Il Blog

Che quando se incazza er romano….

In Politica on settembre 23, 2018 at 4:58 am

Sporchi fascisti vecchi ma soprattutto nuovi,
voi non avete la benché minima idea di chi siete e di perché state al mondo. È venuto il momento di sapere di chi siete figli. Voi siete idioti e razzisti solo perché nessuno vi ha dato uno straccio di educazione o chi ve l’ha data era idiota almeno quanto voi.
Voi apostrofate tutti quelli che non la pensano (pensano?…) come voi o che sono solo apparentemente più deboli di voi sempre con le stesse parole: Froci, Negri, Lesbiche.

Meglio così.

Meglio Froci che Gay. Meglio Negri che Neri. Meglio Lesbiche che Gay.
La più elementare correttezza non la conoscete, il rispetto degli altri non avete la più pallida idea di cosa sia, per il semplice motivo che non avete rispetto innanzitutto per voi stessi e non avete un briciolo di dignità.
Noi siamo Froci anziché Gay perché la parola “frocio” potrà un giorno ricordarvi, se nella vostra mente rinascerà un neurone, che ci avete abusati, seviziati e assassinati per secoli.
Noi siamo Negri anziché Neri perché siamo Fratelli, è così che chi chiamiamo perché ne abbiamo sopportate insieme di tutti i colori, e la parola “negro” prima o poi a qualcuno di voi farà capire che significa deportazione, schiavismo, tortura.

Noi siamo Lesbiche anziché Gay perché qualcuno di voi, non si sa mai, forse un giorno si renderà conto che ci siamo sempre dovute sposare un uomo per forza, ci siamo sempre lasciate stuprare in silenzio, e abbiamo dovuto sempre far buon viso a cattiva, cattivissima sorte.

Noi Froci, Negri e Lesbiche oggi siamo felici, sappiatelo. Viviamo in armonia molto più degli altri, alleviamo figli e probabilmente lo facciamo meglio di tanti maschi e femmine eterosessuali sempre in guerra tra di loro, e se dobbiamo affrontare i fascisti come voi scendiamo in piazza vestiti come ci pare e ve lo diciamo in faccia quanto ci fate pena, una pena profonda, perché siete pur sempre esseri umani come noi.

Quando la smetterete di essere così vili e così idioti da mettervi al servizio, buffi, ridicoli e sull’attenti, di qualunque delinquente che passa fatecelo sapere.
Se un uomo è un uomo, e non un povero fantoccio, merita sempre rispetto.

E noi abbiamo sempre rispettato tutti.

David Grieco

https://www.globalist.it/news/2018/09/22/sporchi-fascisti-noi-siamo-froci-noi-siamo-negri-noi-siamo-lesbiche-2031172.html

  1. Caro Compagno Carlo, ma sai che sono ancora basito per la quantità di boiate che ho letto nei commenti da te?
    Ora, tralasciando il cretino che oramai va scemando nei ragionamenti che secondo me scrive e rilegge per autocompiacersi, dato che ovunque lo trovi non riceve risposta, il classico troll, dicevo, tralasciando il cretino, gli altri due o tre sono vecchie volpi dell’etere, imbelli come pochi, uno in particolare ha ricevuto un mio commento sul suo blog illeggibile che così citava: “la solita merda”, e manco si e reso conto che era riferito a lui, mi ha pure risposto che c’ho ragione, che quelli la’, cioè noi, siamo merde. io na roba del genere neanche quando andavo alle elementari mi è capitato di vivere.

    Ma la domanda che ti faccio e un’altra, e non ti nascondo che con David ne discutemmo molto se fosse il caso di pubblicare ste merde o meno qui.
    Come noti, l’ho spuntata io, qui non c’è bisogno di fasci, neppure mascherati.

    Tu che mi dici?

  2. Ciao Zac! Per ora ho chiuso i commenti, considerato che al peggio non c’è mai fine. E’ incredibile che individui che normalmente vivrebbero nel chiuso delle loro misere esistenze, improvvisamente si sentano leoni e rivendichino il diritto a dire la loro, solo perché un ministro miserabile come loro, spaccia per vangelo la merda che sta diffondendo in tutto il paese e che a loro piace, visto che di merda vivono.

    Detto questo, ripeto che per ora, da me, ho chiuso i commenti. Anche io sono rimasto basito quando li ho letti e sto decidendo che fare. Pensa che non ho provato nessun sentimento di rabbia. Sono solo rimasto scioccato anche perché era da parecchio che non leggevo simili schifezze nel mio blog. L’impulso è cancellare quella merda che ho trovato.

