Il Blog

Archive for 2022|Yearly archive page

È tutta colpa tua, ridammi il gioco che è mio.

In Politica on giugno 15, 2022 at 8:48 am

Il solito complotto.
Stavolta è il complotto sui referendum (Calderoli e Salvini all’unisono) ;

alla gogna la TV di stato che non ha reclamizzato a modo la vostra porcata (come da prassi, nessuna accusa a Mediaset), nonostante la massiccia presenza di giussanini ai piani alti di Saxa Rubra, nonostante la commissione di vigilanza RAI dove siede pure la Santanche’,oltre a svariati leghisti.

Complotto che si aggiunge ai gia’ noti,su tutto quello che non sta bene ai celticopadani.
Pensate, anni fa, uno di questi neomedievalisti, a una cena, mi voleva convincere che gli immigrati, sbarcati qui dall’Africa, avevano tutti la stessa missione, sostituire tutti i preti autoctoni  con gli imam.

Mai, mai una volta che si senta un leghista ammettere un proprio errore, anzi, è sempre un complotto o una mossa dei comunisti.

Così girano indisturbati personaggi che
“Sulla luna non ci siamo stati”
“Siamo dentro a un grande fratello”
“Gli alieni sono fra di noi e hanno occhi chiari e capelli scuri”
“Il Covid è un’invenzione”
“Le mascherine avvelenano”
“Intubare uno in terapia intensiva è un omicidio”
“I vaccini uccidono”
“Le donne provocano troppo, non lamentarti se poi ci scappa il morto”
“L’ampolla del Po è la vera acquasantiera”
“Il Trota è un buon politico”
“Per fortuna c’è Salvini sempre pronto a smascherare lo spacciatore”
“I froci sono malati”
“Meglio ladri che froci”
“Se leggi un libro sei un fannullone”
“Tutti i politici rubano”
“Non sono razzista, ma…”
“Non ho nulla contro i terroni ma…”.

La realtà, nuda e cruda, nello specifico, parla con i danari bruciati per 5 referendum promulgati da 9 consiglieri regionali, tutti con una forte simpatia per il nano nato a Predappio.
20% l’affluenza, la più bassa di sempre.
Erano 7 ,  i 2 bocciati in origine erano sull’eutanasia e sulla canapa, figuriamoci, l’eutanasia è un omicidio e la canapa è mortale (mentre la cocaina, della quale molti van pazzi, è un integratore benefico), ed erano gli unici due con le firme raccolte per davvero.

Decine di migliaia di scrutatori a 200 euro cadauno più le ferie, e giù bonifici.
Milioni di schede stampate per nulla, e giù vagonate di euro.
Migliaia di edifici pubblici “accesi” di sabato e domenica, forze dell’ordine pagate come festivi, e giù palanche.

Totale: 400 milioni di euro.

Tutti pagati da noi, mica dai 9 consiglie(o)ri.

Se si limitassero al terrapiattismo, saremo tutti un po’ più ricchi.

Va segnalata l’affluenza in generale molto bassa, ma come?

Dove sono finiti i leoni da tastiera, i tuttologi, i cerebrolesi che passano ore sui social (spesso a danno del datore di lavoro) per sputare sentenze assolute?

Eh, conigli, bravi tutti a battere tasti a casaccio, ma quando vi chiamano alle urne ve né state a casa.

Non c’è elezione più diretta di quella del sindaco della propria citta’, ma anche in questo caso i premi Nobel del fancazzismo se ne restano, ammuffiti, di fronte al loro amato PC.

Ah, il re di questi inetti, Beppe Grillo, non ha votato, e nel suo seggio a Genova il M5S ha raccolto ben 8 (otto) voti.

Merda-vedev

In Politica on giugno 7, 2022 at 2:07 PM

Il passacarte Merda-vedev, l’eunuco preferito dal Putin, si scaglia contro l’occidente.

Ci vuole distruggere.
Siamo dei degenerati.
Gli facciamo schifo.
Ci odia.
Vuole “farci sparire”.

Finalmente una vera notizia dal Cremlino: gli stiamo sul cazzo.

Intanto, passacarte Merda-vedev, direi che puoi scordarti le proprietà e il patrimonio che hai rubato al popolo russo, 1,2 miliardi di euro, che tramite i soliti prestanome, hai diligentemente sparso in occidente, non in Siberia.

Fra le varie ville, eliporti e conti a 10 zeri, hai un enorme vigneto di Chianti in Toscana, regione dell’occidente, ciao ciao, ce lo tracanniamo  fra di noi, gente del West.

Poi, che aspettavo queste dichiarazioni da mo’, ti regaliamo gli Orsini, i Salvini, le centinaia di professoroni prezzolati che invadono tutte le tv private regionali per difendere il tuo, aberrante, ignobile e medievale sistema di vita, basato su pochi oligarchi straricchi e un centinaio di milioni di tuoi concittadini che vivono con 300 euro al mese (ed è il ceto medio!!), una miseria pure in Russia.

Stante la situazione mi sono chiesto quali fossero i paesi che ti piacciono, passacarte Merda-vedev, e qui qualcosa non quadra:

Cuba, Tigikistan, Venezuela, Serbia, Bielorussia, Siria solo per citare i più importanti.

Morissi se, del miliardo e due, avessi acquistato li’ anche solo una capanna, macche’, i siti sono la City di Londra, le località “Vip” del mediterraneo, qualche paradiso fiscale nei Caraibi.

Vedi, passacarte Merda-vedev, è addirittura Lapalissiano, ci prendiamo tutto, che tanto siamo degenerati, schifosi, odiosi e meritevoli di essere distrutti.

Se non ci fossero un sacco di vittime innocenti per la vostra atavica sete di imperialismo, ci sarebbe veramente da riderci sopra a crepapelle.

Li processeremo tutti, uno a uno, altro che megayacht da 600 milioni, altro che prostitute e champagne.

Tuttalpiù vi resteranno quattro scialuppe, e tante, ma tante, seghe e gassose.

Au revoir, mr.Merda-vedev.

L’ennesimo ectoplasma.

In Politica on giugno 1, 2022 at 10:06 am

Di questi tempi è assai facile imbattersi nel coglionazzo di turno.

Così, non bastasse il celticopadano che se ne vuole andare nelle Russie al posto di inaugurare la stagione al Papeete (mossa chiaramente suggerita dal Cremlino) , non bastasse la pletora di beoti che da pacifinti tifano per la bestia russa, ebbene, ne salta fuori ancora uno di cui non conoscevo l’esistenza.

Lo dipingono come noto influencer, di cosa non è dato sapere.
Patrimonio personale (da buon figlio di papà miliardario) 400 e passa milioni di euro.
Pignoramento da decine di milioni.
Salito alle cronache per la gentilezza con cui tratta la ventina di suoi schiavi filippini per non aver tenuto il ritmo giusto durante un balletto orrido, o per essersi scordati le sue iniezioni di testosterone (sta con una ventenne stragnocca, il testosterone non basta, devi aggiungere anche Viagra o Cialis).

Chissà la felicità di suo padre, fondatore di un impero nel packaging per medicinali.

Un coglionazzo, per l’appunto, da non meritare neppure il nome e cognome in questo post, cosa assai rara in lustri di scritti.

Ricorda molto la storia di Matteo Cambi, il supercocainomane fondatore del marchio Guru e poi transitato per le patrie galere e comunità varie.

Come da prassi, gli si augura lo stesso destino.

Rivogliamo Razzi e Scilipoti!!!

P.s.
Segnalo un nuovo giochino: nei supermercati le persone utilizzano ancora la mascherina, il rapporto è circa uno senza e 9 con.
È bellissimo, perché dopo una vita vedi le facce dei teste di cazzo, non più mistate con la gente civile, facce orrende, con un mezzo ghigno della serie “Io sono invincibile”, e se ci fate caso,  chi non la indossa è di norma un supponente ignorante che trova le sue informazioni su Qanon, non importa se non lo conoscete, la fisiognomica è una scienza esatta.
Prima lo immaginavate, oggi vi si mostra nella sua splendida inutilità.
Puro spettacolo.

“Se uno mi fischia dietro sono contenta”

In Politica on Maggio 13, 2022 at 1:48 PM

Così la nota neofascista Donazzan, assessore alla regione Veneto, per difendere gli alpini responsabili delle centinaia di molestie durante l’adunata alcolica di Rimini.

Ora, a parte che per tutto l’anno migliaia di alpini anziani strafatti di cabernet importunano TUTTE le bariste in tutta la regione, per almeno 4 ore al dì, v’e’ un particolare che mette una pietra tombale sulla mera speranza della Donazzan,

questa:

Solo un alpino ubriaco può fischiarti dietro.

Copeve.

In Politica on Maggio 5, 2022 at 1:14 PM

In quel di Zagarolo, comune famoso per il celeberrimo Ultimo Tango di Franco e Ciccio, si è raggiunto l’assurdo.
La locale sede del Partito Comunista Italiano (usurpando pure l’immagine di Enrico Berlinguer), il 9 maggio festeggia la festa della liberazione dal nazismo, più precisamente dal nazifascismo.

Ohibo’, e noi che si pensava al 25 aprile, all”8 settembre, ma quando mai, il 9 maggio.

Il manifesto di questi quattro topi di fogna, porta la scritta Zagarolo con la Z disegnata come la Z del topo di fogna moscovita, ma quanto siete bastardi dentro.

Ovviamente, questi diffusori di peste bubbonica, l’anno scorso mica l’hanno fatta la festa, quest’anno sì.

Il 9 maggio, per chi lo ignorasse, è si’ la festa della liberazione dal nazismo, ma la si festeggia in Francia e in Russia,
QUI NON ESISTE.

E questi qui dovrebbero essere i miei rappresentanti politici, ma si sbagliano, sono la cosa più distante da il PCI di Enrico, sono solo topi di fogna.

Lavrov quando spara le sue cazzate (hitler ebreo come Zelenski, fake ultradatata, ed è solo l’ultima) si rivolge a voi, burattini mentecatti; e non è cretino come voi, sa benissimo che la sua platea in Italia siete solo voi, fra ratti ci si intende, e il ministro sa di parlare al ventre molle dell’occidente, con l’unico errore di sbagliare l’audience;
Lavrov pensa a milioni di persone che lo osannano a ovest, mentre siete solo voi, a Zagarolo, con la Z dell’armata rossa, con una data presa in prestito, con una vomitevole voglia di essere finti pacifisti, i pacifinti.

Il sottotitolo del manifesto recita:

“L’Unione Sovietica libera l’Europa dal nazifascismo”

Churchill, De Gaulle e Eisenhower, assenti, erano andati a pesca.

Fraternamente:

ARRUOLATEVI NELL’ARMATA ROSSA

Oppure, più semplice, trasferitevi in Russia, patria delle verità e del bel vivere, nazione destinata a governare il globo, a sfamare l’Africa, un nuovo Eden.

Vi aspettano numerosi, non deludeteci.

Il signor Nessuno.

In Politica on aprile 29, 2022 at 1:33 PM

Me l’hanno fatto notare solo ieri.

Chiedo venia ma gli impegni mi tengono distante dai talk televisivi.

Si chiama Alessandro Orsini.

Mai sentito.

Pare che molti pendano dalle sue labbra.

Molti coglioni.

Migliaia di cerebrolesi che ascoltano il signor Nessuno.

Applausi.

Ehm..date le giuste sanzioni affibbiate alla Russia, c’è mica un uomo di legge che trova l’appiglio legislativo per sanzionare pure i “cittadini” italiani che si schierano apertamente con la schifosa bestia siberiana???

Ricordo che per un vaccino non fatto, se sei un over 50, ti è già arrivata la sanzione pecuniaria (100 euro ma potrei sbagliare).

Parimenti, ricordo anche che all’entrata degli Stati Uniti nel secondo conflitto mondiale, il partito nazista statunitense venne dichiarato fuorilegge.

Mi pare ci sia almeno una similitudine con le vicende attualmente belligeranti.

Pagliarulo chi?

In Politica on aprile 24, 2022 at 3:48 PM

Tale Pagliarulo,  che misteriosamente è presidente dell’ANPI, che non ha mai fatto il partigiano, noto filoputiniano, confonde la P nella sigla:
P sta per partigiani, non per pacifisti.

Ieri ha ritrattato le sue orride dichiarazioni (come potrete leggere sotto, le solite bufale che tanto stanno a cuore alle merde di questo paese), dicendo che “La resistenza ucraina è legittima”.

Non basta.
Si deve dimettere.
Io, come tanti altri, per la prima volta, quest’anno il 25 aprile lo festeggio senza l’ANPI, che se avete avuto il coraggio di eleggere questo ectoplasma significa che non avete più bisogno di noi.

Vorrebbe, il tale, che la resistenza Ucraina non ricevesse armi dall’occidente, che si aprisse il dialogo con il pazzo sovietico, che gli si lasciasse il Donbass e tutta la terra sino alla Transnistria, e per la distruzione e morte provocate da 2 mesi di guerra, una multina.

Il tutto perché la resistenza ucraina, a sentire i farlocchi sinistrorsi, è marcatamente di destra.

Siete solo dei buffoni, per tutta la vita abituati a mangiare con le posate d’argento, voi non sapete cos’è la sofferenza.

Io sono di sinistra.
L’inquilino del pianerottolo accanto a me è di destra.

Vi garantisco che se stamane arriva un carrarmato e ci butta giù la casa, e magari qualcuno ci resta pure secco, capita eh, il comunista e il fascista si mettono la stessa divisa, imbracciano qualsiasi arma, e vanno in cerca degli assassini.
E per Dio, è cosi lineare!!!.

No, questi negazionisti che si travestono da pacifisti, dicono:
E ma la Nato, e ma Biden, e ma ci si poteva pensare prima, e le armi, e il virus del covid prodotto nei laboratori ucraini (da quest’ultima la venerazione per il pazzo sovietico), e il Donbass, e la denazificazione, e a Bucha tutta una farsa hollywoodiana, e che bravo Putin e trallalero trallalla’.

Economicamente la guerra ci farà perdere circa 30 miliardi.
Se finisse oggi i miliardi che servirebbero per ricostruire il devastamento totale di queste bestie in Ucraina (ditemi se il capo dei mercenari ceceni non sembra una bestia) sono 500, cinquecento miliardi in due mesi di guerra!!!
E nessuna casa o altro è stata bombardata in tutta la Russia…
Li sento già “È colpa delle lobby statunitensi delle armi”, è sempre colpa di qualcun’altro.

Se Pagliarulo fosse davvero un partigiano, dovrebbe arruolarsi nelle milizie filorusse, altro che andare alla marcia della pace e infangare i nomi di San Francesco d’Assisi e di Papa Francesco o di padre Alex, loro sì possibili portatori di pace, ma solo per il loro credo religioso che gli impone di non essere partigiani.
Marcia della pace che ha totalizzato 10mila presenze, il record alltime è 400mila…

E dato che a oggi bisogna riportare tutto, perché se no uno prende una frase e comincia a chiedere della rava e della fava (cosa che non riesco più a sopportare dopo l’avvento dei no vax terrapiattisti  ignoranti complottisti di ogni genere), eccovi un articolo dettagliato sul pensiero del tale Pagliarulo:

“Nel corso della conferenza stampa di presentazione delle iniziative per il 25 aprile ha dichiarato:

«Anche in Ucraina ci sono vuoti democratici. Zelensky ha sciolto una decina di partiti di opposizione recentemente. Ci sono state tante violenze in passato a cominciare dalla terribile guerra del Donbass, cominciata dopo Maidan e dopo l’indipendenza della Crimea. Andiamo oltre i buoni e cattivi e vediamo come stanno davvero le cose».

«Ho visto video, la cui veridicità pare essere confermata, in cui soldati ucraini sparano alle gambe di soldati russi. Anche lì c’è bisogno di chiarimenti. Bisogna stare attenti a verificare le fonti di tutte le informazioni. Anche Zelensky fa la sua propaganda».

E allora penso che a questo punto sia davvero in malafede. Dopo le proteste per i comunicati e le dichiarazioni sull’invasione dell’Ucraina, che i più benevoli hanno definito “errori di comunicazioni”, Pagliarulo continua a mistificare la realtà e a dire cose false.

1) Non è vero che in Ucraina una decina di partiti di opposizione siano “stati sciolti”, bensì sono stati sospesi fino al termine dello stato di emergenza, cioè della guerra. E’ più che comprensibile dato che sono i partiti filo-russi, e nel caso Pagliarulo non se fosse accorto l’Ucraina è stata invasa dalla Russia, non dal Burkina Faso. Ciononostante, i rappresentanti dei uno dei maggiori partiti sospeso, il “Blocco di Opposizione”, come il sindaco di Odessa Gennady Trukhanov, si sono espressi duramente contro la Russia e ora sono a fianco del presidente nel difendere l’Ucraina.

2) Pagliarulo ci fa sapere che ha visto un video e scoperto che crimini di guerra vengono commessi (forse) anche da soldati ucraini.

Però forse dovrebbe leggere il primo rapporto della Missione OSCE pubblicato il 13 aprile che rileva che le forze russe di occupazione hanno commesso in Ucraina crimini di guerra tale che è “inconcepibile che così tanti civili siano stati uccisi e feriti e così tanti obiettivi civili, tra cui case, ospedali, beni culturali, scuole, edifici residenziali a più piani, edifici amministrativi, istituti penitenziari, stazioni di polizia, acquedotti e sistemi elettrici siano stati colpiti”, e violazioni di diritti umani così estese, e che includono “uccisioni mirate, sparizioni forzate o rapimenti di civili, inclusi giornalisti e funzionari locali”, da configurarsi come crimini contro l’umanità.

