Il Blog

Posts Tagged ‘comico genovese’

Offese e Offese.

In Politica on agosto 27, 2012 at 11:49 am

Tutti parlano del “Fascista” che il comico genovese ha affibbiato a Bersani.

Io non ci faccio caso.

Un comico può dire ciò che vuole.

Forse un pelino di fastidio m’e’ sopraggiunto quando il tale ha aggiunto che Bersani non deve preoccuparsi, perché in fin dei conti non e’ neanche un fascista, e’ un fallito, come se fosse piu’ grave.

Ma, ripeto, non badateci.

Ciò che invece fa’ accapponare la pelle e’ leggere di pseudocompagni che si esprimono come dei mezzadri.

Lei si chiama Bruna Dini, salita agli onori della cronaca perché dal palco del PD, lo scorso febbraio, fece commuovere la platea parlando della sua impresa edile costretta a chiudere.
Impresa che’, per la precisione, aveva ereditato dal padre e dal nonno.
Ella ha ricoperto il ruolo di presidente dei giovani industriali della Versilia, poi si e’ iscritta al PD e, dopo le lacrime degli uditori, proclamata eletta all’assemblea nazionale e nominata coordinatrice del partito in Versilia.

Ecco.

Una funzionaria di partito.

Oggi sto leggendo l’ultimo post di Pippo Civati (nessuno tocchi Pippo, che se no divento una iena) e mi imbatto nel seguente commento scritto dalla signora Bruna Dini, una che in teoria dovrebbe essere una di noi.

“Civati, merda sei nato e merda resti”

Mi faccio carico di dare una risposta alla Bruna:

Esimia ex imprenditrice, 
faccia una cortesia alla società intera, merde comprese, si compri una cazzuola, un sacco di malta fina e una bitumiera da cantiere.

Suo padre e suo nonno fecero così.

Con affetto,
Zac

P.S.
Se volete leggervelo
http://www.ciwati.it/2012/08/26/quella-frase-ecco-non-lavrei-detta/

Il Casto

In Politica on aprile 24, 2012 at 5:30 PM

C’e’ da sempre.
Da prima del nano.
Se la salute lo assiste rischia di diventare l’Andreotti del 22imo secolo, anche se il gobbo e’ di un’altra categoria, e per rafforzare la differenza fra i due v’e’ da sottolineare come  nessun regista oserà mai girare un film su Formigoni, e come io abbia riso con qualche battuta del Giulio, mai con l’altro.

Detto “Il Casto”.

Qualcuno di voi avrà intravisto da Fazio lo spot girato dal prete mancato, una cosa mai vista.

Vi invito, prima di proseguire nella lettura, a guardarlo, dura pochi minuti, imperdibile.

Con i jeans da ventenne, ha 65 primavere.

E ha fatto voto di castità, quando aveva 24 anni, e per dirla tutta ha fatto nello stesso frangente anche voto di povertà e obbedienza.

Dichiara:

“Ho fatto voto di castità, ma siamo nel mondo.
Ma sono un gran peccatore che ama la bellezza”.

Ma quando prese sti voti, era su Marte?

Democristiano e ciellino.
Popolare e ciellino.
Forzista e ciellino.
Pidiellino e ciellino.

Non saprei chi e’ peggio fra l’Opus dei e Comunione e Liberazione.

Ah, quando si viaggia in gruppo uno paga il jet e poi ci si divide le spese. 

Bisogna dire a Grillo che il Casto l’ha surclassato, lui e’ un sette stelle extra lusso, altro che le cinque del comico genovese.

Siede attorniato da indagati.

Se ci fosse un giornalista in Italia che riuscisse a fargli la domanda:

“E per il voto di povertà?
E per il voto di obbedienza?”

allora leggeremo altre due perle come quella sulla castità.

Vorrebbe essere il successore del watusso mancato, ma pure l’ex premier l’ha scaricato da un pezzo.

Vorrebbe sembrare un teenager, e
si veste con di quelle camice che non usano neppure nei paesi dove le fabbricano.

Ma più di ogni altra cosa, l’eterno Casto aspira a un posto fra i grandi, fra i beati, fra i santi.

Gli sta preparando il terreno Don Verze’.

Nella classifica dei burattini più longevi, il casto continua a scalare posizioni, gli ultimi scavalcati in ordine di tempo sono:

Pinochet, 16 anni
Honecker, 17 anni.

Next step: Ottone von Bismark,

19 anni.

Certo, ci sono cose che riesce a fare, togliere il microfono all’intervistatrice e’ una di quelle,
proprio come si faceva da bambini, 
togliere il lecca lecca all’amichetto, usare il monopattino dell’altro,
occultare la stilografica del compagno di banco.

Insomma,
un bambino casto, educato, ben vestito, credente, pochi vizi, 
una rarità.

Se lo volete, costa 80mila euro la settimana, cilicio escluso.

P.S.
Il 19% dei francesi dando il voto a quella troia di Marine Le Pen, ha finalmente dichiarato il proprio filonazismo.
Auguro a lor signori una rapida dipartita, corroborata da applausi scroscianti.