    Tutto è nato da un primo commento che ho subito cancellato, lasciato dal tizio del blog Eldalie, un altro che distribuisce perle di saggezza alle quali nessuno replica. Come sua abitudine è venuto a pontificare ed ha iniziato il suo commento dandomi, sostanzialmente, del coglione. Dopo aver cancellato il suo commento senza neanche leggere il resto, sono andato nel suo blog e gli ho promesso che se in futuro si fosse ancora azzardato a definirmi in modo offensivo, sarei andato a prenderlo a calci direttamente dove vive. Il tapino, invece di chiudere lì, ha alimentato la discussione nel suo blog dal quale, poi, sono arrivati gli individui che hanno lasciato quelle assurdità che hai letto.

    Non ti nascondo che sarei anche tentato di formulare un post di risposta, tanto per manifestare loro tutto il mio disprezzo. Però, sto anche considerando che così gli attribuirei un’importanza che invece non hanno. Inoltre, gli concederei un diritto che invece loro, fascisti, leghisti e razzisti di merda, non concedono agli altri individui, la dignità. Insomma, in serata intervengo in un modo o nell’altro e da quello, capirai come la penso.

    p.s.: sono straconvinto che alcuni tra coloro che hanno lasciato un commento non hanno comunque letto l’articolo da me segnalato oppure, se lo hanno letto, non hanno compreso la mostruosità di ciò che leggevano.

  3. Ehi coglionazzo, ora che sei ricomparso per un secondo, gira al largo!!!!!

    Coglionazzo, non ti vogliamo qui, è così difficile da comprendere? È sufficiente un neurone funzionante, cercalo, accendilo e sparisci.

  4. Carlo, ti rispondo domani che oggi sono incasinato, nel mentreringrazio jessica che prontamente mi ha avvisato della comparsa dell’ectoplasma.

  5. Caro Compagno Carlo, non farti tentare dal nulla.
    Le nullita’, quando cercano spasmodicamente di rendersi visibili, sono obbligate a usare concetti (mi perdonerai cotanta benevolenza, il termine “concetto” applicato alle nullità è un’offesa alla lingua italiana) che
    A)non comprendono
    B)il più delle volte sono scopiazzati dopo aver letto tre pagine del mein kampf o un libro di Gentile, e comunque, sono troiate che se sei mediamente informato hai letto fra i 14 e i 20 anni.
    C)infarciscono di paroloni, ovviamente in ordine sparso, assolutamente privi di ogni nesso.
    D)valgono quanto loro, esattamente nulla.

    Quindi che cazzo vuoi rispondere? Fai cosa più utile a stare due ore in cesso a pulirti il culo con i coriandoli.

    Ora, caro Carlo, se volevamo, in tutti questi anni (pensa che mi iscrissi a beppegrillo.it quando non si era arrivati ai mille iscritti), essere come loro, come le nullità, mica ci spaccavamo il cazzo per scrivere di cose sensate, sarebbe stato sufficiente postare su facebook sulle scie chimiche, pubblicare 10mila foto su instagram e twittare a mo’ di colibrì.
    Invece abbiamo scelto di scrivere, di impegnarsi, di tentare di lasciare un lieve solco nelle persone che ci leggono, non nelle merde che credono di leggerci.

    Prova a rileggerti qualche tuo scritto di, che ne so, 7 anni addietro, noterai di certo delle mutazioni, a volte più leggere , a volte più pesanti, nel modo di esporre un’idea, un dato o una critica.
    Prova poi a rileggerti qualche fasciocommento di 7 anni fa’, noterai di certo che sono uguali identici di quelli odierni.

    Perché le nullità, per definizione, non possono mutare, la materia muta, il nulla può al limite replicare la propria nullità un numero infinito di volte.

    Che poi, a ri caro Carlo, le tentazioni sono ben altre, per noi.

    Se noti, qui sopra, puff, spariti, come gli ectoplasmi, come le zanzare dopo la disinfestazione, come un leggerissimo prurito alle palle, che non ti devi neppure dare una grattatina, basta un piccolo scrollo d’anca, una cosa da niente.

    Hasta
    Zac

  6. Sei così coglione da non sapere neppure che ogni post scritto qui viene riproposto a livello nazionale da un quotidiano, ed è li che decine di migliaia di lettori commentano e leggono, coglione.

    Sette anni fa c’eri pure tu, che scrivevi le tue boiate, adesso basta, non compari più, al pari di una merda essiccata, torni a essere solo concime per gramiglia.

    Magari un giorno ti stuferai di perdere il tuo tempo qui, nel mentre sei un troll, uno spam, un nulla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: