Il Blog

Dal telegrafo e dal Moma.

In Politica on luglio 29, 2016 at 8:17 am

Telegraficamente:

1)350 vittime di attentati terroristici in Europa in un anno, 35mila nel resto del pianeta, la morte di un europeo vale 100 volte quella di qualsiasi altro abitante del globo, siamo fortunati.

2)Il tediato dal bullismo, nonche’ depresso, autore della strage all’Olimpia Center, era nato lo stesso giorno di hitler, compie l’abominio lo stesso giorno di quello di Breivik, le guardie trovano a casa sua cumuli di materiale neonazi, e ammazza solo ragazzini di origine mediorientale. Prego cercare sui giornali notizie dell’accaduto, nessuno ne’ scrive piu’.

3) Trump non vince.

4) Abbiamo sostituito Padoin con Higuain.

5) A settembre si torna in aula, c’e’ una leggina da approvare, auspico con il voto di fiducia…

6) Ieri stavo sfogliando con Jessica un libro di foto di PierPaolo, e ci siamo accorti che in men che non si dica a Pasolini sono sparite le guance, da un anno all’altro, Compagno David, ci delucidi?

7) 350milioni di imbelli hanno scaricato pokemon-go. 28 milioni di questi, i super imbelli, comprano e compreranno, a 25 centesimi alla botta, le palle per catturare sti cosi. Se ne’ ricava il conto: 7 milioni di euro al giorno, 2,5 miliardi l’anno, incredibile.

 

 

E adesso le cose serie:

 

Questo capolavoro di Andy Warhol, del 1962, e’ la risposta, o una delle possibili.

Warhol, Andy

 

Le zuppe della Campbell sono la rappresentazione plastica di cio’ che erano gli Stati Uniti durante la seconda meta’ del novecento, un paese dove tutto era possibile, ma alla sola condizione che tu ne’ facessi parte integrante senza tanti fronzoli, per stare sull’attuale, Trump e’ figlio di quella concezione.

Warhol mostra 32 lattine, a prima vista identiche, tutte allineate, esposte all’interno di una sala che lascia poche vie d’uscita.

Ma se le guardi meglio, noterai che sono tutte diverse, ognuna riporta un ingrediente diverso, dagli asparagi, al pollo, al pomodoro e via discorrendo.

Il visionario Andy lancia un messaggio che poi caratterizzera’ l’establishment americano per i decenni a venire.

Egli ci dice, senza mezzi termini, che gli USA ti offrono tutto, e tutto a portata di mano, ma con un MA enorme:

ti do’ tutto Ma tu non hai possibilita’ di uscire dal selciato, vuoi una zuppa? io te la do’ come e quando vuoi, di qualsiasi sapore, a prezzo modico, MA guai a te se non e’ Campbell.

Lo stesso assioma puo’ essere esteso agli armamenti, al petrolio, alle banche e persino alla politica estera.

 

Questo giochino si e’ rotto con la prima presidenza Bush padre, caratterizzata dalla prima grande delocalizzazione nei paesi asiatici e dall’enorme spesa pubblica per gli eserciti. Queste due cosucce hanno rotto l’incantesimo, da li’ in avanti la zuppa della Campbell e’ scesa di grado, pareggiandosi con le altre zuppe, lasciando involontariamente un po’ di libero arbitrio all’automa statunitense.

E’ bastato questo, altro che crisi dei sub prime o l’11 settembre, e’ stato sufficente dire che ci sono altre scelte possibili, e il castello e’ crollato.

 

E come sempre, l’arte, la visione e la genialita’ arrivano inesorabilmente prima, danno un avviso, ti mettono sul chi va’ la’, tendono a proteggerti.

 

E’ un vero peccato conoscere persone che di fronte a un tale capolavoro ti dicono “lo avrei fatto anch’io”, quando fanno fatica ad alzarsi dal divano per distaccarsi dal televisore o dal piu’ recente tablet.

Non preoccupatevi, cari ignari, anche se non comprendete Warhol ma vi comprate le palline dei Pokemon, non preoccupatevi, l’inculata e’ la stessa, solo che non ve ne’ accorgerete mai, e questo e’ il trucco.

 

Grazie, immenso Andy.

 

Buone ferie a tutti.

 

Vi amo

Zac

Liebster

In Politica on luglio 15, 2016 at 7:30 am

Liebster

Ernest, e pure Carlo, mi fanno questo regalo.

Cerco di rispondere alle domande di Ernest:

1. Un libro al quale vorresti cambiare finale?

La versione di Barney di Mordecai Richler.

2. Librerie o Biblioteche?

Entrambe, senza soluzione di sorta.

