ industriale fottendosene di tutto e di tutti
    b) il lavoro c’e’ ma crepi di cancro.

    Qualsiasi altro aspetto critico del paese e’ percepito come una rottura di cazzo, meglio starsene a casa ad ascoltare barbara d’urso.

    Hasta
    Zac

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: