Il Blog

Posts Tagged ‘marchionne’

Ha vinto Pierluigi.

In Politica on novembre 14, 2012 at 10:00 am

Una lezione di stile.

Nessuno che sbraita.
Nessuno che si accavalla.
Nessuno che si offende.

Cinque candidati e un format che dovrebbe essere utilizzato per decreto.

In rigoroso ordine alfabetico:

Bersani.
Il vincitore, senza dubbio, sempre nei tempi, caratura da leader, doveva parare il colpo (in quanto favorito) e invece riesce anche ad aumentare i propri consensi.
Voto 9.

Puppato.
Fa’ tenerezza, a tratti imbarazzante e imbarazzata per l’incapacita’ evidente di non riuscire a finire un ragionamento senza cadere nelle frasi fatte e nel linguaggio politichese.
Voto 4.

Renzi.
Il piu’ affabile, il piu’ piacente, chiacchera fuori onda con Vendola, chiede per primo il diritto di replica, conosce il format, e’ stato istruito dal Gori ed ha un background legato ai duelli americani, ma gli manca il piglio del leader.
Un voto in piu’ perche’ ha esplicitamente detto che non vogliamo Casini.
Voto 7,5.

Tabacci.
Brava persona, educato, forbito nella dialettica e, forte del suo lavoro in compagnia di Pisapia, cerca di presentarsi come il progressista cattolico che auspica un Monti bis, inciampa sui diritti ai Gay, piace alle casalinghe, a me ricorda il vecchio La Pira, indimenticato sindaco di Firenze e braccio destro di Fanfani.
Voto 6.

Vendola.
Quando Nichi imparera’ a utilizzare termini piu’ accessibili potra’ raddoppiare i consensi.
Personalmente continuo ad amare quest’uomo, a tal punto da scordarmi i finanziamenti al Verze’, lo amo perche’ credo che in qualsiasi compagine governativa debba esserci la parte utopica, e io sogno l’utopia sin dalla nascita.
Segnalo
“Dott. Marchionne, io non le ho mai creduto”, stilettata al Renzi che da sola vale il prezzo del biglietto, e che ha strappato il boato piu’ consistente del pubblico presente negli studi di sky, un pubblico che non e’ composto dagli operai di pomigliano, un ottimo segnale.
Voto 7.

Questo confronto, e piu’ in generale le primarie, porta un beneficio al centrosinistra che Bersani aveva largamente previsto in tempi non sospetti, ed e’ anche per questo che , pur non votandolo, ringrazio Renzi per tutto quello che ha fatto e per come si e’ speso anche in termini di immagine, senza di lui queste primarie non sarebbero state tali.

L’unico aspetto davvero disdicevole e’ stato il mancato dibattito sui temi legati alla terra, al prodotto alimentare, all’aria che si respira, che in un paese come il nostro dovrebbe essere il primo argomento dibattuto, soprattutto in ambito progressista.

Che son tutti bravi a dire che quando piove e’ un disastro, peccato che lo dicano sempre e solo DOPO che e’ piovuto.

Qui da me e’ nata prima la pioggia dell’essere umano, piove per due terzi dell’anno, da sempre.