3. Leggi fino in fondo tutti i libri?

No, mi capita raramente di non finirne uno, ma quando capita applico uno dei dieci diritti del lettore scritti all’epoca da Daniel Pennac, il numero 3: il diritto a non finire un libro.

4. Se dovessi scrivere un libro dove lo ambienteresti?

Fra Berlino e Marrakech.

5. Scrittura in prima persona o in terza?

Indifferente.

6. Un libro che non consiglieresti mai?

Ohibo’, quasi tutti quelli che stanno nei dieci in classifica, e tutti quelli “scritti” da vespa giordano belpietro e amebe al seguito.

7. Da cosa vieni attirato per l’acquisto di un libro?

Dalle prime tre righe sempre, a volte pure dalla citazione in terza pagina.

8. Cosa ne pensi di chi scrive o sottolinea i libri?

Nessun problema. Io li riempio di orecchiette.

9. Il tuo rapporto con gli audiolibri.

Tale e quale al rapporto che ho con gli abitanti di Urano.

10. Quanto sono importanti le recensioni dei libri?

Meno di zero (bret eston ellis)

11. Il libro che hai letto nel minore tempo?

Diario di un killer sentimentale di Luis Sepulveda e molti altri libricini a parimerito.

 

E anche a quelle di Carlo

1) Naufraghi su un’isola deserta insieme a Renzi e Berlusconi, anche loro sopravvissuti. Scarseggiano i viveri. Chi mangi per primo, Renzi o Berlusconi?
Esimio, ci sara’ pure della sabbia o della roccia in quest’isola, mangio quella.
2) Hai vinto una vacanza di due settimane, completamente gratuita, in un prestigioso resort di Paradise Island, alle Maldive. Però, devi partire in compagnia di uno di questi personaggi: a) Boschi b) Madia c) Verdini d) Brunetta. Chi scegli?
Alle Maldive tutta la vita con Verdini.
3) Quale personaggio politico vorresti incontrare al chiuso di uno stanza, lontano da occhi indiscreti e, soprattutto, senza scorta al seguito?
Mara Carfagna a 25 anni.
4) Saresti favorevole ad installare una “louisette” all’interno del parlamento italiano?
No, la installerei all’interno dei seggi elettorali.
5) Stavamo meglio quando stavamo peggio?
Frase dapprima fascista, poi leghista, non rispondo.
6) La riforma costituzionale è: a) necessaria e ben fatta; b) na’ fetenzia degna di questa classe politica.
La riforma costituzionale e’ un modo sottile per mantenere lo scranno, e uno sfregio a Calamandrei e soci.
7) La legge elettorale definita “italicum” è: a) ben fatta; b) l’ennesima porcata di una classe politica indegna.
Troppo facile
8) Ogni popolo ha il governo che si merita?
Certissimo!!!
9) Hai deciso di emigrare. Quale paese sceglieresti?
Cile
10) Fatti una domanda e datti una risposta.
Un attimo che telefono a Marzullo.
11) Mi detesti per queste domande?
no.
Adesso dovrei fare io 11 domande, scrivere gli indirizzi dei blogger, etc etc etc
Non faro’ alcunche’.
Hasta a tutti
Zac

 

Le bestie, quelle umane.

In Politica on luglio 13, 2016 at 9:15 am

Come si dice negli USA: “Sono stati neutralizzati”.

Voglio tornare sull’assassinio di Emanuel da parte di una bestia.

Non immaginate quante altre siano, le bestie, in questo paese.

Negli ultimi sette giorni, diverse bestie mi hanno sussurrato “perche’ tutto sto casino non e’ venuto fuori per gli italiani morti in Bangladesh?”.

Domanda che, oltre a prospettare un’ignoranza e cattiveria molto superiori alle bestie vere, denota la pochezza di questi figli di troia a fronte di una tale tragedia.

Il tg5 ieri apre con la notizia del trainwreck pugliese, e all’interno del servizio ci mette anche i morti in bangladesh, che pure i morti se li fanno diventare bandiere elettorali, ste bestie.

Vi giuro che se chiunque, ma proprio chiunque, persino il Che resciuscitato, avesse mai il coraggio di offendere la mia compagna o qualsivoglia altra donna con me presente, le conseguenze sarebbero terribili, devastanti, incredibilmente violente.

Capirete bene quanto abbiano rischiato questi quattro eunuchi quando hanno proferito il virgolettato di cui sopra.

Gli stessi, ma proprio gli stessi, da ieri meriggio danno tutte le colpe alla mafia per lo scontro dei treni, son proprio patetici, oltre che bestie.

Quindi, data l’oggettiva impossibilita’ nell’inserire un pelo di fosforo fra le sinapsi di lor merde, torna buono il vecchio sistema statunitense.

SONO STATI NEUTRALIZZATI.

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 65 follower