3) Pagliarulo lega la “terribile guerra del Donbass” a Maidan e non all’intervento, anche militare, della Russia di Putin e parla di “indipendenza della Crimea” (sic). Forse dovrebbe informarsi su cosa avviene nella Crimea occupata dal 2014, leggendo il rapporto dell’Alto Commissario ONU per i Diritti Umani che parla di rapimenti, sparizioni di attivisti, giornalisti, politici e di violazioni dei diritti umani fondamentali anche nei confronti della storica etnia dei Tatari, già oggetto di genocidio da parte di Stalin.

Ma tutto questo forse ha un’origine ben precisa. La rete non dimentica e non perdona, ed ecco che sono saltati fuori i vecchi post su Facebook pubblici di Pagliarulo sull’Ucraina dove definiva la rivolta di Maidan -quella ha riportato la democrazia in Ucraina dopo i brogli e la corruzione di Janukovyč- un “colpo di stato foraggiato dagli Stati Uniti”, accusava “il governo nazista di Kiev” di aver abbattuto il volo MH17 con 298 persone a bordo, e non i separatisti filorussi come poi dimostrato dalle indagini, e chiamava l’occupazione del Donbass “guerra civile” diffondendo notizie di Sputnik News. Insomma, Pagliarulo ricalcava la narrativa della propaganda del Cremlino.”

Il tale Pagliarulo, con un curriculum così, non avrà problemi a farsi arruolare nei cosacchi.

Buon 25 aprile.

Tenetevi il gas, attaccatevelo alla canna.

In Politica on marzo 31, 2022 at 6:16 PM

Lo processeranno all’Aia.
Lui e tutta la banda di corrotti che gli sta attorno.
Lo processeranno:
per avere deliberatamente invaso uno stato sovrano;
per avere ucciso centinaia di bambini;
per avere utilizzato ordigni non convenzionali;
per aver sacrificato decine di migliaia di giovani russi mandati al fronte con l’equipaggiamento di un alpino durante la campagna di Russia;
per avere violentato le donne, per poi deportarle in Russia con i loro figli, se ne contano a migliaia;
per avere distrutto decine di ospedali, anche pediatrici;
per avere spedito un battaglione nella foresta radioattiva di Chernobil;
per avere raso al suolo intere cittadine, con tutta l’arte ivi contenuta;
per avere fatto scappare almeno 5 milioni di profughi.

E ti daranno la pena massima.

Poi ci sarà la Russia, e i russi.
Speriamo con un altro modo di intendere il futuro.
Perché la Russia e i russi di oggi fanno piuttosto schifo.

In generale, è lo stato più corrotto fra quelli annoverati fra il primo mondo.

Cominciamo dall’elite scientifica, filosofica e letteraria russa, zeppa di premi Nobel e medaglie matematiche, MAI visti in piazza a protestare, ma neanche 50 anni fa’, comodi comodi dietro alle loro cattedre ammuffite, andate a fanculo.

La truppa di oligarchi, ignoranti come lombrichi ma con la barca da 700 milioni di euro (se abitate in una cittadina di 50mila anime, con 700 milioni si costruisce una zona industriale pari alla vostra, ma non solo i capannoni, anche tutti i macchinari contenuti all’interno, e ve ne avanza per altre due zone industriali, l’oligarca li spende per una barca), stesso augurio di cui sopra.

I medio borghesi,  questi li conosco bene, da anni invadono le valli altoatesine, ovunque, tuta da sci ultimo grido nuova e intonsa, sci da millino di euro, autovetture che si incastrano nelle rotonde dei paesini (provate a girare una limousine sulla rotonda di Moena in val di Fassa, scena vissuta, e vedrete arrivare i pompieri per il disincastro), e poi vodka ovunque, se ne scolano un litro prima che arrivi l’antipasto, che mangiare una tartare di cervo dopo un litro di vodka è un’offesa al palato.
Non parlano, urlano.
Non sciano, occupano malamente le piste.
Sono tutti grassi.
Ne ho visto uno sudare in cima al Kronplatz, meno 18 gradi.
In genere, dei perfetti maleducati.
Anche per questi, stesso augurio.

