Il Blog

Posts Tagged ‘disegno di legge’

Caro lettore, singolo, medio.

In Politica on febbraio 28, 2012 at 2:54 PM

La Corte dei Conti ti informa, caro lettore singolo medio.

Ora che anche i tg nazionali si sono occupati degli “sprechi”, che io continuo a chiamare “furti”, anche i miopi hanno cominciato a parlarne.

Si va’ dai corsi fantasma friulani,

alle consulenze record siciliane, dove i “consigliori” del presidente costano un milione l’anno.

Dai videopoker evasi per 800 milioni,

all’ospedale in Albania mai costruito, 20 milioni.

Dalla metro’ romana, i cui costi sono miracolosamente lievitati del triplo, 3,3 miliardi,

all’universita’ di Genova che paga i docenti che non insegnano.

Sino ad arrivare all’assurdo,

che risiede nelle lampade votive di Santa Maria Capua Vetere che, essendo malgestite, costano una multa al comune medesimo di 245mila euro.

E’ una faccenda ciclica.

Basta sfogliare “La Casta” di Stella e Rizzo, o altre decine di libri usciti negli ultimi vent’anni.

Che tanto, per i sopracitati, nessuno finira’ mai nelle patrie galere.

Nell’ultima settimana ho sentito decine di persone scandalizzarsi,

sono le stesse persone che a Natale si sentono piu’ buone,

sono le stesse persone che regalano i baci perugina a San Valentino,

sono le stesse persone che stanno davanti alla tv a prescindere.

Sono gli italiani medi.

Ce ne stanno un fottio.

E dato che sono un numero considerevole, ho la speranza che uno tra loro

capiti da queste parti.

Caro lettore singolo medio,

benvenuto,

dopo aver letto i primi paragrafi,

ti invito a leggere questi qui sotto,

per completezza d’informazione.

Senatore della Repubblica, negli ultimi dieci anni non ha mai presentato un disegno di legge.

Membro della commissione territorio, ambiente e beni ambientali.

Presidente della fondazione “Biblioteca di Via Senato”.

Presidente dellla fondazione “Del Buon Governo”.

Membro comitato scientifico della “Citta’ del Libro”.

Editore del settimanale “Il Domenicale”.

Cavaliere di Gran Croce.

Sette incarichi in essere.

Ti risparmio i precedenti (e intendo pure i precedenti giudiziari).

E, al pari di prima, pure questo non finira’ mai nelle patrie galere.

Ecco, caro lettore singolo medio, che mi preoccupo se sei piu’ di uno, le argomentazioni che aprono questo post sono figlie dirette di queste ultime,

sono i sette incarichi che poi creano l’ospedale fantasma in Albania.

La Corte dei Conti scrive che e’ anche frutto di una cattiva gestione che va’ oltre la malafede.

Io invece credo che i ladri generino altri ladri, al ritmo dell’accoppiamento fra conigli.

Caro lettore singolo medio, come avrai notato non ti ho citato il

depositario delle sette cariche, perche’ e’ troppo facile.

A fronte di cotanta ingordigia, per contro v’e’ un’aspetto che ha dell’incredibile:

Il Compagno David, per tutta la settimana scorsa, ha condotto “Hollywood Party” su radiorai.

E fin qui, tutto bene, dopo la dipartita del nano un Compagno si riaffaccia in Rai, e’ un inizio.

Ebbene, mi si informa che negli studi Rai vige una sorta di minculpop,

attenti a fare questo, non si puo’ invitare quest’altro, il tutto perche’ c’e’ un folle terrore di perdere il posto.

Oltremodo, la piu’ grande televisione pubblica dello stivale, che e’ anche l’unica,

possiede tecnologie avanzate, vi basti pensare che i computer di servizio sono dei primi anni novanta.

Pero’ il milione e duecentomila all’anno a Vespa c’e’.

Quello c’e’.