Per ultimo ci sono sempre i poveri, i russi poveri, di certo la maggioranza della popolazione, buona parte con i figli mandati a combattere e morire in Ucraina, gente che si è rassegnata a essere l’ultimo anello umano prima delle bestie (escluse le bestie esotiche che gli oligarchi raccolgono in giro per il pianeta) e che non riesce a protestare perché è più importante sopravvivere.

Questi non li ho mai visti a Cortina, o a Portofino,  qualche volta li trovi in piazza San Pietro per l’Angelus con il pullman acceso che li aspetta in via della riconciliazione, molti altri li conosci perché fanno le badanti da noi, fatevi raccontare le loro storie se ne’ conoscete, vi verranno i brividi.

Per loro, niente fanculo.

Per ultimissimo c’è  il Patriarca della Chiesa Ortodossa Russa,
Cirillo primo.
Un ammasso di trigliceridi che ogni tanto parla.
Grande amico del pazzo.

Ultimamente ci ha regalato questa:

“La guerra in Ucraina è sacra e giusta..”
L’ha pure benedetta con l’acquetta.
E ha aggiunto:
“Per evitare che l’Occidente ci porti il Gay Pride a Mosca”

Ti piacerebbe eh, vecchio porco.

Non ti mando in quel posto, troppo godimento per uno come te, meglio augurarti di non essere ricordato da nessun essere vivente dopo la tua dipartita.

P.s.
L’unico ex leader europeo a essere stato grande amico del pazzo, è noto, è Berlusconi, poi scimmiottato da Salvini.

E un loro seguace, un medico in pensione, girovagava fuori dai bar della zona, durante la terza ondata, spiegando ad alta voce quanto forte fosse Putin, che lui non si sarebbe mai vaccinato a meno che il vaccino fosse lo Sputnik.

Non lo si vede più in giro da un po’, forse intubato, forse scappato a fare il concubino al Cremlino.

Si spiega così il fastidioso fenomeno italiano che vede il solito 5% di negazionisti e fancazzisti, ovviamente schierati con il pazzo, ai quali auguriamo lo stesso futuro del porco Cirillo.

update:

dopo questo scritto sono uscite tante e tali terribili notizie, da farmi decidere di mettere in macchina il ferro7, con il quale riesco a tirare una pallina da golf a 150mt, e il primo che mi viene a raccontare una qualsivoglia notizia pro putin, gli sfracello il cranio e amici come prima.

Se il misero è pure no vax, allora prima mi concedo un remake della celeberrima scena nella quale Marcellous Wallace dice:

“E adesso ti spiego cosa succederà…

Una cura medievale per il tuo culo”.

Ed ecco trasformato un semplice ferro7 in un duplice arnese per divertirsi un sacco.

La barzelletta dell’anno

In Politica on marzo 22, 2022 at 12:45 PM

“Putin conduce una battaglia non solo per la Russia, ma per tutti noi”.

“Se Zelensky parla all’aula di Montecitorio, bisogna far parlare anche Putin”.

Ora, queste due barzellette portano una firma: Granato, senatrice della Repubblica.

Già no vax estrema, pochi mesi or sono consigliava ai malati di Covid di non recarsi in ospedale perché li avrebbero sequestrati, più altre svariate cazzate sparate nel corso della pandemia, che ahinoi non ha visto la tale intubata.

Ma perché dobbiamo avere gente del genere in Parlamento?

Il democratico Putin l’avrebbe già relegata in qualche sperduto gulag siberiano.

Ringrazi il cielo di vivere qui, in Italia, in Europa, dove puo’ dire che la terra è piatta.

Però se ne può sempre andare a Mosca, con lungo scroscio di applausi da parte del 99% dei cittadini di questo paese.

Anche perché, e qui stiamo al 100%, non verrà rieletta.

Senatrice Granato, si vergogni, e si ritiri dalla scena politica, quanto prima.

L’intero stivale ringrazia anticipatamente.

Era scontato

In Politica on marzo 16, 2022 at 6:38 am

Le chat dei no vax in provincia di Vicenza sono tutte schierate a favore di Putin.

Era scontato.

Come per il covid, pure la guerra è un’invenzione, te pareva, un grande set cinematografico con bambini morti che fanno le comparse dei bambini morti.

Sono peggio del cianuro di potassio.

Metterne un po’ in galera?

Togliere patente di guida, diritto di voto, patria potestà, parrebbe il minimo se il soggetto è da TSO.

Altro non mi sovviene.